Come Curare la Barba? (Guida del Barbiere Nicola)

Ciao,
sono Antonio.

Vuoi sapere quale barba piace di più alle donne?

Vuoi imparare a prenderti cura correttamente di una barba lunga perfetta?

Vuoi conoscere i segreti per farla crescere più velocemente?

Seguimi con estrema attenzione.

Ti racconterò tutti i trucchi che ho imparato con l’esperienza e grazie ai consigli del mio amico fraterno barbiere Nicola.

Vuoi saperne di più sulla barba hipster? clicca qui.

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Sfoggiare una barba sul viso può cambiare la percezione che abbiamo di noi stessi e di conseguenza il nostro atteggiamento e comportamento nella vita di tutti i giorni.

Sono stati fatti degli studi psicologici e neurologici e si è scoperto che facendo indossare barbe e baffi finti ad uomini glabri, questi di colpo cominciavano a percepirsi già molto più mascolini e a comportarsi diversamente rispetto ad un dato gruppo di controllo che nel frattempo era rimasto senza peli sul viso.

Anche avendo una barba finta, immagina un po’, si ha la sensazione di essere più mascolini e serii. Figuriamoci ad avercela vera, coltivata con tanto duro lavoro e perizia.

Col tempo la barba comincia a diventare un’estensione diretta dell’uomo, una parte di noi.

La percezione che si ha di se stessi naturalmente influenza il comportamento, mi spiego meglio, un uomo che si percepisce di colpo più virile comincerà inevitabilmente a comportarsi in modo più sicuro e dominante, perché il cervello stesso verrà influenzato da questa auto-consapevolezza.

E’ normale e logico.

Senza dimenticare il preziosissimo piacere di grattare la propria barba di tanto in tanto, e solo chi ce l’ha o ce l’ha avuta può sapere esattamente di che sto parlando… 😉 E’ un modo per darsi un tono, per sentirsi intellettuali, saggi e poetici. Come dei moderni Hemingway.

Vuoi saperne di più sul rasoio a mano libera? Clicca qui.

Se hai la sensazione che nella tua vita manchi qualcosa, ti senti senza una direzione specifica, poco in controllo della situazione, ti consiglio di cominciare da subito a farti crescere una bella barba. E ti assicuro che la tua vita cambierà pian piano in meglio.

Il mio amico Fabio non mi credeva, mi ostinavo a ripetergli che era l’ora di finirla con quel look così glabro e bambinesco, senza neanche un pelo sul viso.

Finché un giorno spinto dalla disperazione e da un periodo difficile si lasciò crescere la barba.

Mese dopo mese, lui non se ne rese conto all’epoca ma io sì, cominciava a comportarsi in maniera sempre più mascolina, quasi non lo riconoscevo in determinati atteggiamenti.

Una sera facemmo un leggero incidente in auto, io ero al lato passeggero e lui guidava, niente di grave, però bisognava ovviamente scendere dalla vettura per confrontare l’altro conducente.

Panico.

Il vecchio Fabio si sarebbe messo vergogna della propria ombra e avrebbe mandato davanti me a parlare con l’altro guidatore, ma il nuovo Fabio barbuto sembrava non avere paura del confronto e infatti scese prontamente dall’auto e ricordo ancora che parole disse: “La colpa è tua, non facciamo storie.”

Rimasi letteralmente shockato.

E infatti l’altro conducente rimase impietrito e intimidito, pronto ad ammettere la propria colpa evidente.

Tornato in auto gli dissi, hai visto Fabio? Sembrava che la barba stesse parlando al posto tuo, hai avuto due palle incredibili.

Lui annuì, orgoglioso di sé, e da quel giorno si comportò in maniera sempre più virile.

Per alcuni questo piccolo aneddoto sembrerà una cosa di poco conto, ma vi posso assicurare che in quel momento avere una bella barba lunga al proprio posto stava dando a Fabio la sicurezza che gli mancava. Lo stava rendendo un vero e proprio warrior.

Nello scorso decennio le barbe sono tornate pesantemente di moda, e sono praticamente imprescindibili in questo momento.

Ti è capitato magari di provare a farti crescere la barba e non avere ottenuto i risultati sperati.

Magari non cresceva rigogliosa, o magari ci metteva troppo tempo a crescere e nel frattempo sembravi un ridicolo adolescente spelacchiato.

E quindi ti sei arreso.

Non ci sono formule magiche, se la crescita della tua barba è molto lenta di solito è un questione genetica, però è anche vero che esistono degli ottimi prodotti che possono accelerare leggermente la crescita dei capelli e dei peli.
Questi possono essere fondamentali per aiutarti ad avere un look rigoglioso e sano, che fa solitamente impazzire le donne.

Vuoi sapere qual è il migliore rasoio elettrico per tenere la barba sempre ben in ordine? Clicca qui.

Come prima cosa è necessario essere molto pazienti, dato che i peli facciali crescono a diverse velocità e più o meno ispidi a seconda del DNA di cui siamo dotati. E’ possibile però guidare la crescita della nostra barba mentre questa avviene, e imparare così a “domarla”. Bisogna imparare anche a conoscere il nostro viso e come normalmente avviene la crescita dei peli, per alcuni magari ci vorrà più di un anno per avere una barba che spacca, mentre altri nel giro di 3-4 mesi potranno già sfoggiare un look incantevole.

L’importante è non arrendersi, e restare focalizzati sul risultato finale che si vuole ottenere.

Io all’inizio ero disposto a tutto, sarei andato anche a new york a fare un corso se fosse stato necessario. Ho provato letteralmente tutti i prodotti in circolazione nella mia città, ho chiesto a tutti, mi sono informato sui forum in lingua inglese, finché un giorno ho conosciuto Nicola, il mio barbiere di fiducia. E adesso da anni siamo grandi amici, ed è proprio lui il principale artefice della mia barba hipster da urlo.

La prima volta che si cresce una barba è bene non toccarla, lasciarla crescere così, wild. All’inizio darà un po’ di prurito, ma bisogna pazientare e lasciare che la natura faccia il proprio corso.

Non è vero che rasarsi spesso accellera la crescita del pelo, questa è soltanto una leggenda metropolitana.

E’ importante poi dormire bene, esercitarsi in palestra o comunque facendo uno sport pesantuccio, come la boxe oppure i pesi, che agevoli il metabolismo e mantenga il testosterone a ottimi livelli.

Se non si dorme bene il corpo si sa, fa fatica a rigenerarsi, e quindi anche la caduta e conseguente crescita dei capelli e peli nuovi si rallenta.

Dormire male rallenta anche la circolazione del sangue, che significa meno possibilità per i nutrienti di raggiungere il follicolo del capello.

E’ importante dormire almeno 7-8 ore a notte, non cercare di fare superman, soprattutto poi se non sei più giovanissimo. Infatti con l’età si sa il testosterone tende a diminuire e il corpo recupera più lentamente. E’ fondamentale quindi dargli tregua e tempo di rigenerarsi con calma per funzionare al 100%.

Se possibile togli da mezzo alcool e fumo che danneggiano solo i bulbi peliferi e la salute generale.

In questa società moderna i livelli generali di testosterone si stanno abbassando di anno in anno.

Non sto scherzando purtroppo.

Dai un’occhiata alle statistiche online delle misurazioni del testosterone nelle nuove generazioni. C’è una preoccupante decrescita media di questo ormone.

Il motivo è che siamo troppo sottoposti a prodotti chimici e inquinamento che si sa, sono nemici del testosterone e ne abbassano drasticamente il livello nel nostro organismo.

E’ per questo che è bene innanzitutto evitare di esporsi troppo ad agenti inquinanti e non consumare i prodotti contenuti in contenitori di plastica.

Ottimizzare i livelli del proprio testosterone porta automaticamente ad ottimizzare le proprie possibilità genetiche. Se non si è predisposti non ci sono miracoli che tengano, ma se c’è la predisposizione favorendo l’aumento del testosterone si favorirà anche la crescita di una barba lunga e rigogliosa.

E’ bene inoltre prendersi cura della pelle sotto la barba, da molti spesso sottovalutata, ma in realtà il “terreno” fondante alla base di una grande barba.

E’ bene quindi associare ai prodotti per la cura della barba un bel set di prodotti per la cura della pelle, e di effettuare una bella esfoliazione di questa ogni 2 settimane almeno.

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Perché la barba prude?

Ti capita a volte di avvertire un forte prurito alla barba e di non riuscire a resistere e dovertela grattare di continuo?

Ci sono passato.

Ho scoperto chiedendo al mio amico Nicola, barbiere di fiducia da anni, lui mi ha spiegato che alla base del prurito alla barba ci sono sostanzialmente due cause da non sottovalutare.

La prima è quando si sbaglia la rasatura, infatti se si procede tagliando i peli ad angolo, questi nella loro ricrescita strusciano contro la nostra pelle e causano la tipica irritazione che poi genera il prurito.

La seconda causa è la pelle secca. Questa può essere congenita oppure una conseguenza del clima, che in alcuni mesi dell’anno rende la nostra pelle molto secca e la fa screpolare, ma anche dall’alimentazione, lo stress, e il modo in cui ci prendiamo cura della cute del viso.

Per rimediare al prurito della barba è necessario innanzitutto tenerla molto pulita, perché i peli morti e la sporcizia che si accumula tendono purtroppo ad accrescere incredibilmente l’irritazione del viso.

A proposito consiglio un buon shampoo da barba o un buon balsamo, io uso questi.

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Se la barba risulta pruriginosa è bene utilizzare uno shampoo antiforfora per capelli per provare a rimuovere il disturbo, lavandovi la barba 2-3 volte alla settimana.

Su di me ha funzionato alla grandissima.

E’ poi fondamentale l’uso di una spazzola, già ampiamente raccomandato.
Questo accessorio è di cruciale importanza per rimuovere le particelle esterne che ogni giorno si accumulano sopra i nostri peli, specie nelle città più inquinate, oppure in primavera.

La spazzola deve essere utilizzata quotidianamente.

Però è importante non dimenticare ed utilizzare una spazzola da barba apposita e non quella da capelli che vi trovate in casa, magari di proprietà di un componente femminile del vostro nucleo familiare… non fate sciocchezze e non commettete ingenuità per piacere, e andate a comprarvi una bella spazzola da barba.

Io uso questa:

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

E’ importante anche utilizzare un ottimo olio da barba, per non farsi trovare mai impreparati. Questo infatti, utilizzato con costanza, rende la barba più morbida e bella e la idrata, evitando il fenomeno della pelle secca.

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

E’ importante inoltre un’alimentazione attenta e bilanciata. Passati sono i tempi in cui si mangiava a casaccio e non si poteva provvedere ad un adeguato fabbisogno di vitamine e minerali quotidiano. Adesso non avete scuse.

Un’alimentazione giusta rimette la barba in forma e sistema anche eventuali problemi di disidratazione.

Come ammorbidire la barba

La barba purtroppo per la posizione che occupa sul corpo si espone a intemperie, agenti atmosferici, alla sporcizia derivante dal cibo, e dal contatto del nostro viso con tutto ciò che ci circonda. Per questo è molto difficile mantenerla bella morbida e pulita senza l’ausilio di appositi prodotti.

Se si abita in un clima rigido il problema diventa particolarmente serio, perché la temperatura rigida rende la barba più dura e brutta, a meno che non ce ne si prenda cura spesso.

Per ammorbidire la propria barba è necessario utilizzare 3 volte alla settimana uno shampoo per barba e rimuovere di volta in volta tutti i residui di alimenti.

E’ chiaro che più la nostra barba sarà folta e lunga più sarà l’attenzione da prestare dopo ogni pasto.

Ma come dice il vecchio adagio “Se bello vuoi apparire un po’ devi soffrire…”

Per fare la differenza rispetto agli altri maschi e risultare sempre in ordine e sofisticati, avendo quella marcia in più su Instagram che può funzionare come vero e proprio richiamo di accoppiamento, specie in questi tempi così superficiali e attenti all’immagine, è sempre meglio non perdere mai il proprio focus e curare giorno per giorno la nostra barba con impegno continuo.

Le creme e i balsami idratanti allo stesso tempo sono nostri amici in questo caso.

Ve ne linko un paio di seguito, questi sono quelli che mi ha consigliato Nicola e sinceramente mi ci trovo benissimo:

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

L’olio per la barba è allo stesso tempo fondamentale, perché ha un ruolo decisivo, molto diverso rispetto allo shampoo e al balsamo. E’ importante infatti per nutrire profondamente la barba.

E’ bene tenere conto in questo caso della composizione naturale dell’olio, deve essere di almeno 80%, altrimenti starai buttando soldi.
L’olio di argan è ottimo se la tua barba è particolarmente dura.

Ecco quello che utilizzo io tutti i giorni da oramai due anni:

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Perché la barba piace alle donne?

E’ vero che la barba piace alle donne.

Anche un uomo non molto bello, dotato di una bella barba curata, entrando in un bar o girando per strada fa subito la sua sporca impressione.

E’ una questione ancestrale, le donne non sanno resistervi, perché simboleggia virilità, saggezza, rappresenta l’uomo che sa quello che vuole, tutto d’un pezzo, che non si piega mai a compromessi ma è capace di guidare e difendere la sua compagna.

Il look sbarbato è oramai passato di moda da qualche decennio, il maschio alfa moderno sfoggia una barba impeccabile.

Secondo un attendibile sondaggio 2019 il 65% delle donne preferisce l’uomo con la barba, a patto che sia ben definita. In particolare il 33% delle italiane ama l’uomo con la barba corta e ben curata, capace di dare equilibrio al viso. Al 28%, invece, piace l’uomo con la barba semi-folta ma scolpita, perché permette ad esempio, ai visi più rotondi, di allungarsi ed avere un effetto accattivante (38%) e sexy (35%). Per una donna su 2 (46%) la cura del viso rende l’uomo più ordinato, ma soprattutto più affidabile (52%).

Una barba in perfetta forma comunica immediatamente ordine, precisione, l’idea che l’uomo che la porto è capace di prendersi cura di sé e di chi gli sta intorno, senza lasciare niente al caso.

Ovviamente bisogna fare ben attenzione di coltivare una barba che si adatti al proprio viso, esaltandone i pregi e perché “nascondendo” un po’ i difetti.

Gli uomini stanno dedicando sempre di più cura ai particolari della propria immagine e in questi tempi moderni davvero non si può fare a meno di trascurare dettagli importanti se non si vuole rimanere dietro.

Molto del gioco della seduzione infatti si fa al giorno d’oggi su Instagram.

Un altro motivo per cui la barba piace alle donne è perché va molto di moda tra i VIP di Hollywood e i protagonisti dei rotocalchi e le serie televisive.

Questo look vintage infatti, un po’ da boscaioli, un po’ da hipster è quantomai di moda in questo momento, e se si vuole restare sulla cresta dell’onda non si può certo prescindere da questo trend.

Perché la barba non cresce in alcuni punti?

La barba a chiazze è uno dei problemi principali che attanagliano e scoraggiano tutti coloro che intendono farsi crescere una bella barba forte e rigogliosa.

Ma perché la barba non cresce in alcuni punti?

Sembra una maledizione, ma in realtà è pura genetica, nonostante appunto il nostro DNA la faccia da padrone in quando a predisposizione alla crescita veloce o meno dei peli, ci sono degli accorgimenti che si possono prendere per facilitare tale processo.

La barba termina il suo sviluppo intorno ai 25 anni, fino a questa età si può ancora sperare in cambiamenti repentini e sorprendenti.

E’ importante come prima cosa permettere alla barba di crescere libera, dato che questa tende a crescere in maniera non omogenea su tutto il viso.
Alcuni individui ad esempio vedono prima comparire quella sulle guance e poi sul mento o viceversa.

A volte le zone “ritardatarie” in cui la barba cresce dopo un po’ sembrano presentare delle vere e proprie chiazze, che esteticamente costituiscono un grande problema, perché fanno somigliare il nostro viso a una testa leggermente calva.

Bisogna attendere almeno un mese per dare adito alla barba di crescere in tutti i punti del viso, solo alla fine ci si potrà effettivamente rendere conto se siamo in presenza o meno di un vero e proprio “buco”.

Il testosterone è fondamentale per la crescita della barba, e in alcuni casi è il principale colpevole delle chiazze presenti in essa.

Perché questo ormone è così importante per l’uomo?

Il testosterone è l’ormone della crescita muscolare, classicamente associato alla mascolinità, perché gli uomini tendono a produrne molto di più rispetto alle donne. E’ anche fondamentale per la crescita dei capelli. E’ importante quindi favorirne valori alti attraverso un’alimentazione ricca di proteine, ferro, parecchia attività fisica di forza, meglio se unità ad un allenamento ad alta intensità HIT. Ad esempio brevi scatti in cui si concentra tutta la propria energia come in uno sprint, e piccoli periodi di riposo in cui però non si ritorna mai a riposo totale.

Anche la riduzione del grasso corporeo migliora i livelli di testosterone in circolo nel nostro organismo.

Il sonno è come sempre un toccasana, non fa mai bene ridurlo, e 7-8 ore per gli adulti sono sempre consigliate per permettere al corpo di rigenerarsi e riposare.

E’ bene ricordare che tutte le barbe però sono diverse e la chiave nella vita è sempre utilizzare la resilienza, ovvero quella capacità di adattamento che permette la sopravvivenza della specie, imparando a sfruttare i punti “negativi” a proprio vantaggio, quindi adattando in questo caso il proprio look e taglio di barba e capelli partendo e basandoci da ciò che ci ha donato madre natura.

Perché si fa la barba di mattina?

Ci sono molti che si domandano se convenga fare la barba di mattina o di sera.

Io personalmente adoro radermi di mattina, mi sveglio molto presto, metto la sveglia intorno alle 5:30, mi reco in bagno e comincio un rituale quasi sacro. Quando tutti in casa stanno ancora dormendo, e ho tutto il tempo di riflettere ed utilizzare i lunghi minuti davanti allo specchio come un momento filosofico e meditativo.

Esistono diverse scuole di pensiero a riguardo, che si basano sulla saggezza popolare o su luoghi comuni a seconda del caso.

Anche in questo caso è impossibile fornire una risposta univoca, dato che ogni individuo reagisce diversamente alle sollecitazioni esterne, e la pelle ricordiamo sempre che è un organismo vivente.

E’ bene evitare la fretta, che come sempre è cattiva consigliera, e ci fa fare le cose male.

Quindi consiglio di staccare innanzitutto internet e i social e di prendere la barba come una vera e propria attività di meditazione.

Molti credono che la mattina sia il momento migliore per radersi, subito dopo la doccia, perché in questo modo si risveglia la pelle.

E’ il momento preferito da coloro che soffrono del cosiddetto 5’o clock shadow, quell’alone di peli in ricrescita a cominciare dalle 5 di sera.
Fatta di mattina in questo caso permette di aumentare l’effetto liscio.

Radersi di sera invece permette al corpo di avere tutta la notte per rigenerare eventuali taglietti presenti sulla pelle.

Se si ha una barba ispida e folta però radendosi di sera al risveglio si comincerà già a notare una fastidiosa ricrescita.

Al mattino la pelle non è più rilassata, come invece credono e professano alcuni.

In conclusione posso affermare che non esiste un momento migliore della giornata in cui farsi la barba, che voi preferiate radervi di mattina o di sera, non fa molta differenza, importante è sempre fare le cose in armonia col proprio tempo e col proprio corpo. Magari sperimentando e capendo con attenzione qual è il momento della giornata che porta i massimi benefici.

Come fare crescere la barba più velocemente?

Ecco una guida approfondita per riuscire a far crescere la barba più velocemente se si ha fretta.

Per prima cosa è fondamentale tenere sempre il viso ben pulito e anche molto idratato.

Non dimentica quindi di bere molta acqua e fornire al corpo un corretto apporto di vitamine.

E’ bene rimuovere il sebo e le cellule morte dal viso, per impedirgli di creare una barriera che risulterebbe altrimenti impenetrabile dai follicoli, rallentando di molto la crescita della barba.

Una faccia pulita velocizza di sicuro la crescita della barba.

E’ bene lavare il viso con acqua tiepida e un detergente a tua scelta sia di mattina che di sera. Il sapone di solito è troppo abrasivo, meglio usare un prodotto dedicato.

Se la barba risulta pruriginosa è bene utilizzare uno shampoo antiforfora per capelli per provare a rimuovere il disturbo, lavandovi la barba 2-3 volte alla settimana.

Meglio evitare di radersi, e lasciare i peli liberi di crescere dato che radere la barba non stimola la ricrescita più veloce, questa è solo una leggenda metropolitana senza base scientifica.

La crescita dei peli è più veloce subito dopo la rasatura, ma rallenta poco dopo. Per questo qualunque vantaggio dovuto alla rasatura viene presto cancellato.

Un bel massaggio della faccia può fare miracoli

I follicoli del viso amano essere coccolati, e se ti prenderai cura di loro cresceranno più velocemente.
La stimolazione attraverso massaggio è infatti l’ultima frontiera per permettere alla barba una crescita lampo.

Il massaggio si effettua applicando una leggera pressione delicata nelle zone del volto dove si vuole la crescita.

E’ bene quindi stare rilassati e dormire molto

Lo stress indebolisce e rallenta la rigenerazione delle cellule del nostro corpo, così come lo scarso o mancato sonno.

E’ bene quindi mantenersi sereni, tranquilli e ben riposati.

Fai esercizio fisico

L’esercizio fisico favorisce la circolazione sanguigna in maniera quasi miracolosa e aiuta il testosterone a mantenersi a livelli alti, evitando anche il sovrappeso, principale antagonista di quest’ormone.

Smetti di fumare

Il fumo fa sempre male, anche ai capelli e ai peli. Smetti prima che sia troppo tardi.

Assumi proteine e grassi saturi

Evita anche i dolci, dato che lo zucchero indebolisce i peli, e poi favorisci cibi contenenti vitamina B.

Come fare crescere la barba più folta?

Prima cosa è importante dotarsi di pazienza, Roma non fu costruita in un giorno e anche la nostra barba richiede di tempo per crescere e rafforzarsi.

Uno stile di vita e un approccio sciatto e confusionario non aiutano certo ad avere una barba in forma smagliante.

Se si vogliono evitare chiazze e un look da barbone meglio quindi cominciare a prendersi da subito cura della propria barba.

Alcuni richiedono di più tempo per far crescere una bella barba potente e virile, altri già nel giro di due mesi cominciano ad avere risultati apprezzabili e cinematografici.

Il compito principale della barba come dei capelli, è di proteggere la pelle. A volte la barba non
supera una precisa lunghezza. Questo è per via del nostro DNA, la natura ha dotato il nostro corpo di una precisa risposta agli stimoli esterni per permetterlo di adattarsi, se si appartiene etnicamente ad uno o ad un altro ceppo si vedranno risultati completamente diversi.

Se vedi il tuo amico sviluppare una barba da mago merlino mentre tu nello stesso periodo di tempo cresci solo un po’ di peluria. Non preoccuparti della tua viritlià. E’ normale. E’ genetica.

E’ bene inoltre sapere fin dall’inizio qual è il proprio obiettivo estetico, consiglio a riguardo di prendere una bella foto di giornale o da internet del nostro VIP preferito e di attaccarla allo specchio per avere sempre ben presente il look che si vorrà ottenere.

A volte il motivo di una barba a chiazze è semplicemente la giovane età, alcuni devono arrivare ai 25 prima di potersi permettere di sfoggiare una bella barba rigogliosa e folta.

Molti sanno di dover mangiare bene ma non sanno esattamente cosa questo significhi, magari confusi dai miliardi di diete che si trovano in giro.

La vitamina fondamentale per la barba è la B, la biotina. Ma non vanno sottovalutate nemmeno la A e la E.

E’ bene consumare moltissime verdure a foglia verde, fagioli, pesce e carote.
Carne rossa, bianca e fegato. Senza dimenticare le uova e ogni tipo di olio vegetale.

Gli integratori alimentari possono essere di prezioso aiuto per la crescita di barba e capelli, sul sito ho scritto un articolo molto interessante che potrà aiutarti se sei interessato.

Come curare la barba. La Guida Ufficiale.

Come primissima cosa c’è uno step essenziale da fare:

E’ fondamentale munirsi di una spazzola, questo infatti nonostante di primo acchitto possa sembrare un accessorio femminile è in realtà un potentissimo alleato per mantenere la nostra barba in forma smagliante.

E’ necessario poi procedere alla spuntatura della barba, che deve essere ordinata regolarmente, con pazienza, come se si fosse dei giardinieri del proprio orto personale.

La pelle infatti è un vero e proprio organismo vivente e risponde alle cure che su essa vi si ripongono.

Nemmeno io credevo tanto a questo adagio finché il mio barbiere Nicola con l’esempio diretto mi ha guidato e mi ha fatto capire quanto è importante per un uomo prendersi cura della propria barba.

Se vuoi capire se un uomo si prende cura di sé stesso, guarda per prima cosa alla sua barba.

La barba tende molto facilmente a diventare asimmetrica e antiestetica, bisogna costantemente indirizzarla tramite spuntature strategiche.

E’ bene radere l’area sotto il collo a forma di U, per far apparire la barba più ordinata.

Da soli è molto difficile ottenere risultati professionali, non ti nascondo che è meglio avvalersi dell’aiuto di un esperto o in mancanza di esso e di tempo, dell’ausilio di prodotti precisamente indicati e ideati per la cura della propria barba.

Shampoo da barba

Lo shampoo per barba è fondamentale nell’armadietto di un vero uomo.
La barba va lavata regolarmente ogni tre giorni, se questo ti sembra esagerato, be’ amico ti consiglio di accontentarti della tua barbetta spelacchiata da barbone.

Le barbe serie hanno bisogno di uomini seri e pazienti.

In questo mondo frivolo e femmineo oramai non c’è più tempo per fare bene niente, tutto è approssimativo. E’ per questo che la barba è oramai il baluardo di coloro che innanzitutto vogliono mostrare agli altri la loro determinazione e tenacia.

E ti assicuro che le donne sanno riconoscere e giudicare una bella barba tenuta bene. E nel caso, sapranno anche come ricompensarti…

Lo shampoo aiuta la pelle a mantenersi pulita e a disfarsi del sebo e delle cellule morte.
Gli shampoo da barba hanno una composizione più delicata di quelli per capelli.

Olio da barba

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

L’olio è il secondo grande alleato dell’uomo barbuto che non deve chiedere mai e che riesce a prendersi cura della propria barba da solo.

E’ importantissimo per idratare i peli della barba e prevenire il prurito.

Permette anche di ammorbidire la barba e renderla più ordinata, come una specie di lacca per capelli immagina.

Balsamo o cera per barba

E’ come l’olio, ma di consistenza solida, e deve essere lavorato prima di poter essere applicato, ha un’ottima tenuta, consigliato per barbe più difficili.

Sostanzialmente però è molto simile all’olio, bisogna scegliere uno o l’altro a seconda della consistenza della propria barba.

Pennello e ciotola

Ecco pennello ciotola e crema da barba che uso io, molti me l’hanno chiesto negli scorsi articoli, finalmente vi rivelo il mio segreto:

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Prima di procedere alla rasatura, lo sanno anche i bambini, è fondamentale ammorbidire la barba, e per fare ciò è fondamentale un’ottima crema da barba, che a contrario dei gel da supermercato non secca la pelle.

Meglio non andare al risparmio su questi due elementi.

La spazzola è fondamentale come ho più volte ripetutto

Rasoio

Il rasoio è consigliato a chi ama tenere la barba corta e va spesso di fretta, per questo ti rimando al mio esaustivissimo articolo sui rasoi elettrici.

O a quello dei regolabarba.

Rasoio di Sicurezza

Ecco un ottimo rasoio di sicurezza per iniziare, lo stesso con cui sono partito io per affacciarmi al mondo della rasatura:

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Forbici

Le forbici sono praticamente il pennello degli “artisti della barba”. Non possono mancare nell’armadietto di ogni appassionato, consiglio questo kit che ho regalato a mio fratello lo scorso Natale:

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

La storia della barba

La barba, essendo un simbolo fisico tanto ancestrale e potente, ha origine nella notte dei tempi.

Si sa che l’uomo primitivo era giocoforza peloso, diretto discendente della scimmia, è solo arrivando agli Assiri che si comincia a trattare la barba in maniera “civilizzata” ed esteticamente “moderna”.

Questo popolo infatti attribuiva alle lunghe barbe il simbolo della potenza e del comando. Una lunga barba era sinonimo di uno status sociale superiore, e nelle opere d’arte che questa cultura ci ha lasciato troviamo larga testimonianza di questo.

La barba era protagonista delle cerimonie civili e religiose, in queste occasioni infatti venivano cosparse di oli profumati e anche di polveri di argento ed oro.

Se vogliamo era un popolo che addirittura ci teneva alla barba molto più di quanto si faccia adesso, strano ma vero.

Esistono d’altronde i corsi e ricorsi storici, le epoche dell’uomo si intrecciano, si ripetono, come un serpente che si morde la coda. E’ questo il fascino della storia umana, così ricca, sempre in moto, mai uguale a se stessa e pure quasi immobile. Un paradosso che mi ha dato spesso da pensare, da quando ho letto Nietzsche.

Gli Egiziani avevano delle barbe decisamente più appuntite e stilizzate, almeno da come siamo riusciti a dedurre tramite le loro iscrizioni.

Le barbe in questo periodo erano portate intrecciate ma senza baffi.

La barba anche in questo caso era fortissimo simbolo di potere e religiosità, non tutti potevano portarla. Le statue reali erano spesso dotate di barbe posticce.

Se la barba era liscia significava che il faraone era ancora vivo durante la costruzione del monumento a lui dedicato, se era arricciata significava al contrario che questo già era morto quando veniva realizzata l’opera.

Un simbolo quindi potentissimo e molto comunicativo, non sorprende che parimenti al giorno d’oggi sia così cruciale nei rapporti umani, è un qualcosa che non ha mai tramontato.

Per gli ebrei era ed è invece un precetto religioso farci crescere la barba, i sacerdoti non possono arrotolarla né spuntarla. La Bibbia è molto chiara a riguardo. Le capigliature e le barbe ebraiche sono talmente iconografiche che basta vedere la foto o un signore per strada per additarlo immediatamente a “ebreo”,. tanto è forte il collegamento culturale quasi inconscio che lega la meravigliosa cultura ebraica alla barba e ai capelli.

Gli islamici invece amano portare la barba piena, basta vedere le immagini dei beduini al giorno d’oggi, che ancora amano raderla solo sotto il mento.

I Greci e i Romani, nostri progenitori, adoravano la barba, che era simbolo di saggezza e serietà.

Basta farsi un giro in qualche museo e vedere come venivano raffigurati i più grandi uomini di quest’epoca, per capire quanto la barba fosse praticamente obbligatoria se si voleva essere presi sul serio, proprio come al giorno d’oggi.

Anche le divinità erano dotate di una barba lunga e folta, logicamente.

Alessandro Magno obbligò invece i propri soldati a radersi, per questioni igieniche e di comodità. Infatti fu un imperatore molto moderno e anteponeva alle questioni estetiche quelle di praticità. Meglio infatti vincere qualche battaglia in più che presentarsi ineccepibili con la barba a posto.

La barba inoltre rappresentava un forte handicap durante i combattimenti, perché il nemico spesso la usava come appiglio per tirare giù il combattente da cavallo o per tenerlo fermo mentre lo trafiggeva.

I Romani tendenzialmente preferivano far radere i propri soldati per lo stesso motivo.

Nel Medioevo la barba viene utilizzate per segnalare l’appartenenza a una fazione religiosa piuttosto che un’altra.

Gli ortodossi mantenevano barbe lunghe mentre i cattolici si sbarbavano fino al sacco di Roma.

L’Ottocento fu però il secolo che portò la barba alla sua massima espressione.
Essendo infatti un periodo esteticamente così pieno e rigoglioso non poteva fare a meno di glorificare questa fantastica espressione naturale di virilità, ponendola a simbolo di artisticità e virilità romantica.

In questo periodo si misero a punto anche molti degli strumenti che con molte migliorie tecnologiche vengono tuttora utilizzati, anche se la sostanza rimane la stessa, questi diedero modo alla diffusione della cura personale della barba di accrescersi. E si cominciarono a vedere delle proprie manifestazioni artistiche di esibizione di barba davvero strane, soprattutto con la moda dandy in pieno effetto.

Anche i cosmetici per barbe in questo momento presero piede, e non ci furono più scuse per non curare la propria acconciatura.

Cominciò quindi la moda della basette molto lunghe e dei baffi arricciati verso l’alto. Chiaramente visibile in foto e ritratti dell’epoca.

Il rasoio di sicurezza nel Novecento arrivò infine ad apportare una vera e propria rivoluzione nel mondo della rasatura mondiale, infatti non era mai stato più facile di quel momento ottenere un look totalmente glabro e molti lasciarono sedursi man mano dal trend, finché la rasatura quotidiana divenne lo standard.

Solo negli ultimi 15 anni il look hipster da boscaiolo sta tornando di moda e condizionando molto le scelte estetiche del maschio moderno.

In una società così tendente alla femminilizzazione credo personalmente che sia fondamentale per un uomo alfa sfoggiare un’ottima barba rigogliosa.

In conclusione

Il mondo della barba è senza ombra di dubbio affascinante, io sono cresciuto col mito delle barbe anni 70, quelle dai lunghi baffi e dalle lunghe basette, quello per me rappresenta lo stile di riferimento, ma apprezzo moltissimo anche la moda hipster che imperversa in questi anni.

Qualunque sia la tua attitudine naturale, il tuo stile personale, l’importante è prendersi cura di se stessi.

L’aspetto esteriore è quello che conta, certo non bisogna essere superficiali e concentrare tutte le nostre energie su questo, ma parliamoci chiaro in questi anni dominati da internet e Instagram l’abito fa il monaco e può capitare di essere trattati in maniera diversa ad un colloquio di lavoro solo perché magari non si sfoggia una barba impeccabile.

E’ bene quindi allinearsi al diktat moderno e sfoggiare un look irresistibile in ogni momento della giornata, chiaramente non comportandoci da pecoroni ma imparando a personalizzarlo e a farlo nostro. Solo così si può spaccare nella vita.

Con questo vi saluto e vi rimando alla prossima guida,
W la barba!

Antonio

Altri articoli interessanti:

Migliore rasoio di sicurezza (wet shave)

Migliore regolabarba

Rasoio elettrico migliore

Rasoio a mano libera migliore

ProContro.com partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it