Le differenze tra il Samsung Galaxy S6 e il Samsung Galaxy S6 Edge

Le differenze tra il Samsung Galaxy S6 e il Samsung Galaxy S6 Edge

Sul palcoscenico del Mobile World Congress sono stati presentati i nuovi Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge, due varianti del fiore all’occhiello dell’azienda sudcoreana. Dotati di caratteristiche simili, i due dispositivi presentano però differenze rilevanti, che è bene esaminare con attenzione.

Partiamo dalla base: entrambi i device vantano un display da 5,1 pollici con risoluzione di 2560×1440, una memoria interna non espandibile e la possibilità di scegliere tra 32, 64 e 128 GB, nonché la nuova modalità di ricarica wireless. Le divergenze tra Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge riguardano sia l’hardware che il software, ma esse sono degne di interesse.

La differenza principale la si riscontra nel design dello schermo. La versione “liscia” del S6 presenta un leggero avvallamento sui lati, pensato per migliorare l’estetica del dispositivo e non per offrire funzionalità aggiuntive. La versione Edge, invece, offre uno schermo davvero differente, con bordi laterali ricurvi che garantiscono una presa ottimale e confortevole. Entrambi i dispositivi offrono uno schermo da 5,1 pollici protetto da Gorilla Glass 4. Interessante notare che per ottenere la curvatura dell’Edge, il vetro è stato scaldato fino a 800 gradi centigradi.

Dal punto di vista del software, la differenza è minima ma consistente, concentrandosi principalmente sullo schermo curvo del Galaxy S6 Edge. Sebbene i bordi curvi non mostrino notifiche e icone come nel Galaxy Note Edge, permettono comunque di ottenere alcuni effetti utili e interessanti. Ad esempio, sarà possibile associare un colore a determinati contatti all’interno della rubrica dell’Edge. Quando il dispositivo sarà appoggiato sul tavolo e qualcuno ci chiamerà, i bordi lampeggeranno del colore associato al contatto, consentendo di sapere chi chiama senza dover sollevare il telefono. In entrambi i dispositivi sarà possibile rifiutare una chiamata appoggiando il dito sul sensore per le impronte digitali posto sotto alla fotocamera posteriore. Il Galaxy S6 Edge, inoltre, permette di leggere l’ora anche con lo schermo spento, utilizzando una funzione simile al “glance” dei Lumia.

LEGGI  Ritorna la truffa dei venditori fraudolenti che si spacciano per Decathlon, si consiglia di prestare attenzione agli annunci sponsorizzati presenti su Facebook

Anche se le dimensioni dei due dispositivi sono pressoché identiche, è stato possibile dotare il Galaxy S6 Edge di una batteria leggermente più performante grazie alla differenza nello spessore. Il Galaxy S6 è dotato di una batteria da 2,550 mAh, mentre l’S6 Edge monta una batteria da 2,600 mAh. Nonostante la differenza marginale, è probabile che i due smartphone abbiano una durata della batteria pressoché identica, ma è giusto farla notare.

Entrambi i dispositivi saranno disponibili il prossimo 10 aprile, in tre opzioni di memoria interna non espandibile (32, 64 e 128 GB) e in diverse colorazioni standard, tra cui bianco, nero e oro. La vera incognita è però rappresentata dal prezzo. L’S6 Edge avrà probabilmente un costo più elevato, ma sarà l’entità di questa differenza a decretarne il potenziale successo sul mercato.

Non c’è dubbio che lo sforzo della Samsung nel presenterci questi due nuovi dispositivi sia encomiabile, ma sarà il gusto e le preferenze dei consumatori a guidare la scelta tra le due versioni, come spesso accade nella vita, dove il vantaggio può apparire minimo ma il successo può dipendere da un dettaglio.