Il 96% degli utenti iPhone ha scelto di bloccare il tracciamento delle app e sarebbe consigliabile anche per te farlo

Il 96% degli utenti iPhone ha scelto di bloccare il tracciamento delle app e sarebbe consigliabile

Sei pronto a immergerti nel mondo delle trasformazioni digitali? Ecco una nuova avventura che coinvolge Apple, Facebook e tutti noi utilizzatori di iPhone e iPad.

Ti piacerebbe esplorare la nuova funzione di iOS 14.5, quella che blocca il tracciamento dell’attività? Sì, esattamente, è quel tasto che ti permette di dire “stop” alle app che vogliono tracciare ogni tuo movimento nel vasto e intricato labirinto della rete.

Immagina di entrare in una gigantesca città labirintica, piena di vie, piazze, mercati e palazzi, una città che rappresenta Internet e tutte le sue connessioni. Quando tu accedi a una qualsiasi applicazione, ti ritrovi a passeggiare in una di queste strade, e ad un certo punto vedi apparire dei venditori ambulanti che cercano di farti acquistare i loro prodotti. Ma adesso, grazie a iOS 14.5, puoi dire loro di smettere di seguirti, di non inseguirti più per le vie del labirinto. Questi venditori sono le app che, fino a ora, erano abituate a seguire ogni tuo spostamento per poterti proporre annunci pubblicitari personalizzati.

E così, mentre ti perdi nel dedalo dei vicoli virtuali, puoi scegliere di dire “no, non voglio più essere seguito da voi”, bloccando il tracciamento del tuo percorso. In questo modo, quelle app non potranno più avere un occhio su di te, sulle tue ricerche, sulle tue abitudini, sulle strade che percorri anche al di fuori di quei confini virtuali.

Ma attenzione, perché anche Facebook ha il suo ruolo in questa storia, e si è affrettato a mettere in guardia gli utenti sulla decisione di spegnere il tracker. Ti è apparsa una nota passivo-aggressiva in cui si spiega che, se tu impedirai di essere seguito, potresti rendere a pagamento Facebook e Instagram. Si tratta di un vero e proprio avvertimento, ma tu rimani saldo nella tua scelta di ridurre al minimo la possibilità di essere monitorato.

LEGGI  Come modificare le dimensioni del testo e delle scritte su dispositivi Android per ingrandirle o rimpicciolirle

Un gesto così piccolo, ma così importante: premi un tasto e mandi un segnale forte, sai. E non sei il solo, il 4% degli utenti statunitensi ha scelto di fare altrettanto. Internazionalmente la percentuale si alza solo all’11%, ma è comunque un numero considerevole di persone che hanno deciso di mettere un freno alla frenetica raccolta di dati da parte di questi colossi digitali.

E allora, che aspetti? Entra nelle Impostazioni del tuo telefono, vai su Privacy e Tracciamento e togli la spunta a “Richiesta tracciamento attività”. In questo modo, darai il via a una nuova era digitale, in cui la tua privacy è più tutelata, in cui sei tu a dettare le regole del gioco nel dedalo di Internet.

In questa grande avventura digitale, tu hai il potere di sperimentare un nuovo modo di navigare nel labirinto virtuale, in cui la tua privacy è più al sicuro, e puoi sentirti più libero di esplorare senza essere costantemente osservato.

Buon viaggio nel mondo digitale, in questa nuova era in cui le tue tracce sono più difficili da seguire.