Bufale su Facebook riguardanti la possibilità di vincere iPhone 6 dopo aver ricevuto le carte regalo Zara

Bufale su Facebook riguardanti la possibilità di vincere iPhone 6 dopo aver ricevuto le carte regalo

Torniamo a discutere delle subdole trappole che si stagliano nel vasto universo di Facebook, quel luogo dove le illusioni si intrecciano con la realtà e le bufale si confondono con la verità. Dopo il recente inganno delle carte regalo Zara, ecco che si insinua una nuova frode, stavolta celata dietro la promessa di poter aggiudicarsi un iPhone 6.

L’inganno si nasconde dietro l’apparenza di un concorso seducente, su cui migliaia di ignari partecipanti si riversano con speranze e aspettative. Si parla di “260 iPhone 6 per gli Appassionati”, una promessa allettante rubata al harem delle illusioni.

Dietro il miraggio della vittoria si cela però un tran-tran di astuzie malefiche: è sufficiente, si afferma, cliccare su “Partecipa” e invitare 10 amici alla pagina, commentare il colore dell’iPhone desiderato tra Nero, Bianco o Oro, e attendere il 15 gennaio per la tanto agognata estrazione. Un gioco da ragazzi, direbbe qualcuno, ma la trappola è ben tesa e si snoda attraverso le vie oscure del web.

Come in una fiaba distorta, l’inganno emerge nelle pieghe del regolamento, ambiguo e incompleto, con le sue incongruenze e i suoi refusi. Ma l’aspetto più insidioso si cela dietro il nome dell’ingenuo brand coinvolto: Apple, con la sua aurea di perfezione tecnologica, viene profanata da quest’intrigo. Anche la pagina Facebook ufficiale di Apple non ne fa menzione, inchiodando ancor di più il sospetto.

Eccoti quindi avvertito, Di queste trappole che si annidano nel mondo virtuale, che più che vacanze sontuose ci offrono trappole ben aguzze. Prima di cadere in simili inganni, ricorda di valutare sempre con attenzione e di non farti abbagliare dalle facili promesse dell’illusione digitale.

LEGGI  Homyatol è stato sospeso da Twitch, dichiara Fedez: "Non possiamo dire il motivo"

Una volta di più, ti invito a essere scaltro e vigile di fronte alle insidie della rete, a non lasciarti ammaliare dalle ragnatele di false promesse.

Che tu possa attraversare il web con la perspicacia di Ulisse nell’oceano tempestoso.