Un’applicazione che risponde ai messaggi al posto vostro mentre si usa lo smartphone alla guida

Un’applicazione che risponde ai messaggi al posto vostro mentre si usa lo smartphone alla guida

Immagino tu abbia sentito parlare dell’ultima creazione di Samsung, un’azienda che, come me, ama esplorare le nuove frontiere della tecnologia. Si tratta di un’applicazione chiamata In-Traffic Reply, in grado di rispondere automaticamente ai messaggi ricevuti durante i tuoi spostamenti in macchina o in bicicletta. Un vero e proprio “out of office” per il tuo veicolo, dedicato a proteggerti dai pericoli della distrazione alla guida.

Samsung, con questa sua novità, sembra voler entrare a far parte di quella schiera di creativi intenti a trovare soluzioni innovative per affrontare una delle grandi sfide del nostro tempo: l’incapacità di resistere alla tentazione di rispondere ai messaggi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Una tentazione che diventa particolarmente pericolosa quando ci si trova alla guida di un veicolo, mettendo a rischio la propria vita e quella degli altri.

Ma come funziona esattamente questa applicazione? Grazie ai sensori e al GPS del tuo smartphone, In-Traffic Reply è in grado di rilevare quando ti trovi in movimento e inviare automaticamente una risposta a chiunque cerchi di mettersi in contatto con te. Puoi scegliere tra due tipi di risposte: una più formale, che informa il mittente della tua impossibilità di rispondere perché sei al volante, e un’altra più simpatica, arricchita da una GIF animata per sdrammatizzare la situazione.

Ma ci sono ancora dei dubbi sul funzionamento di questa innovazione. Come fa l’app a distinguere il guidatore dal passeggero? Sarà in grado di discernere se sei tu al volante o se stai semplicemente viaggiando come passeggero? Samsung, per il momento, non ha fornito una risposta a questa domanda, lasciando un punto interrogativo sul piano della sicurezza stradale.

LEGGI  Una dettagliata recensione del Huawei P20 Pro e della sua eccellente qualità come top di gamma"

Eppure, non possiamo fare a meno di riconoscere che l’intervento di un’azienda tanto rilevante nel panorama tecnologico, nell’ottica di prevenire gravi incidenti causati dall’uso del telefono alla guida, sia un passo avanti importante. La speranza è che questa applicazione diventi presto disponibile in tutto il mondo, dando la possibilità agli utenti di personalizzare le risposte in base alle proprie esigenze.

In fondo, la tecnologia può essere uno strumento formidabile per migliorare le nostre vite, purché venga utilizzata con responsabilità e consapevolezza. E tu, viaggiatore, cosa ne pensi di questa nuova frontiera dell’automobile connessa?