i 5 Migliori Aerosol Per Respirare Bene (2018)

Ciao, sono Tony

Sarai d’accordo con me riguardo a una cosa:

Non c’è niente di più importante della salute dei propri bambini.

Uno degli oggetti più usati perché collaudato ed efficace è senza dubbio l’aerosol.

Non tutti però sanno effettivamente come si usa correttamente e qual è il dispositivo migliore da acquistare per garantirsi la massima qualità, infatti quando si parla di benessere fisico non si può certo soprassedere ed è obbligatorio assicurarsi un prodotto efficace e preciso.

Clicca qui per andare direttamente alla nostra Guida dei migliori aerosol 2018

Come fare aerosol? Come si usa?

L’aerosol è sicuramente una terapia tra le più famose e suggestive che colpiscono la nostra immaginazione durante l’infanzia. Chi di noi infatti non era affascinato da questa “strana macchina in cui si respira dentro”? Anche colo che non hanno seguito lunghi cicli di cura con questo dispositivo saranno sicuramente familiari con la sua forma e le sue modalità d’uso.

Ma molti si chiedono: come funziona effettivamente l’aerosol?

L’aerosol per essere davvero efficace deve essere utilizzato bene, senza essere considerato come un aggeggio magico capace di risolvere ogni tipo di malanno respiratorio con la sua semplice applicazione al nostro viso.
E’ ovvio che questo tipo di terapia è perfetta non solo per i bambini ma anche per gli adulti che intendono risolvere i propri problemi di respirazione.

L’aerosol ci permette di inalare nel modo più corretto ed efficace possibile medicinali da noi accuratamente selezionati che andranno a intervenire sulle vie aeree. E’ ottimo per la tosse grassa o secca, sinusite ma anche patologie molto più gravi come bronchiti o polmoniti.

Per utilizzare l’aerosol bisogna chiaramente scegliere il farmaco più adatto alle nostre necessità e miscelarlo quindi nelle dosi necessarie indicate dal nostro medico di fiducia, poi bisogna ovviamente inalare la soluzione fino all’ultima goccia, per assicurarsi della sua efficacia.

Gli elementi che compongono l’aerosol sono la mascherina, l’ampolla e il diffusore d’aria, ma andiamo a vedere bene insieme come queste parti interagiscono sinergicamente tra di loro per regalarci sollievo al naso, alla bocca e ai polmoni.

La mascherina viene poggiata solitamente con cura in corrispondenza di naso e bocca, e serve per convogliare il farmaco verso le vie aeree. All’interno dell’ampolla invece, realizzata in vetro o plastica a seconda del pregio del dispositivo, si inserisce il farmaco desiderato che sarà responsabile, si spera, della nostra cura.
Il compressore serve invece per emettere l’aria necessaria a far risalire il farmaco dall’ampolla direttamente al nostro naso e alla nostra bocca, inalato per mezzo della mascherina.

Il migliore aerosol 2018, Recensioni, Opinioni, Prezzi

NEBULA – Migliore in Assoluto

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Il Nebula è forse il migliore aerosol presente al momento sul mercato.

Il rapporto qualità prezzo è impressionante e le recensioni su amazon si sprecano, infatti moltissimi utenti sono contenti di questa scelta.
La modalità in cui opera è a pistone compatto, che garantisce un’usabilità immediata e veloce ad un prezzo nettamente inferiore se comparato con un pari modello ad ultrasuoni.

Nebula è il dispositivo aerosol adatto se si vuole acquistare qualcosa utilizzabile sia dai più piccoli che dagli adulti della propria famiglia, all’interno del box una volta scartato si troverà una mascherina pediatrica perfetta ed ergonomica per il volto dei più piccoli.

Il fiore all’occhiello del Nebula è la possibilità di avere incluso nel prezzo un apparecchio che permette il lavaggio nasale dei neonati. Utile questo per riniti o altri trattamenti alle vie respiratorie. Senza dubbio una vera e propria marcia in più.

Il prezzo è parecchio competitivo e lo pone un passo avanti rispetto agli altri.

Forse un po’ rumoroso rispetto ai modelli a ultrasuoni, se siete molto sensibili ai rumori meglio puntare direttamente su altri prodotti.

Pro
Leggero e di dimensioni ridotte
Compatibile con ogni tipo di farmaco
Veloce
Dotato di mascherina pediatrica
Lavaggio nasale integrato

Contro
Leggermente rumoroso

Laica MD6026 – Migliore Aerosol ad Ultrasuoni

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

La migliore alternativa ad ultrasuoni invece è di sicuro questo MD6026 della Laica.

Ideale per l’utilizzo da parte di grandi e piccini, molto probabilmente il migliore aerosol ad ultrasuoni presente in questo momento sul mercato.
Velocissimo ed efficace al 100%, facilissimo da smontare e lavare, lo rende di sicuro uno dei modelli più igienici di questa guida.
Nel kit sono presenti due differenti mascherine dotate di misure diverse.

A differenza del Nebula la tecnologia a infrasuoni lo rende silenzionissimo, perfetto per chi è facilmente disturbato da suoni gravi. Molto maneggevole e leggero, non presenta nessun ostacolo di uso anche agli utenti alle prime armi.

Se siete nuovi nel mondo dell’aerosol e volete partire in grande stile questo è sicuramente il prodotto consigliato.

Pro
il migliore aerosol a ultrasuoni
Rapido ed efficace
Silenziosissimo

Contro
Data la sua tecnologia a ultrasuoni non è compatibile con ogni farmaco in commercio

Bimboneb – Migliore per Bambini, a pistoni

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Se l’aerosol andrà utilizzato principalmente dai più piccoli, non c’è alcun dubbio o riserva, bisogna acquistare Bimboneb, che come definisce il nome è progettato e disegnato appositamente per un utenza molto giovane.

Gli ingegneri della Bimboneb hanno realizzato un prodotto pediatrico con i bambini in mente, per permettere un utilizzo facile e divertente, senza però economizzare sui materiali, che sono di altissima qualità e molto robusti al tatto.

All’interno del dispositivo c’è anche Rinowash, la prolunga necessaria per effettuare il lavaggio nasale in qualunque momento si desideri, senza dimenticare Perfecta, ideale per curare le vie respiratorie basse.

Un prodotto indicato per chi ha parecchi bambini piccoli nella propria famiglia e vuole acquistare un aerosol dedicato per loro, è conveniente soprattutto perché in questo modo separando le utenze e riservando ai più piccoli un dispositivo a loro dedicato si può mantenere un livello ulteriore di igiene e garantire sempre la massima efficacia delle inalazioni.

Pro
il migliore per i bambini
veloce ed efficace
Robusto
Silenzioso

Contro
Non è dotato di maschera per adulti

Laica NE2003 – Più Venduto

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Uno dei migliori e più venduti aerosol sul mercato è il Laica NE2003, e non poteva di certo mancare in questa lista esaustiva.

La Laica è la leader del mercato per quanto riguarda tutti quei piccoli elettrodomestici dedicati alla cura della persona. Ovviamente essendo l’aerosol uno dei prodotti di punta di questo settore non poteva essere trascurato da un’azienda tanto blasonata e anche questa volta non ci delude con un modello fantastico dal design avveniristico. Senza esagerare però col prezzo.

Nel caso abbiate bisogno di aerosolterapia in famiglia il Laica è il prodotto su cui puntare per soddisfare le esigenze di tutta la famiglia. E’ dotato infatti di una mascherina grande per adulti e una più piccola per bambini.

Pro
L’aerosol più venduto
Ottimo prezzo

Contro
Un tantino rumoroso

OMRON A3 – Per Tutte le Esigenze Respiratorie

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

L’Omron è un prodotto molto particolare che ci ha stupito qui in redazione quando ci siamo trovati a doverlo testare, è uno dei pochi infatti capace di trattare allo stesso tempo alte medie e basse vie respiratorie.

Permette infatti di regolare la grandezza delle particelle del farmaco da nebulizzare, curando allo stesso tempo tutto l’apparato respiratorio al 100%.

E’ molto piccolo di dimensioni, ma questo non lo rende meno funzionale degli altri modelli, è semplicemente un piccolo gioiellino di tecnica, pensato per un trasporto ottimale.
Leggero e pratico.

Pro
Nebulizzatore regolabile
Leggero e compatto
Lavaggio nasale integrato
Silenzioso

Contro
nessuno

Beurer IH 50 – Il migliore da viaggio

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ecco finalmente nella nostra lista un prodotto che non poteva certo mancare, ci troviamo a scrivere la recensione del migliore aerosol da viaggio, per chi non ama prodotti ingombranti ed è sempre in movimento. Ideale anche per tutti coloro che non dispongono sempre di un piano d’appoggio su cui utilizzare un aerosol da tavolo.

Il Beurer IH 50 è piccolo e maneggevole.
Leggerissimo con alimentazione a batteria o opzionalmente a corrente, oggetto fondamentale per chi ha bisogno di sessioni di aerosolterapia in qualunque situazione o momento del giorno. Ci sono infatti persone che sono molto in giro e non possono aspettare di tornare a casa per utilizzare la propria macchina aerosol, perché seguono terapie particolari che prevedono varie sessioni di inalazione durante il giorno. Pensiamo ad esempio a chi lavora e non è mai a casa. Basta trovare solo un paio di minuti liberi per poter effettuare in tutta velocità e sicurezza la propria sessione di aerosol.

Ottimo anche per i bambini dato il suo rivestimento in silicone antiscivolo che permette un’impugnatura ergonomica corretta e sicura anche nelle mani dei più piccoli.

Dotato di mascherina pediatrica, accessorio che non poteva manche in un prodotto completo come questo Beurer IH 50.

Se sei spesso in viaggio e hai bisogno di sessioni di aerosol “al volo” questo è un dispositivo che non può mancare nel tuo arsenale di prodotto per la cura della persona. Promosso a pieni voti.

Pro
Il migliore per chi viaggia

Contro
Un po’ delicato

Come respirare quando si fa l’aerosol?

Ottima domanda! Il tipo di respirazione da eseguire quando si utilizza l’aerosol è senza dubbio relativo al tipo di patologia di cui si soffre. Quindi nel caso si tratti di bronchite o polmonite è meglio respirare profondamente con la bocca leggermente socchiusa, per poter inalare il farmaco in modo preciso tramite la propria cavità orale.
Se soffriamo invece si otite, rinite o sinusite si consiglia sicuramente di respirare con il naso per permettere al farmaco di circolare all’interno del setto nasale e quindi alle orecchie.

Come si pulisce l’aerosol?

E’ molto facile pulire l’aereosol una volta utilizzato, basta infatti sciacquarlo accuratamente con dell’acqua tiepida dopo ogni singolo utilizzo per ragioni innanzitutto igieniche, o se si preferisce addirittura meglio sterilizzarlo ogni volta con delle soluzioni disinfettanti.
Assolutamente evitare invece di bollirlo, dato che è composto di molti elementi in plastica che potrebbero subire deformazioni o addirittura rompersi, e risulterebbe poi molto difficile quando non impossibile rimontare assieme tutti i componenti, che nel frattempo non combacerebbero più tra loro.

Come si monta l’aerosol?

E’ facilissimo, non occorre altro che collegare la maschera direttamente all’ampolla, che a sua volta verrà connessa al compressore per mezzo di un piccolo tubicino di plastica, che farà da tramite e permetterà il passaggio diretto dell’aria.
Chiaramente sarà poi necessario collegare l’intero dispositivo alla corrente di casa e si sarà pronti per la terapia.

Come fare l’aerosol?

Prima di ogni utilizzo per ragioni igieniche è sempre bene lavare con estrema cura le mani e procedere quindi alla preparazione del medicinale versandolo accuratamente nell’ampolla mischiato alla soluzione fisiologica necessaria per l’aerosol.

I due elementi vanno dosati tra di loro secondo la prescrizione medica.
Per raffreddore e tosse ad esempio si può eseguire un aerosol composto da 5 gocce di Clenil più due ml di soluzione fisiologica.
In alternativa è possibile disciogliere catarro e muco con mucolitici.

A seconda delle esigenze e dell’età del paziente queste misurazioni ovviamente cambiano, quindi non vi riferite a questa ricetta come definitiva ma chiedete sempre al vostro medico per essere sicuri di effettuare una terapia assolutamente sicura ed efficace. Non vi basate mai sulle informazioni che leggete su internet quando si tratta di intraprendere cure, specie se si tratta di bambini piccoli, il pediatra o il medico di famiglia sapranno sicuramente indicare la posologia più adatta. Mi raccomando.

La soluzione fisiologica e il farmaco vanno sempre versati insieme nell’ampolla, che come dicevamo si connette poi direttamente alla maschera e al compressore che sarà incaricato di spingere l’aria da respirare.
L’inalazione va continuata finché tutta la soluzione nell’ampolla è terminata.
A volte è difficile convincere i bambini piccoli a stare fermi e respirare correttamente il tempo necessario per la fine di questa pratica, quindi si consiglia di spiegare ai propri pargoli in anticipo l’utilità assoluta di questo sistema e tutti i vantaggi che potrà arrecare alla loro salute.

Una volta terminato l’aerosol è buona pratica lavare la faccia per eliminare tracce del medicinale che si sono potute poggiare sul viso. Dopo ogni utilizzo inoltre è corretto lavare i componenti a uno ad uno come spiegato sopra.

Come fare l’aerosol a neonati e bambini?

Neonati e bambini piccoli hanno una grande difficoltà ad eliminare tutto il muco in eccesso presente nel loro colpo, c’è bisogno quindi del nostro aiuto, dato che questo accumulo eccessivo può risultare poi in tosse grassa e altre patologie molto gravi all’apparato respiratorio. Non vorremmo certo mettere a repentaglio la salute dei nostri figli, no?
E’ questo il motivo per cui c’è bisogno ogni giorno di una pulizia del nasino per mezzo dell’aerosol.

L’aerosol nei bimbi appena nati si effettua solo per mezzo della soluzione fisiologica, dato che il loro corpo non è ancora pronto per poter smaltire eventuali medicinali. Per quanto riguarda il numero di volte al giorno in cui somministrare questa terapia bisogna rivolgersi al medico.
E’ fondamentale evitare l’autoterapia, non aggiungere MAI farmaci alla soluzione fisiologica quando c’è di mezzo la salute di bambini piccoli, e riferirsi sempre ai consigli del medico, non fate di testa vostra, può essere estremamente pericoloso.

E’ molto difficile a volte fare l’aerosol a bambini, dato che questi tendono a muoversi e scappare, senza portare a termine la terapia, rendendola in questo modo inefficace. Per poter effettuare correttamente l’aerosol ai più piccoli è consigliabile tenere questi in braccio e mantenere ben ferma la faccia con l’aiuto di un elastico, per intrattenere inoltre l’attenzione dell’infante si consiglia di porgergli un giochino sul tavolo accanto l’aerosol.

Come scegliere l’aerosol?

Sul mercato esistono praticamente due tipologie principali di aerosol:
Quello pneumatico, che funziona tramite un flusso d’aria che parte dal compressore. Questa tecnologia è più rumorosa e impiega più tempo per somministrare la dose intera.

L’aerosol a ultrasuoni invece è molto più semplice e veloce, funziona grazie a onde sonore silenziose non è rumoroso e permette un’erogazione molto più veloce rispetto alla controparte pneumatica, di sicuro consigliato quando si tratta di scegliere un dispositivo che durerà nel tempo e garantirà sempre risultati ottimali.

Un altra differenziazione importante per l’aerosol è la tipologia di uso che gli si intende dedicare, infatti ne esistono modelli da tavolo o portatili.

La versione da tavolo è indicata per chi desideri un uso prevalentemente domestico dell’oggetto, richiede giocoforza una superficie stabile e robusta, dato che si parla comunque di un dispositivo abbastanza ingombrante. Il prezzo di questa tipologia di aerosol normalmente è inferiore rispetto alla versione portatile.

L’aerosol portatile permette un utilizzo anche in viaggio e senza bisogno di tavoli su cui poggiarlo, infatti può essere utilizzato mentre lo si regge comodamente in mano. Può essere alimentato sia a batterie che a corrente, il funzionamento è lo stesso e il prezzo è un po’ più consistente, ma niente che lo renda proibitivo, infatti ci sentiamo di consigliare in ogni caso questa versione.

Se sei in cerca di un aerosol adatto ai più piccoli, è bene assicurarsi prima dell’acquisto di essere al cospetto di una macchina dotata di mascherina pediatrica, sia per una questione ergonomica che igienica.
Non si può dimenticare quanto sia importante anche il design del prodotto, infatti dei colori vivaci o a pastello magari con qualche bel disegno di un cartone animato, renderanno molto più piacevole l’utilizzo del dispositivo da parte dei più giovani, distraendoli e permettendo un’erogazione completa.

Quando sostituire il tuo vecchio aerosol

A volte capita di essere già in possesso di un aerosol vecchio e viene naturale domandarsi se convenga effettivamente sostituirlo o continuare ad utilizzarlo per qualche altro anno.
Non tutti conoscono le norme di buona manutenzione per allungare la vita del nostro aerosol e permettere performances ottimale di questo anche dopo anni di continuo utilizzo.

Come prima cosa è bene assicurarsi che il filtro dell’aria sia sempre in ottime condizioni, in caso contrario meglio procedere alla sostituzione immediata di questo. Il filtro dell’aria va mantenuto pulito affinché l’aerosol continui a funzionare in maniera ottimale dal primo all’ultimo giorno di vita.

E’ fondamentale inoltre che il dispositivo sia sempre pulito di modo da garantire l’igiene ideale per essere utilizzato senza alcun problema da più persone, per assicurarsi che non ci sia trasmissione di virus o batteri tra componenti della stessa famiglia.
Per fare questo è necessario eliminare tutta la polvere e riporre l’aerosol in un contenitore che non permette a questa di accumularsi.

Una cosa importantissima da tenere a mente è che nonostante tutti gli accorgimenti o le precauzioni, una normale macchina da aerosol garantisce un ciclo di vita intorno i cinque anni. Anche se apparentemente continua a funzionare come il primo giorno è meglio superata questa data sostituirlo per non andare incontro a cattive sorprese. E’ difficile infatti come semplici utenti riconoscere se effettivamente la macchina stia funzionando ancora al 100% o se sono presenti perdite o malfunzionamenti che possono compromettere in modo anche pericoloso l’utilizzo di questa.

In conclusione

Quando si ha a che fare con la salute umana meglio non badare a spese, un investimento fatto oggi potrà fruttare moltissimo in termini di benessere negli anni a venire.
Mi è capitato alcune volte di pensare di risparmiare, ed essere felice nell’immediato dell’affare fatto, per poi pentirmene amaramente qualche mese dopo. E’ una lezione che ho appreso con gli anni, non cercare il risparmio a tutti i costi perché non sempre un euro in meno oggi sarà un euro in più in futuro, mi è capitato di ripensare alle mie scelte del passato e rendermi conto che sarebbe stato meglio spendere quei venti euro in più e non doverli rimpiangere in futuro.

Mi auguro che questi consigli e questa guida siano stati utili per aiutarvi a effettuare una scelta quanto più consapevole possibile, vi invito a consultare anche altre pagine di Pro Contro per mettervi al corrente di tutte le novità che riguardano i prodotti più innovativi sul mercato.

Alla prossima.

Antonio

ProContro.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, e riceve una commissione sugli acquisti effettuati tramite i nostri links.