i 5 Migliori Spillatori per Birra da Casa (Guida 2018)

Salve,
Sono Marco, sono un fanatico degustatore di birre e assiduo frequentatore di tutti i migliori pub delle Marche.

Poter sorseggiare una birra alla spina mentre si guarda la propria serie preferita netflix spaparanzati sul divano di casa è sicuramente il sogno di tutti.

Ancora meglio è poter invitare i propri amici e godersi in compagnia il piacere di una bella bionda sapendo che non si sta facendo nessuna concessione sulla qualità e che la si sta assaporando come se si fosse in un pub.

Per soddisfare questo sogno non basta però acquistare delle semplici lattine al supermercato.

Abbiamo bisogno del miglior spillatore di birra da casa.

Qualunque vero conoscitore sa infatti la differenza che passa tra il sapore di una birra sorseggiata dalla bottiglia e la rispettiva versione alla spina.

Anche se per ovvi motivi di soldi e spazio non è possibile avere a casa degli impianti di spillatura da pub, è possibile avvicinarsi molto a risultati professionali.

Riguardo la birra alla spina bisogna tenere conto di due cose che vengono considerate valide da molti:
– nel fusto c’è meno spazio per l’aria rispetto alle bottiglie, quindi il rischio di ossidazione è molto minore.
– molti birrifici tengono i fusti al fresco prima di venderli, non è il caso invece delle bottiglie, dando alla birra quella freschezza che molti cercano nella bevuta.

La birra alla spina è più forte di quella in bottiglia?

La risposta è no, il motivo per cui a volte bevendo alla spina si sente un leggero mal di testa è che all’interno di questa è presente del nitrogen, un gas più leggero dell’aria, questo significa che entra nella circolazione sanguigna più facilmente e sale prima al nostro cervello, dandoci una leggera sensazione di capogiro. Questo però non significa assolutamente che la birra alla spina sia nociva per la nostra salute.

Perchè comprare uno spillatore?

Lo spillatore casalingo permette di avere nell’ambiente domestico la stessa qualità che ci si aspetterebbe da un pub (in certi casi addirittura superiore…).

Tramite la spellatura si può erogare la birra per mezzo di un forte flusso di anidride carbonica che spinge il liquido alcolico attraverso la cosiddetta “spina”, da cui il nome.

Una corretta spillatura dà come risultato un giusto cappello di schiuma a seconda della tipologia di birra, ad esempio alto e abbondante in quella tedesca, equilibrato in quella belga, finissimo in quella irlandese.

Come spillare la birra?


Una perfetta birra va spillata inclinando il bicchiere sotto il rubinetto e facendo scendere la birra lentamente e senza interruzioni, fino a che la schiuma fuoriesce dall’orlo.
Il bicchiere non deve mai entrare direttamente in contatto col becco del dispenser.
Gli inglesi aprono il rubinetto appena prima di inclinare il bicchiere. In questo modo si riesce ad evitare la creazione della schiuma.
I tedeschi invece amano spillare prima una piccola quantità di birra e poi attendere la riduzione della schiuma, quindi rispillare di nuovo.
Gli olandesi semplicemente lasciano la birra inclinata e permettono che la schiuma si formi naturalmente, rimuovendo quella superflua con una spatola.

Miglior spillatore per birra da Casa 2018, recensioni:

1. Krups VB6505 The Sub, bellissimo e minimale

Questo spillatore è uno dei migliori e tra quelli più prestigiosi disponibili al momento sul mercato. Sviluppato in collaborazione con Heineken e ideato da un grande esperto di design come Mark Newson.

L’aspetto di questo spillatore è inimitabile e elegante, perfetto per chi vuole avere in casa un prodotto che sia innanzitutto una gioia per gli occhi e non sfiguri in un ambiente domestico hi-tech.

Dotato di consumi ridotti e grandi performance è un’opzione ideale per chi vuole avere sempre a disposizione della birra spillata senza dover stare alla bolletta elettrica.
Ricaricabile attraverso fusti da 2 litri, disponibili le seguenti ricariche: Heineken, Birra Moretti Baffo d’Oro, Affligem, Pelforth, Desperados, Tiger, Wieckse Witte, Brand Up, Brand Weizen, Amstel Radler, Sol e Cruzcampo.

Ciascuna ricarica garantisce 15 giorni di freschezza dall’apertura del fusto.
La temperatura è assicurata sui 2 gradi centigradi costanti.

Basta caricare il Tor all’interno del Sub e lasciare che la birra giunga al grado di raffreddamento ideale prima di poter servire liberamente.

Il fatto che utilizzi fusti-ricariche piccoli da 2litri permette di avere sempre una birra fresca minimizzando gli sprechi e rendendolo ottimo anche per piccole cene tra amici, il problema spesso di questi spillatori è che vanno usati di preferenza in contesti in cui si prevede un largo consumo di birra dato che il fusto una volta aperto non può conservarsi gasato all’infinito e ha un range di giorni in cui va consumato.

La Birra viene erogata a 2 gradi, quindi a una temperatura minore di quella del frigorifero di casa. In questo modo viene garantito un senso di appagamento superiore quando si beve.

Si consiglia di tenere i fusti già in frigo prima di utilizzarli in modo da avere una birra subito fredda quando si decide di spillarla.

Pro:
Grande design
Comodo per situazioni piccole tra amici

Contro:
Fa molta schiuma all’inizio del fusto

2. Philips HD3620/25 qualità e risparmio

Il Philips HD3620 è un altro grande prodotto ottimo per chi vuole lanciarsi nel mondo della spillatura casalinga.
La durata dei fusti in questo caso è assicurata per 30 giorni, infatti sono 3 volte più grandi del Sub con ben 6 litri per ricarica.
Questa enorme capacità lo rende più consigliato per grandi feste e contesti in cui ci sono parecchie persone.
Il sistema di spellatura che garantisce è molto soddisfacente e veloce anche se a volte può non essere facile rintracciare i fusti utili alla ricarica.

L’apparecchio è molto solido ed è dotato di display per poter verificare la quantità di birra rimasta all’interno del fusto.

Il design morbido ed elegante lo rende perfetto anche come oggetto di arredamento armonizzandosi esteticamente all’interno di qualunque casa.

La quantità e soprattutto la qualità delle birre proposte è davvero interessante.
C’è bisogno solo di poggiare all’interno il fusto ed attendere il tempo necessario per cui la temperatura del liquido arrivi a 3 gradi, si viene quindi avvisati da un led verde e si può cominciare subito a versare.

Pro
Ottimo design
Display ricco di funzioni
Grande scelta di birre a disposizione
Capienza di ben 6 litri

Contro
Reperibilità dei fusti non facilissima

3. Krups VB700800, il meglio del meglio

Il Krups VB700800 è un fantastico spillatore per chi ha esigenze degustative davvero altissime e non vuole badare a spese.
Il prezzo alto però è giustificato da una grande qualità dei materiali e da una tecnologia che permette il conservamento dei fusti per ben 30 giorni senza assolutamente perdere freschezza.

Assemblato interamente in termoplastica, in un design incredibilmente moderno e dinamico, perfetto per stare al centro del proprio living-room.

Usa fusti d 5 litri, il che lo rende perfetto per grandi feste con amici ma anche per le bevute casalinghe di tutti i giorni. L’unico problema sarà infatti ogni volta resistere a fare un sorso di birra quando lo si terrà davanti tutto il tempo in cucina. Sconsigliato a chi preferisce restare sobrio la maggior parte del tempo…

Si consiglia di inclinare il bicchiere ogni volta come consigliano i mastri birrai per ottenere il giusto livello di schiuma.

L’indicatore a display ci permette inoltre di verificare live il giusto grado di raffreddamento della nostra birra e di potere quindi erogarla sempre alla temperatura desiderata, che in questo caso non è fissa ma regolabile, permettendo di adattare le esigenze del tipo di birra specifico che andremo a caricare.

L’aroma della birra viene garantito immutato per un mese, senza perdere di freschezza e sapore.

La capienza è di ben 5 litri e i fusti carrabili sono quelli comunissimi disponibili in commercio, addirittura anche in alcuni supermercati delle grandi città. Il processo di caricamento e scaricamento del barile è semplice e veloce, non richiede alcuna esperienza pregressa per caricare la nostra birra preferita e cominciare subito a bere.

All’interno del packaging in cui è venduto sono disponibili tutti gli accessori necessari a collegare immediatamente il fusto di birra al nostro spillatore, rendendo superflue ulteriori spese.

Il vassoio permette di far sgocciolare comodamente la birra una volta versata, e di posare più bicchieri allo stesso tempo.

Pro
Ottimo design
Potenza superiore
30 giorni di freschezza del fusto
Barili di 5 litri
Display ricco di funzioni

Contro
Prezzo un tantino elevato

4. Koenig BW1880, miglior qualità prezzo

Un bel spillatore per chi non vuole spendere troppo e avere il lusso della birra a casa come al pub.
La caratteristica principale di questo spillatore è che permette di montare i classici fustini da supermercati, è compatibile infatti con i fusti universali da 5 litri.
Il sistema di raffreddamento è integrato e la temperatura è regolabile da 12 a 2 gradi, mentre in altri modelli come il Philips questa è fissa a 3 gradi. Un altro punto a favore quindi del Koenig.

Bisogna ricordare però di aggiungere dell’acqua nella vasca dove si pone il fusto, in questo modo si facilita e velocizza il raffreddamento.
Basta lasciarlo raffreddare ad esempio per una notte e il giorno dopo lo si troverà a 5 gradi, pronto per essere spillato e bevuto.
La birra esce molto limpida e fredda, alla temperatura giusta per una degustazione “causal” con i propri amici.

Dotato di schermo a Led su cui leggere tutte le informazioni di conservazioni e spillatura della birra, è corredato di un cassetto salva gocce estraibile molto comodo quando si tratta di pulire.

Il design è interessante, somiglia ad una elegante macchina per il caffè, anche se è più anonimo rispetto agli altri.

E’ possibile regolare il livello di co2 erogato, consigliamo di fare molti esperimenti prima di scoprire l’equilibrio ideale al proprio palato, infatti alcuni preferiscono una birra con più anidride carbonica, mentre altri con meno.
Sarà un piacere effettuare questi esperimenti dato che il risultato finale è sempre e comunque gradevole e benvenuto.

Non si può pretendere da questo prodotto la perfezione come se si trattasse di un vero pub irlandese, ma ad un prezzo così basso sarebbe chiedere troppo.
E inoltre i fusti da supermercato non sono pressurizzati, mentre quelli da pub normalmente sì.

Il trucco sta nel non aprire tutta la valvola, perchè non serve saturare di co2 il fustino.

Nel complesso è un buon prodotto a un buon prezzo, però certo non al livello dei competitori di fascia alta.

Pro
Buon rapporto qualità prezzo
Design semplice

Contro
Design forse troppo anonimo per chi ama stupire
Per rimuovere il coperchio dei fusti bisogna dotarsi da soli di un cacciavite

5. Bar@drinkstuff, l’alternativa economica

Per chi desidera spendere pochissimo e avere un prodotto simpatico per mantenere la birra al fresco e stupire i propri amici il bar@drinkstuff è di certo la soluzione migliore.
Design ad effetto ideale per le feste, è una gioia per gli occhi, somiglia ad un frullatore vintage.
Non permette ovviamente di montare fusti o cariche di birra, ma semplicemente il liquido si carica all’interno del container e viene raffreddato tramite una camera di raffreddamento amovibile al centro, in cui va precedentemente caricato il ghiaccio.
Capacità di contenimento di ben 3 litri, prodotto in plastica ma molto solido.

Un mio amico lo utilizza anche nel proprio bar, ne ha acquistati 5 e vi serve la birra ad alcuni tavoli sfruttandone l’effetto scenico.

E’ ovviamente un’alternativa economica più adatta a contesti di feste che alla vera e propria degustazione da intenditori, infatti la birra non viene spillata tramite anidride carbonica ma semplicemente tenuta in fresco e dispensata al momento adatto.

Pro
Design simpatico e ad effetto
Soluzione economica per feste e bar

Contro
Il tappo di chiusura non è perfettamente ermetico
Dispenser economico che non “spilla”, non aggiunge co2 ma serve solo la birra gelata

6. Klarstein Hopfenthal

Dotato di sistema PerfectDraft senza l’ausilio di anidride carbonica, tiene la birra refrigerata alla temperatura costante di 3 gradi centigradi e permette di spillare qualunque fusto di birra comune da 5 litri.

Esteticamente bello e rifinito, poco rumoroso e consuma solo 72W.

Impiega circa 5 ore per raffreddare un fusto a partire da temperatura ambiente, un po’ in meno dei concorrenti, alcuni necessitano infatti addirittura di 12 ore per portare la birra ai gradi desiderati.

Il barile di birra va aperto ed inserito nello spillatole che permette di tenerlo costantemente a pressione.
La birra si mantiene a una qualità accettabile per una settimana prima di non essere più bevibile.

Nella confezione è presente tutto il necessario per collegare il fusto allo spillatore, tubi interni, raccordo di pressione, tubo di lavaggio.

Le istruzioni in italiano purtroppo non sono presenti, bisogna accontentarsi di quelle in inglese o tedesco.

Ecco come utilizzarlo:
Per prima cosa è necessario stappare il fusto sul lato superiore, quindi c’è da rimuovere la guarnizione di protezione con l’ausilio di un cacciavite o una pinza, bisogna poi collocarvi la guarnizione fornita in dotazione col Klarstein Hopfenthal, e collegare la canna di tiraggio al gruppo di spillatura, quindi inserire la canna di tiraggio collegata al gruppo di spillatura.
Poi è necessario bloccare il sistema di spillatura e inserire tutto nello spillatore collegandolo alla base del coperchio. Infine si può chiudere il coperchio e attendere che la temperatura arrivi a 3 gradi.
Bisogna poi decidere la pressione preferita tramite l’apposita manopola di pressione e infine si potrà versare e gustare la birra.

Il lato negativo è che è un prodotto un po’ rumoroso e la qualità di spillatura non è al pari di concorrenti più prestigiosi come il Philips. Tutto sommato però può andare per chi si accontenta di risultati nella norma e non vuole spendere un capitale.

Pro
Design avveniristico
Conveniente

Contro
Un po’ rumoroso
La pinza per aprire i fusti è un po’ delicata e tende a rompersi

Come scegliere il miglior spillatore

Esistono delle caratteristiche di base da esaminare quando ci si avventura nell’acquisto di uno spillatore.
E’ fondamentale innanzitutto che la birra possa essere spillata tramite il giusto livello di anidride carbonica.
Per ottenere un giusto grado di frizzantezza e di gusto della birra.

  • Raffreddamento e conservazione
    Mentre il vino può essere tranquillamente bevuto a temperatura ambiente e anzi si presta in alcuni casi ad essere consumato caldo (pensiamo al vin brûlé), la birra non ha alcun senso tiepida. Perde anzi tutto il suo potere rinfrescante e qualunque caratteristica gustativa.
    E’ questo il motivo per cui è indispensabile un sistema di raffreddamento che mantenga sempre intorno i 3-7 gradi la temperatura del liquido.
    Alcune spillatrici poi riescono a mantenere la birra fresca e fragrante fino a 30 giorni evitando sprechi nel caso non si dovesse terminare immediatamente il fusto. Non a tutti capita infatti di avere sempre la casa piena di amici assetati ogni qual volta venga voglia di aprire un nuovo fusto.
  • Manico
    Il manico dello spillatore è un altro aspetto fondamentale per versare correttamente la birra ed ottenere il grado di schiuma desiderato. E’ importante averne uno economico e maneggevole che renda immediato e semplice il verseggio.
  • Manutenzione e Pulizia
    Per poter garantire un funzionamento e una una lunga durata del nostro apparecchio è fondamentale l’uso di alcuni prodotti di manutenzione che vanno utilizzati al posto dei fusti per effettuare alcuni cicli di pulizia, almeno due volte all’anno.

In conclusione

In questi anni il consumo di birra in Italia si è moltiplicato, se prima eravamo un paese di fanatici produttori e consumatori di vino diventiamo adesso ogni giorno che passa sempre più bevitori e attenti conoscitori di bionde.

Il mercato della birra artigianale made in Italy è sempre più vasto e riceve grande considerazione all’estero.

Bere birra è un piacere insostituibile, inoltre bisogna ricordare che è generalmente apprezzata anche da chi non apprezza troppo altri alcolici pesanti. Questo la rende in pole position come bevanda preferita in contesti festaioli in cui bisogna venire incontro ai gusti di più persone che non si conoscono in anticipo.

Mi è capitato più volte di fare un figurone a casa sfoggiando il mio Krups VB6505, infatti questo tipo di apparecchi non è molto diffuso al momento in Italia e lascia sempre piacevolmente sorpresi gli ospiti che inizieranno a tempestarvi di domande e a chiedere dove poterne acquistare uno per la propria abitazione.

Non succede spesso che un prodotto mostrato ai miei amici abbia un successo del genere, ma c’era da prevederlo dato che gli spillatori per birre sono sinonimi automatici di conviviali ed ambienti festosi. Basta vederli sul tavolo appena si entra in una stanza per associarli direttamente alla classica atmosfera da pub, si associ un bersaglio per freccette e si avrà un angolo di inghilterra nel proprio salone di casa.

L’unico vero problema di questi oggetti è che, vi assicuro, conducono a una massiccia dipendenza, è infatti quasi impossibile evitare un sorso ogni sera appena tornati da lavoro, vi verrà automatico recarvi vicino al dispenser, impugnare un bel bicchierone pulito e versarvi la vostra dose di bionda per viziarvi un po’.

Il segreto di ogni edonista che si rispetti è di sapersi coccolare nei propri vizi senza però dimenticare la qualità.

Spero che questa guida al migliore spillatole di birra da casa vi sia stato d’aiuto e che riusciate ad individuare il migliore per le prossime esigenze e diventiate i re delle feste in giardino durante la prossima estate.

Un saluto da Marco e alla prossima!

 

 

ProContro.com partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Summary
Review Date
Reviewed Item
spillatore birra
Author Rating
51star1star1star1star1star