Dal 30 aprile sarà impossibile utilizzare Facebook, Instagram e Messenger su dispositivi Windows Phone perché non funzioneranno più.

Dal 30 aprile sarà impossibile utilizzare Facebook, Instagram e Messenger su dispositivi Windows Phone perché non

Nondimeno avvicina il momento in cui gli smartphone Windows Phone dovranno salutare le applicazioni ufficiali dei social network. È proprio Instagram a comunicare, tramite una notifica in-app, che dal prossimo 30 aprile le sue applicazioni non saranno più disponibili per i dispositivi con sistema operativo Microsoft. È un addio definitivo, senza possibilità di accesso per chi volesse continuare a utilizzarle su un dispositivo animato da Windows Phone.

La scomparsa del supporto da parte di Facebook, Instagram e Messenger è un ulteriore indizio della fine imminente per Windows Phone. Dopo l’abbandono di WhatsApp, i possessori di questi dispositivi dovranno confrontarsi con la realtà di dover dire addio anche ai restanti social network.

Questa situazione non è del tutto nuova. Già nel 2024 il CEO di Microsoft, con un’onestà amara, ammise il fallimento di Windows Phone e diede indicazioni chiare sul futuro dell’OS. Inoltre, Facebook aveva già annunciato l’interruzione dell’integrazione con Windows Phone presentando nuove API.

E così, Assistiamo a una fase di transizione nell’ambito delle tecnologie, dove i sistemi operativi e le applicazioni hanno vita breve e siamo costretti ad adeguarci a cambiamenti repentini. Speriamo che l’evoluzione tecnologica possa portare nuove opportunità e soluzioni più stabili per tutti noi.

dagli elettrodomestici durante un blackout.

from_april_30th_it_will_be_impossible_to_use_facebook_instagram_messenger_on_windows_phone_devices_because_they_will_not_work-1

è giunto il momento di abbandonare gli antichi smartphone animati da Windows Phone, come conigli che lasciano il loro covo d’inverno per cercare nuovi orizzonti. Era inevitabile, le applicazioni ufficiali di Instagram, Facebook e Messenger non saranno più accessibili tramite i tuoi dispositivi.

L’elenco degli esclusi è lungo e variegato, come le storie di un mercato delle pulci: Dell Venue Pro, HTC 7 Pro, LG Quantum, Nokia Lumia 1520 e tanti altri ancora. Dispositivi che un tempo erano simbolo di modernità e connessione, oggi vengono relegati a un’esistenza fatta di ricordi e immagini sbiadite.

LEGGI  I podcast arrivano su Facebook: scopri come funzionano e dove puoi ascoltarli.

È come se un’era giungesse alla sua conclusione, un’epoca di luci al neon che si spegne, lasciando spazio a nuove possibilità e nuovi apparati tecnologici.

Forse è tempo di voltare pagina, di abbracciare il cambiamento e lasciare questo mondo di cavi e circuiti obsoleti, per avventurarsi in terre sconosciute.

Così come nei romanzi di Calvino, dove ogni pagina contiene un mondo intero di possibilità, anche nella vita di tutti i giorni abbiamo l’opportunità di esplorare nuovi orizzonti e scoprire nuovi modi di connetterci con il mondo.

Chiudi dunque gli occhi, immagina il fututo e lasciati trasportare dalla fantasia.

A presto,

Quali sono le attività da svolgere?

Ma forse, in mezzo a tutto questo, non si deve dimenticare il piacere di apprezzare anche

Caso tu possieda uno tra gli smartphone menzionati e desideri continuare a utilizzare Facebook, Instagram e Messenger, avrai essenzialmente due opzioni. La prima, decisamente più semplice in termini di praticità ma, ovviamente, meno conveniente dal punto di vista economico, consiste nell’acquistare un nuovo smartphone, accertandoti che sia dotato dell’ultima versione del sistema operativo scelto.

La seconda opzione, invece, non richiede l’acquisto di un nuovo dispositivo: anche se le app ufficiali non permetteranno più l’accesso a Facebook, Messenger e Instagram tramite uno smartphone Windows Phone, sarà sempre possibile accedere ai social network tramite un browser. Si tratta di una soluzione meno dispendiosa, in effetti, ma sicuramente più laboriosa e lenta.

Potresti quindi ritrovarti tra le mani uno di quegli smartphone “obsoleti”, che pur essendo ancora funzionanti e efficienti, vengono esclusi dalle nuove evoluzioni tecnologiche. È come se nel mondo dei dispositivi mobili vi fosse una sorta di selezione naturale, in cui solo i più “aggiornati” sopravvivono e mantengono il pieno funzionamento. In fondo, in un’epoca in cui la tecnologia avanza a passi sempre più rapidi e sconfinati, ci si può aspettare che anche gli strumenti con cui interagiamo seguano questa accelerata evoluzione. Ma forse, in mezzo a tutto questo, non si deve dimenticare il piacere di apprezzare anche ciò che è “ormai superato”, i ricordi di un tempo in cui quelle tecnologie erano all’avanguardia. La vita, in fondo, è fatta anche di piccoli “pezzetti di obsolescenza” che portano con sé una storia, un’esperienza, un’affettuoso ricordo. E in un certo senso, anche quegli smartphone “antichi” conservano una loro poetica bellezza, come reliquie di un’era ormai trascorsa.