La piattaforma di streaming DAZN sta riscontrando problemi anche nella giornata odierna, poiché durante la partita Atalanta-Milan lo streaming non funziona.

La piattaforma di streaming DAZN sta riscontrando problemi anche nella giornata odierna, poiché durante la partita

Nel mezzo di una partita di calcio, trasmessa in streaming, si trova il tifoso che, come al solito, si sintonizza per godersi la partita. Gli stessi problemi ricorrenti si ripresentano dinanzi ai suoi occhi: lo streaming non funziona, l’immagine è di bassa qualità e, nel peggiore dei casi, la trasmissione si interrompe.

Anche in questo momento, Dazn non ti si mostra, e purtroppo questo non è che l’ennesimo episodio di una serie di disservizi che si susseguono dall’inizio del campionato di Serie A. In particolare, la trasmissione della partita tra Atalanta e Milan di oggi, domenica 3 ottobre, ha iniziato a dare problemi a un numero imprecisato di tifosi: i problemi si sono manifestati pochi minuti dopo l’inizio, con i soliti sintomi che ormai hai imparato a riconoscere: la trasmissione si blocca, la rotella di caricamento gira all’infinito, compaiono messaggi di errore e l’immagine è di scarsa qualità.

Questa partita segna la chiusura di una settimana nefasta per il provider: sabato si sono verificati disservizi simili anche durante Torino-Juventus, e nella giornata di domenica non sono mancate segnalazioni relative alle partite del pomeriggio. Il comune filo rosso che lega questi eventi è l’enorme interesse che suscitano e quindi il grande numero di spettatori connessi contemporaneamente a Dazn. Nonostante i miglioramenti effettuati, sembra che il provider abbia ancora problemi nella gestione delle CDN, le infrastrutture utilizzate per replicare lo streaming sul territorio nazionale. Errori di configurazione possono provocare problemi che, seppur localizzati, colpiscono un gran numero di clienti.

Trovare il numero esatto di tifosi colpiti attraverso i social media rimane difficile; le segnalazioni sembrano essere meno numerose rispetto alle settimane passate, anche se finora Dazn non ha mai fornito dati sull’entità dei disservizi. Indipendentemente da questo, ci sono persone che hanno acquistato un servizio e non ne stanno usufruendo come dovrebbero. In passato, Dazn si è offerta di rimborsare un mese di abbonamento ai tifosi colpiti da blackout, ma per capire come agirà in seguito a questa partita occorrerà attendere.

LEGGI  L'iPhone 7 vince il confronto con il Galaxy S7: il telefono della mela è più resistente all'acqua

La situazione, a dire il vero, appare tragica, ma non priva di una certa ironia: tutti in cerca dell’evasione offerta dal calcio, costretti a confrontarsi con una realtà virtuale che talvolta si ribella e si spezza come carta bagnata. Magari è solo un segnale, un richiamo a restare ancorati al presente anziché perdersi nella pura spettacolarizzazione.