Come Tagliarsi i Capelli da Soli?

Tagliarsi i capelli da soli può sembrare un’impresa impossibile ma non è affatto così. Sicuramente all’inizio è una cosa che può spaventare ma poi, prendendoci la mano, si riescono a fare tagli perfetti in piena autonomia senza dover andare ogni volta dal parrucchiere per cambiare acconciatura o semplicemente farsi spuntare i capelli.

Vediamo assieme tutto ciò che occorre per iniziare a sistemarsi la chioma da soli in modo semplice ma curato e professionale.

Come faccio a tagliarmi i capelli da solo?

Prima di iniziare a tagliarsi i capelli a casa con le proprie mani, è necessario procurarsi alcuni strumenti base indispensabili. Cominciamo dalle forbici. Devono essere piccole e dotate di lame molto affilate: serviranno per tagliare i capelli con precisione. Meglio avere anche un altro paio con pettine integrato, particolarmente utili per diradare e sfilare.



Il pettine migliore è quello spesso che districa meglio i nodi e può servire per dividere i capelli in ciocche mentre si esegue il taglio. Vanno bene sia i pettini in legno che quelli in plastica. Anche in questo caso è necessario dotarsi di due pettini: un con denti stretti da utilizzare durante il taglio e un altro paio con denti più grandi e radi per districare i capelli.

Per raccogliere e tener ferme le ciocche, servono le mollette e gli elastici da usare per effettuare alcuni passaggi come quelli effettuati per eseguire i tagli scalati. Per i tagli maschili serve anche il rasoio elettrico da impiegare per le sfumature e ripulire la zona del collo.

Altro oggetto indispensabile sono gli specchi. Ne servono almeno due: uno fisso grande per potersi vedere bene e l’altro piccolo e mobile per osservare i lati della testa prima, durante e dopo il taglio.

Se lo scopo del taglio è quello di ridurre la lunghezza, è meglio bagnarsi prima i capelli. Chi ha i capelli lisci, può bastare inumidirli leggermente mentre se si ha a che fare con una chioma riccia, la faccenda è un po’ diversa.

Ci sono due possibilità: si possono accorciare da asciutti ma se si vuole effettuare un taglio più importante, è buona norma bagnarli bene. Ricordate però che i capelli umidi tendono ad allungarsi molto. Quando scegliete il taglio, ricordatevi che una volta asciutti si accorceranno un po’.


Come si fa a spuntare i capelli?

Se volete spuntare i capelli da soli passando da un taglio lungo a uno medio arrivando a un long bob, bisogna iniziare con le legature delle ciocche. Con il pettine dividete i capelli mediante la riga centrale sulla testa e mettete le due ciocche sulle spalle. Legatele con un elastico nel punto in cui volete tagliarle.

Prima di procedere con le forbici, assicuratevi che le altezze degli elastici siano identiche altrimenti avrete metà capelli più lunghi dell’altra metà.


Chi desidera ottenere un taglio lungo davanti e più corto dietro, deve tirare i capelli dietro le orecchie mentre per ottenere un caschetto pari, questo passaggio deve essere saltato.
Tagliate i capelli al di sotto del secondo elastico con forbici ben affilate.

Per poi ottenere un effetto più naturale, asciugate bene i capelli con un phon e, utilizzando un pettine che segnali il limite da non oltrepassare con il taglio, sfilate accuratamente le punte.

Chi invece desidera rimuovere solamente le doppie punte, avrà meno lavoro da fare. Basterà dividere in ciocche i capelli ed eventualmente tenerle ferme con delle mollette. Dopo averci passato il pettine, le punte vanno tenute ferme fra le dita e, tenendo le forbici in verticale, eseguire dei tagli rapidi e casuali. Così facendo si otterrà un taglio non troppo statico e geometrico.

Come si fa un taglio di capelli scalato?

Prima di iniziare a fare un taglio di capelli scalato, la chioma deve essere preparata in modo adeguato. Dopo aver lavato i capelli, asciugateli bene perché in questo caso, lavorare con i capelli umidi, è molto complicato. Scegliete un pettine che abbia i denti larghi e districate ogni nodo in maniera accurata.

Raccogliete con le mani i capelli nella parte più alta della testa. Per facilitarvi nell’operazione, mettetevi a testa in giù e pettinate i capelli in avanti. Legate la coda di cavallo con un elastico e poi tornate nella posizione abituale. Assicuratevi che i capelli più a contatto con il capo siano ben lisciati perché ogni groviglio porterebbe a un taglio tutt’altro che uniforme.

Spostate delicatamente l’elastico verso la parte terminale del ciuffo fino ad arrivare a poca distanza dall’estremità.
Se volete solo scalare i capelli, rimanete un centimetro o due dal termine dei capelli altrimenti lasciate più centimetri liberi se volete anche accorciare la lunghezza.

Tenete ben fermi i capelli per evitare che durante il taglio si sciolgano o si muovano e poi procedete a tagliarli con le forbici da parrucchiere ben affilate. Scompigliate la chioma con le mani e il taglio, se eseguito come indicato fino al momento, sarà perfetto.


Per ottenere una scalatura regolare, il taglio deve essere effettuato dritto e non in modo obliqu
Guardatevi allo specchio sia davanti che dietro, aiutandovi con un più piccolo portatile e assicuratevi di aver fatto un buon lavoro.

Un’altra opzione sarebbe quella di utilizzare un arricciacapelli.


Come si tagliano i capelli con la macchinetta?

Prima di iniziare a effettuare un taglio maschile pulito e ben rifinito, è importante rimuovere tutti i peli che fuoriescono dalla pettinatura composta. Si inizia a rimuovere i peli sul collo, la zona attorno alle orecchie e le basette.

Per fare questa operazione si deve utilizzare il rasoio elettrico che permette di ottenere un taglio ben definito della lunghezza desiderata con estrema facilità.

Per pulire la nuca, adoperate un punto di riferimento che può essere l’orecchio. Impostate il rasoio sulla misura più corta e passatelo nella zona interessata dal basso verso l’alto eliminando tutti i capelli in più.

Successivamente potete passare a effettuare uno sfumato laterale. Per fare questa operazione di taglio, prima si pettinano i capelli seguendo la loro direzione e forma naturale e poi è necessario regolare il rasoio alla giusta lunghezza.

Per un taglio impeccabile, è meglio tracciare una linea che faccia da guida con il rasoio, iniziando dai lati della testa. Dopo averla sfumata con il rasoio regolato sulla misura superiore, si procede seguendo la linea fino a raggiungere le tempie. In questo modo si ottiene uno sfumato su tutta la superficie della testa.

Per evitare di sbagliare, si può tracciare una linea intermedia fra le tempie e la prima traccia.
A questo punto occorre adoperare le forbici. Con il pettine a denti stretti oppure con l’aiuto delle dita, si sollevano i capelli più lunghi rimasti attorno alle orecchie. Tenendo le forbici parallelamente al pettine, si procede con il taglio che dovrà essere lo stesso su entrambi i lati della testa.

Meglio non tirare troppo i capelli per ottenere un effetto decisamente più naturale.
Controllare spesso lo specchio mentre si effettua il lavoro, evita di fare grandi errori. Per sfumare la parte superiore della testa, è meglio sollevare col pettine una sola ciocca alla volta. In questo modo anche sbagliando, si sbaglia su una sola ciocca e l’errore sarà trascurabile.

Alcuni parrucchieri hanno l’abitudine di tagliare una ciocca al centro dell’attaccatura per adoperare quella lunghezza proprio come punto di partenza per sistemare il resto della testa.


Come tagliare i capelli da sola dietro

Per imparare a tagliare i capelli da sole dietro ottenendo un effetto scalato oppure pari, ci vuole un po’ di pratica ma seguendo questi consigli, già dal primo tentativo otterrete un buon risultato.

Anche in questo caso è fondamentale avere un paio di forbici professionali ben affilate. Le forbici che abitualmente sono già presenti in casa non sono così affilate e possono sfilacciare i capelli creando delle brutte doppie punte.

Ne potete acquistare un paio appositamente presso i negozi che vendono articoli per parrucchieri oppure nei siti di e-commerce dedicati ai prodotti per i capelli. Ce ne sono di più o meno costose ma per iniziare bastano forbici di qualità a un costo medio.

Lavate bene i capelli e poi, ancora bagnati, pettinateli accuratamente districando ogni singolo nodo. Se la vostra chioma si asciuga da sola rapidamente, procuratevi uno spruzzino riempito di acqua da adoperare all’occorrenza. I capelli dovranno mantenersi bagnati dall’inizio alla fine del taglio.

Chi ha tanti capelli li deve dividere a metà, creando un ciuffo superiore e uno inferiore. Quello superiore deve essere fermato con delle mollette sul capo mentre la parte sotto va suddivisa in due ciocche da portare avanti: una sulla destra e una sulla spalla sinistra.

Tenete una ciocca fra le dita e fatele scorrere fino al punto in cui desiderate tagliare. A questo punto iniziate a effettuare il taglio al di sotto delle dita. Procedete nello stesso modo con la ciocca posizionata dalla parte opposta assicurandovi che abbia la stessa lunghezza di quella appena sistemata.

Sciogliete il ciuffo superiore, dividetelo in due ciocche nello stesso modo descritto prima e procedete con il taglio che deve essere più corto rispetto a quello appena fatto.

A questo punto avrete ottenuto un taglio perfetto o quasi. Asciugate i capelli e se lo desiderate, potete sfilare le punte per ottenere un effetto più naturale.

Pro Contro