Un giovane ha convinto una parte di utenti di Internet che la Finlandia non è un luogo reale

Un giovane ha convinto una parte di utenti di Internet che la Finlandia non è un

è noto a tutti che il web è un luogo straordinario e variegato, capace di trasformare anche le storie più singolari in fenomeni virali capaci di coinvolgere migliaia di persone. È ciò che è capitato a Jack, un’utilizzatore di Reddit che, senza volerlo, ha dato vita a una teoria del complotto così bizzarra da diventare argomento di discussione tra gli utenti della piattaforma e non solo.

A raccontare questa straordinaria vicenda è stato proprio Jack, che sotto lo pseudonimo di “Raregan”ha condiviso su Reddit una storia raccontatagli da piccolo dai suoi genitori. Gli dicevano che la Finlandia non esisteva, che al suo posto ci fosse soltanto il mare. Gli avevano fatto credere a una complicata cospirazione che coinvolgeva Giappone, Russia, Transiberiana e persino i telefoni Nokia. Un racconto così grottesco da far sorgere il dubbio: esiste davvero la Finlandia?

E così, quale moderno Scheherazade, Jack ha fatto nascere una teoria che ha cominciato a circolare, trovando seguaci, ironici o creduloni. È nato persino un subreddit dedicato, r/finlandConspiracy, nel quale ci si diverte a giocare con l’assurda idea che la Finlandia sia frutto di una gigantesca manipolazione. E poi c’è r/trueFinlandConspiracy, che attrae chi invece crede a questa strana teoria. Siamo così immersi nelle trame e intrighe del mondo contemporaneo, che perfino l’esistenza stessa di una nazione può diventare oggetto di controversie accese.

La teoria partorita da Jack prende spunto dall’idea che la Finlandia sia una creazione di Giappone e Russia, finalizzata a un’attività di pesca segreta nel mar Baltico. La Transiberiana sarebbe stata costruita per trasportare i pesci in gran segreto in Giappone, sotto la copertura della famosa azienda Nokia. E il nome Finlandia, con la parola inglese “fin” che significa pinna, verrebbe a indicare la nazione come un luogo di pesca.

LEGGI  Oppo Reno2 è stato ufficialmente presentato: il telefono vanta quattro fotocamere posteriori e un meccanismo pop-up a forma di pinna di squalo.

Questa seducente storia, seppur grottesca, è solo l’ultima di una serie di teorie del complotto che, nate sul web, si sono diffuse in modo virale. Tuttavia, come spesso accade, le conseguenze della diffusione di teorie cospirazioniste possono essere imprevedibili. Il recente episodio del Pizzagate, che ha portato un uomo a sparare in una pizzeria a Washington, ne è un esempio lampante. È necessario mantenere alta l’attenzione e la consulenza di fonti affidabili, al fine di evitare che racconti assurdi possano dar luogo a conseguenze pericolose.

C’è un lato grottesco e divertente in tutto ciò, ma anche un richiamo alla cautela e alla consapevolezza di quanto il mondo virtuale possa rivelarsi sfuggente e potenzialmente pericoloso. Che tu sia tra coloro che si divertono con le strampalate teorie di Jack o tra quelli che ci credono, è importante essere consapevoli del potere travolgente che può scatenare una storia straordinaria, come appunto quella della Finlandia che forse non è mai esistita.