🥇 5 Migliori Materassi del Mondo (Guida Definitiva)

Vuoi acquistare un materasso nuovo ma hai paura di sbagliare?

Soffri la cervicale e non trovi mai un giaciglio adatto e comodo per il tuo sonno?

L’anno scorso mi sono trovato nella medesima posizione, alla fine ho scelto questo:

e mi ci trovo benissimo.

Ma ho chiesto ad altri amici di Pro Contro di scrivere delle recensioni sul loro materasso, ed è venuta fuori questa bellissima guida per cui ho ricevuto tantissime e-mail di congratulazioni negli ultimi mesi.

A che distanza da terra posizionare il materasso?

Come pulire il materasso?

Dove buttare il materasso vecchio?

Qual è il miglior materasso per la cervicale e i problemi di schiena?
Questo:

Qual è l’origine e la storia del materasso?

Migliore materasso 2019 GUIDA DEFINITIVA (Recensioni, Opinioni)

Materasso Matrimoniale Memory 160×19, un materasso che permette di dormire veramente bene, top gamma.

Marcapiuma - Materasso Matrimoniale...
  • Materasso Matrimoniale 160x190 alto 23 cm - ONDA MED - Prodotto 100% Made in Italy
  • 9 cm di Memory Foam HD Grado Rigidità 5/10 (lato da usare tutto l'anno) + WaterFoam Grado Rigidità 6/10 (lato da usare eventualmente nel periodo più caldo)
  • DISPOSITIVO MEDICO Classe 1 - Detraibile 19% dalle Tasse - Materasso Ortopedico H2 Medio/Morbido a 11 zone differenziate effetto RELAX

Avete presente quando durante la notte vi svegliate in quanto la vostra schiena tende a essere rigida, quasi bloccata, e riuscire a prendere nuovamente sonno diventa una specie di missione impossibile?

Ebbene io ho dovuto fronteggiare per diverso tempo questo genere di situazione, che mi stava letteralmente facendo impazzire: soffro di un disturbo alla cervicale e un materasso poco adatto non faceva altro che peggiorare ulteriormente la situazione.

Su consiglio di mio fratello, che ha sfruttato il medesimo modello, mi sono deciso ad acquistare questo materasso e posso dire con estrema facilità che mai scelta è stata più adatta alle mie esigenze.

Per la prima volta ho potuto dormire in maniera soave, visto che lo speciale strato del materasso mi ha permesso effettivamente di avere la schiena massaggiata, cosa che non pensavo fosse possibile.

La forma del materasso mi ha permesso di rimanere abbastanza soddisfatto e inoltre mi sono anche accorto che, seppur io non sia leggero, questo modello si è dimostrato in grado di rispondere alle mie esigenze dato che la funzione memory foarm ha permesso allo stesso materasso di recuperare la sua forma originale in breve tempo.

Ogni giorno, appena mi alzavo, il materasso iniziava lentamente a gonfiarsi nuovamente, dettaglio molto importante che voglio condividere con voi: all’inizio pensavo che il materasso si fosse danneggiato visto che quella fossa dovuta al mio peso sembrava essere troppo profonda per poter essere recuperata del giro di un giorno.

Ma con mio grande stupore mi sono accorto che il materasso è tornato alla sua forma originale, come se io non mi fossi mai coricato, dettaglio molto importante che mi ha reso veramente felice del mio acquisto.

Il lato estivo si è dimostrato inoltre molto professionale e allo stesso tempo in grado di offrirmi quella sensazione di comfort durante il periodo estivo.
Spesso mi è capitato di avere dei veri e propri colpi di calore durante la notte e sentirmi quasi a disagio stando coricato.

Grazie a questo materasso e al suo lato WaterFoarm, anche questo problema è stato sconfitto: al contrario degli altri modelli, questo strumento si è dimostrato in grado di rimanere fresco anche durante quelle serate estive dove le temperature sembrano essere impossibili da affrontare.

Pertanto posso dire che questo modello di materasso si è dimostrato affidabile sotto ogni aspetto.
Voglio anche aggiungere che, seppur abbia avuto qualche difficoltà iniziale a prendere sonno vista la rigidità dello stesso materasso, col passare del tempo la mia schiena si è abituata a questo nuovo oggetto, che oggi mi ha permesso di avere una schiena completamente priva di quella sensazione di dolore che, in passato, non faceva altro che tormentarmi, specialmente quando il dolore colpiva anche la cervicale.

Ma voglio anche parlare dei piccoli difetti che ho riscontrato durante l’utilizzo di questo materasso, in quanto anche questo modello è caratterizzato da aspetti negativi che non devono essere assolutamente sottovalutati.

Primo di questi è dato dai bordi dello stesso materasso, parte che si è dimostrata come quella maggiormente debole da utilizzare.
Seppur resistenti questi piccolo componenti del materasso sono quelli caratterizzati da una funzione memory foarm meno curata.

Questo vuol dire sostanzialmente che ai bordi il materasso tende a consumarsi, ovvero il peso esercitato su questa parte tende a creare delle vere e proprie fosse che non tornano a riempirsi anche se tale parte non viene utilizzata per diverso tempo, dettaglio assolutamente da non sottovalutare.

Aggiungo anche il fatto che pure il lato estivo soffre di questa particolare problematica, dettaglio che non deve essere assolutamente sottovaluta.

Altro difetto che ho riscontrato consiste nel fatto che il materasso tende a macchiarsi con estrema facilità.

In particolar modo il sudore e l’umidità hanno un impatto completamente negativo e potrebbe accadere di vedere delle macchie tutt’altro che piacevoli, cosa che potrebbe dare quella sensazione di sporco che, sicuramente, non è di gradimento soprattutto se il materasso è stato appena acquistato.

La resistenza del materasso è presente solo per quanto concerne la funzione memory foarm: col passare del tempo, infatti, il rivestimento tende a essere soggetto a un’usura che tende appunto a danneggiarlo, specialmente nella parte dove si trascorre maggiormente tempo.

Questo difetto comporta quindi la sostituzione del rivestimento con perdita parziale della funzione contro gli acari e di quella traspirante.
Malgrado questi difetti, che devono comunque essere valutati, posso dire di essere abbastanza soddisfatto di questo acquisto, visto che da quando lo utilizzo i miei problemi alla schiena sono stati lentamente sconfitti.

Da evitare, invece, se volete avere un materasso la cui resistenza tende a essere superiore rispetto quella che vi viene offerta da questo modello, dettaglio da tenere in considerazione in fase di scelta.

Materasso Matrimoniale Memory 160×190 Alto 25 cm – Sunshine, un valido compagno per l’età che continua ad avanzare.

Marcapiuma - Materasso Matrimoniale...
  • 100 NOTTI DI PROVA - Materasso Memory Matrimoniale 160x190 alto 25 cm - SUNSHINE - Prodotto 100% Made in Italy
  • Novità 2018: strato in SOFTFEEL di colore blu, materiale ultra TRASPIRANTE
  • 6 cm di Memory Foam grado rigidità 6/10 (lato da usare tutto l'anno) + WaterFoam grado rigidità 7/10 - DISPOSITIVO MEDICO Classe 1 CE - Detraibile 19% dalle Tasse - Materasso Ortopedico a 9 zone differenziate effetto RELAX

L’età che avanza è un ben ma, allo stesso tempo, gli acciacchi del corpo iniziano a farsi sentire e probabilmente questa è la parte meno piacevole di tutte, visto che vedersi un corpo che tende a soffrire maggiormente, con dolori alla schiena, non è di certo piacevole come sensazione.

Proprio per questo motivo io e mia moglie abbiamo deciso di migliorare la nostra vita acquistando un materasso in memory foarm che potesse sorreggere il nostro peso, visto che siamo leggermente in carne, e che ci permettesse di avere dei risvegli piacevoli sotto ogni aspetto.

La nostra scelta, grazie a un consiglio ricevuto da un nostro vecchio amico, è ricaduto sul materasso matrimoniale Sunshine, il quale inizialmente non ci ha convinto.
Questo per un semplice motivo: in confronto al materasso precedente, seppur questo fosse danneggiato parecchio, lo spessore di questo nuovo articolo sembrava essere assai inferiore.

Io ero abbastanza scettico mentre mia moglie sembrava invece convinta al massimo, visto che quella sensazione di morbidezza riusciva a farla stare bene e soprattutto a lasciarla riposare in maniera perfetta.

Dopo qualche giorno mi sono accorto però che questo genere di materasso, con la sua particolare caratteristica, stava avendo un effetto positivo sulla mia schiena: grazie a questa caratteristica particolare la mia schiena stava leggermente avendo un miglioramento costante nel tempo.

Ma proprio per curiosità ho deciso, sempre assieme a mia moglie, di girare il materasso, per valutare appunto se anche la parte posteriore potesse essere in grado di rispondere alle mie esigenze.

Ho voluto provarlo anche per valutare quale fosse l’impatto che questo tipo di strumento avesse sulle mie spalle e vi posso dire, anche in questa circostanza, come la resistenza dello stesso materasso era ottimale.

La mia schiena, anche nella parte dura, si sentiva accolta perfettamente e la superficie resistente mi permetteva di mantenere una buona posizione mentre stavo dormendo.
Posso quindi dire che, anche in questa circostanza, il materasso è riuscito a fare il suo lavoro e dopo un anno di utilizzo vi posso dire che la parte soffice si è dimostrata perfetta visto che non ha subito alcuna mutazione particolare.

Nemmeno una piccola fossa e allo stesso tempo posso grande piacere nello sfruttare questo materasso che, puntualmente, tende ad assumere sempre la medesima posa e consistenza anche dopo diverso tempo.
Ovviamente voglio premettere un dato importante, ovvero la consistenza del materasso tende a tornare alla normalità con diverse ore di tempo in più rispetto all’inizio, ma per noi non è assolutamente un problema, visto che ci concediamo solamente il riposo notturno.

Posso dire anche che ho apprezzato la funzione traspirante, visto che io e mia moglie sopportiamo ben poco il caldo, specialmente quello insistente e fastidioso.
Diverse estati fa abbiamo dovuto acquistare le pompe di calore per evitare che il caldo notturno potesse avere un impatto negativo sulla nostra salute.

Oggi, invece, queste non vengono utilizzate da parte nostra visto che con la funzione traspirante il materasso rimane abbastanza fresco e allo stesso tempo abbiamo notato anche come questo non assorbisca grandi quantità di sudore, offrendoci anche quel tipo di sensazione di pulizia ogni volta che andiamo a letto.

Sul fronte degli acari, mia moglie che soffre d’asma ha potuto constatare come questo tipo di materasso riesce a offrire l’occasione di evitare che, durante le ore di riposo, la sua gola e i bronchi subiscano dei grossi danni.
La tosse notturna, che in passato mi ha tenuto sveglio diverse volte, è stata completamente sconfitta, visto che il materasso si è dimostrato in grado di rispondere perfettamente a questo tipo di problematica.

Ovviamente non voglio parlare solo ed esclusivamente degli aspetti positivi, visto che ne ho riscontrati anche dei negativi che dovete necessariamente conoscere, in maniera tale che voi possiate avere l’occasione di avere una panoramica generale su questo tipo di strumento.

L’unico punto che poco ci ha convinto è stato il rivestimento da rimuovere presente sullo stesso materasso.
Questo, infatti, si è rivelato essere la parte maggiormente debole del materasso visto che il tessuto è poco resistente e questo ha fatto in modo che noi lo cambiassimo con una frequenza di sei mesi circa.

Nel corso dei tre anni non abbiamo trovato un tessuto perfetto che si adattasse a questo materasso e pertanto posso dire che solamente questo tipo di caratteristica ci ha fatto storcere parecchio il naso.

Quello originale si è rovinato dopo due mesi quindi la nostra gioia per avere finalmente un materasso che facesse in modo che la nostra schiena potesse essere accolta da un materasso perfetto è stata leggermente messa in secondo piano rispetto al nervosismo riguardante il tessuto.

Malgrado questo aspetto, che non riusciamo a spiegarci, abbiamo acquistato la versione singola di questo materasso per i nostri nipoti, soprattutto per quello più piccolo, che già stava riscontrando problematiche alla schiena.
Grazie a noi questa situazione è stata leggermente riparata anche se, ovviamente, è bene sottolineare come questo materasso ovviamente non fa miracoli ma allevia quei dolori che, molto spesso, colpiscono la schiena.

Se ci chiedete se noi consigliamo questo materasso, la risposta è completamente positiva, visto che ci siamo trovati bene fin dall’inizio.
Un buon materasso che, in questi tre anni, ci ha permesso di evitare che i nostri problemi alla schiena potessero improvvisamente peggiorare e anche altri aspetti potessero essere oggetto di un potenziale calo.

Noi definiamo questo materasso come un vero e proprio amico per noi, persone di una certa età, che vogliamo fare un buon riposo e che, la mattina, abbiamo in mente una sola cosa, ovvero svegliarci completamente riposati e senza quella sensazione di stress aggiuntive che rendono l’umore nero.

Materasso Singolo Lattice 80×190 Alto 20 cm – SEVENLIFE 20, quando il materasso sa fare il suo lavoro.

Marcapiuma - Materasso Francese Lattice...
  • Materasso Francese 140x210 alto 20 cm - SEVENLIFE 20 - Prodotto 100% Made in Italy
  • Lastra in Lattice forata da cm 18 a 7 zone differenziate alta densità - grado rigidità 6/10 per entrambi i lati - Indeformabile e Traspirante
  • Materasso Ortopedico 100% Lattice di Prima Qualità - Ergonomico con portanza H2 Medio per un elevato comfort e corretto sostegno vertebrale - Riposo Sano e Naturale anche per bambini

Sono sicura che questa mia testimonianza vi permetterà di capire se questo materasso è in grado di adattarsi alle vostre reali esigenze.

Questo modello è stato scelto da parte mia visto che, oltre essere una donna sola che quindi non necessita del classico materasso matrimoniale, sono anche una tipa che soffre parecchio del caldo eccessivo, soprattutto durante quelle torridi notti dove le temperature tendono a essere assai calde.

Ebbene posso subito dirvi se anche voi, proprio come me, non sopportate quel calore eccessivo prodotto dal materasso, questo modello farà assolutamente al caso vostro, dato che il rivestimento in lattice rappresenta una vera e propria rivoluzione per le persone come noi.

Inizialmente pensavo che lo strato realizzato con questo materiale non facesse altro che incrementare al massimo la temperatura, portando il mio corpo a sudare il triplo ma devo dire che, invece, sono rimasta molto soddisfatta del risultato finale da me riscontrato.

Questo materasso, proprio grazie al rivestimento in lattice, riesce nell’impresa di mantenere la temperatura perfettamente stabile, evitandomi dunque quella spiacevole sensazione di caldo eccessivo.

Anche se fuori il calore tende a essere abbastanza elevato, la superficie del materasso rimane bella fresca e piacevole in ogni sua zona: contate che io sono una tipa che ama trascorrere la sua estate al mare e col calore assorbito durante tutto il giorno, dormire su un materasso che previene che il caldo della stanza e quello corporeo riscaldino il materasso rappresenta una delle caratteristiche vincenti.

Ovviamente devono anche parlare pure dell’altro aspetto che ha fatto in modo che io rimanessi piacevolmente colpita del materasso, ovvero il fatto che il materasso stesso è realizzato solo ed esclusivamente con dei materiali che prevengono la formazione e presenza di acari, polvere e altre sostanze che, in passato, non hanno fatto altro che rendere la situazione meno piacevole del previsto.

Io, che in passato ho riscontrato non poche problematiche con materassi nei quali queste sostanze si accumulavano, finalmente posso dire di dormire serenamente, come se il materasso ogni volta fosse nuovo e appena scartato.

Nessun naso tappato o gola secca al mattino, tipiche situazioni che non facevano altro che rendere la situazione meno piacevole del previsto, fanno in modo che io, ogni mattina, mi sveglio col sorriso sul volto.

Ma siccome sono circa due anni che utilizzo il materasso, posso anche parlare del lato opposto dello stesso, che molto spesso viene completamente ignorato senza alcun motivo.
Ebbene posso dire, in questa circostanza, che il materasso è riuscito a essere di prima qualità non solo per quanto riguarda il lato col rivestimento in lattice, ma anche l’altro.

Anche in questo caso posso dire che il materiale che previene la presenza degli acari e soprattutto la comodità del materasso hanno fatto in modo che lo stesso divenisse un vero e proprio alleato in grado di tramutare perfettamente le mie notti e fare in modo che i dolori alla schiena fossero totalmente assenti.

Devo però parlare anche di quelli che possono essere facilmente definiti come lati negativi che vanno a contraddistinguere questo modello di materasso e in primo luogo ho il dovere di mettere in risalto come questo non sia dotato di una grande resistenza.

Al contrario, invece, alcune zone sono state caratterizzate dalle classiche deformazioni che lo hanno reso meno piacevole del previsto.
Purtroppo questo difetto tende a rimanere presente dato che non parlo di un materasso con funzione di memory foarm ma di uno classico, che spesso viene acquistato per poter effettuare il cambio di quello precedentemente utilizzato.

Anche il fatto che questo tipo di materasso tende a macchiarsi con facilità rappresenta un piccolo difetto estetico che potrebbe rendere lo stesso materasso meno piacevole del previsto da utilizzare.
Purtroppo si tratta di una situazione abbastanza comune che spesso fa in modo che anche un buon materasso venga utilizzato con meno felicità.

Vi posso dire che quelle macchie, dovute dall’umidità oppure dal sudore, tendono a creare delle macchie che, anche lavate con la scopa a vapore, rimangono presenti, lasciando quindi quella sensazione poco piacevole che vi farà sembrare il materasso sporco.

Per aggirare questo tipo di problema ho deciso di utilizzare un doppio rivestimento che copre completamente le macchie del materasso: si tratta di una soluzione che in molti potrebbero non accettare ma la sola che mi è venuta in mente.

Altro piccolo aspetto che potrebbe essere inizialmente poco convincente è dato dal fatto che, questo materasso, tende a essere rigido ma non eccessivamente tale.
Io, fin dai primi utilizzi, ho sentito questo modello abbastanza molle e visto che non soffro di grosse problematiche alla schiena, questo difetto non è stato assolutamente visto come negativo al massimo da parte mia.

La mia schiena comunque è stata in grado di sopportare ovviamente questo piccolo difetto e anzi, posso dire che il fatto di avere un materasso nuovo non necessariamente rigido mi ha consentito di dormire perfettamente durante le prime notti, così come nelle successive.

La parte che invece mi ha molto delusa rappresentata dalla poca resistenza del rivestimento.
Io l’ho lavato tre volte, con cadenza di una volta ogni tre mesi visto che utilizzo un copri materasso extra e vi posso dire che dopo tre lavaggi questo tipo di fodera non ha resistito allo stress, bucandosi.

Questo rappresenta una parte del materasso che ha me non ha fatto assolutamente piacere, rendendo la situazione meno semplice da affrontare e per questo mi sono dovuta procurare un nuovo rivestimento che mi ha permesso di sfruttare nuovamente al massimo lo stesso materasso.

Ripeto, il rivestimento mi ha deluso e non poco ma ho comunque trovato un’ottima soluzione per evitare che la situazione potesse peggiorare in maniera fin troppo visiva.

Pertanto posso dire che questo materasso ha saputo rispecchiare le mie aspettative: semplice e soprattutto resistente, seppur non eccessivamente tale, questo materasso per me rappresenta un buon compromesso tra qualità e prezzo e si adatta a tutti coloro che come me vogliono effettuare un cambio dello stesso senza investire grosse somme di denaro.

In base alla mia esperienza sconsiglio questo materasso se invece volete uno strumento che vi permette di combattere completamente tutte le diverse problematiche alla schiena e se volete risvegliarvi completamente riposati e senza quel fastidioso dolore alla schiena che tende a perseguitarvi e che potrebbe richiedere un tipo di strumento maggiormente adeguato a tutte le vostre domande.

Materasso Memory Aloe Therapy Alto 26cm Matrimoniale 160×190, addio ai dolori alla schiena

Materassimemory.eu Materasso Memory Aloe...
  • Materasso memory a 6 strati alto 26cm (lastra H 23cm) - IN OMAGGIO I GUANCIALI DISPOSITIVO MEDICO SAP MED
  • 7 cm di Memory AloeFeel, sei strati con 11 zone di portanza differenziata.
  • Tessuto 100% Naturale con fascia di traspirazione FULL 3D AIR , sfoderabile e lavabile a 30° , completo di maniglie laterali per la movimentazione.

Molti di voi, come me che si trova nella fase dell’età adulta (ho compiuto 53 anni la scorsa primavera), a causa del lavoro tendono ad avere qualche piccolo disturbo al proprio corpo, specialmente se il mestiere che svolgete non è leggero.

Io, che sono un capo cantiere edile e imprenditore del medesimo settore e che si mette a lavorare assieme agli altri operai, col passare del tempo ho riscontrato parecchi fastidi alla schiena.
Inizialmente pensavo che si trattasse del lavoro che svolgevo quotidianamente ma, dopo diverso tempo, mi sono accorto che la fonte principale dei miei disturbi era rappresentata dal vecchio materasso, completamente rovinato e con delle molle che esercitavano una pressione tutt’altro che indifferente nella zona lombare.

Per questo, dopo aver consultato mia moglie che stava riscontrato le medesime problematiche, abbiamo pensato di cambiare materasso, visto che i problemi alla schiena sono tutt’altro che piacevoli e peggiorano col passare del tempo.
Ci siamo messi d’accordo sull’acquisto di uno strumento che non solo potesse essere in grado di evitare che i fastidi alla schiena fossero una costante, ma che avesse delle peculiarità e un ottimo grado di longevità tale da permetterci di riposare serenamente.

La nostra scelta è ricaduta sul materasso Materasso Memory Aloe Therapy Alto 26cm Matrimoniale 160×190 e posso dire che questa scelta è stata completamente azzeccata, visto che i vantaggi che ho potuto ottenere sono parecchi e da quasi un anno questo materasso continua a offrirmi non poche soddisfazioni.

Il momento della consegna è avvenuto con estrema semplicità e professionalità: il materasso mi è stato consegnato imballato sottovuoto e arrotolato, cosa che mi ha tranquillizzato visto che ho avuto la certezza che questo non fosse di seconda mano.

Una volta messo sul letto, però, non riuscivo a essere pienamente convinto di questo nuovo materasso.
Le misure erano corrette ma quella forma leggermente ondulata, nella mia mente, mi dava la sensazione di strumento già utilizzato da altre persone.

La prima notte non ho riposato bene, devo essere sincero, mentre mia moglie ha dormito come se il vecchio materasso fosse sempre presente.
Sia la leggera durezza dello stesso che quelle piccole pieghe non riuscivano a farmi riposare perfettamente, pertanto ho dormito poco.

Il giorno dopo, però, mi sono accorto di un fatto molto importante che, lentamente, mi ha permesso di apprezzare maggiormente il mio nuovo materasso.
Prima del cambio, infatti, ogni mattina mi alzavo con un forte dolore alla schiena, come se avessi una lancia che toccava le vertebre: dopo la prima notte col nuovo materasso Materasso Memory Aloe Therapy Alto 26cm Matrimoniale 160×190, quella forte fitta che sentivo non appena mi alzavo era meno incisiva rispetto alle altre notti.

Se il dolore poteva essere giudicato a intensità 8, dopo la prima notte posso dire che questo era sceso a 7,75.
Per molti di voi potrebbe essere poco però quella sensazione di leggero miglioramento mi aveva permesso di accettare questo nuovo materasso.
La seconda notte è stata anche meno traumatica rispetto alla prima: i diversi strati in memory foarm mi stavano accogliendo in maniera soave, piacevole e io, dopo una settimana, sono riuscito a dormire perfettamente su questo materasso.

Come se non bastasse, l’intensità del dolore alla schiena e alle articolazioni stava lentamente diminuendo e questo non faceva altro che farmi apprezzare maggiormente il mio acquisto.

Oggi posso dirvi che, dopo circa un anno di utilizzo del materasso, la mia schiena è tornata a essere quasi perfetta, grazie anche a dei particolari trattamenti: il materasso sta facendo ovviamente il suo lavoro e sentirmi accolto perfettamente da questo oggetto, che mi permette di dormire in maniera rilassata e risvegliarmi completamente privo di dolori atroci a spalle e schiena, è una sensazione che tutti voi dovete sperimentare almeno una volta.

Vi aggiungo anche un ulteriore dettaglio che prima ho tralasciato, ovvero il fatto che questo materasso è realmente in memory foarm.
Io, che non sono di certo trasparente visto anche il lavoro che svolgo, sono leggermente pesante ma non in sovrappeso: la mia mole ha lasciato dei segni sul vecchio materasso che, lentamente, si è consumato al suo interno.
Questa situazione non si è presentata con quello Materasso Memory Aloe Therapy Alto 26cm Matrimoniale 160×190, che ancora oggi conserva la sua forma originale, come se fosse stato appena acquistato.
Vi voglio però mettere al corrente di un piccolo difetto: la capacità di recupero della forma originale dello stesso è calata leggermente.

Questo vuol dire che se il materasso, durante i primi quattro mesi di utilizzo impiegava circa tre ore per recuperare la sua forma, oggi ci mette il doppio del tempo, problema che comunque non è così grave come si potrebbe pensare, soprattutto se lavorate tutto il giorno e il materasso viene utilizzato solo per la notte.

Aggiungo anche la sua funzione traspirante: il vecchio materasso, durante le calde notti estive, sembrava prendesse fuoco, visto che si riscaldava eccessivamente e soprattutto non mi permetteva di riposare perfettamente.
Questo nuovo materasso, invece, tende a essere maggiormente fresco e questo rappresenta un ulteriore dettaglio positivo che lo contraddistingue: se a casa vostra la temperatura è abbastanza calda e sembra di essere in un forno, questo materasso vi permetterà di gustarvi un ottimo riposo, visto che non si surriscalda eccessivamente.

Però questo assorbe il sudore e pertanto necessita di essere igienizzato con grande frequenza: se non volete dormire su un materasso che puzza e che non riesce a essere così confortevole come volete, dovete prendervi cura dello stesso e adottare questo comportamento, ovvero igienizzarlo con grande frequenza proprio per prevenire delle situazioni che sono tutt’altro che ottimali da affrontare.

Inoltre girare il materasso non avrà degli impatti così negativi: lo strato in memory foarm è presente in entrambi i lati, quindi sia d’estate che in inverno potrete riposare in maniera perfetta sotto ogni ottica.

Vi suggerisco vivamente questo materasso se volete evitare che i vostri risvegli possano essere caratterizzati da una serie di problemi e se volete prevenire, come me, che le vostre problematiche fisiche possano acutizzarsi col passare del tempo.

Ho acquistato anche la versione singola del medesimo materasso per i miei figli, che dopo un inizio traumatico, visto che il cambio del materasso tende a essere tale, ora riposano perfettamente e il risveglio mattutino è privo di espressioni poco gioiose o di atteggiamenti scontrosi dovuti a un riposo totalmente disturbato.

La vostra schiena vi ringrazierà parecchio e anche i polmoni, visto che questo materasso è a prova di acaro, altra caratteristica che mi ha fatto accrescere ulteriormente l’apprezzamento che nutro nei confronti di questo articolo, anche dopo un anno di utilizzo.

Marcapiuma Materasso Memory Matrimoniale Sunrise Plus, qualità al giusto prezzo

Marcapiuma - Materasso Matrimoniale...
  • Materasso Memory Matrimoniale 160x195 alto 20 cm - SUNRISE PLUS - 100% Made in Italy
  • 6 cm in Memory Foam Soia Bio grado rigidità 7/10 (color arancione, lato da usare tutto l'anno) + WaterFoam grado rigidità 8/10 (color nocciola, lato da usare eventualmente nel periodo più caldo)
  • DISPOSITIVO MEDICO Classe 1 - Detraibile 19% dalle Tasse - Materasso Ortopedico con portanza H2 Medio/Rigido a 7 zone differenziate per un effetto RELAX

Ho sempre avuto problemi nel dormire ma negli ultimi tempi faticavo a chiudere gli occhi quasi ogni sera. Ho provato di tutto: meditazione, integratori naturali, attività fisica per stancarmi e piccole passeggiate dopo cena. Niente sembrava funzionare e non solo.

Quelle poche volte che riuscivo a riposare per qualche ora mi svegliavo intorpidita, con dolori sparsi qua e là dal collo alla schiena. Ero veramente disperata perché, tra le altre cose, faccio un lavoro che necessita di un’attenzione e una vigilanza costanti. Un giorno un mio amico, anche lui insonne cronico, mi ha detto che forse, prima di ricorrere a metodi più strong per dormire, dovevo sostituire il materasso. A lui l’aveva consigliato il suo dottore e in effetti le sue nottate erano notevolmente migliorate. Ho voluto provare anche io, allettata dai risultati. Ho comprato, dopo qualche ricerca, il suo stesso materasso, il Marcapiuma Sunrise Plus e devo dire che mai acquisto fu più azzeccato.

La prima cosa che mi ha colpito è stata la capacità di riprendere immediatamente la forma dopo averlo tolto dal sottovuoto. All’inizio questo metodo di consegna mi è sembrata un po’ strano. Un materasso che arrotolato e imballato assume la forma di un cilindro? Ma non si deforma? Posso dire che non solo non succede niente al prodotto ma il sottovuoto garantisce la permanenza delle condizioni igieniche del materasso. E per una come me, attenta alla pulizia, è senza dubbio un vantaggio in più!

Non amo i materassi bassi, per me l’altezza ideale è dai 20 cm in su. Il Sunrise Plus ha risposto a questa mia esigenza, abbinando a tale altezza anche un grado di rigidità medio. Voglio essere chiara in merito. All’inizio, soprattutto se arrivate da un modello con le molle, la durezza del materasso vi lascerà un po’ titubanti. È rigido e si sente e ci vogliono circa due o tre giorni per abituarsi alla superficie. Secondo me però è un problema trascurabile in quanto, per prima cosa, nella scheda tecnica questa caratteristica è evidenziata con dovizia di particolari (si parla di un grado di rigidità di 7 su 10). Poi, e questo deriva direttamente dalla mia esperienza, il fatto di dormire su un materasso un po’ più duro ma in Memory Foam permette alla schiena di assumere la giusta posizione durate il sonno. Il calore che emaniamo e il nostro peso permette ai materiali di modellarsi sul nostro fisico. Il risultato? Io alla mattina mi sveglio senza dolori vari e anche riposata.

La novità portata dal Sunrise Plus l’avete potuta intuire dalla frase precedente. Mi sveglio e questo vuol dire che finalmente riesco a dormire almeno sei ore di filato. Aveva ragione il mio amico, gran parte dell’insonnia derivava da un materasso sbagliato e obsoleto! E il bello è che quella sensazione di schiena “composta” (non so definirla altrimenti) me la porto dietro tutto il giorno, è come se avessi frequentato un corso di ginnastica posturale!

Il Sunrise Plus è composto da due strati. Il primo consiste in ben 6 cm di Memory Foam in soia bio. Devo dire che appena ho letto questa caratteristica sono rimasta un po’ perplessa. La soia nel materasso? Ho scoperto che questo materiale non solo è sinonimo di rispetto per l’ambiente ma utilizzato nei materassi permette una perfetta e regolare circolazione dell’aria. Questo strato è una sorta di schiuma termosensibile a 7 zone, quindi particolarmente reattiva al calore del corpo, si automodella ed è a lenta memoria. Tradotto in termini pratici posso dirvi che la sensazione che si prova è quella di essere avvolti in un abbraccio delicato. Il materasso accoglie il fisico senza farlo sprofondare. L’altro strato è in Waterfoam e devo dire che questo materiale ha scatenato in me un autentico colpo di fulmine, più intenso di quello provato per il fidanzatino delle medie!

Il Waterfoam è poliuretano espanso, un materiale che regala al materasso delle peculiarità fondamentali. È duraturo, non si deforma ed è molto flessibile. Come unica pecca segnalo la possibilità che in estate può causare qualche problema di caldo. Per me è risultato perfetto, forse perché il Sunrise Plus utilizza la nuova generazione del Waterfoam, molto più termoregolante e traspirabile rispetto alla precedente.

Un’altra cosa che mi ha colpito è stata l’accuratezza delle rifiniture esterne. Sono cinque mesi che utilizzo il materasso e sono ancora intatte, come nuove. Un altro punto a favore è dato dal rivestimento esterno trattato agli ioni d’argento. Se come me siete allergici alla polvere e agli acari, questo particolare fa la differenza. Gli ioni d’argento infatti non soltanto offrono un’ottima protezione dai batteri ma impediscono la formazione dei cattivi odori e combattono gli acari. La fodera esterna è lavabile in lavatrice a 60 gradi. Devo dire che io sono arrivata a un massimo di 40 gradi. Secondo me è inutile utilizzare temperature più alte. Basta un buon detersivo e l’acqua tiepida per detergere il tutto, ho paura che quella calda possa danneggiare gli ioni! Infine il prezzo. Devo dire che dopo essermi documentata abbastanza, confrontando marche e modelli, il Marcapiuma Sunrise Plus è uno dei pochi materassi che offre un ottimo rapporto qualità-prezzo. Tenete conto inoltre che, essendo classificato come dispositivo medico, concorre alla detrazione del 19% sulla dichiarazione dei redditi, un ulteriore risparmio. La qualità è indubbia come dicevo più sopra basta guardare le rifiniture per rendersene conto.

Veniamo ora agli svantaggi. Come ho già sottolineato, potrebbe causare qualche problema di caldo a chi pesa più di 90 Kg a causa della presenza del poliuretano espanso. Altro svantaggio è l’assenza totale delle maniglie, un fattore trascurabile nei modelli singoli ma forse più importante nella gestione quotidiana di quelli matrimoniali. In alcuni casi mi è sembrato che l’avvolgenza venisse meno ma ho risolto semplicemente ruotando il materasso ogni settimana.

In conclusione posso dire che Marcapiuma Sunrise Plus è il materasso che ha sconfitto i miei problemi d’insonnia. Grazie al passaparola infatti e alle esperienze personali ho capito che un ottimo materasso fa la differenza e che la qualità del sonno è fondamentale per poter vivere senza problemi la giornata che ci aspetta. Non ho più dolori alla schiena e ho come la sensazione che la cervicale sia meno sollecitata, infatti sono diminuiti di molto i miei mal di testa. Posso darvi un piccolo consiglio? Non abbiate fretta. Date al vostro organismo la possibilità di abituarsi lentamente a questo materasso. Inizialmente potrà sembrarvi addirittura scomodo ma vedrete che piano piano questa sensazione passerà e lasciare il vostro Sunrise Plus al mattino…sarà sempre più difficile!

Materasso Matrimoniale Top Air 160×190 Alto 25 cm, un buon materasso ma non così eccellente.

Materassimemory.eu - Materasso...
  • Materasso Matrimoniale memory foam 160x190 Altezza 25 cm con rivestimento Aloe Vera con Dispositivo medico classe 1 detraibile GUANCIALI TULIP MED IN OMAGGIO
  • Rivestimento esterno Aloe Vera, Antiacaro Anallergico antistatico
  • Strato in memory foam da 5 cm

La mia esperienza con questo materasso è nella media, ovvero ho riscontrato sia aspetti positivi ma anche diversi negativi.

Partiamo dagli aspetti che mi hanno fatto apprezzare molto questo materasso e iniziamo subito col dire che questo è caratterizzato da ben sette zone differenti tra di loro e dallo spesso che riesce ad accarezzare perfettamente la schiena.
Io, che soffro di un problema dovuto da anni di lavoro sollevando diversi pesi con le spalle e sfruttando la schiena, ho riscontrato non pochi problemi col vecchio materasso, che lentamente stava complicando la mia situazione salutare.

Il cambio è stato effettuato proprio su suggerimento di un ortopedico, che mi ha suggerito di trovare un rimedio che mi permettesse di riposare serenamente e questo è stato possibile sfruttando questo materasso che, seppur inizialmente duro, ha saputo accogliere perfettamente il mio corpo, permettendomi di riposare in maniera abbastanza serena durante la notte ma non solo, visto che anche i miei riposi pomeridiani sono stati caratterizzati da una qualità assai superiore rispetto a quella alla quale ero abituato.
Ovviamente questo è stato possibile grazie allo spessore e alla forma del materasso, che mi ha dato quella sensazione di massaggio costante nel tempo.

In un mese la mia problematica alla schiena è stata risolta per metà, senza dovermi sottoporre a interventi oppure ad altre soluzioni similari che non mi avrebbero assolutamente permesso di lavorare e prendere parte alle diverse attività che caratterizzano la mia professione.

Posso anche dire che il materasso è completamente impermeabile, altro dettaglio che riesce a farmelo apprezzare totalmente, visto che il sudore non rappresenta un elemento negativo e soprattutto evita che il materasso possa macchiarsi di giallo come spesso accade.

Mi è piaciuta molto anche la scelta di utilizzare dei materiali che hanno uno scopo ben preciso, ovvero quello di evitare che acari e altre tipologie di germi e batteri si potessero attaccare sullo stesso materasso, offrendomi un ulteriore risultato positivo che ho apprezzato fin dal primo momento.

Inoltre voglio anche parlare di un altro dettaglio molto importante, ovvero la semplicità relativa al trasporto e al cambio di lato del materasso: grazie alle pratiche maniglie laterali è stato possibile per me evitare di compiere degli sforzi eccessivi per riuscire a utilizzare anche l’altro lato del materasso.

Fin qui gli aspetti positivi possono rendere perfetto e ottimale questo materasso ma purtroppo devo parlare anche di tutti i vari difetti che vanno a caratterizzare lo stesso e che purtroppo ho riscontrato dopo circa un anno di utilizzo di questo modello di oggetto.

In primo luogo voglio parlare assolutamente della scarsa resistenza del materasso che, purtroppo, mi ha deluso parecchio visto anche il costo dello stesso e il fatto che questo articolo fosse stato definito come perfetto e rivoluzionario nel suo campo.

Ebbene io, che non sono un peso leggero, mi sono accorto che, dopo circa dieci mesi di utilizzo, mi sono accorto che il centro si presentava con una leggera deformazione, ovvero una sorta di fossa che, inizialmente, era abbastanza piccola.

Questo non sarebbe dovuto accadere visto che la funzione principale del memory foarm consiste appunto nell’evitare che questo genere di situazione si palesi, permettendo al materasso di tornare a essere in forma perfetta come se non fosse mai stato sfruttato.

Più utilizzavo il materasso, dopo la comparsa della prima fossa, più questa sembrava divenire profonda e come se non bastasse, anche un’altra leggera buca si stava iniziando a formare nella parte dei piedi.
Sono rimasto basito visto che, seppur io sia pesante e il materasso sia matrimoniale, questo genere di situazione non si sarebbe dovuta palesare.

Ma passiamo oltre, visto che la fossa anche se poco piacevole non ha avuto alcun impatto eccessivamente negativo sulla qualità dello stesso e suppongo che probabilmente è il mio a essere soggetto a questo genere di problema, anche perché altri utilizzatori non ne hanno riscontrato di problemi similari.

Il materasso viene definito come traspirante e fresco e questo mi ha fatto ben sperare, visto che dove abito io il caldo estivo trasforma la stanza da letto in un vero e proprio forno.
Ebbene anche in questo caso sono rimasto parecchio deluso, visto che il calore del mio corpo e quello di mia moglie, sommato a quello della stanza, rendono il materasso un vero e proprio forno a microonde.
Sembra quasi impossibile riuscire a dormire serenamente su questo genere di materasso il quale diventa appunto rovente come una griglia.

Immaginate solo che d’estate, con le pompe di calore accese, il materasso sembra stia bollendo e questo non fa altro che trasformare lo stesso in un elemento di fastidio veramente incredibile, specialmente se puntate a riposare serenamente e senza dover riscontrare problematiche similari di questo genere.

Come se non bastasse, il rivestimento del materasso si è dimostrato come abbastanza fragile e pertanto mi sono trovato costretto a doverlo sostituire proprio per evitare che la situazione potesse peggiorare.

Anche in questo frangente le mie impressioni sono leggermente negative e inoltre le aspettative che ho nutrito in merito a questo materasso sono state completamente illuse.

E voglio anche aggiungere un ulteriore difetto, ovvero la lentezza del memory foarm: se all’inizio dell’utilizzo sembrava essere abbastanza rapida, oggi posso dire che nemmeno dopo un’intera giornata la forma del materasso torna a essere originale, costringendomi quindi a dover riposare in altre zone cercando quelle che hanno una dimensione perfetta e soprattutto che accolgano in modo ottimale il mio corpo.

Purtroppo la mia esperienza non è così positiva come pensavo e dopo un solo anno tutti questi difetti mi hanno completamente deluso, specialmente l’effetto calore che viene prodotto dallo stesso e dal fatto che solo 5 delle sette zone sono effettivamente in grado di offrirvi una sensazione di riposo totale senza alcun mal di schiena e problematica di ogni genere.

Di conseguenza posso dire che, in base alla mia esperienza, questo materasso non è consigliato a chi vuole effettuare un investimento a lungo termine e punta a mantenere il proprio stato di salute ai massimi livelli.

Voglio però ribadire che probabilmente questo tipo di situazione si è palesata solo ed esclusivamente col mio materasso, visto che ho constatato che solo io ho riscontrato queste problematiche, seppur qualche utente abbia parlato anche lui del memory che diventerà sempre più lento con gli utilizzi del materasso.

Se mi viene chiesto se sono soddisfatto del mio acquisto direi solo parzialmente, con un esito finale che tende a essere maggiormente negativo che positivo.
Di conseguenza valutate bene prima di acquistare questo prodotto visto che il rischio che tali situazioni si palesino anche a voi potrebbe essere abbastanza elevato.

A che altezza va posizionato il materasso?

Altezza del letto e del materasso secondo standard europeo.

La rete non dovrebbe insomma essere più bassa di 35 centimetri, arrivando a 40 centimetri per una sicurezza più che ottimale.
Anche l’altezza del materasso ha la sua importanza: i maggiori produttori stimano che l’altezza giusta fra materasso e rete insieme dovrebbe essere di circa 60 centimetri.

Di conseguenza un materasso di buon livello sarà alto fra i 20 e i 28 centimetri, a prescindere che arrivi tramite confezione sottovuoto oppure no.
Distinguendo fra casi più specifici, anche la consistenza del materasso è una valida variabile per la nostra scelta: un materasso più morbido si deformerá più in fretta di uno più rigido e, a differenza di quest’ultimo, avrá quindi bisogno di una rete e di una struttura nel suo complesso più alta per resistere meglio nel tempo.

Altezza del letto e del materasso secondo standard asiatico.

A differenza di ciò a cui siamo abituati, guardando serie tv e film asiatici, possiamo notare come l’educazione del sonno sia molto diversa: le strutture che compongono il letto sono molto basse, quasi rase al pavimento, con piedini inesistenti o davvero molto bassi e l’altezza del lato del letto varia dai 20 ai 30 centimetri. Solitamente i pavimenti su cui vengono poggiati sono composti da pannelli di legno.

Altezza del letto e del materasso secondo standard americani.

Ancora diversa é l’altezza relativa allo standard americano: parliamo della misura del lato del letto che varia da 0.80 metri ad 1 metro.

Costruzioni di questo tipo dovrebbero ricordare le libertà del selvaggio West, che era caratterizzato da strutture in legno sollevate dal pavimento e dalla possibilità di gaurdare attraverso grandi finestre il panorama esterno.

Il comfort è un concetto personale.

A prescindere dai consigli che possiamo ricevere, nella vita ordinaria ciò che per una persona risulta comodo, per un altro soggetto può non esserlo. Nel mercato dei letti e di tutte le sue componenti, la relativitá la fa da padrona, portando ciò che è straordinario sullo stesso piano dell’ordinario.

Le problematiche personali, di qualunque natura, influenzano in modo definitvo la scelta relativa all’acquisto, così come le consuetudini culturali.

Tenendo conto di eventuali allergie, del livello personale di capacità motorie e della facoltà di pulizie per igienizzare la zona sottostante il letto, questi consigli rappresentano solo lo spunto da cui partire per la realizzazione di questo progetto e per non incorrere in errori le cui conseguenze sarebbero davvero amare e spiacevoli.

Bisogna, in conclusione, prendersi cura di sè e del proprio riposo, cercando la soluzione migliore affinchè la qualità del proprio sonno non sia messa in discussione e gli standard europei sopra descritti, servono a dare una direttiva proprio in questo senso.

Che materasso usare per il mal di schiena? per la scoliosi? per chi soffre di cervicale?

Il materasso è un oggetto tale da poter aiutare coloro che hanno difficoltà nelle capacità motorie: scegliere il materasso giusto in queste circostante assicura la perfetta posizione del corpo durante il riposo, in modo che eventuali problematiche siano trattatate in modo corretto.

Esistono però altre categorie di persone, comunissime in Italia e nel mondo in generale, che senza avere necessariamente problemi gravi pregressi, hanno bisogno di curare in modo particolarmente attento la scelta del proprio materasso ed è a loro che questo articolo è rivolto.

Che materasso scegliere per dolori alla schiena.

I dolori alla schiena, sicuramente fastidiosi anche nei casi discontinui, sono solitamente dati dalla lavorazione continua e poco corretta dei muscoli della schiena appunto, a causa di un lavoro gravoso, o di sforzi fisici eccessivi, o di troppa sedentarietá.

Fatto sta che, qualunque sia la ragione, nella vita di chi ha dolori alla schiena, la scelta del materasso giusto per il riposo notturno, dovrebbe essere considerata come l’applicazione del giusto medicinale: diventa determinante, infatti, per coloro che soffrono, cercare un rimedio efficace al loro problema.

Il materasso in memory foam è in questo senso una validissima soluzione: senza essere troppo duro e quindi senza esercitare punti di pressione o accumuli sanguigni in zone prestabilite; senza essere troppo morbido e quindi senza condizionare la posizione in modo innaturale durante il sonno; il materasso memory foam raggiunge il giusto equilibrio per la maggior parte dei problemi legati a dolori alla schiena.

Questo materasso ha la capacità di adattarsi alle curve naturali del corpo durante la notte e ciò fa il modo che, in qualsiasi posizione si dorma, il peso sulla colonna vertebrale sia egualmente distribuito e la muscolatura lavori quanto deve senza sforzi.

Che materasso scegliere per problemi di scoliosi.

La scoliosi è una patologia della colonna vertebrale che, nella sua sintomatologia, risulta abbastanza fastidiosa: la curvatura della colonna vertebrale assume una forma ad “S” e può essere di tipo genetico o collegata ad altre patologie genetiche (ad esempio la spina bifida).

In quesyo ambito risulta indubbio che la scelta del materasso giusto sia opportuna e venga trattata caso per caso, in modo da assicurare maggiore comfort al consumatore.

A seconda che un soggetto sia più o meno pesante, è consigliabile che il materasso sia più o meno solido: per un peso maggiore serve una maggiore stabilità quindi uno spessore ed una rigidità del materasso che sia maggiore rispetto ad una persona più minuta.

Una volta analizzato peso e costulituzione, si potrà decidere se optare per un memory foam o per un materasso più strutturato. A seconda delle posizioni assunte durante la notte, é importante valutare se un materasso che si adatta completamente alla propria colonna vertebrale sia quello giusto, perché, a volte, potrebbe essere poco indicato per coloro che, una volta creata la propria “fossa” sul materasso, possono far fatica ad uscirne.

Si ricorda anche che altrettanto importante è il numero dei cuscini da usare: in caso di scogliosi serve più se ne usano, meglio è.

Che materasso scegliere per problemi alla cervicale.

Che sia a causa di un riposo scorretto, di un colpo d’aria, di un movimento sbagliato, di stress o di una vita sedentaria, il dolore ed il fastidio legati alla cervicale è una delle patologie più comuni e diffuse.

Emicrania, collo rigido, dolore alle spalle e tavolta anche vertigini sono i sintomi che, dopo corretta diagnosi, ci obbligano a cercare di preservare questa parte del corpo per il resto della vita.

Scegliere il materasso opportuno, anche in questo caso, ha il suo perché. Il riposo corretto per chi soffre di cervicale è fondamentale, dato che la maggior parte dei sintomi sono legati proprio alla posizione orizzontale del corpo.
Qui consideriamo come rimedio un tipo di materasso più particolare: che abbia zone di riferimento del corpo diverse tra loro.

È infatti abbastanza logico che, chi soffre di queste patologie, ha bisogno di superfici più morbide per la base del collo, la testa e la spalla, ma ha bisogno di quelle più dure per il resto del corpo che altrimenti finirebbe per sprofondare più basso della testa, obbligandola ad una piegatura scorretta.

Il materasso a zone diversificate, è composto da varie fasce, legate appunto alle varie zone del corpo, che danno la possibilitá al consumatore di non far pressione su punti non corretti per il suo specifico caso.

Che sia un memory foam, oppure uno a fasce diversificate, o uno più rigido per un peso corporeo più importante, il proprio materasso deve essere scelto con cura e alla luce di eventuali patologie.

Consigli di esperti in questo settore, cercheranno la soluzione migliore e curativa per qualsiasi tipo di bisogno fisico. E anche la mente, dopo una buona notte di riposo, ne gioverà di certo.

Come pulire il materasso? (come disinfettarlo)

Il materasso, usato quotidinamente, ha bisogno di pratiche relative alla sua pulizia almeno due volte l’anno, preferibilmente in corrispondenza dei cambi di stagione (estate/inverno).
Prima di qualsiasi soluzione più o meno liquida con cui trattarlo, è bene ricordare che il materasso va esposto al sole e spolverato per bene.
Ora vediamo insieme alcuni metodi per lavare il materasso.

Rimedi naturali per lavare il materasso.

Utilizzando il vapore, il materasso viene inumidito e privato della polvere in eccesso, cui segue sempre l’operazione di tamponarlo con un panno in microfibra asciutto per accertarsi che non vi dia umiditá in eccesso.

Per macchie più ostinate come il sangue, sfregare della semplice acqua ossigenata, servirà per eliminarne tracce ed odori, a patto che lo si provi in un angolino del materasso, perché in alcuni casi può scolorirlo.

Per macchie come quelle del trucco o del caffè, risolutiva sembra essere una miscela di acqua tiepida, limone e aceto, da nebulizzare sulla superfice, ricordandosi in seguito di asciugare l’umidità in eccesso.

Per l’igienizzazione annuale del materasso, bisogna invece sfregare due o tre manciate di bicarbonato su tutta la sua superficie, lasciarla agire per una decina di minuti e poi rimuovere la polvere mediante aspirapolvere o aspirabriciole opportuni. L’operazione, per essere efficace, va ripetuta per entrambi i lati del materasso.

In questo modo vengono eliminati acari e germi che durante l’anno si sono accumulati nella nostra zona notte.

Come rimuovere le macchie di pipì dal materasso.

Capita a chiunque abbia dei bambini in casa, che questi durante la notte non riescano a trattenersi e facciano pipì a letto.

Se l’antico rimedio della copertura in plastica non ha dato I suoi frutti, esistono fortunatamente altri modi per rimediare al problema: ammoniaca, che sia nebulizzata oppure sfregata su di un panno, a patto che precedentemente sia stata usata della carta assorbente per il liquido in eccesso; dopo aver pulito bene la zona con l’ammoniaca, il materasso deve essere posto in un luogo areato e assolato; acqua ossigenata o acqua e bicarbonato sono ancora soluzioni valide; utilizzare qualche goccia di detersivo per lavatrice è un rimedio parecchio diffuso; oppure esistono in commercio prodotti appositi per questo tipo di problema, sono spray contenenti sostanze che neutralizzano le macchie e carica batterica che ne deriva.

Rimedi industriali per pulire il materasso.

Se i consigli “della nonna” che siamo stati in grado di fornire, non sono però sembrati sufficienti, risulta doveroso ricordare che esistono aziende specializzate nella pulizia e nella sanificazione del materasso. I metodi più diffusi da queste ditte sono principalmente di due tipi:

1) l’ozono, che è un gas che si trova in natura e che, dopo essere stato rilasciato diventa ossigeno, non rilasciando quindi tracce, viene utilizzato per le sue ampie qualità disinfettanti e antiossidanti, dato che è in grado di distruggere ed eliminare qualunque elemento come virus, acari, insetti, spore, muffe o qualunque altra cosa dannosa per l’essere umano;

2) l’acqua, che assieme a detergenti specifici, adempie alla sua funzione di pulizia con l’aiuto di macchinari industrialmente avanzati in grado di eliminare batteri ed acari ed effettuare trattamenti preventivi che durano un certo lasso di tempo.

Studiare i metodi sempre più all’avanguardia per igienizzare al meglio il materasso, è compito dei settori di ricerca delle aziende stesse che, mettendo a disposizione sia la loro esperienza, sia i dati ultimi, ricavati proprio dalla ricerca continua, rappresentano una colonna portante nel mondo della pulizia.

Cosa si accumula in un materasso sporco.

È abbastanza ovvio che un materasso che non sia mai stato igienizzato rappresenta un condominio di acari, virus, batteri e probabilmente insetti. Da qui derivano allergie con sfoghi cutanei, oppure allergie con conseguenze respiratore.

Oltre il cattivo odore che ne possa derivare, dormire su di un materasso sporco non facilita per niente il sonno: ci sono studi che attestano che l’ambiente più confortante per un buon riposo, oltre ad essere silenzioso, debba essere delicatamente profumato, per poter conciliare il sonno.

Sembra quindi palese che l’opera di disinfezione annuale del materasso sia doverosa per poter mantenere un minimo di standard di igiene all’interno della propria casa.

Sia che si scelgano rimedi naturali, o che si preferisca affidare il lavoro a ditte specializzate, adoperarsi per pulire il materasso è consigliabile e non permette il proliferare di conseguenze fisiche che potrebbero essere davvero dannose per l’essere umano.

Chi ha inventato il materasso? origine della parola e storia del materasso

Il materasso, di uso quotidiano, é un’invenzione fondamentale nella nostra vita, dato che il benessere diurno, dipende soprattutto da quello notturno, e la sua idea è stata messa appunto nel corso di moltissimo tempo. I materassi nell’antichità erano cioè ben diversi da quelli che conosciamo e che sfruttiamo oggi.

L’idea di non dormire direttamente a terra, per questioni legate allo sporco e all’umidità, era presente già dai tempi del Neolitico: gli uomini, già a quell’epoca, utilizzavano cataste di foglie secche o paglia, ricoperte di pelle di animale, per coricarsi.

Successivamente Persiani, Egiziani e ancora i Romani, coltivarono l’idea a seconda di ciò che avevano a disposizione: pelli di capra piene di acqua per i primi, rami di palma ammucchiati in casa per i secondi e sacchi di stoffa ripieni di lana, fieno o, per i facoltosi, piume d’uccello, per i terzi.

Ma furono gli Arabi, nel periodo delle Crociate, ad insegnare agli Europei il reale significato della parola “materasso”: loro avevano infatti l’abitudine di dormire su di un cuscino poggiato sul terreno e grazie a quella parola araba per descrivere questi tipi di giacigli, abbiamo oggi la nostra italiana derivazione di “materasso”.

Questa parola è stata così diffusa in Europa, che ha la stessa radice per molti Paesi, fra cui Francia e Inghilterra.

Negli anni del Rinascimento, l’imbottitura dei materassi era di baccelli di pisello, paglia o piume, coperti da velluti o sete.

Ancora dopo, nel XVIII secolo, i materassi furono inclusi in strutture di legname con reticolati in cuoio o corda ed il loro interno era in cotone.
Nel 1824 in Inghilterra fu sviluppato il primo materasso ad aria, a cui seguì quello a molle di origine tedesca nel 1871, che non riscosse però il minimo successo e fu, infatti, la rovina del suo ideatore.

La Simmons Bedding Company fu la responsabile della commercializzazione del materasso a molle impacchettate singolarmente.
Per il primo materasso in lattice di gomma dovremo aspettare il 1928, in quell’anno un’azienda che si occupava di pneumatici aprì le porte all’era moderna.

Il poliuretano nasce nel 1935 per conto di Otto Bayer, tedesco, che brevettò questa sostanza dalle tantissime qualità applicative.

Per conto della NASA, venne poi sintetizzato ed ulteriormente rielaborato il poliuretano, arrivando alla schiuma espansiva.

Nel corso degli studi affrontati per portare il materasso a come lo conosciamo oggi, sono stati anche approfonditi alcuni aspetti distintivi tra le tipologie dello stesso: alcune caratteristiche idee sono quindi state immesse sul mercato, nel corso degli anni, per dare sollievo a persone disabili o comunque con problematiche alla schiena.

Il primo esempio fu il materasso ad acqua di Sir James Paget, il medico personale del Principe del Galles, che nel 1873 presentò il primo materasso ad acqua per I degenti aventi piaghe da decubito. Questo fu infatti il primo tentativo, di una lunga serie, di adattare questo oggetto ai bisogni personali anche di chi era malato.

La ricerca di sempre migliore qualità per persone problematiche, sfocia oggi in materassi ortopedici di tutti i tipi: ideati per essere più rigidi, donano giovamento alla colonna vertebrale più debole. Sono di diversi materiali e consistenze, a seconda dei bisogni ricorrenti ed adattabili alla misura della persona che ne farà uso.

Le tecnologie moderne sono molto sviluppate in questo senso e ricerche sempre più personalizzate caso per caso, aiutano a trovare la soluzione migliore.

L’uomo, riconoscendo fin dal Neolito, l’importanza fisiologica ed igienica di non dormire direttamente sul terreno, ha utilizzato I diversi materiali disponibili per crearsi un giaciglio: rivolgendosi alla natura che aveva attorno, l’uomo ha raccolto occasioni di migliorarsi sia dalla vegetazione, sia dagli animali per coricarsi su superfici sempre più comode e durature.
Il materasso è quindi un’invenzione spinta dal bisogno umano di un buon riposo.

Nonostante la prima commercializzazione risalga solo al 1824, ad opera anglosassone, l’uomo ha sempre cercato di adempiere ad i propri bisogni in maniera personale e con il solo aiuto della propria iniziativa.

Fortunatamente, ad oggi, ci sono studi precisi per la realizzazione di materassi di qualità, che sono pensati per qualsiasi tipo di esigenza: anche il peso corporeo è una componente essenziale per l’acquisto del proprio materasso.

Tutti questi dettagli, che hanno avuto origine nell’antichitá, al giorno d’oggi sono sviluppati da aziende anche di tipo farmaceutico ed assicurano alla società moderna comfort e stile.

Dove si buttano i materassi?

Il materasso é un fedele compagno di tutta la vita, ma come spesso accade, questo si usura e si consuma e questa condizione non arreca beneficio a chi lo sfrutta. Arriva quindi un momento nel quale ci dobbiamo separare dal fedele amico che ci ha sorretto nel tempo per sostituirlo con uno più nuovo e che dia migliore sostegno alla nostra schiena durante le ore di riposo.
Illustreremo in questo articolo tutte le possibiltà conosciute per assicurarsi uno corretto smaltimento del materasso o eventuale riciclo dello stesso. Spiegheremo anche come la donazione sia un gesto rispettabile che gioverà sicuramente sia a chi dà sia a chi riceve.

Dove si buttano i materassi vecchi?

Sicuramente per diafarsi di un vecchio materasso non bisogna abbandonarlo accanto ai bidoni o agli angolo delle strade o, peggio, nelle campagne periferiche delle città.

Un materasso è infatti considerato un rifiuto ingombrante, ed è così definito perché lo sforzo per il suo smaltimento è cospicuo ed evidente ai più. Va trattato quindi come tale, al pari di un tavolo o di un divano che non vogliamo più.


Per alcune delle città e dei paesi italiani è in funzione la raccolta di rifiuti ingombranti mediante aziende specializzate che se ne occupano: la prima cosa da fare è quindi procurarsi il numero dell’azienda che sul territorio si occupa dello smaltimento della nettezza urbana e chiedere loro informazioni in proposito. A volte basta un appuntamento nell’orario e nel giorno prefissati prefissati affinchè gli addetti passino a ritirare in modo gratuito il vostro vecchio materasso e procedano allo smaltimento come le norme dI legge vigenti esigono.

In altre occasioni invece verrà chiesto al contribuente di trasportare il materasso usurato all’isola ecologica assegnata, si ricorda che per compiere le operazioni di trasporto in maniera corretta occorre essere aggiornati sulle regole stradali.
Questi due sono i metodi fondamentali per smaltire un materasso usato quindi per condurlo da casa nostra o da dove era collocato al nuovo ambiente dove verrá posizionato.


Una volta giunto presso le aziende che se ne occupano, il materasso viene privato delle conponenti metalliche che vengono reciclate, mentre le parti rimanenti vengono compattate e o portate in discarica, oppure diventano combistibile per i vari termovalorizzatoreli, se ve ne sono in zona.

Ritiro del materasso usato da parte di aziende produttrici.

Alcune aziende produttrici di materassi nuovi, rendono più semplici le operazioni di smaltimento del vecchio, perché lo ritirano secondo le loro iniziative. A volte è possibile anche che ci sia una permuta del vecchio, in favore di uno sconto sul nuovo.

Innovative forme di riciclo.

Moltissimi artisti moderni sono, partiti proprip dal riciclo dei rifiuti per creare opere d’arte innovative e assolutamente particolari. Frank Willems, designer, ha organizzato un’intera collezione di ispirazione ai mobili antichi, utilizzando materassi usati ripiegati fra loro.
Ma senza arrivare a livelli così alti, per reciclare in casa un vecchio materasso basta ingegnarsi di idee e tempo ed utilizzarlo, ad esempio, per rivestire un divano o per ottimizzare le cucce dei nostri cari animali domestici. Donare una seconda vita agli oggetti é un atteggiamento responsabile e che implica una buona dose di immaginazione e praticitá e rappresenta una forma di rispetto e di insegnamento per le generazioni chea arriveranno.

Donare un materasso usato.

Altra alternativa valida che vale la pena annoverare fra le opzioni possibili è quella della donazione: sono numerose e diffuse sul territorio associazioni che hanno bisogno di questi tipi di materiali e si offrono anche di occuparsi di tutte le pratiche di ritiro e di sgombero, pur di poter usufruire di ciò che a noi non serve più. Una ricerca su internet può facilitare la ricerca di indirizzi e numeri di telefoni opportuni.
Donare un materasso usato significa liberarsi di ciò che altrimenti butteremmo, considerando che questo potrebbe realmente servire a qualcun altro in altro contesto.

È importante smaltire il materasso in modo corretto.

Il benessere ambientale é tale se ne siamo tutti consapevoli: smaltire un materasso in modo responsabile significa occuparsi della pratica in modo preciso ed informato. Seguire le istruzioni dell’azienda che si occupa della nettezza urbana è fondamentale per non inquinare l’ambiente in cui viviamo.

I consigli che sono stati scritti in questo articolo sono quindi necessari per un corretto funzionamento dell’operazione di smaltimento di un vecchio materasso e per la salvaguardia dell’ambiente, da cui tutti trarremo profitto nel corso del tempo. Comportiamoci quindi da cittadini reaponsabili ed informiamoci perché la prima forma di inciviltà è l’ignoranza.

Un buon sonno ha conseguenze positive sulla nostra giornata: alzarsi, sentendosi in forma significa avere la capacità di prendersi cura di se stessi e dare a questo aspetto la sua specifica importanza gioca un ruolo fondamentale sul proprio benessere.

La qualitá del sonno è fondamentale per affrontare in modo sereno la giornata.
Sono moltissimi i fattori in grado di condizionare in maniera negativa il riposo: fra questi annoveriamo sicuramente la qualità del materasso e la sua posizione, in particolare, l’altezza a cui é stato sistemato.

A volte, ci lasciamo impressionare dall’estetica di un prodotto, senza pensare a quanto questo sia effettivamente adatto alle nostre esigenze. Un letto di design innovativo e particolare, dalle rifiniture moderne, potrebbe non essere adatto per la salute del nostro sonno.

Letti troppo bassi possono essere complicati da tenere puliti: se lo spazio sotto la rete è insufficiente, la semplice operazione di passare l’aspirapolvere può apparire davvero ardua e meno efficente.

In questo modo la polvere si accumulerebbe, scatenando in chi vi dorme, possibili complicanze legate proprio all’allergia alla polvere. Anche la difficoltà ad alzarsi potrebbe essere fra i problemi riscontrati e di certo il sentirsi “spezzati” di prima mattina non è qualcosa da sottovalutare, dovendo affrontare una giornata intera prima di potersi coricare di nuovo.

È consigliabile quindi valutare tutte le opzioni del letto e del materasso che vengono scelti, non considerando i prodotti innovativi per il solo gusto estetico, ma anche per le funzionalità che ne derivano.

Ció non significa che un bel letto debba essere per forza scomodo o che bisogna limitarsi a modelli dell’epoca della nonna per dormire, bisognerebbe solo orientarsi leggendo e testando tutte le caratteristiche della struttura, ponderandole con la massima cura, prima di compiere una scelta definitiva.

Ultimo aggiornamento 2019-09-16 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API