Confronto tra iPhone 6 e iPhone 6 Plus: quale dei due modelli scegliere? [VIDEO]

Confronto tra iPhone 6 e iPhone 6 Plus: quale dei due modelli scegliere? [VIDEO]

Nel mare della scelta tra l’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus, ti ritrovi come un navigatore smarrito alla ricerca della rotta migliore. Ma qual è la direzione da seguire in un oceano di funzionalità tecnologiche e compromessi da valutare?

Ti poni innanzitutto la domanda fondamentale: hai davvero bisogno di un phablet, di un ibrido tra telefono e tablet che richiede riflessione e adattamento alle sue dimensioni generose? La risposta è un pizzico di saggezza nell’osservare le proprie necessità e abitudini, non solo nel campo della tecnologia, ma nella vita di tutti i giorni.

Lo schermo FullHD da 401ppi dell’iPhone 6 Plus emerge come un faro nel buio, con una definizione eccezionale che sa rapire lo sguardo e catapultarti in mondi virtuali dai colori vividi. Ma attenzione, non trascurare la batteria più capiente, che ti offre una riserva di energia in più per i tuoi viaggi digitali, fino a quando l’orologio segna l’ora della ricarica.

Il giroscopio gestito stabilizzatore ottico dell’iPhone 6 Plus è come l’equilibrio nella vita, un alleato per catturare immagini nitide anche nei momenti più movimentati. Eppure, con questa potenza e controllo tecnologico, devi essere disposto a concedere la comodità di trasportarlo con agilità, scegliendo forse di lasciare ad altri la custodia di questa preziosa meraviglia.

Non trascurare i compromessi che un dispositivo da 5.5 pollici ti richiederà: la sbrigativa scorrevolezza del telefono potrebbe essere appesantita, eppure riceverai in cambio un mondo sconfinato di esperienze visive e interattive, un po’ come i grandi romanzi che abbracciano un’infinità di storie.

La scelta tra l’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus è quindi come soppesare le diversità di un viaggio, capace di offrire più spazi e opportunità, ma anche di richiedere uno sforzo aggiuntivo per adattarsi al nuovo territorio. Ricorda, la bussola per questa decisione va ricercata innanzitutto nell’intimo dialogo con le tue necessità e abitudini, non lasciandoti trascinare troppo dalla moda del momento.

Le diverse colorazioni e i relativi prezzi disponibili.

  Così, ti ritrovi con un dispositivo dalle infinite potenzialità, ma che lascia qualche dubbio

Vi parlo delle nuove versioni di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, in tre differenti colorazioni: Oro, Argento e Grigio Siderale e con memoria interna da 16 GB, 64 GB e 128 GB. Una nota interessante è che il modello da 32 GB è stato eliminato dalla produzione e che quest’anno potrete acquistare il modello da 64 GB al prezzo del 32 GB dell’anno scorso, un vero affare!

LEGGI  Mantieni disattivata questa funzione di Telegram che consente di tracciare la tua posizione.

La prima differenza tra i due modelli è il prezzo: l’iPhone 6 Plus è venduto a 100 euro in più rispetto all’iPhone 6. Cosa significhi ciò? Potrebbe significare, ad esempio, che con la stessa cifra spesa per il modello da 5.5″ e 16 GB, potreste acquistare il modello da 4.7″ e 64 GB.

Tuttavia, questa non è l’unica differenza da tenere in considerazione; c’è anche la dimensione dello schermo. Riflettere su quale delle due dimensioni è più adatta alle tue esigenze potrebbe far risparmiare soldi e soddisfare appieno i tuoi bisogni tecnologici.

WiFi Italia team

Display: la tecnologia che si occupa di rendere visibile e leggibile l’informazione o i contenuti audiovisivi su un monitor, insieme alle sue dimensioni e caratteristiche.

Il tasto d'accensione su questo dispositivo è stato posizionato troppo in alto, rendendolo quasi inutile e

Ti ritrovi con l’iPhone 6 Plus tra le mani, uno straordinario dispositivo che potremmo definire come un piccolo iPad mini. Questo nuovo oggetto, con la sua springboard utilizzabile anche in modalità orizzontale, ti fa sentire come se avessi tra le mani un vero e proprio gioiello tecnologico. Eppure, non tutto è rose e fiori, perché le dimensioni e lo spessore di questo dispositivo possono anche comportare qualche piccolo fastidio. L’iPhone 6 Plus, con il suo display da 5,5 pollici IPS e risoluzione 1920×1080 pixel, è una vera bomba in termini di qualità visiva, ed è in grado di farti immergere totalmente nel contenuto che stai visualizzando. Tuttavia, proprio questa schermata di dimensioni generose rende l’iPhone 6 Plus un po’ meno maneggevole e più ingombrante da portare con sé, anche se le dimensioni adattate per una sola mano non sono adatte per la sua altezza eccessiva.

Gli ingegneri di Apple hanno sì introdotto una nuova risoluzione con questo modello, ma ciò ha comportato anche un aumento della frammentazione nello sviluppo delle applicazioni. Molti sviluppatori si troveranno costretti ad adattare le proprie app per poterle adattare alla risoluzione del Full HD, provocando una serie di problemi durante la fruizione delle applicazioni. Un esempio eclatante di questo problema sono le app di Facebook e WhatsApp, che risulteranno sgranate e lente se utilizzate sull’iPhone con display da 5,5″. È come se, accedendo a un mondo digitale più definito e dettagliato, ci si trovasse davanti a un quadro sfuocato e poco definito.

LEGGI  Come creare nuovi filtri per Instagram Stories: una dettagliata guida passo passo

Anche a livello di ergonomicità si possono riscontrare alcune pecche: se da un lato si apprezza l’intuizione geniale nel posizionamento del tasto d’accensione sull’iPhone 6 – perfettamente raggiungibile e ben collocato – non si può dire altrettanto per l’iPhone 6 Plus. Il tasto d’accensione su questo dispositivo è stato posizionato troppo in alto, rendendolo quasi inutile e poco pratico. La scelta di posizionarlo sul lato destro era motivata dalla volontà di rendere più comoda l’accensione del dispositivo, ma data l’eccessiva altezza del telefono, tale risultato non è stato raggiunto.

Così, ti ritrovi con un dispositivo dalle infinite potenzialità, ma che lascia qualche dubbio sulla sua praticità d’uso.

Fotocamera

Come il narratore dei "nostri antenati" sarebbe lieto di osservare, ci vuole astuzia nel fare la

Nel suo ultimo racconto, Apple ci porta in un mondo fatto di pixel e immagini, dove due dispositivi si confrontano con la realtà per offrirci una visione sempre più nitida e stabile. È come se la tecnologia stessa sapesse adattarsi ai nostri movimenti, correggendo il nostro posizionamento con un sistema basculante meccanizzato, simile a un equilibrista che si fa strada tra gli ostacoli della vita.

Il sensore da 8 megapixel con tecnologia Focus Pixel diventa così il nostro occhio digitale, catturando attimi nella loro essenza, senza perdere mai di nitidezza, come se volesse svelarci i segreti più nascosti della realtà. E proprio quando la luce sembra scarseggiare, è l’iPhone 6 Plus a mostrare la sua marcia in più, rivelando dettagli e sfumature che altrimenti sfuggirebbero al nostro sguardo.

E così, passeggiando tra le pieghe di questo racconto tecnologico, ci accorgiamo di quanto la vita stessa sia fatta di piccoli movimenti, di correzioni continue, come se anche noi, come gli iPhone, dovessimo trovare il nostro equilibrio, nonostante gli ostacoli e le incertezze.

Batteria

Nessuna particolarità nell’iPhone 6, la cui autonomia può essere paragonata a quella del precedente iPhone 5S, ma il vero cambiamento si trova nell’iPhone 6 Plus. Questo dispositivo, grazie alla sua batteria di quasi 3000 mAH, è riuscito a superare le 10 ore di utilizzo con il display acceso nei nostri test. Una vera svolta, ma ha fatto aumentare significativamente le dimensioni dello smartphone e il suo peso di 50 grammi rispetto al modello da 4.7 pollici. Non sono pochi, e ciò ti fa riflettere su come anche le tecnologie più avanzate abbiano dei compromessi da considerare.

LEGGI  Le serie di "interrogazioni" di Gabriele Vagnato tornano su YouTube per tenere compagnia a coloro che sono a casa

Qual è il migliore tra questi?

Ognuno di questi iPhone si presenta davanti a te con le sue peculiarità, i suoi pregi e i suoi difetti. È un tratto distintivo dell’essere umano l’essere affascinato dalle novità, ma guardati bene da finire accecato dalla brillantezza di un oggetto di desiderio. Come il narratore dei “nostri antenati” sarebbe lieto di osservare, ci vuole astuzia nel fare la scelta migliore per te e per le tue esigenze, al di là delle luccicanti novità.

Prima di prendere una decisione, pensa non solo a ciò che queste tecnologie possono offrire, ma anche a ciò di cui TU hai realmente bisogno. Ricorda, alla fine, queste sono solo creazioni dell’ingegno umano, meraviglie sì, ma sempre legate alle nostre esigenze e alle nostre necessità. Potresti prendere spunto per le tue future avventure.

Mentre ti immergi in questo processo decisionale, tieni a mente che le scelte che facciamo sono una parte essenziale della nostra esperienza umana, e spesso riflettono la complessità dei nostri desideri e delle nostre inclinazioni. Così come l’autore delle “Città invisibili” si muove tra mondi immaginari, anche tu devi orientarti tra le realtà di questi dispositivi tecnologici e delle tue esigenze quotidiane.

Che tu scelga il modello più recente o quello meno pubblicizzato, lascia che la tua scelta sia guidata non solo dalle apparenze ma dalla comprensione autentica dei tuoi bisogni.

Adesso, va’. Esplora le tue opzioni.

Il tuo compagno di viaggio,