Chi è Alexandre Cazes, il giovane uomo che ha ottenuto il titolo di re del dark web e che è stato tradito da una Porsche?

Chi è Alexandre Cazes, il giovane uomo che ha ottenuto il titolo di re del dark

​Aveva appena 25 anni, ma nonostante la giovane età era considerato il sovrano del dark web e del suo commercio di beni illegali. Si chiamava Alexandre Cazes, uno dei curatori del sito Alphabay, un portale del deep web nel quale si svolgono traffici illeciti di ogni sorta, dalle armi alle droghe. Sì, un mondo nascosto e sotterraneo, ma quanti segreti e contraddizioni possono celarsi dietro i portali del dark web? Ecco dunque che, a incastrarlo, non sono state le sue imprese oscure, ma bensì tre beni materiali: una Porsche Panamera, una Lamborghini e la Mini Cooper della fidanzata thailandese.

Lo scorso 5 luglio, l’Interpol si è presentata alla sua porta in Thailandia per arrestarlo, e una settimana dopo è stato trovato impiccato nella sua cella. Un destino tragico per un giovane che sembrava possedere il controllo digitale di un business così vasto.

Il segretario alla Giustizia americano Jeff Sessions ha spiegato: “Il dark web non è un luogo dove si può nascondere”. Eppure, fino a oggi, sembrava proprio questo: un rifugio sicuro per il traffico di armi, droghe, e chi sa cos’altro, con le autorità che faticavano ad infiltrarsi.

Era come uno strano eBay dell’ombra, in cui la merce era decisamente men tegale.

Cazes, in questo mondo “nascosto”, aveva trovato il suo posto su una montagna d’oro: si pensa che la sua attività come amministratore di Alphabay gli abbia fruttato oltre 23 milioni di dollari, dispersi tra vari paradisi fiscali. E proprio questa ricchezza è stato il suo tallone d’Achille. Sembrava che non potesse resistere alla tentazione di mostrare al mondo i suoi possedimenti, e queste ostentazioni hanno catturato l’attenzione dell’FBI, interessata a individuare i responsabili di quei siti prima di procedere al blitz.

LEGGI  Instagram, una petizione online è stata avviata da utenti scontenti del nuovo algoritmo: raggiunte oltre 195 mila firme.

In qualche modo, è stata la Porsche Panamera a tradire Cazes, mostrata dal giovane su un forum online dove ha vantato di utilizzarla per conquistare ragazze in Thailandia. Una volta scoperta la sua mail, pimp_alex91hotmail.com, e il nickname Alpha02, l’arresto è stato soltanto questione di tempo. E così, poche ore dopo la sua ostentazione, è stato arrestato, e successivamente trovato morto in cella. Un evento spaventoso, su cui secondo alcuni circolano molti dubbi.

Ecco, Come in un romanzo dal finale incerto, la realtà si intreccia con la criminalità, il desiderio di potere si scontra con la fame di ricchezza, e l’ombra del dark web svela i suoi segreti in modo improvviso e inaspettato. Questa vicenda, così intricata e misteriosa, ci dimostra come tutto ciò che è nascosto alla luce del giorno, prima o poi, verrà allo scoperto.