Le 10 Migliori Dash Cam Pro (Recensioni 2018)

Le dash cam pro stanno diventando sempre più comuni sulle auto italiane, danno la possibilità ai guidatori di aumentare la sicurezza e di far valere le proprie ragioni in caso di incidenti.

Vuoi comprarne una e non sai quale scegliere?

Ti aiutiamo noi con questa guida alla migliore dash cam pro 2018.

migliore-dashcam-pro

Partiamo col dire per chi avesse dei dubbi che le dash cam sono completamente legali in italia.

Clicca qui per scorrere subito giù alla lista delle migliori dash cam

Cosa sono le dash cam e come funzionano?

Le dash cam sono video-camere per auto montate sul cruscotto o sullo specchietto retrovisore che permettono di registrare tutto quello che accade in strada ed eventualmente utilizzarlo come prova in caso di incidente.

La loro diffusione nel mondo è cominciata a partire dalla Russia, principale paese consumatore di dash cam. E’ per questo che youtube è pieno zeppo di video fatti per strada in remote regioni dell’Est che ritraggono incidenti o momenti comici e insoliti.

Ad esempio guardate qui cosa immortalarono casualmente delle dash anni fa quando caddero delle meteore su alcune regioni della Russia:

Le dash cam sono progettate per registrare ogni cosa che accade per strada e all’interno dell’abitacolo, e vengono usate anche come strumenti per la didattica o per la sicurezza.

Oltre alla telecamera doppia altre features particolari delle dash cam sono lenti multiple capaci di riprendere ad angoli diversi, oppure il GPS per misurare la posizione e la velocità dell’auto.

Cosa rende le dash cam differenti dalle Go Pro?

Le dash a differenza delle GoPro hanno un utilizzo intelligente e dinamico della memoria di ripresa, dividendo le registrazioni in piccoli segmenti e sovraregistrandoli a loop quando si termina la memoria.
La telecamera riprende continuamente ma i file sono divisi in pezzetti da 1-3 minuti. Questo permette di poter salvare i file nuovi su quelli vecchi una volta che la memoria è piena assicurandosi di non perdere nessuna scena recente. Esistono dei sensori che riconosco che sta avvenendo qualcosa di insolito all’interno o all’esterno della vettura e salvano automaticamente il girato di quel momento in una apposita cartella di memoria permanente.

Ovviamente non verranno registrate le vostre prodezze automobilistiche per sempre a partire dal momento in cui la installate, mano mano le registrazioni dei giorni precedenti vengono soprascritte da quelle nuove.

La maggior parte delle dash cam pro registra su microSD, permettendo di usarne a proprio piacimento una più capiente per registrare più minuti di video.

Alcune inoltre permettono di collegarsi direttamente tramite smartphone per poter consultare l’archivio di registrazione senza bisogno ogni volta di rimuovere l’SD.

Dash Cam Pro e Contro

Quali sono i benefici di avere una dash cam?

Dimostrare di avere ragione durante un incidente
Il motivo principale per cui si decide di montare una dash nel proprio veicolo è per poter dimostrare la propria ragione con le assicurazioni nel caso ci capiti malauguratamente un incidente.

Grazie a questa video camera per auto infatti nel caso si debba decidere chi ha ragione o torto in un contenzioso stradale sarà molto più efficace mostrare le nostre riprese video a prova di ciò che accaduto contro la semplice testimonianza personale dell’altro conducente.

Riportare conducenti indisciplinati
Questo non significa diventare delle spie e contattare la polizia ogni volta che qualcuno ci taglia la strada, ma ad esempio fare segnalazioni in casi di infrazioni molto serie da parte di altri conducenti anche nel caso in cui queste non conducano a conseguenze serie davanti ai nostri occhi.

Tranquillità
La camera per auto è perfetta anche per i genitori apprensivi che vogliono lasciare il veicolo ai propri figli ed assicurarsi che questi non facciano pazzie in strada, per poterli tenere sotto controllo.

Dato che molte delle dash cam moderne sono dotate di tracker GPS, si può anche vedere la velocità attuale a cui sta procedendo l’auto in un dato momento o dove questa si trovi geograficamente.

Ad esempio può essere installata su di un auto aziendale per assicurarsi che i propri dipendenti ne facciano un uso lavorativo e non personale.

Prevenzione di frodi
Da alcuni anni sono in giro imposti che cercando di aggirare gli automibilisti ignari con trucchetti per estorcere soldi seduta stante o con truffe tramite assicurazione, ad esempio fingendo un infortunio causato dalla vostra auto.

Una dash cam può dimostrare la vostra innocenza e inquadrare il volto di chi vuole imbrogliarvi e poter così portare le prove alle autorità competenti o all’assicurazione, scagionarvi e incastrare i malfattori.

Contro della dash cam

La dash cam in alcuni incidenti stradali potrebbe non essere particolarmente “brillante” o completa nella resa dell’evento, dato che la visione di questa non si estende a 360 gradi intorno all’auto e potrebbe in alcuni casi perdere dettagli importanti come ad esempio un ciclista che ci sorpassa al lato dell’abitacolo.

In alcuni casi inoltre invece di stare dalla nostra parte potrebbe dimostrarci colpevoli in un contenzioso in cui pensavamo inizialmente di avere ragione.

La sua presenza al centro del lunotto anteriore inoltre può costituire per alcuni un forte distrazione e per alcuni dati un incoraggiamento a rubarla, dato che le dash cam sono notoriamente solo poggiate sullo specchietto retrovisore.

Non bisogna mai dimenticare che le riprese effettuate potrebbero essere impugnate da qualcuno che voglia accusarvi di violazione della privacy. Specie se decidiate di mostrare le vostre gesta automobilistiche su youtube. Bisogna fare sempre molta attenzione a riguardo e non caricare tutto online solo perché ci sembra materiale divertente.

Migliori dash camera (videocamere per auto) 2018, Recensioni

1. Aukey DR-01, migliore per qualità prezzo

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Il nome Aukey è più familiare per coloro che bazzicano gli ambienti dell’audio, ma in questo caso sono riusciti a progettare un prodotto ottimo per la registrazione video su strada.

Ha un numero di features limitato, ma le poche cose che sa fare, le fa benissimo. Offre una registrazione Full HD, che è sufficiente per un utilizzo basico, può salvare file a 720p fino a 60frames al secondo, scalabili a 30 per economizzare l’uso della batteria nel caso fosse necessario.

Monta un chip Sony Exmor CMOS che permette di avere buone immagini anche in condizioni di scarsa luce, e ovviamente con ottime performance in pieno giorno.

Non ci sono card SD incluse nella scatola di vendita, bisogna quindi acquistarne una da 8GB separatamente, la quale garantirà circa 80 minuti di riprese in Full HD.

Altre caratteristiche di questo prodotto sono le tre diverse opzioni di sensibilità del rilevatore di incidenti, e l’abilità di stampare il tempo e la data in sovrimpressione sul video.

C’è la funzione timelapse per catturare i momenti salienti del viaggio e il detection mode che permette di trasformare il DR-01 in un antifurto.

Semplice, economico, solido e facile da usare. L’Aukey DR-01 è un’ottima opzione per chi vuole spendere poco ma entrare nel mondo delle dash cam dalla porta principale senza rinunciare a nulla.

Garmin Dash Cam 35, la più facile da usare

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

La Garmin Dash Cam è forse una delle nostre dash preferite data la sua incredibile facilità d’uso. La qualità video non è a livello top, un po’ meno all’altezza delle altre camere presentate in questa lista di recensioni, ma può lo stesso registrare a 1080p Full HD.

Le riprese sono salvate direttamente in una scheda microSD, con una schedina da 4GB in dotazione che permette di registrare da subito fino a un’ora di video.

Fortunatamente se si ha bisogno di estendere la capacità di salvataggio la Dash Cam 35 permette di utilizzare delle card SD fino a 64GB. C’è da tenere in considerazione che come per gli altri device anche la Garmin comincia a registrare file nuovi sovrascrivendo quelli vecchi una volta che la scheda è piena.

Il sensore G permette di rivelare automaticamente eventuali incidenti e spostarne i file in una apposita cartella impedendone in questo modo la cancellazione e poterli utilizzare offline all’occorrenza.

In termini di extra features la Dash Cam 35 è equipaggiata di un rivelatore di collisione e un allarme di eccessiva velocità ma c’è bisogno di pagare una sottoscrizione per avere aggiornamenti sulle mappe degli autovelox.

Non è pieno di caratteristiche come i suoi rivali più costosi, ma per il prezzo non si potrebbe chiedere di meglio, è uno degli apparecchiati più facili da utilizzare sul mercato in questo momento.

2. Thinkware F770, quella che utilizzo io

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

La think ware F770 sembra un po’ diversa dalle normali dash cam sul mercato, dato che si sviluppa completamente in un’accattivante forma orizzontale senza schermo. Per poter vedere la strada c’è bisogno infatti di scaricare una app sullo smartphone e connettersi all F770 via Wi-Fi.

Questa app fornisce anche la possibilità di accedere a una vasta quantità di opzioni sullo schermo del proprio telefono, come ad esempio il monitoring in tempo reale di ciò che la camera può vedere, con delle guide per assicurarsi che la posizione della stessa sia corretta.

La F770 monta un Sony Exmor CMOS con una risoluzione di 2.19 megapixel. Non è disponibile la risoluzione Super HD purtroppo, ci si ferma al Full HD a 1080 pixel e 30 frames per secondo.
Le riprese sono registrate a un bitrate di 9.5Mpgs e una microSD di 16GB permette di salvare 200 minuti di filmato sulla camera stessa, minuti che andranno a registrarsi in loop facendo sovrascrivere i dati nuovi mano mano su quelli vecchi a meno che il sensore G-sensor segnali un incidente, in quel caso la registrazione si blocca per evitare cancellazioni indesiderate.

Il GPS può inoltre ricordare la posizione esatta degli incidenti e dare una serie di utili ed importanti notifiche mentre si sta guidando.
Per esempio c’è un avviso se ci si avvicina troppo all’auto in fronte a noi o se si sta procedendo sopra le strisce divisorie di una corsia.

3. Snooper DVR-4HD, bellissima

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Con il suo schermo da 2,7 pollici lo Snooper DVR-4HD è molto più compatto di un navigatore satellitare e si attacca allo schermo del lunotto anteriore grazie a una ventosa. Il cavo di potenza è lungo abbastanza da essere arrotolato intorno al cruscotto.

Registra su una microSD e ha un modulo da 16GB incluso.
L’installazione è incredibilmente rapida e immediata e la registrazione si attiva premendo uno switch al lato dell’unità.

Il DVR-4HD registra a 1080p con un rate di 17Mbit/sec, sebbene ci sia anche l’opzione a 720p. Nella modalità 1080p i 16GB di memoria assicurano fino a 2 ore di salvataggi video.

Una volta che la microSD è piena lo Snooper comincerà automaticamente a sovraincidere i file più vecchi a meno che una determinata ripresa non venga marchiata come “evento”, in quel caso viene salvata indefinitamente nel caso possa servire in tribunale ad esempio.

La qualità dell’immagine è buona sia alla luce del sole in pieno giorno che di notte, sebbene con poca luce c’è bisogno di essere abbastanza vicino al veicolo di fronte ad esempio per poterne leggere correttamente il numero di targa.

E’ dotato di accelerometro per captare eventuali collisioni o fermate brusche e il ricevitore GPS registra la posizione e la velocità assieme al video.

4. Thinkware X550

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Mentre la Thinkware non monta forse il miglior sensore di serie tra tutte le dash cam in circolazione ma ha un ottimo software montato su che permette di utilizzarla anche in condizioni di scarsa luce.

Se si vuole ottenere il massimo dalla X550 è necessario collegarla al sistema elettrico dell’auto. Un po’ difficile da fare, specie se si vuole intervenire da soli in tutto il processo di installazione, ma molto facile da usare una volta che si è sistemato.

Collegandola in questo modo si può sfruttare il Parking Mode ovvero l’opzione che fa svegliare la X550 quando ci sono dei movimenti nell’auto, la videocamera comincerà così subito a registrare quando la macchina si metterà in moto.

E’ dotata inoltre di un sistema GPS molto accurato, notifiche di autovelox e la possibilità di collegare due videocamere per una migliore copertura visiva dell’abitacolo.

Non registra con la migliore delle qualità video ma per il prezzo contenuto è una buona dashcam.

5. Garmin DriveAssist 50LMT-D, ottimo GPS più Dash

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Il Garmin DriveAssist 50LMT-D non funge solo da dash cam pro ma anche da navigatore satellitare. La camera registra video in Full HD a 720p.

Ci sono due slot microSD, uno dedicato per le mappe del navigatore satellitare e l’altro per le registrazioni della camera. Viene venduto con una microSD di 4GB in dotazione, che corrisponde a circa 76 minuti di riprese in Full HD.

E’ inoltre dotato di rilevatore di collisione e registrazione a loop dei video.
Avverte nel caso ci si stia avvicinando troppo ai veicoli di fronte e un rilevatore di corsia, nel caso si stia oltrepassando la linea di una corsia in autostrada.

Il Go Alert darà una notifica se le auto di fronte a noi si stanno muovendo mentre noi restiamo fermi, prevenendo così i clacson arrabbiati dei guidatori alle nostre spalle.

Affiancato a delle funzionalità top class di navigazione satellitare, il DriveAssist 50LMT-D è un grande accessorio per l’auto.

6. VicoVation Vico-MF3

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

La VicoVation Vico-MF3 è una videocamera per auto semplice ed economica con poche funzioni, anche se non è purtroppo la migliore sul mercato.

Se sei in cerca di riprese di alta qualità la Vico-MF3 potrà farti felice, infatti registra a ben 2,560 x 1,400 a 30 frames al secondo, producendo video molto dettagliati.

Alla risoluzione massima la MF3 può salvare un’oretta di filmati sulla microSD da 8GB montata di serie prima che il loop cominci. Ci sono 5 bottoni sulla scatoletta per poter avere accesso a tutte le features comodamente.

Uno di questi serve per marcare gli eventi, quando si vuole ad esempio che il video in corso non dovrà essere soprascritta. Ricordiamo che le dash registrano microfilmati da 1-3 minuti per una maggiore organizzazione e flessibilità.
Marcare un evento invierà il mini-video in corso in una cartella predisposta al salvataggio perenne, escludendolo così dal processo di loop.

Il vero grande neo del MF3 è la mancanza di un GPS di serie. Bisogna comprare un device esterno per poter tracciare la propria location, e solo una volta acquistato sarà possibile conoscere la posizione ed utilizzare servizi come l’avviso di ostacoli prossimi di fronte a noi e l’allarme per gli autovelox.

Senza il GPS, si possono usare delle features come il G-sensor per l’individuazione di incidenti, il rilevatore di stanchezza del conducente e l’allarme per segnalare che l’auto di fronte a noi si sta muovendo mentre restiamo fermi, tipica scena che può compiersi in coda ad un semaforo se la mente comincia a perdersi in fantasticherie.

7. Garmin Dash Cam 55

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

La Garmin Dash Cam 55 è un’ottima camera per catturare in video la nostra vita sulla strada.

Comincia a registrare in automatico quando è connessa a una fonte di elettricità, di modo che non perde neanche un prezioso secondo di filmato, riprendendo a una capacità massima di 2.5k o 560 x 1440 pixels a 30 frames per secondo, a voler essere precisi.

E’ possibile registrare anche il Full HD a 60 frame per secondo, o ad un minimo di 720p in alternativa per conservare memoria.

Viene in dotazione con uno storage standard di 8GB ma si può aggiungere memoria fino a 64GB inserendo una microSD acquistata a parte. Alla risoluzione top una card da 8GB può registrare fino a 56 minuti di footage prima che cominci il loop.

La Garmin Dash Cam 55 porta sul tavolo anche l’innovativa funzione Travelapse che permette di catturare i momenti più importanti del nostro viaggio per realizzare automaticamente un piccolo filmato riassuntivo da poter guardare una volta si è parcheggiata l’auto.
La Garmin si può utilizzare anche come una normalissima fotocamera nel caso ad esempio ci sia bisogno immediato di realizzare brevi filmati o foto manualmente per documentare la dinamica di un incidente una volta accaduto.

Anche questa cam ha un ottimo sensore G per individuare gli incidenti immediatamente e salvare le riprese di quel momento cruciale per poterle poi rivedere e presentare ad esempio in tribunale o alla propria agenzia di assicurazione.

C’è anche un controllo vocale built-in per far cominciare e fermare la registrazione dell’audio, fare foto a comando vocale oppure attivare la funzione Travelapse. Ottimo se si vuole effettuare un vlog del proprio viaggio senza togliere le mani dal volante.

Quando si è pronti a rivedere il girato, lo si può ammirare sia sul proprio computer di casa sia direttamente sul piccolo monitor integrato nella dash cam, comodamente seduti nella propria auto.

Il WiFi incorporato permette di sincronizzare la Garmin con il proprio smartphone direttamente on the fly senza dover usare scomodi cavetti.

8. Nextbase 512GW

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Le nextcase sono alcune delle camere più particolari in questo momento sul mercato.

Il formato di registrazione disponibile 1440p a 30fps, sebbene si possa risparmiare spazio optando per il più leggero formato Full HD a 720p, comunque quanto basta per poter apprezzare al meglio le nostre immagini.

Alla risoluzione massima la memoria da 16GB incorporata di serie sarà abbastanza per poter registrare fino a 77minuti di filmato prima che il loop cominci a sostituire i minifile vecchi con quelli nuovi.

Il retro del device ha un piccolo schermo da 3 pollici LCD sensibile al tatto per poter utilizzare comodamente le svariate funzioni della camera.
C’è come al solito il sensore G per gli incidenti, la localizzazione GPS (ma senza rilevamento e segnalazione autovelox), la funziona timelapse utilissima e la modalità parcheggio. Tutto coadiuvato dal Wi-Fi per poter riversare le nostre riprese sullo smart phone ed ammirarle direttamente a casa.

La qualità delle immagine è una delle migliori sul mercato, fornisce infatti dettagli che altri prodotti della stessa fascia possono solo sognare.
E’ una camera molto ben costruita e robusta che sono sicuro resisterà anche agli incidenti più difficili e mortali.

9. Mio MiVue Drive 65 LM, GPS e dash

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Il Mio MiVue Drive 65 LM prende due piccioni con una fava unendo la navigazione satellitare alla videocamera dash, permettendo in questo modo con una sola alimentazione di utilizzare e sfruttare due tecnologie all’avanguardia per la sicurezza del proprio mezzo.

Lo schermo da 6 pollici è particolarmente grand e ottimo per poter essere utilizzato senza distogliere l’attenzione dalla guida.

La risoluzione Super HD assicura una qualità impressionante di ben 2304 x 1296 a 30fps, c’è un po’ di compressione nell’immagine ma il giusto che basta per riuscire a leggere ad esempio targhe automobilistiche a distanze ragguardevoli.

Viene equipaggiato con una card microSD da ben 16GB che garantisce 135 minuti di video al top della risoluzione, con un secondo slot micro per poter aggiungere le nostre mappe GPS.

C’è inoltre l’autovelox alert e l’allarme per quando si super la propria corsia, inoltre non può mancare su un gioiellino del genere il sensore di avvicinamento dell’auto di fronte a noi, per poterci avvertire nel caso ci fossimo spinti troppo avanti e rischiassimo un incidente.

Non è perfetto, ma è un ottimo compromesso per chi desidera avere GPS e dash senza dover acquistare e installare due prodotti differenti. Consigliato per chi ha auto piccole.

Come installare una dash cam

Le dash cam possono essere di due tipi, o singole o con doppia telecamera. Nel caso acquistiate una doppia l’installazione è un po’ più complicata, poiché la telecamera posteriore deve essere collegata a quella anteriore.

Per montare la telecamera posteriore sul lunotto è necessario:
fissare il supporto posteriore nel lunotto
collegare il cavo di alimentazione alla telecamera posteriore
collegare l’altra estremità del cavo alla telecamera anteriore.

Il cavo che collega le telecamere deve poi essere posizionato in modo da non costituire pericolo od intralcio alle persone trasportate o ai dispositivi presenti a bordo del veicolo, ad esempio nascondendolo dietro alle modanature in plastica dell’abitacolo, alle guarnizioni od al rivestimento del tetto.

In conclusione

Le videocamere per auto sono uno strumento irrinunciabile al giorno d’oggi e spero che questa guida vi sia utile per scegliere la migliore in commercio adatta alle vostre esigenze.

Buona guida!

Filippo

 

ProContro.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, e riceve una commissione sugli acquisti effettuati tramite i nostri links.