La trattativa con l’Espresso è stata conclusa ed è stato ufficialmente lanciato Huffington Post Italia

La trattativa con l’Espresso è stata conclusa ed è stato ufficialmente lanciato Huffington Post Italia

Oh, mio Le trattative con il gruppo di Repubblica, un balletto intricato tra progetti falliti e rinascite inaspettate, hanno trovato finalmente la loro conclusione nella serata di ieri. Si è giunta a una partnership che si preannuncia fruttuosa, con una spartizione delle quote del 50% e la prospettiva affascinante di accedere alle nuove tecnologie del web.

E adesso, le voci circostanti la partnership tra HuffPost e Gruppo Espresso si sono finalmente materializzate, dando vita alla nascita dell’Huffington Post Italia. È stato annunciato da Arianna Huffington e Monica Mandarini, rispettivamente, i dettagli di questa collaborazione imminente.

I due gruppi, infatti, si adopereranno per selezionare un team di lavoro degno di questa nuova creatura editoriale, che si prevede possa vedere la luce nei prossimi mesi, entro il 2024. Un trionfo per il gruppo italiano, che insieme a Repubblica detiene già il primato nell’ambito dell’informazione pubblica online.

Fino a pochi attimi fa, il mistero riguardante l’arrivo dell’Huffington Post nella sua versione italiana era palpitante. La presenza di Arianna in Italia destava curiosità e domande, mentre su chi sarebbe stato l’editore non si sapeva nulla con certezza. Solo ieri vi avevamo riferito i rumori relativi a una trattativa con il Gruppo RCS, dopo che la direttrice era stata “avvistata” nei dintorni di Via Solferino.

E invece la Huffington è riuscita a stringere un accordo con il Gruppo L’Espresso nella serata di ieri, una partnership che sembrava incurante, data anche la prima risposta negativa da parte dell’editore. Certamente, l’editore italiano è stato attratto dalla prospettiva di accrescere le proprie competenze nel campo delle nuove tecnologie e del web grazie alla collaborazione con l’Huffington.

LEGGI  Come taggare gli amici e le foto su Facebook usando il nuovo sistema di identificazione delle persone e delle immagini.

E Arianna, dal canto suo, porta già in saccoccia un accordo simile con El Pais e Le Monde per l’espansione di HuffPost in spagnolo e francese. E un successo anche in Italia sarebbe una conferma di tutto il suo impegno e talento. Un tris vincente con cui tornare a casa, portando con sé conoscenze, competenze e partenariati che arricchiranno gli orizzonti dell’editoria italiana.