La fuga dei talenti digitali italiani all’estero: emergono nuove opportunità economiche con un guadagno che quasi triplica il salario nazionale

La fuga dei talenti digitali italiani all’estero: emergono nuove opportunità economiche con un guadagno che quasi

Lettore, Ti è mai capitato di considerare la possibilità di lasciare il tuo paese alla ricerca di migliori opportunità di lavoro? È una tentazione che molti giovani italiani stanno vivendo in questi anni, costretti a emigrare verso terre straniere per cercare un futuro più promettente. Il problema della fuga dei cervelli è diventato sempre più pressante, e non riguarda solo coloro che cercano occupazione in generale, ma anche le professioni legate al settore digitale.

Un recente studio condotto dall’Osservatorio JobPricing ha rivelato dati sconcertanti: le retribuzioni medie offerte per alcune delle professioni più ambite nel campo dell’informatica e della tecnologia sono notevolmente più basse in Italia rispetto ad altri Paesi presi in esame. Guardando al Regno Unito, alla Germania, alla Francia, alla Spagna, agli Stati Uniti e alla Svizzera, emergono differenze salariali che possono arrivare fino a tre volte rispetto alle retribuzioni offerte nel nostro Paese.

Immagina un giovane ingegnere del software che in Italia guadagna mediamente 28.431 euro all’anno. Ora immagina che lo stesso ingegnere, con lo stesso livello di competenze, possa essere retribuito 1,48 volte di più nel Regno Unito, 1,70 in Germania, 1,34 in Francia, 0,98 in Spagna, 2,19 negli Stati Uniti e 2,07 in Svizzera. Le differenze sono sconcertanti.

Anche un designer di esperienza nel nostro paese potrebbe percepire stipendi notevolmente superiori all’estero. Ad esempio, un UX designer in Italia parte da una retribuzione annua di 30.370 euro, mentre nello Spazio-Regno può arrivare a 1,82 volte tanto; in Francese può guadagnare 1,20 volte tanto; In Germania, 1,46; In Spagna, 0,79; negli Stati Uniti, 1,66; e in Switzerland 1,82. Insomma, le differenze sono sostanziali e in molti casi immeritatamente sbilanciate.

LEGGI  I 12 top prodotti per la domotica: una classifica dei migliori articoli per la casa intelligente accompagnata da una guida all'acquisto.

Il dilemma di lasciare il proprio Paese per cercare un lavoro migliore è sempre un’alternativa difficile e complessa. È vero che in alcuni Paesi come il Regno Unito e la Svizzera, il costo della vita è molto elevato rispetto al nostro, e questo potrebbe rendere inutili i vantaggi di una busta paga più sostanziosa. Tuttavia, in altri Paesi come la Germania, il quadro potrebbe essere allettante. Ad esempio, uno sviluppatore iOS alle prime armi in Germania potrebbe arrivare a triplicare il suo guadagno rispetto a quello che potrebbe ottenere in Italia.

In conclusione, la situazione dei salari nel settore digitale in Italia è quanto mai preoccupante. E se da una parte la prospettiva di emigrare può sembrare allettante, dall’altra spesso si pone il problema dei vincoli legati al contesto culturale e sociale. Ecco perché è necessario riflettere attentamente sui propri obiettivi e sulle proprie aspettative prima di prendere decisioni affrettate.

Cordiali saluti,