Come Insonorizzare Le Finestre Di Casa (Guida Definitiva)

Come Insonorizzare Le Finestre Di Casa (Guida Definitiva)

Ho un home recording studio a casa, e mi serve per forza di cose che non entri suono da fuori.

Inoltre ho un sonno leggerissimo, quindi basta il minimo rumore per svegliarmi. Adoro lavorare di notte e andare a dormire molto tardi, significa che mi capita di stare ancora dormendo al mattino. Il caos proveniente dalla strada non mi permetteva di dormire. E’ per questo che ho dovuto insonorizzare le finestre di casa che danno sull’esterno.
Voglio condividere con voi in questo post i tentativi che ho messo in atto durante tutti questi anni e cosa ha funzionato e cosa no.

In generale, è bene ricordare che occorre del materiale denso e spesso per bloccare i suoni che passano tramite una finestra. E’ bene avere molti materiali soffici e densi nelle stanze per ridurre l’eco e percepire i posti molto più silenziosi e tranquilli.

Avete presente quei fastidiosissimi riflessi che si hanno se si parla in una casa disabitata?
Ecco, avvengono perché il suono rimbalza come in un flipper impazzito dalle pareti al soffitto al pavimento e viceversa, per le nostre orecchie è molto stressante stare in ambienti acusticamente molto riflettenti. Gli ambienti molto riflettenti ci sembrano “innaturali”. Questo succede perché nelle case vuote mancano mobili, divani, librerie, tappeti, su cui il suono può fermarsi e assorbirsi.

Come insonorizzare le finestre dal rumore esterno. Guida in 4 semplici passi.

  • Primo passo: Capire se si può bloccare la finestra (metodo DRASTICO ma efficace)

Senza dubbio il modo più facile di insonorizzare una finestra è bloccarla completamente, chiuderla. Il suono non può essere bloccato se non si utilizzano materiali DENSI. Più densità c’è tra voi e l’esterno della finestra, più isolamento otterrete. Se la finestra è invece parte imprescindibile della stanza per questioni di luce o estetiche, il processo di insonorizzazione sarà più difficile, ma non impossibile.

Ovviamente questo metodo è il più estremo ed è solo consigliato nel caso in cui la stanza in questione debba ad esempio essere adibita alla registrazione di strumenti musicali, e non abitata, non è buon uso infatti chiudere una finestra perché in questo modo si impedisce il passaggio dell’aria.

Molti proprietari di casa erroneamente comprano pannelli fonoassorbenti piramidali (di quelli che si vedono spesso negli studi di registrazione per intenderci) perché sono economici e danno quella sensazione di professionalità.
C’è gente che adora piazzarli un po’ ovunque in giro per la stanza o per tappare buchi, senza alcun criterio. La brutta notizia è che i pannelli piramidali sono buoni per tagliare i riflessi e l’eco di una stanza (la verità è che nemmeno questo compito lo assolvono al 100%) e non per evitare che il suono di fuori entri dentro.

Se la finestra in questione non vi serve, è bene bloccarla del tutto, è il modo più semplice per evitare che entrino rumori molesti. Consiglio in questo caso dei pannelli isolanti che possono essere acquistati presso qualunque ferramenta. Bloccare la finestra potrebbe non essere la soluzione esteticamente più entusiasmante, ma ricordate che può sempre essere ricoperta e nascosta da delle tende.

Se occorre un isolamento serio, perché il rumore esterno è insostenibile, e si ha qualche soldino da spendere, consiglio allora questi pannelli isolanti acustici. Li ho usati a casa di un amico che vive sopra un bar e aveva bisogno di rendere una delle stanze della sua casa più silenziosa per potersi esercitare col pianoforte (e per non dare fastidio ai vicini durante il giorno), abbiamo tappato direttamente la finestra con 3 di questi pannelli (link Amazon). E il risultato è stato eccellente.

  • Secondo passo: tappare tutti gli spifferi e i buchi

E’ importantissimo ricordare che OVUNQUE PASSA L’ARIA, PASSA IL SUONO. Quindi anche se avete una finestra a triplo vetro a prova di bomba, se sono presenti dei buchini intorno al telaio o ancora peggio sui bordi del vetro, il suono continuerà a entrare indisturbato, quasi come se la finestra non ci fosse.
Bisogna tenere a mente che una finestra capace di isolare bene termicamente sarà anche capace di isolare il suono proveniente da fuori, ma è bene dare un’occhiata attenta e verificare che tutti i buchi siano chiusi.

Questi accorgimenti saranno utili soprattutto nel caso la vostra finestra sia un po’ vecchia, infatti con le finestre vecchie tendevano ad essere costruite male per gli standard odierni, e con un po’ di silicone posto lungo i bordi del vetro si può già cominciare a verificare un grande miglioramento, i vetri smetteranno di vibrare e gli spifferi più forti verranno bloccati (e con loro il suono che passa assieme all’aria).

Si possono usare delle guarnizioni per finestre, come queste (link Amazon).
E per il perimetro dei vetri è bene usare del silicone speciale per vetro (link Amazon).
Per i buchi strutturali intorno alla finestra invece, è bene usare del mastice come questo. (link Amazon)

RIPETO: NON SOTTOVALUTATE NESSUN BUCO, PER QUANTO PICCOLO. DOVE PASSA ANCHE UN FILO D’ARIA PASSA SEMPRE ANCHE IL SUONO.

Terzo passo: sostituire direttamente la finestra

Se si ha la possibilità, è meglio sostituire direttamente la finestra con una a triplo vetro e telaio in legno. Questo genere di finestre si chiamano fonoisolanti antirumore. Esistono tecnici specializzati che montano questo genere di finestre, di vario prezzo a seconda delle esigenze. La sostituzione rappresenta senza ombra di dubbio la soluzione più drastica ma allo stesso tempo più efficace ed esteticamente valida.

Bisognerà però ricordare a chi ve la installa di tappare tutti gli eventuali buchi e buchetti intorno la finestra con del silicone. Non affidatevi a persone che si improvvisano montatori, ma rivolgetevi a tecnici specializzati se volete davvero un lavoro di insonorizzazione che duri per sempre.

  • Il quarto passo è acquistare delle tende fonoassorbenti

Ho già scritto su questo sito dell’efficacia delle tende fonoassorbenti. (link Amazon) Non servono per bloccare il suono proveniente dall’esterno, ma possono aiutare a dare la prima mano filtrante e poi oltre ad essere degli ottimi elementi eleganti di arredo sono fondamentali per la sonorizzazione interna della stanza.

Cosa significa?

Il suono come dicevo prima ama rimbalzare e riflettere di qui e di lì nella stanza, e il vetro delle finestre è uno dei materiali più riflettenti che esiste di norma nelle nostre case. Quando dovete pensare al comfort sonoro di una stanza, la prima cosa da andare a coprire sono vetri e specchi.
In questo modo i decibel “in giro” per la stanza saranno gli stessi, è solo che verranno stoppati da delle tende prima di andare a riflettere sul vetro, rendendo la stanza alle nostre orecchie più calda, accogliente e con meno stress uditivo. Ovvero sarà più facile viverci dentro, fate una prova e fatemi sapere qua sotto nei commenti se notate la differenza.

Provate ad andare nel bagno e parlate, poi andate nel soggiorno o in un’altra stanza arredata con molti mobili e materiali morbidi e densi. Sentite la differenza?
Dover preferireste stare a chiacchierare amabilmente 3-4 ore con i vostri amici?

😉

Il bagno oltre ad essere scomodo è anche acusticamente faticoso, infatti non è una stanza della casa pensata per passarci molto tempo (sebbene molti amano pensare il contrario), ascoltarci la musica e guardare la televisione. 

Le tende più saranno spesse e pesanti, maggiore sarà il risultato isolante e assorbente, l’ideale è usare più tende una sull’altra per creare più strati. E’ bene permettere alla tenda di fare molte pieghe e ricordare di non acquistare tende che entrino “di giustezza” sul perimetro della nostra finestra. Si consideri che il suono passa agilmente dai lati, quindi è bene avere tende decisamente più alte e larghe della finestra che andranno a occupare, e prevedere che ci dovranno essere molte pieghe per “fare spessore”.
A casa mia uso queste. (link Amazon)

Spero di esservi stato utile e avervi chiarito tutti i dubbi riguardo la migliore maniera per insonorizzare le finestre della propria caso, nel caso vogliate approfondire consiglio di dare un’occhiata all’ articolo sulle tende fonoassorbenti su questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *