di “That’s What I Like” di Bruno Mars su Fortnite

di “That’s What I Like” di Bruno Mars su Fortnite

Sono lieto di comunicarti che all’interno del celebre videogioco Fortnite è stato introdotta una nuova emote ispirata alla musica di Bruno Mars. Il ballo in-game tratto dalla canzone “Leave the Door Open” è ora disponibile per l’acquisto al prezzo di 500 V-Buck.

Questa notizia mi porta a riflettere sul continuo evolversi di Fortnite, che va ben oltre il concetto di semplice videogioco. La presenza di celebrità come Bruno Mars all’interno del gioco ci fa capire come Fortnite stia diventando uno spazio in cui convergono diversi ambiti artistici e culturali, trasformandosi quasi in una sorta di metaverso digitale.

Non possiamo trascurare i concerti e le performance musicali tenute proprio all’interno di Fortnite. Questo fenomeno è incredibilmente interessante, soprattutto considerando il periodo storico in cui viviamo, in cui i concerti dal vivo sono spesso impossibili a causa delle restrizioni legate alla pandemia. Fortnite, quindi, si configura come una sorta di palcoscenico digitale, in grado di ospitare artisti di vario calibro e offrire ai giocatori esperienze sempre più appassionanti e coinvolgenti.

La presenza di celebrità come il rapper Travis Scott e la boy band coreana BTS all’interno del gioco, insieme alle speculazioni riguardanti la partecipazione dell’attore Dwayne “The Rock” Johnson, confermano la capacità di Epic Games di trasformare Fortnite in un luogo in continua evoluzione e di grande rilevanza culturale.

Nel frattempo, con l’arrivo della Stagione 6, chiamata “Furia”, Fortnite ci sorprende ancora una volta con l’evento single-player intitolato “Crisi Zero”. L’isola, ora dominata dalla natura, richiede ai giocatori di adattarsi e sopravvivere alle sfide contro nemici e creature selvatiche, costringendoli a cacciare e ottenere risorse per creare le proprie armi in un universo sempre più immersivo e dinamico.

LEGGI  Le vicissitudini e la disfatta di un impero: il declino dell'azienda Nokia

E così Epic Games continua a tenere vivo l’interesse intorno a Fortnite, dimostrando che le voci riguardanti la sua presunta decadenza sono prive di fondamento.