I videogiochi potranno mostrare i simboli nazisti in Germania

I videogiochi potranno mostrare i simboli nazisti in Germania

Hai sentito la notizia riguardante i videogiochi e i simboli nazisti in Germania? Sorprendente, vero? L’Usk, l’autorità di controllo preposta in Germania, ha deciso di modificare la legge che regolamenta la presenza di simboli nazisti nei videogiochi, consentendo ora la loro presenza a patto che non siano a scopo propagandistico.

In molti non sanno che in Germania i videogiochi non hanno mai potuto mostrare simboli nazisti, anche se si trattava di ricostruzioni di periodi storici. Le svastiche e le altre simbologie legate al Reich erano sempre state sostituite con simboli inventati, a causa del divieto imposto dall’Usk. Tuttavia, la situazione è destinata a cambiare: l’autorità ha annunciato l’intenzione di permettere la presenza di questi simboli nei videogiochi, ma solo se non hanno uno scopo propagandistico.

Questa decisione segna un cambiamento significativo, in quanto i simboli legati al fascismo potranno finalmente essere mostrati nei videogiochi, così come avviene nel cinema e nella televisione, se servono nell’ambito dell’arte, della scienza o per la comprensione dei fenomeni storici e attuali. L’Usk si occuperà inoltre di vigilare sui contenuti, valutando caso per caso l’ammissibilità dei simboli nazisti nei videogiochi. In pratica, viene introdotto un’eccezione alla regola, permettendo la presenza di questi simboli in determinate circostanze, cosa impensabile fino ad ora.

Questa decisione avrà un impatto significativo anche su titoli come Wolfenstein, la cui narrazione si basa proprio sulla lotta contro i nazisti. In passato, la versione tedesca del gioco ha subito pesanti modifiche, inclusa quella dell’immagine di Hitler. Tuttavia, ora con la nuova normativa, è probabile che tali modifiche diventino obsolete, consentendo una rappresentazione più fedele dei fatti storici.

LEGGI  Come effettuare le videochiamate tramite Skype utilizzando un computer e uno smartphone

In conclusione, la Germania ha scelto di concedere delle eccezioni riguardo alla presenza dei simboli nazisti nei videogiochi, avvicinando il medium videoludico agli altri mezzi di comunicazione regolamentati dall’autorità di controllo. Questo apre nuove possibilità narrative e artistiche, pur rimanendo vigili contro qualsiasi forma di propaganda ingiustificata.