Come Curare la Barba (Guida Definitiva)

La barba è di moda

Da qualche anno a questa parte, la barba è tornata di gran moda e sono sempre di più gli uomini che decidono di lasciarla crescere.

Prendersene cura è un compito facilitato dai numerosi prodotti presenti sul mercato ma chi per la prima volta desidera ottenere una barba bella e folta, potrebbe trovare qualche difficoltà nello scegliere i cosmetici giusti più adatti alle proprie esigenze.

Vediamo assieme di fare un po’ di chiarezza con questa guida definitiva che vi spiega come curare la barba nel migliore dei modi scegliendo i prodotti e gli accessori che aiutano a risolvere le problematiche più comuni.


Iniziare a far crescere la barba

La prima cosa di cui si ha bisogno quando si vole cominciare a far crescere la barba è la pazienza. Mettete il rasoio da parte e dimenticatelo per un po’.

Per ottenere una bella barba possono essere sufficienti tre o quattro settimane di crescita mentre chi vuole sfoggiare una barba più lunga da autentico hipster, dovrà pazientare anche più di un paio di mesi.

Il fattore che maggiormente influenza la crescita della peluria sul volto è la genetica e su quella non si ha alcuna possibilità di intervenire.

Se non sai come scegliere, consulta la nostra guida all’acquisto dei migliori oli da barba del 2021 🥇

Non esiste nessun prodotto dagli effetti miracolosi che fa crescere la barba in poco tempo o la infoltisce: diffidate dai messaggi pubblicitari fuorvianti.

Quello che si può però fare è curarla con attenzione per ottenere una barba sia bella da vedere.

Il secondo step da affrontare è l’idratazione dell’epidermide al di sotto della peluria che sta poco a poco crescendo.

Per farlo si possono acquistare degli oli appositi oppure un balsamo da barba: tutti prodotti che si trovano facilmente in commercio.

Durante le prime settimane di crescita può andare bene anche una comune crema idratante per il volto.

L’importante è massaggiare il prodotto a lungo sulla pelle per farlo assorbire in profondità e ottenere maggior beneficio dalle sue potenzialità.

Altra cosa indispensabile è lavare la barba con regolarità. Alla stregua dei capelli, la barba si sporca e deve essere lavata con uno shampoo, meglio ancora se è un prodotto due in uno che contiene anche il balsamo.


Tutti i segreti per tagliare la barba

Una barba curata ha bisogno di tante attenzioni. Con il passare del tempo si allungherà fino a raggiungere i centimetri desiderati.

Sia che abbiate una barba lunga oppure un po’ più corta, arriva il momento di tagliarla per dargli una forma più consona alle proprie aspettative.

Sebbene rasare la parta alta delle guance e il collo non sia complicato, tagliare la barba è una faccenda un po’ più complessa ma non c’è niente di davvero impossibile.

Per un’ottima rasatura puoi scegliere di acquistare un ottimo rasoio elettrico 🔝

Prima di mettere mano alle forbici fatevi un’idea ben precisa di quale forma vorreste dargli.

L’incertezza potrebbe farvi compiere errori grossolani difficili da risolvere poi se non con una rasatura completa.

Pettinate bene la vostra barba e adoperate il balsamo per renderla più liscia e districata. In questo modo sarà più facile comprendere la sua reale lunghezza.

Iniziate a tagliare la barba dal centro, ovvero dalla parte più lunga e proseguite prima verso sinistra e poi verso destra.

Ricordatevi che la forma della barba molto influisce sull’aspetto complessivo del volto. Una forma allungata non sta bene a chi ha un volto di per sé molto magro mentre una barba più arrotondata è meglio non sceglierla se si hanno le guance paffute.

Il primo taglio probabilmente non sarà perfetto ma con un po’ di pratica riuscirete a ottenere tagli da barbiere o quasi.

A questo punto applicate un po’ di olio per idratare la pelle e rendere la barba più lucida e spazzolatela bene.

Nel caso in cui qualche pelo sporga ancora dalla forma data, tagliatelo senza esitazioni.


Quanto rapidamente cresce la barba

La barba cresce lentamente anche se la sua capacità di svilupparsi centimetro dopo centimetro varia da persona a persona.

Mediamente cresce da 0,2 a 0,4 millimetri in una giornata ovvero circa 3 millimetri in una settimana. Con queste stime di crescita, è possibile affermare che in un anno cresce di 14 centimetri.

Quindi anche chi sfoggia una rasatura perfetta, in un solo anno può ambire a diventare un vero hipster.

Al contrario di quanto si sente spesso dire, non è tagliando la barba più spesso che si ottiene una crescita molto più rapida.

Per ottenere una crescita più veloce non ci sono segreti miracolosi ma è possibile tuttavia seguire alcuni accorgimenti che permettono di migliorare la sua salute.

Mangiare bene e in modo equilibrato aiuta a far arrivare ai bulbi piliferi tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per far sviluppare in modo corretto i peli.

In particolare i sali minerali e le vitamine sono fondamentali per uno sviluppo regolare e continuo della barba.

Fare sport incentiva la produzione di testosterone che ha come conseguenza il far crescere più rapidamente anche la barba ma affinché questo effetto funzioni, bisogna praticare sport regolarmente. Idratare bene la pelle con creme specifiche e rilassarsi aiuterà a far sviluppare meglio i peli di tutto il corpo, barba compresa.

L’età in cui la barba si sviluppa più rapidamente è compresa fra i 18 e i 25 anni. In quella fascia d’età infatti i livelli di testosterone sono al massimo e favoriscono la crescita della barba.


L’igiene della barba e lo shampoo

Come accennato prima, una delle prime abitudini da prendere quando si inizia a far crescere la barba, è quella di lavarla in maniera regolare.

Tende infatti ad accumulare polvere, il particolato dell’inquinamento atmosferico, sudore ma anche residui di cibo.

In poco tempo può diventare un ricettacolo di batteri che possono causare problematiche serie.

Ecco perché la barba ha bisogno di essere lavata con una certa regolarità sebbene sia sconsigliato eccedere per non stimolare la produzione di sebo in eccesso.

Basta infatti sottoporre la barba a due o tre lavaggi a settimana per averla sempre ben pulita e igienizzata.

Il prodotto detergente aiuta anche a eliminare le cellule morte che altrimenti rimarrebbero intrappolate fra i peli della barba rendendola opaca.

Adoperate uno shampoo apposito oppure un prodotto delicato come quelli formulati per i bambini che hanno il vantaggio di non essere mai aggressivi anche sulle epidermidi più delicate o arrossate.


L’olio da barba: come usarlo e i vantaggi

L’olio da barba è un prodotto must have per chi vuole avere una bella e sana barba da sfoggiare.

Svolge diverse funzioni importanti come l’idratazione profonda non solo della pelle ma anche dei singoli peli.

Ammorbidisce anche le barbe più ispide e gli dona un aspetto decisamente ordinato. Il suo effetto lucido regala brillantezza e consente di mantenerla in ordine più a lungo.

Non scegliete prodotti estremamente economici ma orientate la vostra scelta su un olio di qualità che contenga pochi ingredienti e tutti di origine naturale.

Fra gli oli da barba più usati in assoluto c’è quello di ricino. L’olio di ricino si ricava dall’omonima pianta originaria dell’Africa.

Esistono due principali tipologie di olio di ricino che si differenziano dal metodo con il quale vengono ottenute: l’olio nero e quello rosso.

Quello migliore è l’olio di ricino nero perché è meno raffinato e più ricco di sostanze nutritive.

È un olio particolarmente idratante che regala alla barba un aspetto lucido ma che non da’ la sensazione di untuosità.

È inoltre un ottimo anti-infiammatorio e riesce a lenire anche le irritazioni presenti talvolta sulle epidermidi più delicate e sensibili. Ha un costo accessibile e riduce significativamente l’insorgenza dell’acne.


Il balsamo

Il balsamo è quel prodotto da applicare sulla barba che viene definito anche cera.

Non deve essere confuso con i prodotti liquidi che poi devono essere risciacquati e hanno lo stesso potere ammorbidente di quelli che si adoperano sui capelli.

In pratica ha una funzione paragonabile a quella dell’olio. Serve infatti a idratare in profondità la pelle e i peli.

La cera o balsamo che dir si voglia però, a differenza dell’olio, ha una tenuta maggiore e prima di essere applicato deve essere lavorato con le mani perché, soprattutto con le basse temperature, tende a solidificarsi.

Bisogna però precisare che il balsamo è preferibile adoperarlo su una barba che perlomeno abbia raggiunto almeno i 3 centimetri di lunghezza. Su barbe più corte è preferibile utilizzare solamente l’olio.

Nella scelta del balsamo, per trovare quello che meglio si adatta alle vostre esigenze, non c’è cosa migliore che provarne più di uno e alla fine continuare a utilizzare solo quello che preferite.

In linea di massima orientate la vostra scelta su un prodotto che abbia una composizione naturale senza la presenza di coloranti, siliconi o altre sostanze chimiche aggressive.

Controllate che al suo interno contenga ad esempio sostanze come l’olio di avocado, di argan oppure l’olio di semi di zucca: tutti prodotti di qualità che aiutano a nutrire in profondità sia i peli che la pelle del volto.


Il sapone e il pennello

Sia il sapone che la crema da barba hanno lo scopo primario di ammorbidire e idratare barba e pelle prima di effettuare la rasatura.

Sapone e crema non sono esattamente la stessa cosa: hanno una consistenza differente e si preparano in maniera differente.

Esistono anche gel di ultima generazione forse più semplici da utilizzare ma purtroppo seccano la pelle e a lungo andare favoriscono il suo sfaldamento.

La crema da barba è pronta all’uso e viene spesso commercializzata nelle pratiche bombolette spray già pronte all’uso.

Questa tipologia di prodotti però contengono un’elevata quantità di ingredienti chimici non così benefici né per la salute né per l’ambiente.

Meglio dunque ricorrere al vecchio e caro sapone, preparato con ingredienti naturali come grassi vegetali oppure animali.

La qualità del prodotto scelto anche in questo caso fa la differenza. Meglio spendere un po’ di più che ritrovarsi con la pelle troppo secca.


Il pettine e le spazzole

La spazzola è uno di quegli accessori che non può mai mancare nel necessaire di chi ha intenzione di farsi crescere la barba.

Spazzolare e pettinare la barba aiuta a direzionare anche i peli più indisciplinati e a rimuovere all’istante le impurità come la polvere o i pollini.

Spazzolare la barba quotidianamente serve anche a distribuire in modo uniforme gli oli oppure le cere applicate così come il sebo naturalmente prodotto dalla pelle.

La spazzola può essere usata fin dai primi momenti mentre il pettine è meglio usarlo su una barba che abbia perlomeno raggiunto i cinque centimetri di lunghezza.

Questo accessorio aiuta a districare i nodi e ad avere sempre un aspetto curato.


I rasoi a mano o elettrici

La scelta dei rasoi che propone il mercato è vastissima e non è semplicissimo orientarsi su un modello che si adatti alle proprie necessità del momento.

Il rasoio serve a rifinire alcune zone come quella del collo oppure della parte superiore delle guance. Il rasoio elettrico dovrebbe essere usato solamente nel caso in cui si abbia molta fretta.

Nel caso in cui vogliate ottenere una rasatura impeccabile e che non crei irritazioni, meglio optare per un rasoio a mano libera o per un rasoio di sicurezza che garantisce un’elevata precisione di taglio.

Ovviamente per usare entrambe le tipologie di rasoio è necessario avere molta pratica con il suo utilizzo prima di ottenere linee perfette.

In ogni modo scegliete il rasoio, elettrico o a mano che sia, che vi consenta di essere più sicuri nell’utilizzarlo.


Forbici ben affilate per rifinire

Le forbici affilate servono per dare la forma desiderata alla barba. Corta o lunga che sia, c’è sempre la necessità di tagliare i peli che fuoriescono dalla sua forma e creare una massa uniforme che segua una linea ben precisa.

Anche in questo caso è necessario fare un po’ di pratica prima di riuscire a ottenere tagli ben eseguiti. Meglio sempre scegliereforbici ben affilate per non rovinare i peli sfibrandoli.

A volte vi capiterà di sbagliare effettuando tagli in malo modo soprattutto se siete alle prime armi ma non demordete nel vostro intento.

Provando e riprovando alla fine sarete in grado di dare alla vostra barba la forma che volete.


I problemi più frequenti causati dalla barba

Fra i problemi che la crescita della barba che si presetano con più frequenza c’è senza dubbio il prurito.

Soprattutto quando si comincia a lasciar crescere la barba, la pelle può irritarsi causando un irresistibile prurito.

Per provare ad attenuare questo fastidioso problema, è necessario lavare almeno tre volte a settimana la barba e adoperare quotidianamente una crema idratante oppure un balsamo.

Se la barba non cresce in modo uniforme creando delle chiazze più folte e altre molto meno uniformi, non preoccupatevi.

Mano a mano che la barba crescerà, le zone con peli più radi verranno coperte sistematicamente dalle altre e il problema nemmeno si noterà più. Basta insomma avere un po’ di pazienza per ottenere una barba dall’aspetto impeccabile.

Otre a prendersene cura quotidianamente, per avere una barba bella da vedere è buona regola seguire una sana alimentazione.

Il segreto sta tutto nel seguire una dieta ben bilanciata che comprenda tutti gli alimenti. Fra le sostanze più importanti per la sua crescita ci sono gli omega3 e tutte le vitamine.

Il corpo ha bisogno di un corretto apporto di grassi, carboidrati e altre sostanze nutritive per poter svilupparso in modo armonico.

Stesso discorso vale per la barba: per crescere sana e forte neessita di un gran numero di principi nutritivi che si trovano negli alimenti.

Spesso chi si sottopone a diete particolarmente drastiche ha come conseguenza non solo una perdita di peso importante ma anche la perdita di luciditì di barba e capelli.

Un aspetto curato è strettamente collegato alla propria salute. Per stare bene e avere una bella barba da sfoggiare, bisogna anche mangiare in maniera equilibrata senza privarsi di sostanze preziose.


Perché si fa la barba di mattina?

Ci sono molti che si domandano se convenga fare la barba di mattina o di sera.

Io personalmente adoro radermi di mattina, mi sveglio molto presto, metto la sveglia intorno alle 5:30, mi reco in bagno e comincio un rituale quasi sacro.

Quando tutti in casa stanno ancora dormendo, e ho tutto il tempo di riflettere ed utilizzare i lunghi minuti davanti allo specchio come un momento filosofico e meditativo.

Esistono diverse scuole di pensiero a riguardo, che si basano sulla saggezza popolare o su luoghi comuni a seconda del caso.

Anche in questo caso è impossibile fornire una risposta univoca, dato che ogni individuo reagisce diversamente alle sollecitazioni esterne, e la pelle ricordiamo sempre che è un organismo vivente.

E’ bene evitare la fretta, che come sempre è cattiva consigliera, e ci fa fare le cose male.

Quindi consiglio di staccare innanzitutto internet e i social e di prendere la barba come una vera e propria attività di meditazione.

Molti credono che la mattina sia il momento migliore per radersi, subito dopo la doccia, perché in questo modo si risveglia la pelle.

E’ il momento preferito da coloro che soffrono del cosiddetto 5’o clock shadow, quell’alone di peli in ricrescita a cominciare dalle 5 di sera.
Fatta di mattina in questo caso permette di aumentare l’effetto liscio.

Radersi di sera invece permette al corpo di avere tutta la notte per rigenerare eventuali taglietti presenti sulla pelle.

Se si ha una barba ispida e folta però radendosi di sera al risveglio si comincerà già a notare una fastidiosa ricrescita.

Al mattino la pelle non è più rilassata, come invece credono e professano alcuni.

In conclusione posso affermare che non esiste un momento migliore della giornata in cui farsi la barba, che voi preferiate radervi di mattina o di sera, non fa molta differenza, importante è sempre fare le cose in armonia col proprio tempo e col proprio corpo.

Magari sperimentando e capendo con attenzione qual è il momento della giornata che porta i massimi benefici.


Come curare la barba. La Guida Ufficiale.

Come primissima cosa c’è uno step essenziale da fare:

E’ fondamentale munirsi di una spazzola, questo infatti nonostante di primo acchitto possa sembrare un accessorio femminile è in realtà un potentissimo alleato per mantenere la nostra barba in forma smagliante.

E’ necessario poi procedere alla spuntatura della barba, che deve essere ordinata regolarmente, con pazienza, come se si fosse dei giardinieri del proprio orto personale.

La pelle infatti è un vero e proprio organismo vivente e risponde alle cure che su essa vi si ripongono.

Nemmeno io credevo tanto a questo adagio finché il mio barbiere Nicola con l’esempio diretto mi ha guidato e mi ha fatto capire quanto è importante per un uomo prendersi cura della propria barba.

Se vuoi capire se un uomo si prende cura di sé stesso, guarda per prima cosa alla sua barba.

La barba tende molto facilmente a diventare asimmetrica e antiestetica, bisogna costantemente indirizzarla tramite spuntature strategiche.

E’ bene radere l’area sotto il collo a forma di U, per far apparire la barba più ordinata.

Da soli è molto difficile ottenere risultati professionali, non ti nascondo che è meglio avvalersi dell’aiuto di un esperto o in mancanza di esso e di tempo, dell’ausilio di prodotti precisamente indicati e ideati per la cura della propria barba.

Shampoo da barba

Lo shampoo per barba è fondamentale nell’armadietto di un vero uomo.
La barba va lavata regolarmente ogni tre giorni, se questo ti sembra esagerato, be’ amico ti consiglio di accontentarti della tua barbetta spelacchiata da barbone.

Le barbe serie hanno bisogno di uomini seri e pazienti.

In questo mondo frivolo e femmineo oramai non c’è più tempo per fare bene niente, tutto è approssimativo.

E’ per questo che la barba è oramai il baluardo di coloro che innanzitutto vogliono mostrare agli altri la loro determinazione e tenacia.

E ti assicuro che le donne sanno riconoscere e giudicare una bella barba tenuta bene. E nel caso, sapranno anche come ricompensarti…

Lo shampoo aiuta la pelle a mantenersi pulita e a disfarsi del sebo e delle cellule morte.

Gli shampoo da barba hanno una composizione più delicata di quelli per capelli.

Olio da barba

L’olio è il secondo grande alleato dell’uomo barbuto che non deve chiedere mai e che riesce a prendersi cura della propria barba da solo.

E’ importantissimo per idratare i peli della barba e prevenire il prurito.

Permette anche di ammorbidire la barba e renderla più ordinata, come una specie di lacca per capelli immagina.

Balsamo o cera per barba

E’ come l’olio, ma di consistenza solida, e deve essere lavorato prima di poter essere applicato, ha un’ottima tenuta, consigliato per barbe più difficili.

Sostanzialmente però è molto simile all’olio, bisogna scegliere uno o l’altro a seconda della consistenza della propria barba.

Pennello e ciotola

Ecco pennello ciotola e crema da barba che uso io, molti me l’hanno chiesto negli scorsi articoli, finalmente vi rivelo il mio segreto:

Prima di procedere alla rasatura, lo sanno anche i bambini, è fondamentale ammorbidire la barba, e per fare ciò è fondamentale un’ottima crema da barba, che a contrario dei gel da supermercato non secca la pelle.

Meglio non andare al risparmio su questi due elementi.

La spazzola è fondamentale come ho più volte ripetutto

Rasoio

Il rasoio è consigliato a chi ama tenere la barba corta e va spesso di fretta, per questo ti rimando al mio esaustivissimo articolo sui rasoi elettrici.

O a quello dei regolabarba.

Rasoio di Sicurezza

Ecco un ottimo rasoio di sicurezza per iniziare, lo stesso con cui sono partito io per affacciarmi al mondo della rasatura:


Forbici

Le forbici sono praticamente il pennello degli “artisti della barba”. Non possono mancare nell’armadietto di ogni appassionato, consiglio questo kit che ho regalato a mio fratello lo scorso Natale:

Ultimo aggiornamento 2021-12-04 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Pro Contro