Come eliminare le formiche?

Il problema delle formiche che assediano un ambiente è molto comune e non è solo da ricollegarsi a chi possiede un giardino o uno spazio esterno come un terrazzo. Questi insetti fanno parte della natura e sono talvolta attirati da alcuni elementi in particolare come cibo e piante ma qualche volta sono parte strutturale delle abitazioni, soprattutto nelle aree in cui vi sono case datate.

In generale fanno capolino soprattutto in primavera e d’estate possono diventare un vero e proprio tormento. Le formiche hanno infatti l’abilità di moltiplicarsi subito. Se non fermate da poche diventano una vera e propria colonia.



Tipi di formiche

Le formiche non sono tutte uguali, distinguerle è abbastanza semplice e aiuta anche a comprendere meglio come agire. Ci sono le formiche degli spazi esterni e quelle degli spazi interni, le varietà più diffuse sono:

Formiche nere, quelle che si trovano sia in casa che in giardino, possono essere le Ochtellus e le Lasius niger.

Formiche del legno, chiamate anche formiche carpentiere che si sviluppano dove c’è il legno. Sono nere o rosse e si distinguono perché sono di dimensioni più grandi di quelle normali. Le Camponotus non sono però termiti.

Formiche rosse ovvero Fromica rufa Linnaeus, una specie che vive all’aperto e si sviluppa nel terreno. Queste vivono anche in casa e mordono, hanno la particolarità di essere molto piccole.

Queste tipologie sono quelle che generalmente vengono a contatto con l’uomo ma in realtà in natura vi sono oltre 15 mila specie di formiche quindi è facile entrare in contatto con una di loro.


Perché le formiche si sviluppano in casa?

Anche se le formiche sono insetti e quindi prediligono un ambiente esterno, sono in grado di invadere le case. Viene da chiedersi il perché. Di base non sono pericolose, anche quelle che pizzicano l’uomo non causano grandi problemi. Amano ogni tipo di buco da quelli nel legno a quelli nelle pareti ed è qui soprattutto che proliferano.


Durante l’inverno la formica ha un metabolismo lento e quindi applica una scarsa movimentazione. Quando inizia il tepore, con la primavera, le formiche si svegliano e talvolta nidificano nelle abitazioni alla ricerca di cibo per l’intera colonia. Piccoli pezzetti di cibo, dolci, spazzatura, prodotti in cucina aperti sono per loro una leccornia e le spingono ad entrare.

Non sono timorose quindi entrano attraverso porte, finestre, buchi nelle pareti anche piccolissimi ma anche i tubi. Quando una di loro trova del cibo, avverte tutta la colonia e lungo il tragitto lascia una sostanza che le permette di non dimenticare il tragitto. Quindi sarà in grado di tornare indietro al suo obiettivo. Per questo in primo luogo bisogna combattere gli odori.


Come si fa a far sparire le formiche?

Le formiche non sono pericolose o dannose ma possono essere molto fastidiose perché colonizzano e se non vengono debellate sul nascere rischiano di diventare un problema di difficile gestione. L’importante è in primo luogo fare attenzione quindi tenere la spazzatura in un luogo rialzato, al fresco e al chiuso con coperchio, non sbriciolare sul pavimento e non lasciare cose aperte in giro soprattutto con il caldo. Fondamentale l’igiene dello spazio e di ogni parte della casa. Nello specifico bisogna:

  • Chiudere sempre tutti gli alimenti in contenitori chiusi ermeticamente o buste alimentari con chiusura. Questo impedirà alle formiche di avvertire l’odore e di entrare nei barattoli.
  • Pulire sempre ogni zona della casa con l’aspirapolvere per rimuovere ogni briciola che potrebbe attrarre la formica e la colonia interna.
  • Pulire con un sistema a vapore una volta al mese nel periodo caldo per eliminare tracce e odori e igienizzare tutte le superfici.
  • Controllare periodicamente la casa e notare eventuali buchi o crepe, queste saranno il primo spazio utilizzato dalle formiche per entrare.
  • Controllare ogni tubo e canna fumaria, condotto o sistema di adduzione da cui le formiche possano entrare.
  • Innaffiare le piante ma fare sempre attenzione alla presenza di formiche. Quando queste vengono spostate da fuori a dentro diventano un sistema facile per le formiche per entrare in casa.
  • Pulite sempre le grondaie che sono altrimenti un luogo ideale per le formiche.
  • Tenere lontana la legna che diventa altrimenti un richiamo per le formiche del legno.

Se ormai il danno è fatto e le formiche sono già presenti in casa bisogna intervenire. Il consiglio è provare sempre con un metodo naturale e poi solo in seconda istanza passare a qualcosa di chimico e più aggressivo. Talvolta il problema può essere risolto con sistemi non nocivi per la salute ed essere controllato senza ripercussioni.


Rimedi naturali

Ci sono molteplici rimedi naturali da poter attuare per sconfiggere le formiche. Questi funzionano e hanno la peculiarità di non apportare odori sgradevoli all’ambiente, di non essere dannosi per cose e persone e di essere utilizzabili sempre anche quando in casa ci sono persone allergiche, anziani e bambini.


Succo di limone

Uno dei pesticidi naturali è il succo di limone che viene utilizzato per annientare l’odore che le formiche seguono. Questo è un deterrente vero e proprio. Deve essere spruzzato su porte, maniglie, soglie, davanzali e ogni possibile via di ingresso. È molto efficace inoltre è innocuo, tenderà a creare una barriera per riparare dagli insetti. Ovviamente in questo caso non bisogna rimuoverlo o comunque ripristinare la barriera ogni volta che si lava.


Cannella

Anche la cannella, come polvere o olio essenziale, è molto utile. Nonostante sia un alimento, l’odore di questo prodotto risulta intollerabile per le formiche. Posizionare un po’ di polvere sulle vie di accesso alla casa può essere molto utile per avere un buono odore e anche per tenere lontane le formiche.


Menta

La menta è un rimedio naturale che può essere sfruttato in modi molteplici, si possono posizionare delle foglie di menta lungo porte e balconi oppure spargere menta piperita in olio, mescolata ad acqua, in tutti i punti critici. Meglio ancora se il composto viene spruzzato in tutte le zone a rischio. In alternativa è anche possibile sistemare delle piantine di menta all’entrata.


Pepe di Cayenna

Il pepe è altamente disturbante per le formiche, quindi basta spargerlo in tutte le zone che potrebbero rappresentare una via di ingresso per tenerle lontane. Basta mettere un po’ di polvere macinata negli angoli. Questo infatti è molto irritante e servirà sempre con la sua azione.


Aglio

Anche gli spicchi d’aglio hanno un odore forte e non gradito alle formiche e possono quindi essere lo strumento perfetto per tenerle lontane. Mettere l’aglio nei punti di casa non è proprio una soluzione ideale a causa dell’odore forte ed è per questo che si consiglia di sfruttare una pianta d’aglio da ornamento.


Alloro

Le foglie di alloro sono un altro repellente naturale, queste possono essere sbriciolate e utilizzate negli angoli oppure messe nei mobili della dispensa. Per l’uomo il loro odore è molto gradevole mentre per le formiche è troppo forte.


Chiodi di garofano

Un repellente estremamente efficace che si può usare in qualunque parte della casa. I chiodi devono essere messi interi dove sono state viste le file di formiche. Questi andranno naturalmente a cacciare via tutti gli insetti.


Fondi di caffè

Sono forse il rimedio naturale più conosciuto per combattere le formiche, venivano utilizzati in tempi passati anche per sfruttare il potere concimante del caffè e sono ancora oggi uno strumento naturale repellente. Chi ha un giardino può disseminare fondi di caffè al suo interno, altrimenti posizionarli nelle piante vicino l’ingresso di casa o ancora mettere un po’ di polvere strategicamente in qualche angolo.


Aceto

L’aceto, avendo un odore molto forte, funge da repellente naturale per le formiche. Questo deve essere mischiato con acqua e inserito all’interno di un contenitore spray e quindi spruzzato in tutti i punti di ingresso e proprio nel nido così da ottenere un effetto immediato. L’aceto si secca e diventa un repellente ottimo perché le formiche non lo tollerano.


Miele

Metodo a basso costo per cacciare le formiche. Questo può essere utilizzato per attirare le formiche e quindi bloccarle. Si può mettere il miele in alcune aree per intrappolarle, le formiche giungono sul posto e restano così appiccicate.


Carbonato di calcio

Oltre a questi prodotti si può utilizzare, da spargere per casa, anche il carbonato di calcio che è un deterrente da posizionare su porte e finestre o lungo i muri. Questa soluzione va bene anche se le formiche hanno già invaso la casa.


Gesso

Fondamentale anche il gesso. Basta prendere un gessetto e fare delle linee lungo le soglie di casa. La polvere terrà lontane le formiche, una sorta di frontiera.


Borotalco

Il borotalco ha un’azione ottimale per combattere le formiche, la cosa migliore è prevenire ma si può utilizzare anche per farle andare via. Questo non le uccide ma costringe la colonia a lasciare il suo spazio poiché le formiche quando entrano in contatto con la polvere nutrono fastidio sia per l’odore forte che per il fatto di restare intrappolate.

Il borotalco deve essere posizionato lungo tutti i punti di ingresso ma anche sotto i battiscopa e sotto i mobili. Questo terrà lontane le formiche e sarà possibile vederle sparire nel giro di un solo giorno.


Come eliminare per sempre le formiche in casa?

Le formiche sono insetti e fanno parte della natura quindi eliminarle per sempre non è possibile ma è invece normale applicare delle formule per poterle tenere lontane, soprattutto durante il periodo estivo. Chi ha degli spazi esterni deve fare attenzione e applicare degli insetticidi naturali come la terra di Diatomee o la farina fossile.

Queste servono a bloccare le infestazioni e le tengono lontane a lungo perché vanno a rompere l’esoscheletro delle formiche e le fa morire disidratate. Questo prodotto non è tossico per le persone ma comunque è bene tenerlo lontano.

Se invece si ha un piccolo orto, è normale che vi siano formiche perché fanno parte dell’ecosistema, tuttavia queste si cibano di tutto ciò che c’è intorno al terreno. Per evitare problemi si possono piantare garofano e aglio o la menta per evitare che le formiche almeno si diffondano dando fastidio.

Se la situazione è disperata e le formiche ormai hanno invaso gli ambienti non resta che approcciare con prodotti chimici. Tra gli strumenti che sono disponibili sul mercato ci sono le borracce di sodio borato che sono una polvere da diluire nell’acqua. Questo non è tossico per l’uomo ma avvelena le formiche. Vengono create delle esche per attirarle e poi la polvere, depositandosi sulle zampe degli insetti, viene portata nel formicaio e avvelena quindi tutta la colonia.

Se il problema delle formiche è diffuso alle pareti di casa bisogna controllare se ci sono buchi o crepe dove è ospitato il formicaio. In questo caso il consiglio è sigillare con stucco o altro materiale tutto lo spazio e poi spruzzare dell’aceto per completare il lavoro.

Si può anche creare una trappola a base di bicarbonato e zucchero a velo, basta mettere un cucchiaio di bicarbonato e uno di zucchero, mescolare e poi lasciarli in un barattolo aperto. Questi lavoreranno come repellente naturale e manderanno via in breve tempo le formiche. Le formiche spariranno progressivamente senza compiere nessun altra azione. Bisogna temporeggiare ma il risultato è garantito e si terranno lontane per l’odore.

Se il problema sono le formiche con le ali in casa allora si può creare un mix con borace, acqua e zucchero da sistemare nei vari punti critici della casa. Basta usare un pennello e spalmare il composto direttamente nelle aree dove gli insetti accedono oppure su dei cartoni da posizionare nelle varie aree a rischio. Oltre a tenere lontane le formiche, quando queste saranno attratte dallo zucchero, saranno avvelenate e porteranno il veleno anche all’interno della colonia. Nel giro di un paio di giorni spariranno tutte.

In vendita ci sono anche altri tipi di prodotti più specifici e più tossici. Il problema è che questi sono comunque pericolosi anche per l’uomo. Ci sono le polveri, gli spray o le casette per le formiche per intrappolarle. Tuttavia bisogna maneggiarli con estrema attenzione e non sono comunque utilizzabili sul lungo periodo. Nei casi più gravi quando la situazione è fuori controllo si può contattare uno specialista per poter effettuare una disinfestazione della casa.

Pro Contro