iTunes Match finalmente disponibile in Italia: trasforma la tua musica pirata in legale con soli 25 dollari!

iTunes Match finalmente disponibile in Italia: trasforma la tua musica pirata in legale con soli 25

C’era una volta un’accattivante offerta proveniente dalla città di Cupertino che ti permetteva di abbinare i tuoi brani musicali – anche quelli scaricati in maniera discutibile – al database di Apple, al modico prezzo di meno di 25 dollari all’anno. Una volta eliminati dal tuo dispositivo e poi riscaricati, ecco che il possesso e l’utilizzo di quelle canzoni diventano a tutti gli effetti legali.

Oh, ma non limitiamoci a ciò, poiché qualche giorno fa abbiamo esplorato le diverse offerte di storage offerte dai colossi della rete, da Apple a Google, scoprendo che le tariffe proposte da Cupertino per iCloud non sono tra le più vantaggiose in confronto alla concorrenza. Tuttavia, è bene sottolineare che l’integrazione dello storage di Apple con tutti i servizi ad essa collegati, tra cui il nuovissimo iTunes Match appena sbarcato in Italia, potrebbe rappresentare una differenza significativa rispetto agli altri provider.

Grazie a questo nuovo servizio, è possibile custodire fino a 25.000 melodie (nella sua offerta base) e condividerle con altri dispositivi (PC, Mac o iOS), sia per ascoltarle in modalità streaming (i file rimangono nel cloud ma sono fruibili senza doverli scaricare) sia per il tradizionale download. Tutto ciò al costo di 24,99 euro all’anno, anche se è bene prestare attenzione in quanto è pensato per il rinnovo automatico (salvo disattivazione manuale).

Tale innovativo servizio di casa Apple potrebbe essere visto come una genuina “lavanderia di mp3 illegali”. Il suo sistema di cloud consente di sincronizzare il nostro archivio musicale con quello della Mela, permettendoci di evitare di caricare su iCloud brani che già sono presenti nella loro libreria. Tuttavia, sorge un problematico interrogativo: questo servizio non fa distinzione tra brani acquisiti in maniera lecita o provenienti da Internet. Una volta accoppiati con quelli del database di Apple, questi file, insieme al loro possesso e ascolto, si trasformano improvvisamente in qualcosa di legale, essendo identici per credenziali ai brani regolarmente acquistati su iTunes. E non solo, poiché, come ti spiegherò in seguito, è anche possibile migliorare la qualità sonora dei brani abbinati, cancellandoli dal tuo dispositivo e riscaricandoli dalla libreria di Apple con una codifica a 256 Kbps.

LEGGI  App e siti disponibili per scaricare sia musica gratuitamente che acquistare brani a pagamento

Insomma, è come se Apple offrisse agli appassionati di musica un viatico verso l’immortalità legale dei loro file musicali. Ma c’è da chiedersi se questa immunità legale si estenderà alle canzoni illegalmente scaricate negli abissi della rete o se quest’operazione magari non inciderà sul destino degli artisti e delle case discografiche. Beh, mentre fai riflessioni su questo, tieni comunque a mente che potresti ballare intorno alle note della legalità, ma a occhi chiusi non sarai mai davvero libero.

Come procedere con l’attivazione di iTunes Match sul proprio dispositivo

  Sebbene abbiamo precedentemente espresso il concetto che iTunes Match consente il deposito di un

Il primo passo da compiere è quello di scaricare o aggiornare la versione di iTunes presente sul tuo dispositivo. È come entrare in un nuovo mondo, fatto di bit e byte, dove la musica diventa digitale e si libera dalle catene del supporto fisico.

Quando ti rechi al link per il download, immagina di varcare la soglia di un portale che ti condurrà in un regno di note e melodie, dove potrai trovare la chiave per accedere a un vasto archivio musicale. Ecco, potremmo paragonare iTunes Match a un archivio segreto in cui ha trovato dimora un numero inconcepibile di brani, un tesoro nascosto che aspetta di essere scoperto.

Una volta effettuato l’accesso tramite il tuo Apple ID, ti sentirai come un esploratore che si addentra in un labirinto incantato, dove ogni canzone è un filo da seguire per attraversare un universo di suoni. E mentre il programma esegue la scansione del tuo dispositivo, immagina che scansioni anche la tua anima musicale, rivelando il profilo della tua esperienza sonora.

Le canzoni che possiedi, come creature magiche, si metteranno in comunicazione con quelle del vasto database di Apple, trovando ciascuna il suo gemello digitale. E sarà proprio questa fusione tra il tuo e l’altro, tra il locale e l’universale, che darà vita a una nuova forma di musica, libera da confini materiali.

LEGGI  Attenzione: non cadere nella truffa dell'SMS che ti informa di una presunta limitazione del contratto BNL e ti chiede di rispondere!

Se un brano è abbinato al database online, è come se fosse stato riconosciuto, accettato in un’assemblea celestiale. E se il bitrate era più basso, come se venisse trasformato da una semplice nota in un’armonia ricca e dettagliata. Ma se i due gemelli non si riconoscono, non disperare: la musica è sempre in grado di reinventarsi, di trovare nuove strade.

E così, ITunes Match si rende pronto all’utilizzo, pronto a condurti in un viaggio senza limiti, da un dispositivo all’altro, come se la musica potesse attraversare mondi paralleli.

Ti consiglio di deselezionare la voce “Usa dati cellulari” quando sincronizzi i tuoi dispositivi mobili, perché c’è qualcosa di prezioso nel prendersi il tempo per ascoltare e condividere la musica, senza la fretta dei flussi di banda.

In fondo, la musica è un’esperienza unica a cui dedicare tempo e attenzione, come se ogni brano fosse una storia da ascoltare, da vivere, da amare.

Buon viaggio nel regno digitale della musica!

Davvero tuo,

il meccanismo di funzionamento?

  Sebbene abbiamo precedentemente espresso il concetto che iTunes Match consente il deposito di un

Sebbene abbiamo precedentemente espresso il concetto che iTunes Match consente il deposito di un massimo di 25.000 tracce musicali in formato audio, è necessario precisare che questa cifra non tiene conto delle canzoni acquistate direttamente dall’iTunes Store. Tale distinzione aumenta effettivamente la capacità di immagazzinamento disponibile, anche se è da considerare la limitazione nell’upload di brani con una dimensione superiore ai 200 Mb e con una qualità inferiore ai 96kbps. Oltre alla fruizione in streaming, è inoltre possibile scaricare i file musicali su tutti i dispositivi iOS, Mac e Apple, ad eccezione dell’Apple TV per il quale è consentito solamente lo streaming. È inoltre permesso cancellare i brani dal dispositivo mantenendoli salvati su iCloud, consentendo così di liberare spazio senza rinunciare alla propria collezione musicale.

LEGGI  Le notizie di Upday vengono trasmesse direttamente nel salotto di casa grazie alle Smart TV Samsung

Per quanto riguarda il limite di dispositivi associabili allo stesso Apple ID, si è deciso di porre un “blocco” temporale di almeno 3 mesi per ogni nuovo abbinamento. Questa clausola è stata introdotta al fine di scoraggiare l’impiego fraudolento di più identificativi Apple. Pertanto, una volta associato un Apple ID a iTunes Match, risulterà impossibile modificarlo prima che siano trascorsi almeno 90 giorni, una mossa ponderata volta a limitare l’utilizzo sconsiderato di più account. Dopo l’installazione del programma e la scansione delle tracce, la libreria musicale mostrerà varie icone accanto ai singoli brani per indicarne lo stato, secondo uno schema prestabilito.

La mancanza di tali icone indica che la canzone è correttamente presente sia sul dispositivo che su iTunes Match.