i 5 Migliori Umidificatori a Ultrasuoni Efficaci (Guida 2018)

Salve,
Sono Antonella.

Molti di voi avranno sentito parlare di umidificatori a ultrasuoni.

Ma sapete esattamente cosa sono e a che servono?

Io ho due bambini piccoli e mi sono sempre preoccupata della qualità dell’aria che respiravano in casa. Ho sempre avuto come la sensazione che quella presente in casa mia per varii motivi strutturali e dell’ambiente intorno fosse molto secca e difficile da inalare, la differenza reale però ho potuto apprezzarla solo con l’acquisto di un umidificatore.

E’ stato come passare dalla notte al giorno.

Un caro amico medico ha saputo consigliarmi i migliori umidificatori a ultrasuoni, esponendomi tutti i vantaggi che questa tecnologia ha rispetto a quelli tradizionali.

Adesso sono praticamente diventata esperta di questo mondo, ho così deciso di redarre una guida con le mie opinioni e recensioni riguardanti tutti i migliori modelli presenti sul mercato.

Gli umidificatori a ultrasuoni fanno male?

Nella maggior parte dei casi, gli umidificatori a ultrasuoni sono sicuri e non comportano rischi per la salute. Le frequenze ultrasoniche infatti che generano non sono pericolose per gli umani e non costituiscono nessun pericolo per la loro salute, nemmeno per quella dei più piccoli.
Comunque dato che non utilizzano il calore per nebulizzare l’acqua, gli agenti contaminanti dell’acqua potrebbero essere dispersi nell’aria e quindi respirati.
La soluzione è semplicissima, basterà utilizzare solo acqua distillata e ricordare di pulire il filtro regolarmente.

I migliori umidificatori a ultrasuoni 2018

1. TaoTronics, il mio preferito

Ecco qui l’umidificatore che attualmente uso a casa mia e probabilmente uno dei migliori presenti attualmente sul mercato. E’ silenziosissimo e questa sua peculiarità permette di utilizzarlo di notte nella camera in cui dormono i bambini senza nessun pericolo di svegliarli.
Io ho due bambini con un sonno molto leggero e questo dispositivo mi ha aiutato a rendere più salubre la stanza in cui giocano e dormono senza però rischiare di svegliarli come succedeva con altri modelli nel passato.

Lavora a ben tre livelli differenti di emissione, ha una tanica capiente che dura per diverse ore, il filtro e un display molto facile da leggere e da utilizzare.

Una funzionalità interessante è lo ionizzatore, che però è disinseribile a proprio piacimento.
Questo serve per caricare l’aria di ioni negativi che si legano alle particelle di polvere e le fanno depositare invece di tenerle in sospensione, in questo modo non si corre il rischio di respirarle, un’ottima idea per migliorare ancora di più le caratteristiche già salubri dell’umidificatore tradizionale.

Se viene messo in modalità notturna la luce blu come per magia si spegne, questo serve a non disturbare il sonno in una stanza che si usa per dormire, ottima opzione che utilizzo sempre.

Quando invece la luce blu è accesa, durante il giorno, fa risaltare il livello dell’acqua, in questo modo si può consultare e verificare immediatamente quanto manchi all’esaurimento di quest’ultima ed eventualmente prepararsi a sostituirla.

Durante le attività del giorno non si sente nessunissimo rumore proveniente da questo dispositivo, mentre durante la notte, se c’è silenzio totale, capita di avvertire un leggerissimo e quasi inudibile ronzio, ma posso assicurarvi che non da fastidio a nessuno, è qualcosa a cui ci si abitua immediatamente e si arriva presto a non sentirlo, perché si sa i rumori costanti e sordi che si sentono durante il giorno vengono incamerati dalla mente come parte del silenzio di sottofondo dell’ambiente circostante, fino a mimetizzarsi con questo e non risultare avvertibili.

Il beccuccio può essere facilmente ruotato di 360 gradi per poter dirigere tutto il vapore nella direzione che si preferisce.

E’ possibile impostare un timer per lo spegnimento quando meglio si desidera, ad esempio se ci si prepara ad uscire di casa si può programmare la fine delle operazioni dell’umidificatore di lì a poche ore, risparmiando in questo modo acqua ed energia elettrica.

Il timer è facilissimo da programmare e in pochi secondi si verrà a capo del suo funzionamento, anche mio marito che è tecnologicamente impedito (ebbene sì, sono io la nerd della coppia), riesce ad utilizzarlo senza alcun problema.

Il consumo è limitato e si avverte sin da subito un innalzamento dell’umidità dell’aria.

Una cosa che non mi è piaciuta di questo prodotto è che si imposta il livello di umidità desiderato, una volta che è stato raggiunto all’interno della stanza questo si spegne automaticamente.
Basta però che il livello si abbassi leggermente per far riattivare da capo l’umidificatore, avrei preferito una maggior tolleranza, perché in questo modo si assiste sempre a un vero e proprio accendi e spegni continuo. Chiaramente come dicevo sopra trattandosi di un dispositivo molto silenzioso questo non è un problema, non da fastidio, però a volte questo attacca/stacca mi sembra un po’ senza senso.

Pro
Silenziosissimo
Purificare l’aria come nessun altro modello

Contro
La tanica tende a staccarsi dalla base quando lo si sposta
pulsanti un po’ scomodi

2. Philips AC4080/10 purificatore e umidificatore di alta classe

Eccoci davanti ad un prodotto di enorme qualità, dotato di un design avveniristico, perfetto se intendiamo integrarlo all’interno di abitazioni ultramoderne, ma che si adatta facilmente anche a contesti classici, un vero e proprio jolly estetico.

La tecnologia di filtraggio è quella avanzatissima Vitashield IPS, capace di igienizzare al 99,99% l’aria uccidendo tutti i batteri e i virus presenti. Un prodotto quindi ideale per chiunque conviva con anziani o bimbi piccoli.

La Philips è una casa che ha donato grandissimi prodotti nei passati decenni, e anche questa volta tiene fede al suo blasone, questo dispositivo umidificante infatti è dotato di un sensore di qualità dell’aria sviluppato da laboratori giapponesi, che permette di monitorare accuratamente l’aria con una precisione scientifica.

E’ silenziosissimo, non ci si accorge praticamente quando è in funzione, specie durante il giorno. Il consumo è anche molto limitato, viaggiamo sui 30Watt.
Nelle ore notturne è inoltre possibile posizionarlo in modalità silenziosa di modo da essere ancora meno invasivo e poterlo utilizzare senza problemi nelle stanze in cui si dorme. Molto comodo.

C’è una funzione molto intelligente che avvisa quando il filtro andrà sostituito, e in quello stesso momento verrano automaticamente bloccate le funzioni di purificatore d’aria, evitando in questo modo che nell’aria vadano a finire batteri bloccati nel filtro.

Perfetto per chi vive in famiglie in cui ci sono molti elementi sofferenti di allergie varie.
Utilizzando tutti i giorni questo dispositivo infatti i sintomi delle allergie tenderanno col tempo a scomparire o quantomeno a ridursi di intensità. Un vero e proprio toccasana quindi.

L’accensione non può essere programmata, ma in cambio c’è un comodo timer che permetterà di decidere in quale momento debba avvenire lo spegnimento.
Ottimo per chi ad esempio deve recarsi a lavoro e vuole umidificare l’ambiente casalingo, ma non può essere vicino al dispositivo per spegnerlo a lavoro finito, basterà fare due calcoli e impostare il timer di conseguenza.

Il consumo è di massimo 60W, quindi non graverà in alcun modo sulla propria bolletta della luce.

Altra funzione importantissima è la possibilità di indicare la concentrazione di PM nell’aria.
Basterà posizionarlo accanto alla finestra, una volta che avrà compiuto il suo ciclo naturale di pulizia dell’aria durante tutto il corso della notte, quando sarà mattina e si andranno ad aprire le finestre la concentrazione del PM salirà, per poi riabbassarsi una volta che la finestra sarà serrata.

Utilizza un unico filtro avanzato come quello presente all’interno dei normalissimi condizionatori di casa, quindi basterà lavarlo sotto l’acqua, sono inoltre presenti due ulteriori filtri che andranno invece sostituiti del tutto quando sporchi. Ma non preoccupatevi perché ad avvisarvi provvederà direttamente il Philips AC4080/10.

Il filtro lavabile va lavato una volta al mese, mentre gli altri due hanno in media una durata di 6 mesi, quindi non si dovranno affrontare troppi grattacapi per poter garantire un funzionamento al 100% anche negli anni a venire.

Pro
Silenzio
Blocco automatico per evitare di inquinare l’aria quando il filtro è da sostituire
Scarso consumo elettrico

Contro
Nessuno

3. Levoit HEPA, piccolo per ambienti piccoli

Questo Levoit è un prodotto di ottima costruzione, dal design interessante, bello da vedere all’interno della casa, non invasivo.

Anche questo molto silenzioso, all’interno di questa guida infatti il minimo comun denominatore che ho cercato di seguire è stata proprio la mancanza di rumori molesti durante l’utilizzo.
In casa durante le ore notturne di silenzio assoluto capiterà di avvertirne il rumore leggermente, anche all minima velocità, ma niente che impedisca di dormire o che possa turbare la concentrazione.

Ricordiamo infatti che i suoni costanti non sono fastidiosi come quelli ad impulso, pensate ad esempio al ticchettio di un orologio in una stanza, dopo qualche ora che ci vivete all’interno smetterete automaticamente di sentirlo, e sarà come essere in presenza del silenzio assoluto.

Manca purtroppo il mantenimento in memoria della velocità impostata quando il dispositivo viene spento e poi riacceso. Quando si riaccende infatti indipendentemente dalla velocità impostata prima si ripartirà sempre dal livello 2.

E’ un purificatore e umidificatore dalle dimensioni più ridotte rispetto agli altri.

Dotato di 3 Filtri e tecnologia HEPA, capace di filtrare quasi il 100% di polveri, particelle dannose per la salute, muffe e fumo.

Il consumo è di soli 25W e il rumore è inferiore ai 50dB.

Dotato come gli altri di una comodissima funzione notturna, per abbassare la luminosità del led e ridurre in questo modo la luce del prodotto all’interno della stanza.

L’unica pecca è che non può essere utilizzato in grandi stanze, infatti non riesce a coprire grandi superfici, un vero peccato perché altrimenti sarebbe un ottimo prodotto.

La garanzia è di 2 anni ed è assicurata dalla qualità dell’assistenza Levoit.

Pro
Piccolo e trasportabile
Basso consumo

Contro
Non può umidificare grandi stanze

4. Breathe Fresh

Un’ottima alternativa a lasciare la finestra aperta per cambiare l’aria.
Con questo sistema infatti sarà possibile purificare la propria stanza in pochi minuti.

Il prodotto della Breathe Fresh è molto silenzioso, anche se tende a diventare più rumoroso mano mano che il filtro si sporca, per poi tornare silenziosissimo una volta ripulito questo.

Il Breathe Fresh come il Levoit è da preferire per ambienti piccoli, o comunque non eccessivamente grandi, altrimenti risulterà poco funzionale.

E’ dotato di tecnologia con ioni negativi, e permette di sfruttare le capacità elettrostatiche per bloccare le particelle di sporco che andrebbero in alternativa respirate provocando gravissimi problemi, soprattutto a coloro che soffrono di asma o altre malattie del cavo respiratorio.
Questo dispositivo è anche ottimo per rimuovere muffa all’interno di stanze, oppure odori sgradevoli e allergeni vari.

E’ anche predisposto per utilizzare la preziosa tecnologia a luce ultravioletta, che permette di combattere tutti i virus presenti nell’aria, inclusi germi e batteri portatori di gravi patologie.

Per quanto riguarda la pulizia si consiglia di pulire l’asta con un panno umido e lasciarla poi asciugare senza intervenire direttamente con altri oggetti.

Il consumo è uno dei più bassi in assoluto, ci aggiriamo infatti sui 14W, a differenza di altri modelli e marche però non c’è in questo caso bisogno di nessuna manutenzione sui filtri, bensì solo sull’asta elettrostatica, che andrà pulita per rimuovere i residui del processo di ionizzazione.

Pro
Bassissimo consumo
Piccole dimensioni

Contro
Usabile solo in ambienti piccoli

5. Klarstein Tramontana, con diffusore d’aromi

Questo è l’umidificatore che usa mia sorella a casa, la peculiarità del Klarstein Tramontana è la straordinaria possibilità di utilizzare degli aromi all’interno del diffusore, di modo da diffondere nell’aria la fragranza da noi favorita mentre al contempo si depura l’aria. Infatti questo umidificatore è altamente performante e riesce a ripulire l’aria di germi, batteri e muffe fino al 98,7%.

Ricco di funzioni, la durata dei filtri è notevole, anche se ovviamente proporzionata alle ore in cui intenderemo utilizzarlo.

Il design è ottimo, il dispositivo si presenta molto poco ingombrante, il che lo rende facilmente posizionabile in qualsiasi angolo della nostra casa. Si integra alla perfezione con l’arredamento.

Il Klarstein Tramontana è dotato nel kit di vendita di una comoda bustina aroma e un telecomando per decidere a distanza delle opzioni di funzionamento, tra cui timer, distanza e velocità.

Il consumo è medio, ovvero di 36W, però relativamente basso rispetto agli altri elettrodomestici di casa, la rumorosità anche è molto limitata.

Il raggio di azione è di 25 metri quadrati, quindi riuscirà ad agire in stanze medie.

Consigliato per chi è in cerca di qualcosa di diverso.

Pro
Telecomando
Ottimo design

Contro
Il manuale non è in italiano

I Pro e i Contro degli umidificatori a ultrasuoni

Con così tante opzioni può essere davvero complicato decidere quale umidificatore acquistare per la propria casa.

Alcuni sono umidificatori tradizionali altri invece equipaggiati con le più moderne tecnologie.

Cominciamo col dire che gli umidificatori a freddo sono molto più sicuri per la salute rispetto quelli a caldo, andremo assieme a scoprire esattamente perché.

Prima di procedere all’acquisto di un umidificatore sarà necessario prendere in considerazione tutti i fattori importanti legati all’utilizzo di questo dispositivo.

Vi interessa di più il prezzo, l’efficacia oppure vivete in casa con bambini?
Una volta che si restringe la lista in base alle proprie esigenze, sarà molto più semplice e immediato individuare a colpo secco il tipo di umidificatore più adatto.

Gli umidificatori si dividono in due grandi categorie: gli umidificatori a caldo e quelli a freddo.

Entrambi sono progettati per purificare l’aria e aumentarne il livello di umidità, ma il principio di funzionamento alla base è molto differente.

Andiamo a vedere adesso quali sono i vantaggi e gli svantaggi per quanto riguarda gli umidificatori a caldo e a freddo.

Umidificatori a Caldo

Questo tipo di umidificatori è pensato per creare un sottile vapore ricavandolo dall’acqua riscaldata.

Dato che questo tipo di umidificatori funziona con acqua calda e non fredda o a temperatura ambiente, può dare adito a muffe e batteri di crescere e svilupparsi nelle parti interne dell’umidificatore stesso.

Questo è il motivo per cui gli umidificatori a caldo sono considerati da alcuni i più salutari presenti sul mercato.
Inoltre sono capaci di raccogliere e utilizzare i preziosi minerali ricavati dal riscaldarsi dell’acqua.
Possono funzionare anche senza sostituire i filtri.
Una tipologia comune di umidificatori a caldo sono quelli a vapore e i vaporizzatori.
I vaporizzatori tendono ad essere salutari perché possono produrre vapore con meno minerali rispetto ad altri umidificatori. Perfetti da utilizzare durante l’inverno.

Umidificatori a freddo

Gli umidificatori a freddo sono strutturati invece per disperdere spray freddo nell’aria.

La nebbia di vapore acqueo viene rilasciata a temperatura ambiente è può far aumentare il livello di umidità in casa.

Ci sono due tipi di umidificatori a freddo: a evaporazione e a ultrasuoni.

Entrambi producono gli stessi risultati ma lavorano in modo molto diverso.

Ad esempio gli umidificatori ad evaporazione aumentano l’umidità per mezzo della ventola e un filtro apposito.
L’acqua viene conservata in una riserva, un contenitore dalla forma di una boccia che scorre in questo filtro, qui è soffiata dalla ventola e trasformata in un vapore acqueo freddo.

Gli umidificatori a ultrasuoni invece usano la tecnologia vibrante per rompere l’acqua in piccolissime particelle che fanno a formare un pulviscolo.
Grazie a questo sistema avanzatissimo i dispositivi ultrasonici sono molto più silenziosi di quelli a evaporazione.
I minerali raccolti e rilasciati negli umidificatori a ultrasuoni possono essere trasformati in “polvere bianca”, che può attaccarsi al mobilio di casa.
Questa polvere non è dannosa per la salute e può essere evitata utilizzando dell’acqua distillata.
Gli umidificatori a freddo sono l’opzione perfetta per umidificare larghe porzioni di una casa o di un edificio.

Pro degli umidificatori a freddo:

Gli umidificatori a freddo richiedono meno energia elettrica per funzionare rispetto quelli a caldo.
Sono ok da usare in case con bambini, e non pericolosi come quelli a freddo.
Sono più economici rispetto quelli a caldo perché non richiedono di elementi di riscaldamento dell’acqua al loro interno.
Possono essere acquistati in versioni molto piccole e trasportabili.

Contro degli umidificatori a freddo:

Quando si utilizzano umidificatori che richiedono una ventola come quelli a evaporazione c’è bisogno di sostituire il filtro regolarmente.
Sia gli umidificatori a freddo che quelli a caldo richiedono una manutenzione regolare per garantirne l’uso ottimale nel tempo.

Pro degli umidificatori a caldo:

Possono riscaldare leggermente una stanza se fa freddo.

Contro degli umidificatori a caldo:

Tendono a dover utilizzare molta più energia elettrica dato che devono produrre di continuo calore.
Non sono raccomandati nelle case con bambini, anche perché l’acqua contenuta al loro interno tenderà ad arrivare a una temperatura quasi di ebollizione, il che li rende un potenziale pericolo per i bambini che potrebbero ustionarsi se decidessero di giocare con il dispositivo.
Richiedono di maggiore manutenzione rispetto agli umidificatori a freddo.
Nota: se si utilizza un umidificatore a caldo in una casa in cui sono presenti dei bambini è buona norma sistemarlo fuori dalla loro portata, ad esempio sopra ad un armadio, o comunque in un luogo molto alto.

Dato il loro getto caldo possono essere scomodi in estate, dato che tenderanno a riscaldare la stanza in cui operano.

Quando la ventola è accesa gli umidificatori a freddo tendono invece a raffreddare leggermente la stanza in cui alloggiano.

Questa potrebbe essere una discriminante per decidere quale tipologia di umidificatore acquistare, se si vive infatti in un clima freddo, potrebbe essere ideale acquistare umidificatori a caldo e viceversa. In Italia dato il clima costantemente mite tranne un paio di mesi all’anno sono sicuramente più consigliati quelli a freddo.

Gli umidificatori a freddo sono di solito utilizzati da individui con asma o forti allergie. L’aria purificata può rendere molto più facile l’inalazione dell’aria da parte di questi soggetti all’interno di contesti domestici.

Gli umidificatori caldi possono essere utilizzati per calmare i sintomi di asma e allergie. Bisogna considerare una cosa molto importante, se si è mai stati in una sauna e questa ci è apparsa molto rilassante e comoda, si potrebbe tendere a preferire gli umidificatori a caldo, perché sono basati sullo stesso principio e possono regalare un simile effetto.
Se viceversa si tende a preferire un contesto più fresco e la sauna non fa per noi, perché magari ci fa venire il mal di testa e tendiamo a soffrire anche un po’ di pressione bassa, gli umidificatori a freddo potrebbero essere la scelta definitiva adatta alle nostre necessità.

Gli umidificatori a caldo possono essere utilizzati come una sorta di aerosol che si disperde all’interno della stanza, per questo tipo di uso è meglio consultare il proprio medico curante.

Entrambe le tipologie possono aiutare i sintomi della tosse e dell’influenza, ma tendono a essere ottimi anche per quanto riguarda la cura delle congestioni,
Questa è una delle ragioni principali per cui si sceglie l’utilizzo degli umidificatori in contesti domestici, non solo infatti questi possono rendere l’aria molto più salubre e respirabile, ma possono essere un fondamentale aiuto per la nostra salute.

Come funzionano gli umidificatori?

Gli umidificatori a caldo possono lavorare producendo praticamente nessun rumore, la maggior parte dei suoni provenienti da questi dispositivi saranno l’acqua che bolle o il gorgoglio di questa quando viene preparata per la diffusione.

Gli umidificatori a caldo usano degli elementi per riscaldare o bollire l’acqua contenuta al loro interno.
Questo processo crea un vapore che viene poi rilasciato all’interno della stanza, creando del vapore e alzando in questo modo il grado di umidità.
Alcuni modelli vengono venduti con dei pad di assorbimento che catturano ed accumulano i minerali rimasti una volta che il vapore è disperso nell’aria.

Gli umidificatori a freddo invece funzionano in modo diverso a seconda del modello e della marca produttrice.

Montano inoltre diversi componenti, perché la tecnologia può essere più varia e interpretata in maniera diversa a seconda dell’azienda.

Alcuni infatti monteranno una valvola per l’acqua collegata ad un tubo, mentre altri verranno equipaggiati di ventola.

Gli umidificatori basati sull’evaporazione richiedono una ventola ed un filtro per produrre vapore, mentre invece gli umidificatori a ultrasuoni utilizzano una tecnologia vibrante che spezza le particelle d’acqua in molecole piccolissime.

Gli umidificatori a freddo sono più popolari di quelli a caldo. Questo perché offrono un panorama di opzioni molto più vasto che va a soddisfare le esigenze di un tipo di pubblico più grande.

Ci sono modelli inoltre che utilizzano a seconda dell’esigenza acqua calda o fredda.

Consigli per l’utilizzo dell’umidificatore

  • Bisogna sempre ricordare di posizionare l’umidificatore su superfici piane e orizzontali che non possono essere facilmente raggiunte dai bambini.
  • Anche il cavo di alimentazione deve essere fuori dalla portata dei più piccoli.
  • Quando si riempie l’umidificatore con acqua assicurarsi sempre che il dispositivo sia scollegato.
  • Pulire regolarmente i filtri per prevenire la formazione di batteri e muffe.

In conclusione

Ci sono molti motivi per decidersi all’acquisto di un umidificatore.
Che si scelga un modello a caldo o uno a freddo, la decisione di dotare la propria casa di un dispositivo del genere è un grande passo in avanti per migliorare il proprio stile di vita a 360 gradi.

Questi oggetti sono un toccasana per produrre aria pulita in qualsiasi spazio,
e chiunque sia interessato a respirare in modo sano dovrebbe considerarne l’acquisto.

Da quando due anni fa ho deciso di comprarne uno su Amazon non mi sono mai più pentita di questa scelta, mi sono anzi chiesta perché non essermi mossa prima per salvaguardare la salute dei miei due bambini.

Spero che questa guida vi sia stata d’aiuto nella scelta del migliore umidificatore.

A presto.

Antonella

ProContro.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, e riceve una commissione sugli acquisti effettuati tramite i nostri links.