Da oggi avrai la possibilità di silenziare coloro che molestano e intimidiscono su Instagram: bulli e stalker.

Da oggi avrai la possibilità di silenziare coloro che molestano e intimidiscono su Instagram: bulli e

Finalmente Instagram si è dotato di un prezioso strumento per contrastare il fenomeno del bullismo online: la funzione Silenzia. Questa novità, attesa da tempo, offre agli utenti la possibilità di zittire coloro che si ergono come portatori di insulti e minacce, proprio in un momento storico in cui il mondo digitale può rappresentare un campo di battaglia per la nostra tranquillità e autostima.

Immagina di poter scrollare con un gesto deciso il dito su quei commenti tossici, rendendoli visibili soltanto agli autori stessi, senza che quest’ultimi si accorgano dell’azione presa. È come pescare sott’acqua e far sparire all’improvviso tutto ciò che vuoi allontanare dal tuo sguardo. È una forma di controllo elegante e discreta, che ti permette di mantenere il tuo spazio virtuale sicuro e sereno, senza la necessità di denunciare apertamente il comportamento molesto.

E non solo: chiunque cercherà di comunicare in modo non proprio con te, verrà incanalato dall’altra parte delle cose, in una sorta di sospensione informatica. I messaggi verranno depositati in una bacheca distinta, senza obbligo di notificarne la ricezione, così potrai decidere con calma se accedere al loro contenuto. Questo, senza destare sospetti o provocare una reazione avversa da parte dell’inopportuno mittente.

Che bella questa idea, non trovi? Instagram non ha pensato a un banale blocco degli utenti fastidiosi, ma a una soluzione più sottile, adatta a proteggere il tuo spazio virtuale senza necessariamente ergersi in una barriera impenetrabile. Sembra quasi un’invenzione da libro di fantascienza, un modo per manipolare il flusso delle informazioni al limite del reale.

E così, ti troverai a dominare le acque del web come un giocatore in grado di impostare le proprie regole, pur restando in un mondo che troppo spesso ti impone nuove dinamiche senza il tuo consenso. In fondo, anche in questa galassia digitale, esiste sempre un modo per reiventarne il corso e per difendere il proprio spazio da interferenze indesiderate.