7 Migliori Shampoo Senza Solfati

Ciao 👋 sono Alessandro

In quest’articolo ti parlerò di quelli che per mia opinione personale sono i migliori shampoo senza solfati attualmente sul mercato 🥇

Partirò prima di tutto descrivendoti i miei tre shampoo preferiti 😉

Clicca qui se vuoi scorrere subito in basso alle recensioni dei migliori shampoo senza solfati del 2022

Nella scelta dello shampoo per lavare i capelli, ci si può smarrire nell’ampia proposta che il mercato mette attualmente a disposizione dei consumatori.

Con uno shampoo di ultima generazione non solo si ottiene un’efficace pulizia dei capelli e del cuoio capelluto, ma a tutti gli effetti ci si prende cura del benessere della propria chioma o perlomeno è quanto promettono i produttori di questi detergenti.

La maggior parte degli shampoo però contiene diverse sostanze dannose per l’organismo e l’ambiente e senza dubbio fra i più discutibili ci sono i solfati.

I prodotti che ne sono privi non producono schiuma adoperandoli ma lavano alla perfezione i capelli rispettando anche i capelli più fragili e le epidermidi più delicate.

Sono shampoo meno aggressivi e possono essere adoperati quotidianamente senza il rischio che possano stimolare la produzione di sebo.

Vediamo assieme di capire quali siano al momento i migliori shampoo senza solfati acquistabili sul mercato.

Clicca qui se vuoi leggere subito le domande frequenti riguardo gli shampoo senza solfati


Migliori Shampoo Senza Solfati

1. Restivoil Shampoo – Uno dei migliori sul mercato

RestivOil Complex Shampoo Antiforfora...

CLICCA SUBITO PER IL PREZZO 👉

Lo shampoo Restivoil è uno dei migliori privi di fosfati che possano essere acquistati sul mercato. È completamente privo di SLS e SLES.

Adoperandolo non produce nessun tipo di schiuma ed è molto semplice da trovare nei negozi della grande distribuzione oppure nei siti di e-commerce online.

All’interno di questo prodotto sono presenti elementi sebo affini che riescono a ridurre fastidi come irritazioni o prurito fino al 90% rispetto a uno shampoo comune.

Le tipologie di shampoo Restivoil sul mercato sono numerose e ciascuna è dedicata al lavaggio e al trattamento di diverse tipologie di capelli: da quelli formulati per chiome con forfora a quelli destinati ai lavaggi frequenti, dagli shampoo per i capelli fini a quelli dedicati al lavaggio per i capelli grassi.

Lo shampoo Restivoil non ha particolari difetti da segnalare. La sua formulazione delicata coniuga alla perfezione risultati visibili nell’immediato, efficacia e pulizia del cuoio capelluto durevole nel corso dei giorni.

Lavaggio dopo lavaggio i capelli risultano decisamente più sani e puliti mentre le irritazioni diminuiscono così come scompare il prurito e l’insorgenza della forfora.

È uno shampoo di eccellente qualità che può essere adoperato quotidianamente anche da chi ha capelli delicati e sottili che tendono a spezzarsi con molta facilità.



2. Shea Moisture Shampoo al burro di karitè – Ripara anche le chiome più danneggiate

Shampoo al burro di karité della Shea...

CLICCA SUBITO PER IL PREZZO 👉

Shea Moisture è uno shampoo a base di burro di karitè completamente privo di solfati. Il suo utilizzo è particolarmente indicato per chi ha capelli ricci: li idrata a fondo e li rende morbidi e facili da mettere in piega.

Questo prodotto ad alta efficacia contiene un’elevata percentuale di burro di karitè puro, olio di Argan e alga.

Questo mix vincente ripara i capelli danneggiati e ammorbidisce anche le chiome diventate ispide, trattate o danneggiate. È biologico e non contiene alcuna percentuale di solfati, parabeni né sostanze a base di silicone.

Lo shampoo Shea Moisture deterge in profondità ma delicatamente i capelli rendendoli più elastici, morbidi e li idrata alla perfezione.

Shea Moisture è uno shampoo di alta gamma caratterizzato da un profumo persistente e piacevole da sentire. Ha un’elevata concentrazione di sostanze idratanti e toglie l’effetto crespo già dal primo utilizzo.

La sua formula è stata realizzata pensando sull’esperienza della tradizione africana e riesce a rendere i capelli ricci luminosi, facili da districare e particolarmente morbidi.

Non ha particolari controindicazioni nel suo utilizzo e può essere adoperato anche da chi ha un’epidermide particolarmente delicata o sensibile, facilmente irritabile.



3. Faith in Nature – 100% componenti naturali

Faith in Nature limone & Tea Tree gel...

CLICCA SUBITO PER IL PREZZO 👉

Faith in Nature è uno shampoo che contiene esclusivamente componenti naturali e può essere adoperato proprio da tutti.

Riduce la produzione di sebo per chi una capelli particolarmente grassi e rinforza quelli fragili, ha un effetto ammorbidente naturale su quelli secchi e danneggiati e previene attivamente l’insorgenza della forfora.

È un prodotto particolarmente concentrato e basta adoperarne poco ad ogni lavaggio per ottenere sempre ottimi risultati.

Faith in Nature non contiene parabeni né SLS. Al suo interno sono presenti oli essenziali estratti da piante coltivate biologicamente abbinati a estratti di piante benefiche per i capelli e il cuoio capelluto.

Questo shampoo viene proposto in diverse combinazioni di profumazione come arancio e pompelmo che ha un effetto tonificante o noce di cocco per avere una profonda idratazione.

Ottima anche l’abbinata limone e curcuma che riesce a illuminare i nuovo anche le chiome più opache.
Il brand Faith in Nature offre una gamma completa di shampoo privi di solfati, parabeni e siliconi.

Proteggono e detergono i capelli con delicatezza senza sfruttare le caratteristiche delle sostanze pericolose per la salute e l’ambiente lasciando i capelli a lungo puliti, profumati e non fanno correre il rischio di ritrovarsi con fastidiose dermatiti con cui fare i conti.



4. Kérastase Discipline Bain Fluidealiste Sulfate free

KERASTASE Discipline Bain Fluidealiste...

CLICCA SUBITO PER IL PREZZO 👉

Lo shampoo Kérastase Discipline Bain Fluidealiste Sulfate free è un prodotto senza solfati che garantisce in ogni circostanza risultati professionali.

È formulato appositamente per lavare e poi modellare i capelli indisciplinati sia sottili che spessi. Offre un effetto morbidezza sorprendente e una grande lucentezza dei capelli in virtù delle proprietà ella ceramide, i polimeri surphale morphinf e il polimero cationico.

L’effetto liscio seta è garantito fin dal primo lavaggio e i capelli risulteranno perfettamente districati. È consigliato anche come shampoo post trattamento alla cheratina.

Il suo maggior pregio è l’effetto lisciante che rende i capelli morbidi al tatto, lucidi e setosi.



5. Alkemilla K-Hair

Styling Mousse Capelli Ricci 150 ml -...

CLICCA SUBITO PER IL PREZZO 👉

Alkemilla K-Hair è considerato a ragione uno dei migliori shampoo attualmente in commercio privo di solfati e completamente biologico.

Al suo interno sono presenti le proteine della soia che aiutano a proteggere i capelli. Gli estratti biologici di avena, girasole, mandorle e avena donano lucentezza e morbidezza anche ai capelli più spenti e ispidi.

Questo shampoo privo di solfati è delicato sui capelli e sulla pelle. Ha un profumo naturale particolarmente piacevole e può essere adoperato senza controindicazioni ogni singolo giorno.

Il suo frequente utilizzo migliora la qualità dei capelli dandogli leggerezza e volume. L’aspetto della schiuma risulterà visibilmente migliorata dopo poche applicazioni.

Alkemilla K-Hair è uno shampoo particolarmente efficace e concentrato. Ne bastano poche gocce per lavare in profondità anche i capelli più lunghi.

Riassumendo, questo shampoo biologico completamente privo di sostanze tossiche, rende i capelli più sani e forti.

Migliora il loro impatto estetico fin dalle prime applicazioni e ha una leggera fragranza al cocco che persiste per l’intera giornata.

Ha un costo non trascurabile ma vale la pena sottolineare che ne basta veramente una piccola quantità per lavare i capelli in modo efficace.



6. Omia Fisio Shampoo Eco-bio Aloe vera

Omia, Fisio Shampoo Eco Bio con Aloe...

CLICCA SUBITO PER IL PREZZO 👉

Il prodotto Omia Fisio Shampoo Eco-bio Aloe vera è uno shampoo particolarmente economico privo di sostanze dannose e solfati. È ottimo da adoperare per chi ha i capelli secchi.

Li rigenera a ogni lavaggio e lenisce eventuali pruriti causati dal cuoio capelluto irritato. Ha un buon effetto idratante ed equilibra la produzione di sebo.

L’ingrediente base di questo shampoo è il gel di aloe vera che riesce a ripristinare in poco tempo la naturale idratazione dei capelli.

Il suo utilizzo è consigliato a tutti e può essere adoperato frequentemente senza andare incontro a particolari problematiche.

Mantiene i capelli puliti a lungo rendendoli leggeri e morbidi. Adoperandolo sotto la doccia crea una leggera schiuma ed evita l’insorgenza di irritazioni sulla pelle non avendo al suo interno componenti dannose per l’epidermide come gli SLS e SLES.



7. L’Oréal Paris Elvive Low Shampoo

L'Oréal Paris Shampoo Antigiallo Color...

CLICCA SUBITO PER IL PREZZO 👉

L’Oréal Paris Elvive Low è lo shampoo del noto brand formulato appositamente per i capelli colorati e secchi.

Non contiene solfati ed è a tutti gli effetti un’efficace crema lavante che non aggredisce il cuoio capelluto né la chioma. Assicura un efficace effetto anti crespo e nutre in profondità i capelli rendendolo soffici e lucidi..

Esistono due versioni di questo shampoo: l’Olio Straordinario che viene addizionato a sei preziosi oli estratti da fiori dedicato ai capelli ricci e Color Vive, uno shampoo che contiene semi di lino ed efficaci filtri UVA/UVB per proteggere i capelli anche nelle situazioni più estreme.

L’Oréal Paris Elvive Low Shampoo regala ai capelli un aspetto sempre ordinato e leggero. Li mantiene puliti più a lungo.

È un prodotto particolarmente delicato e nutre in profondità senza lasciare alcun residuo. Offre la massima protezione per i capelli fragili o trattati rendendoli belli da vedere e ben districati.


Domande Frequenti

I solfati: cosa sono e a cosa servono

I solfati sono considerati tensioattivi e sono i principali responsabili della formazione della schiuma che produce ogni prodotto lavante come gli shampoo, i bagnoschiuma e i saponi sia per la persona che per i panni o i piatti.

Negli shampoo tradizionali compaiono sempre fra i primi ingredienti nelle etichette e si riconoscono per i loro nomi: Sodium Lauryl Lauret Sulphate oppure Sodio Lauril Solfato.

È vero che hanno un’efficace azione pulente visto il suo potere di attrarre sostanze untuose, residui di sporco e acqua ma sono particolarmente aggressivi.

Il loro ripetuto uso protratto nel tempo può irritare la pelle soprattutto se di per sé è già molto delicata e inquinano l’ambiente in modo importante. Nei soggetti più sensibili i solfati possono creare reazioni avverse importanti.

Ecco perché nonostante la loro azione efficace e il loro costo irrisorio andrebbero evitati.


I solfati sono pericolosi per la nostra salute?

È bene sottolineare che i solfati non hanno effetti cancerogeni né costituiscono un grave pericolo per la salute se adoperati nei prodotti cosmetici entro le dosi consigliate.

Sono però molto irritanti e possono provocare reazioni allergiche in soggetti particolarmente sensibili. Meglio evitarli se si ha un cuoio capelluto irritabile oppure se si hanno capelli secchi e danneggiati.

Queste sostanze inoltre non hanno un impatto ambientale basso e quindi sarebbe meglio evitarli a prescindere per aiutare a mantenere i delicatissimi equilibri del nostro pianeta sempre più a rischio.


Shampoo senza solfati e shampoo tradizionale

Negli shampoo tradizionali i solfati non mancano mai. Sono sostanze efficaci, semplici da reperire e molto economiche.

Vengono adoperate in larga scala per consentire al prodotto in questione di lavare bene i capelli. La differenza però fra uno shampoo tradizionale e uno privo di solfati è notevole.

Quelli privi di solfati sono più concentrati e non provocano la secchezza dei capelli o fastidiosi pruriti e irritazioni.

Non producono schiuma durante il loro utilizzo ma lavano comunque in modo ottimale i capelli delicatamente con la medesima efficacia degli shampoo tradizionali.

È sufficiente adoperare a ogni lavaggio un quantitativo minimo di prodotto per ottenere comunque risultati eccellenti. Gli shampoo senza solfati possono essere usati da soli, senza ricorrere poi all’applicazione del balsamo. Infatti dopo il lavaggio i capelli risulteranno ben districati e morbidi.


I benefici degli shampoo privi di solfati

Gli shampoo senza solfati possono essere utilizzati quotidianamente e sostituiscono in modo eccellente anche il balsamo.

Hanno un effetto lenitivo e altamente rigenerante. Proteggono i capelli in modo ottimale e riescono a mantenere la colorazione artificiale.

Questi shampoo sono ricchi di proteine, oli naturali spesso di origine biologica e una percentuale importante di vitamine preziose per i capelli.

Non contengono nemmeno sostanze siliconiche o di derivazione chimica come i parabeni e sono innocui sia per la pelle che per l’ambiente.

Sono delicati a contatto con la pelle e non provocano l’insorgenza di dermatiti o fastidiose allergie. Il loro utilizzo costante favorisce la produzione naturale di cheratina rinforzando così ogni singolo capello.

Riescono a dare luminosità alla chioma definendo in modo impeccabile i capelli mossi o ricci. Gli shampoo di questo tipo prevengono l’insorgenza della forfora.


Gli svantaggi

A fronte di numerosi vantaggi, gli shampoo senza solfati presentano anche qualche svantaggio che vale la pena citare.

Se i capelli da lavare sono particolarmente grassi, potrebbero non riuscire a rimuovere efficacemente tutto il sebo presente lasciandoli leggermente unti.

Non elimina le sostanze siliconiche presenti sui capelli, lasciate come residuo da schiume modellanti, da precedenti lavaggi o maschere.

Rispetto agli shampoo tradizionali, questi hanno un costo maggiore anche se poi per il lavaggio dei capelli se ne adoperano quantità inferiori perché sono decisamente più concentrati.


Come scegliere lo shampoo privo di solfati

Per scegliere uno shampoo di qualità che non contenga solfati e altre sostanze chimiche che possono provocare irritazioni, è indispensabile leggere con attenzione gli ingredienti che per legge vengono riportati in etichetta.

Se già non sono elencati i solfati negli ingredienti è una buona cosa ma non dovranno contenere nemmeno siliconi talvolta menzionati come dimethicone, parabeni, lanolina, coloranti di sintesi e cloruro di sodio.

Controllate che la formulazione contenga proteine, estratti naturali e oli come quelli di argan e di cocco che sono altamente idratanti e ammorbidenti.

Lo shampoo dovrà inoltre fornire un valido apporto di vitamine differenti che abitualmente vengono riportate in etichetta come punto di forza del prodotto scelto.


Scegliere in base ai propri capelli

I capelli non sono certo tutti uguali e ciascuno dovrà scegliere uno shampoo senza solfati più adeguato a soddisfare al meglio le proprie necessità.

Gli shampoo privi di solfati per i capelli grassi contengono quasi sempre argille ed estratti di agrumi. Hanno una forte azione sebo regolatrice e riequilibrano il cuoio capelluto.

Mantengono i capelli puliti a lungo idratandoli in profondità e rendendoli particolarmente elastici.

Invece, gli shampoo senza solfati ideali per chi ha capelli molto secchi, contengono un’elevata percentuale di elementi nutrienti e idratanti.

Nella loro formulazione spesso è presente l’aloe vera e l’acido ialuronico. Entrambi hanno sui capelli un’azione rivitalizzante che consente al capello ri riconquistare il vigore perduto per tornare ad essere elastici, forti e facili da districare.

Esistono anche shampoo senza sostanze di sintesi per disciplinare i capelli crespi e ricci, a base di ingredienti particolarmente idratanti che riescono a definire i ricci contrastando attivamente l’effetto crespo.

Hanno una formulazione a base di oli essenziali biologici di argan e di cocco. Sono facili da reperire in commercio ma hanno un costo superiore agli shampoo tradizionali contenenti sostanze schiumogene.

Gli shampoo per i capelli colorati riescono invece a mantenere la colorazione senza farla sbiadire lavaggio dopo lavaggio.

I saponi tradizionali spengono i riflessi e rendono i capelli poco districabili. Quelli senza solfati invece ravvivano la colorazione mantenendo nel tempo una colorazione piena e sempre bella da sfoggiare.

Esistono anche shampoo appositi per i capelli che si tendono a rompere, danneggiati e particolarmente fragili.

Stimolano la produzione di cheratina mediante un efficace mix di proteine e vitamine di qualità. Riescono a rendere i capelli corposi forti e riducono la possibilità di rottura nonché la loro caduta.


Come utilizzare correttamente lo shampoo senza solfati

Lo shampoo senza solfati è molto più concentrato rispetto a uno tradizionale. Non produce schiuma durante il suo utilizzo e questa sua peculiarità può sembrare anomala perlomeno durante i primi utilizzi.

Il suo effetto non schiumogeno però non ha niente a che fare con la sua efficacia. È molto delicato sulla pelle ma riesce a pulire i capelli e il cuoio capelluto in profondità.

Per adoperarlo in modo corretto bisogna prima diluirlo con poca acqua e poi applicarlo sopra i capelli partendo dal capo e andando verso le punte.

Massaggiatelo a lungo prima sulla cute e poi scendete verso il basso. Mantenetelo in posa sui capelli precedentemente bagnati per almeno tre minuti o quattro.

Per ottenere il migliore dei risultati possibili, sciacquate i capelli con acqua tiepida districando con le dita o, meglio ancora, con un pettine a denti larghi i capelli.

Dopo i primi due o tre shampoo potreste notare i capelli un po’ secchi ma non preoccupatevi. In pratica la chioma ha bisogno di qualche applicazione per mandar via le sostanze rimaste dai precedenti lavaggi con shampoo tradizionale.

Gradualmente vedrete che la luminosità dei capelli migliorerà visibilmente e riacquisteranno un vigore che credevate oramai perduto per sempre.


Come riconoscere i solfati negli shampoo

Per riconoscere la presenza o meno dei solfati negli shampoo ma anche negli altri prodotto detergenti per la cura della persona o della casa, è indispensabile avere chiaro come possano essere indicati in etichetta.

Spesso potreste trovarvi dinnanzi alla citazione di Iaurilsolfato di sodio, SLS o sodium laurel sulfate. Si tratta di un prodotto dell’industria chimica che qualche produttore poco chiaro e onesto potrebbe indicare come estratto dall’olio di cocco.

È un elemento che viene adoperato nei prodotti più costosi ma è un prodotti di sintesi, spesso fonte di irritazioni della pelle nei soggetti più sensibili.

C’è anche il lauril solfato di ammonio, ALS o ammonium laureth sulfate oppure ALES che ha ottime proprietà come purificante, sgrassante e detergente.

Viene inserito nei prodotti più a buon mercato e più in alto si trova sulla lista degli ingredienti, maggiore sarà la sua percentuale contenuta nel prodotto acquistato.

È una sostanza di sinesi presente anche nei dentifrici e in altri prodotti cosmetici. Non è altro che una tipologia di solfato ad alto impatto ambientale che talvolta possono provocare allergie e forti irritazioni.

Se volete dunque acquistare uno shampoo di ottima qualità che non abbia alcuna controindicazione nel suo utilizzo, leggete sempre con molta attenzione gli ingredienti riportati in etichetta per effettuare poi una scelta consapevole e ben ponderata in base alle vostre specifiche esigenze.

Vero è che gli shampoo senza solfati costano di più di quelli tradizionali ma inquinano molto meno e possono essere adoperati quotidianamente senza alcun tipo di problema.

Non favoriscono l’iper produzione di sebo e lasciano i capelli morbidi, puliti e ben nutriti per più giorni di seguito.

Inoltre basta l’uso di poco prodotto per ogni lavaggio rispetto agli shampoo tradizionali che sono molto meno concentrati e più acquosi.

Ultimo aggiornamento 2022-03-05 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Pro Contro