5 Videocitofoni Wireless Migliori? (Guida Del Tecnico)

Ciao,
sono Dario.

Vuoi un videocitofono senza fili a lunga portata che ti permetta di vivere più tranquillo?

Non sei a casa e hai bisogno di dare indicazioni a distanza al corriere che ti ha portato un pacco importantissimo?

Finalmente puoi.

Ascoltami bene, hai mai sentito parlare di campanelli wireless?

Una delle cose che ho sempre odiato è dovermi alzare come un soldato, o ancora peggio come un vigile del fuoco chiamato all’azione immediata per un’emergenza, ogni qual volta sentissi suonare il citofono.

L’istinto è immediato, si balza in piedi, quasi in stato di panico, e si corre a rispondere.

Ho sempre desiderato poter controllare il citofono direttamente dal divano di casa.

Da qualche anno ciò è possibile.

Quello che amo nei sistemi videocitofonici wireless è proprio la possibilità di utilizzare la modalità di visione all’esterno senza dovermi muovere dal divano di casa, a volte sono disteso, sento un rumore fuori, mi basta aprire l’app e Taak! Posso immediatamente controllare ciò che sta accadendo fuori dalla mia villetta a schiera.

Se ti piacerebbe rispondere al citofono comodamente dal divano di casa, o in qualunque altro punto della tua abitazione, allora sei nel posto giusto.

Ascoltami bene.

Io sono un esperto di domotica, nonché un tecnico installatore specializzato, e oggi voglio stupirti e portarti per mano nel favoloso mondo dei videocitofoni wireless digitali.

I videocitofoni wireless sono spessi corredati da app, che permettono in alcuni casi un controllo totale dell’apparecchio, anche da remoto, ovvero quando ad esempio non siamo fisicamente presenti all’interno della nostra abitazione.

I videocitofoni wireless possono funzionare senza internet?

La risposta è: assolutamente Sì.

Alcuni mi chiedono se il videocitofono senza fili possa tranquillamente continuare a funzionare se internet è spento per qualche motivo.

In tale caso funzionerà come se si stesse utilizzando un comunissimo citofono normale, sarà comunque possibile visualizzare, parlare e aprire il cancello sul monitor. La connessione internet serve solo per le richieste avanzate, quindi non c’è pericolo di rimanere senza citofono.

E’ possibile controllare il videocitofono al di fuori della propria abitazione mentre si è in giro?

Assolutamente sì.

La maggior parte dei modelli di videocitofoni wireless sono dotati di app sia per android che per ios (quindi iphone), che permettono un controllo totale dell’apparecchio anche fuori casa. Volendo quindi possono essere anche utilizzati come piccole telecamere ip di sicurezza.

Quali cavi servono per collegare il videocitofono wireless?

Il monitor richiede soltanto due cavi o una spina per l’alimentazione.
Il campanello ottiene la corrente elettrica dal monitor.

I Videocitofoni Wireless sono sostanzialmente composti da due parti:

Una è la pulsantiera, da sistemare all’esterno della propria casa.

L’altro è l’apparecchio acustico, da sistemare all’interno, tramite il quale poter comunicare con l’esterno.

Incorporata nella pulsantiera vi è dunque una telecamera esterna, anch’essa wireless, che cattura l’immagine di chi sta premendo il pulsante e la proietta all’interno della nostra casa, per essere sempre consapevoli di cosa sta succedendo al di fuori della nostra abitazione.

In alcuni casi è possibile anche la visione notturna grazie a un’illuminazione esterna che si attiva di notte.

Ma la feature che preferisco di più dei videocitofoni wireless è il fatto che possono essere pilotati da app sullo smartphone.

Come si installa il videocitofono wireless?

Installare un videocitofono wireless professionale digitale è facilissimo, e non richiede l’intervento di un tecnico generalmente, è chiaro che se volete essere sicuri di fare le cose come si deve potete chiedere aiuto a qualche amico più scafato di elettronica, ma in linea di massima con un po’ di pazienza e un sabato pomeriggio libero ci si può riuscire da soli anche se si è completamente impediti.

Il videocitofono wireless può essere facilmente integrato nel sistema di sicurezza wifi della casa, se questo è già presente.

Clicca qui per andare alla Guida dei migliori antifurti wireless.

Le componenti con cui avere a che fare sono generalmente quattro, c’è la pulsantiera, la telecamera per visionare l’ambiente esterno, l’altoparlante e il microfono fuori sull’unità che andrà in strada.

L’unità esterna e quella interna comunicano senza fili, tramite rete wireless, la telecamera può essere a sua volta disposta come meglio vogliamo, non saremo infatti vincolati a puntarla dalla pulsantiera direttamente in avanti, ma se desidereremo potremo tenere sotto controllo anche le parti laterali, oppure utilizzarla come una specie di grandangolo, per una guardia più estesa della zona circostante. Ovvero il modo in cui preferisco personalmente adoperarla.

La visione notturna è la chicca che di solito contraddistingue questo tipo di impianti professionali wireless, che permette di evitare lo scomodissimo e antiestetico faretto fisso da posizionare all’esterno. Una bella comodità per rendere il sistema ancora più leggero, versatile, e facilmente installabile.

Le immagini vengono proiettate all’interno su uno schermino LCD, solitamente a colori, questo è di solito dotato di una SD card che permette di salvare i video di chi ci ha visitato.

L’unità interna può essere fissata alla parete in maniera diciamo reversibile, oppure può essere incassata come i comuni citofoni old school, quelli che eravamo abituati a vedere nelle case di un tempo, dotati di cavo. In alternativa si può decidere di optare per una soluzione cordless, ovvero il display che si porta in giro per la casa come un touchpad e può essere utilizzato in qualunque punto si desideri, senza la scomodità di doversi alzare ogni volta per andare a rispondere.

La tecnologia senza fili sembra quasi miracolosa per chi è abituato agli oggetti del passato, infatti mio padre, vecchio elettricista, ancora non si capacita di come si sia arrivati a questo livello in passato assolutamente inimmaginabile.

I suoni e le immagini infatti vengono veicolate senza alcun bisogno degli scomodissimi fili, che in alternativa costituivano da sempre un vero e proprio problema, costringendo a fori e a soluzioni molto ingegnose per collegare gli apparecchi tra di loro tra le mura di casa.

Questo momento è fortunatamente finito.

Gli oggetti Smart, chiamati così perché Intelligenti, possono essere collegati facilmente alla rete internet ed essere configurati e comandati dal proprio computer di casa, o dal proprio tablet, ed eventualmente essere anche interfacciati al sistema di antifurto, anch’esso wireless.

I videocitofoni ip infatti sono capaci di sfruttare la rete internet per poter facilmente comunicare con noi, e mostrarci quello che sta succedendo davanti al nostro portone di casa senza per forza essere lì presenti davanti alla centralina.

Lo so che una prospettiva del genere sembra venire fuori da un film futuristico, ma è la pura realtà.

I videocitofoni possono essere sia ad incasso che a parete, nel primo caso ci sarà bisogno di effettuare un’installazione vecchio stampo, incassando nella parete il dispositivo, nel secondo caso lo si potrà semplicemente “appoggiare” con un chiodo. Di sicuro un’ottima opzione per chi ad esempio trasloca spesso e vuole portarsi il dispositivo dietro, oppure per chi ha bisogno di soluzioni temporanee, o perché no per chi vuole cambiare ogni tot anni il proprio sistema per aggiornarlo ai tempi che corrono.

Se si dispone di una casa molto grande è inoltre possibile installare più postazioni, senza stare lì troppo a preoccuparsi della loro disposizione, anche perché questa potrà essere modificata a proprio piacimento in qualsiasi momento.

Una volta che si saranno installati i devices si dovrà provvedere per mezzo delle app smartphone tablet e pc fornite dai produttori alla loro configurazione. Ma è un processo davvero semplice, pensato proprio per chi è a digiuno di tecnologia.

Vi ricordo inoltre che se andrete ad applicare fuori dalla vostra casa un videocitofono dotato di sistema di registrazione e immagazzinamento immagini (quello che accade ad esempio per quei modelli che salvano i video sulla carta SD), che la legge rende obbligatorio notificare tramite affissione esterna di un cartello la presenza di un sistema di videosorveglianza. Tutto questo per adeguarsi alle leggi di tutela della privacy.

Sì lo so che suona come una scocciatura, ma la legge è legge, e sono sicuro che se voi vi trovaste dall’altra parte, ovvero dal lato di chi viene ripreso, vi farebbe sicuro piacere che c’è una registrazione in corso, non si sa mai…

I videocitofoni possono essere inoltre bifamiliari, quadrifamiliari o condominiali.

A seconda delle necessità l’unità centrale interna dovrà essere più o meno capace di gestire diversi videocitofoni wireless allo stesso tempo.

E’ scontato però che tutti i collegamenti avverranno in modo indipendente, i dati verranno passati in modo criptato, e in nessun modo un condomine potrà visionare i dati appartenenti a un altro. Questa è un’obiezione che i miei clienti spesso mi adducono, e io sono svelto a mostrargli come sia effettivamente impossibile “spiare” i propri vicini. C’è chiaramente anche chi, di contro, DESIDEREREBBE spiare il proprio vicino di casa, ma io sono pronto a spiegargli che prima cosa non è corretto, seconda cosa non è assolutamente previsto e fattibile, neanche con un brute forcing dell’apparecchiatura.

Miglior Videocitofono Senza Fili Da Esterno 2019 wireless

TMEZON Wifi, quello che ho montato a casa mia

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ecco il videocitofono che ho montato a casa mia, e ci sarà un motivo.

Ma scopriamo assieme perché dopo tante esperienze proprio questo modelli mi ha convinto più degli altri.

Quello che risalta come prima cosa in questo prodotto è il magnifico monitor, che permette di visionare in maniera cristallina ciò che si trova all’esterno della nostra abitazione.

E’ dotato di telecamera ip, che viaggia alla grandissima, davvero veloce, e si può parlare tranquillamente in full duplex con lo smartphone.

Vi do un consiglio spassionato da esperto: quando andate a montarlo, meglio posizionare l’alimentatore addetto all’apertura del cancelletto vicino l’elettroserratura su cui dovrà agire per mezzo di un relè di comando, di modo così da non sforzare inutilmente il contatto più all’esterno.

E’ molto facile da installare, e potrete facilmente riuscirci da soli o facendovi aiutare da un amico più pratico, non c’è comunque bisogno di un professionista.

Il prezzo di sicuro è uno dei punti forti di questo prodotto, che somiglia a prodotti simili molto più costosi e blasonati, ma alla fine della fiera diciamo che porta a casa il risultato, perché è efficace, durevole, insomma proprio un gran prodotto.

C’è la possibilità di scegliere le suonerie, ma questa è una prerogativa abbastanza standard nel mondo dei videocitofoni wireless, ha due posti esterni, e si può collegare via ethernet oppure wifi alla rete di casa, per essere tranquillamente pilotato tramite internet.

Dotato di comodissime luci a infrarossi, che hanno una portata di un paio di metri, perfetta per vedere il volto della persona di notte.

Un particolare su cui spesso sono un po’ carenti i modelli simili è il volume, nel caso del TMEZON il volume è perfetto, si parla che è una bellezza.

Consigliatissimo se si vuole fare il famoso passo in avanti decisivo e mettere finalmente da parte il vecchio citofono vintage per entrare nel mondo della tecnologia smart domotica dal portone principale.

Promosso a pieni voti.

Mbuynow, videocampanello con telecamera Grandandolare 170 gradi

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Questo è il videocitofono che ho regalato a mio fratello quando si è sposato (non è stato l’UNICO regalo, tranquilli… uno di una lunga serie… ;).

L’Mbuynow è grandioso, perché dotato di sensore di movimento e visione notturna, non solo, a corredare il tutto c’è anche una bella telecamera grandangolare che può mostrare il mondo davanti a se fino a 170 gradi, esattamente quanto serve per avere una visione complessiva dell’ambiente circostante e rendersi conto di quello che sta effettivamente accadendo nei dintorni della propria abitazione.

Il videocitofono in questione ha un bel design e una bella costruzione, può essere utilizzato sia con android che con ios, quindi non avrete problemi di compatibilità.

L’app android è però più veloce di quella lì per iphone.

L’app può essere utilizzata anche da remoto con la normale connessione internet, senza bisogno di stare all’interno della propria abitazione, di sicuro una bella comodità.

Quando si risponde al citofono all’interno dell’applicazione sembrerà di stare rispondendo a una vera e propria chiamata telefonica, nessuna curva strana di apprendimento quindi, bisognerà soltanto installare l’app e si sarà pronti per partire.

E’ possibile anche attivare sempre tramite app una bella panoramica a 170 gradi della zona intorno casa.

N.B. Ricordatevi di rimuovere la patina adesiva dalle batterie in dotazione, non sono scariche, c’è solo una sottile patina di plastica che le ricopre per proteggerle!

C’è un campanello aggiuntivo con ben 52 suonerie!

OWSOO 7 pollici

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Nella confezione è incluso tutto, c’è un bello schermo, un trasformatore, il cavo di 5 metri, dei comodi tasselli per l’installazione, degli spinotti per l’apriporta e anche quello di riserva.

Un articolo sicuramente interessante e facile da montare, il monitor specialmente, si collega con 4 tassellini, e sono già inclusi gli attacchi per altri monitor supplementari, nel caso ce ne fosse bisogno, ad esempio in un complesso con più famiglie, oppure più zone della casa da cui si vuole tenere sott’occhio la porta inquadrata.

Ottima ricezione audio, il video anche non è da meno, anche se per alcuni potrebbe risultare leggermente granuloso, ma qui non stiamo parlando di un televisore 4k, è semplicemente un piccolo monitor da guardare per la propria sicurezza e per capire chi c’è fuori, se aprire o meno.

Un compito facile che questo OWSOO assolve alla grande.

Buono anche il volume del campanello e della chiamata.

Consigliato per chi non ha molte pretese ma desidera un prodotto efficace e che dura nel tempo. Senza ovviamente apportare troppo stress al proprio portafogli.

Sicuramente consigliato.

KOBWA Campanello Videocitofono, facilissimo da installare

Ultimo aggiornamento 2019-05-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ecco un campanello videocitofono, ottimo e facilissimo da installare, forse anche più del TMEZON, il motivo è semplice, innanzitutto trattandosi di un campanello e non propriamente di un citofono è di dimensioni più ridotte.

Il Kobwa è molto bello ed elegante, forse il migliore dal punto di vista estetico tra quelli presenti all’interno di questa guida.

Basta scaricare l’app sul telefono e si può immediatamente avere accesso a tutte le funzionalità del campanello senza fili.

Cosa c’è da sapere prima di acquistare un videocitono wireless?

La prima cosa che tengo a farvi notare è che i videocitofoni senza fili rispetto a quelli tradizionali hanno bisogno di un po’ di manutenzione per ciò che riguarda le batterie, infatti se optate per la soluzione che non si va ad interfacciare direttamente con la rete elettrica, queste vanno sostituite.

Per questo motivo, nonostante tutto, anche a scapito un po’ della “portabilità magica” degli apparecchi, insisto sul fatto di collegarli alla rete elettrica, toglie un grattacapo, e rende il sistema più stabile ed affidabile, senza però sacrificarne la potenza Smart.

La portata del sistema va calcolata invece sulla base della metratura del proprio appartamento, infatti è inutile optare per sistemi di piccola copertura se la propria abitazione è enorme, si rischia in questo modo di compromettere seriamente la comodità dell’apparecchio.

Se si ha una casa abbastanza grandicella come la mia è bene pensare ad un sistema wireless con una bella portata, ad esempio di 100 metri, o perché no di più.

Consiglio anche di verificare che sia presente la funzione di telecamera ip, quella di passo carrabile e di apertura portone, nonché logicamente la visione notturna, vera chicca di questi sistemi intelligenti wireless.

Prima di acquistare un device del genere è bene assicurarsi inoltre che le app abbinate con il dispositivo siano disponibili per i sistemi operativi mobili dei cellulari di cui siamo già in possesso, ad esempio Android, Iphone o Windows Phone, questo ultimo sistema risulta molto poco supportato, quindi se volete entrare nel mondo della domotica dal portone principale vi consiglio un piccolo investimento e di acquistare subito un cellulare Apple oppure Android, uno qualunque.

In conclusione

Che sia un videocitofono wireless professionale quadrifamiliare oppure uno senza fili impermeabile che funziona a batteria, il videocitofono senza fili rimane senza ombra di dubbio una delle più grande innovazioni degli ultimi tempi.

La vera rivoluzione che aspettavamo è finalmente arrivata, si chiama domotica, ed è qui per restare, infatti sempre più italiani restano stregati quando scoprono tutte le innumerevoli possibilità di controllo e di sicurezza che riserva questo mondo così affascinante.

Oramai si è capito qual è il futuro, un meraviglioso e affascinante avvenire di oggetti connessi che agiranno in sinergia e ci permetteranno di liberarci delle fatiche della quotidianeità.

Personalmente nella mia casa utilizzo campanelli senza fili, un bellissimo antifurto wireless che in un caso è stato anche d’aiuto direttamente aiutandomi ad evitare un furto praticamente già quasi compiuto, anche il termostato smart lo trovo comodissimo, ma quello che più conta è il fatto di poter interfacciare questi apparecchi per averli comodamente controllabili da remoto sul mio cellulare e tablet.

Anche mia moglie, all’inizio molto scettica, si è definitivamente convinta ed adesso è convertita alla domotica, anzi spesso è lei a farmi scoprire nuove funzioni e possibilità degli oggetti che abbiamo a casa, per non parlare dei nostri figli che con la tecnologia ci vanno a nozze e trovano impossibile immaginare un mondo in cui per spegnere un interruttore della luce bisognava alzarsi dal letto.

E’ fantastico quanto negli ultimi anni il mondo dell’automazione della casa abbia fatto passi da gigante del genere, e nei prossimi anni sono sicuro che assisteremo a una totale metamorfosi dei normali elettrodomestici casalinghi abituati ad usare da anni in modalità vintage, che diverranno finalmente Smart, per renderci la vita migliore.

Il videocitofono wireless diverrà di qui a poco lo standard nelle case degli italiani, perché permette una grande versatilità, diciamo la verità, i fili sono così obsoleti, che fa quasi ridere pensare che le nostre abitazioni siano effettivamente ancora cablate su impianti elettrici via cavo.

In un futuro non molto distante anche l’energia elettrica verrà veicolata wireless, e potremo finalmente disfarci del fastidiosissimo filo che ancora ci lega come un antipatico cordone ombelicale al mondo del passato.

Sono un fanatico dell’elettronica al servizio della vita di tutti i giorni, non ci posso fare niente, finché ci saranno gadget da acquistare, io sarò qui a installarli, testarli e recensirli, per poter dare finalmente la mia opinione.

Speriamo almeno che l’intelligenza artificiale non ci rubi questo divertente passatempo, immaginate degli oggetti che sono talmente smart che oltre a fare il dovere addirittura si RECENSISCONO da soli?? 😀

Sto ovviamente scherzando.

Io sono pronto alla rivoluzione, e voi?

Alla prossima,
il vostro Dario