6 Migliori Prese Intelligenti Smart Plug (Guida 2018)

Se sei come me hai sempre pensato che sarebbe bellissimo avere i super poteri e poter comandare le prese di casa con la magia, vero?

Ebbene sì, la buona notizia è che adesso puoi, senza fare nessun corso a Hogwarts (la scuola di magia di Harry Potter), bensì con il semplice ausilio delle migliori prese smart e del tuo smartphone.

Se vuoi saltare subito alle recensioni e alla guida delle migliori prese smart plug wifi clicca qui.

E’ da alcuni anni che ho convertito tutte le prese della mia casa in prese intelligenti domotiche comandate a distanza e vi posso assicurare che la comodità e il risparmio sono notevoli (ho calcolato che sulle bollette 2017 ho risparmiato qualcosa come 425 euro).

Le prese intelligenti sono dei dispositivi capaci di connettersi direttamente alla rete wifi internet di casa ed essere comandate tramite una comodissima applicazione per Android o iOS, decidendo in che momento accendere o spegnere l’oggetto o l’elettrodomestico a esse collegate (oppure programmarle in automatico seguendo degli orari prestabiliti). Geniale vero?

A volte la tecnologia riesce davvero a renderci la vita molto più semplice.

Il primo vantaggio che salta in mente è quello di poter eliminare tutti i consumi dati dallo stato di stand-by di molti elettrodomestici. Sapevate ad esempio che la televisione quando non è propriamente accesa ma col “led rosso” su continua a consumare parecchia corrente?

Acquistare una presa elettrica comandata a distanza tramite wifi è senza dubbio un investimento che permette di risparmiare parecchi euro durante il corso dell’anno.

La domotica, ovvero lo studio delle tecnologie atte a migliorare la qualità della vita nella casa e più in generale negli ambienti abitati dall’uomo sfruttando l’ausilio di apparecchi elettrici altamente intelligenti, sta aiutando le nazioni più evolute tecnologicamente a vivere in modo più comodo, l’Italia come sempre si è inserita in questa scia un po’ in ritardo, ma anche nelle nostre case stiamo cominciando a vedere sempre più spesso questi dispositivi avveniristici.

Le migliori prese elettriche smart permettono anche di monitorare continuamente il consumo di energia degli oggetti elettrici a esse collegate.

Come si può usare una Smart Plug WiFi?

Per accendere e spegnere lampade, luci d’illuminazione esterna, scaldabagno, stufe, forni, frigoriferi, caldaie, condizionatori, impianti di irrigazione, lavatrici, macchine per il caffè, tostapane, e qualunque elettrodomestico dotato di interruttore on-off che richieda un’utilizzo saltuario controllabile a tempo o a distanza, oppure dipendente dal manifestarsi di un determinato evento.

Ecco solo alcune delle modalità d’uso delle prese smart, ma è ovvio che con un po’ di fantasia e ingegno si potranno organizzare vere e proprie sinergie avveniristiche e futuribili di dialogo tra prodotti della stessa marca e non che possono disattivarsi o attivarsi al verificarsi di un determinato evento preimpostato, queste sono le basi della domotica, verso un futuro prossimo in cui tutti gli elettrodomestici di casa lavorino tra di loro per regalarci una vita comoda ed efficiente.

Con il servizio IFTTT.com (ifthisthenthat) che permette di configurare all’avvenire di un determinato evento una certa conseguenza si può ad esempio configurare il proprio impianto di irrigazione collegandolo a una stazione meteo casalinga e far partire l’irrigazione sono nel caso non stia piovendo.

Le possibilità sono senza limite e con un po’ di fantasia si può aprire un mondo di case completamente automatizzate. E’ chiaro che se si desidera queste prese smart possono essere usate in maniera normale, semplicemente per accendere e spegnere dei dispositivi quando si desidera a timer oppure nel caso ci si dovesse trovare fuori casa.

Le prese elettriche smart comandate a distanza supportano corrente elettrica fino a 16A il che le rende perfette anche abbinate a prodotti molto potenti che richiedo una grossa erogazione di energia.

Le prese smart normalmente supportano ingressi di tipo tedesco, anche se ci sono determinati modelli orientati alla presa italiana a 3 poli.

Per mezzo dell’applicazione si può programmare il funzionamento della presa in base all’orario per un tempo x prefissato a settimana, e organizzare orari diversi basati su ciascun giorno specifico della settimana.

Si possono inoltre impostare scenari per farle interagire con apparecchi della stessa marca.

Se va via la corrente la presa intelligente ritorna allo stato in cui si trovava prima dell’interruzione di energia elettrica, se quindi era off ritorna su off, se era on ritorna su on.

Se si programma in anticipo la presa, questa mantiene in memoria la programmazione anche nel caso dovesse andare giù la connessione WIFI.

Nel caso poi si desideri bypassare il controllo dell’app è possibile utilizzare il tasto fisico presente sulla presa stessa.

Migliore Presa Intelligente Smart Plug 2018 – Guida, Recensioni

D-Link Home Smart Plug

D-Link ha prodotto un gioiellino di presa smart: la Home Smart Plug.

Ciò che risalta all’occhio e fa la differenza rispetto ai modelli dei concorrenti è senza dubbio la presenza di pulsanti e indicatori led sulla presa stessa per facilitare le operazioni di configurazione e diagnosi manuale.

C’è anche un tasto WPS per effettuare in modo semplice e veloce l’accoppiamento con il router di casa. C’è un led apposito ad indicare lo stato della connessione e ad indicarci se tutto sta effettivamente procedendo per il verso giusto senza problemi di sorta.

Accanto al pulsante di accoppiamento c’è quello destinato al reset, da premere con uno spillo per poter riportare velocemente il dispositivo alle impostazioni di fabbrica e ripetere eventualmente tutta la configurazione da capo nel caso ci fossero stati problemi. Perfetto quando si tratta di dover mettere una toppa e non si sa da dove iniziare, spesso è meglio cominciare da zero.

Si può utilizzare anche l’app a scansione con QRcode per poter collegare il device.

Dopo aver effettuato il setup si può verificare immediatamente tramite l’app lo stato della presa e il consumo live, nonché la temperatura del dispositivo e accedere alla funzione SCHEDULE per poter impostare gli orari di attivazione e spegnimento della presa in base alla nostra volontà.

Come accade per altri prodotti simili, anche questa presa D-Link è interfacciabile direttamente con altri dispositivi della stessa marca, per avere una rete integrata di apparecchi elettrici.

Anche in questo caso è possibile monitorare i consumi di tutto il mese realizzando uno storico da poter consultare con calma in futuro.

Arresto automatico in caso di surriscaldamento.

Programmazione a tempo.

Creazione di scenari e possibilità di integrazione nella famiglia di oggetti domotici D-Link.

Un aspetto negativo di questo prodotto è che nel caso avvenga un down della corrente o della connessione wi-fi la presa non si risincronizza in modo automatico bensì sarà necessario un riavvio manuale, di sicuro un aspetto scomodo da considerare se si immagina di trascorrere lunghissimi periodi fuori casa.

Gang Wang Presa intelligente economica

Ecco una presa low-cost, per chi intende entrare nel mondo delle prese smart dalla porta principale senza però spendere un capitale,, infatti il punto di forza di questa plug smart è senza ombra di dubbio il prezzo.

Il design ricorda molto la D-Link, ma chiaramente le performances non saranno le stesse, certo è che ad un prezzo del genere non si trova di meglio sul mercato, quindi nella sua fascia può essere considerata la migliore.

Può reggere nominalmente un carico fino a 2.200W secondo la casa produttrice, ma essendo una presa economica consigliamo di non rischiare e di utilizzarla solo per oggetti di piccola potenza.

Come le prese più costose permette una programmazione oraria, ma a differenza di queste manca della programmazione di scenari né di storico dei consumi realizzati.

Per chi non ha grosse pretese questa è sicuro la scelta definitiva, non ci sono grosse possibilità di customizzazione ma fa il suo dovere egregiamente, l’ho testata in ufficio e posso assicurarvi che è un ottimo prodotto per il prezzo a cui è venduto.

Le possibilità sono poche ma fa il suo lavoro alla grande, c’è possibilità come sempre di controllarla sia da remoto che in locale in modo normale, il timer è pienamente programmabile, c’è possibilità di impostare la funzione di accensione random, questa è molto utile per simulare la propria presenza in casa in momenti casuali della giornata di modo da scoraggiare eventuali ladri che crederanno che la casa sia costantemente abitata anche se noi magari siamo in viaggio o al lavoro.

L’app è facile da usare, una volta scelto il dispositivo da voler configurare basta premere un grosso pulsante che funziona da switch ON e OFF per l’attivazione o la disattivazione dell’energia elettrica su quella determinata presa smart.

Koogeek

Koogeek fa parte del sistema di domotica Apple HomeKit.

La presa è di colore bianco, dotata di manuale di istruzioni in italiano.
Permette di controllare, monitorare e programmare l’accensione e lo spegnimento di ogni dispositivo collegato a essa, si può usare agevolmente per mezzo di Siri, il sistema Apple di controllo vocale, oppure tramite l’app ufficiale Koogeek.

A distanza si può inoltre constatare se la presa è in uso o meno e dare un’occhiata al suo consumo di energia.
Tramite HomeKit si possono controllare con Siri tutti gli apparecchi collegati alla presa.

Possono essere create delle scene personalizzate per controllare allo stesso tempo più dispositivi collegati contemporaneamente.

La connessione può avvenire in casa su rete wifi s 2,4 GHz oppure da remoto con un HomeKit, protetta tramite protocollo WPA o WPA2.

L’ingresso di alimentazione è di max 250V AC (50Hz), 10A.

La smart plug Kogeek è facilissima da configurare e permettere di avere al proprio comando una presa da poter controllare tramite dispositivi apple.

E’ chiaro che nel caso si sia sprovvisti di sistema domotico HomeKit non è una buona idea acquistare questa presa smart plug, che è ottimizzata per questo sistema.

Il sistema HomeKit è ideale se si intende collegare tra di loro diversi dispositivi Apple, gestibili poi da Siri tramite comando vocale.

Il design di Kogeek è notevole, bianco per integrarsi esteticamente nel sistema Apple con quel canonico design minimale futuristico ed elegante. Lo standard qualitativo è di fattura elevata, con materiali tecnologicamente avanzati.

La e del logo Kogeek è un led colorato, illuminato per indicare lo stato del Wifi.
Sul fianco è inoltre presente un pulsante per l’uso manuale della presa.

Purtroppo le reti 5G non sono supportate.

Nel caso non si fosse utenti Apple è meglio orientarsi su altri prodotti più performanti per utenti Android.

Presa intelligente Belkin F7C029ea

La Belkin è un’ottima marca, che ha tirato fuori questa serie Wemo, un kit di strumenti ideale per tutti coloro che desiderino rendere la propria casa intelligente attraverso un sistema domotico estremamente avanzato.

I dispositivi della Belkem venduti in Italia in questo momento non sono tantissimi ma senza ombra di dubbio tra pochi mesi il catalogo europeo si amplierà diventando al pari di quello americano che al momento è fornitissimo e permette infinite soluzioni di configurazioni incrociate tra devices diversi. Di sicuro un marchio da tenere d’occhio se si vuole fare sul serio con la propria casa smart.

Questa della Belkim è un’ottima alternativa da tener presente in vece della Koogeek retta su sistema Apple, infatti qui ci troviamo a che fare con un oggetto tecnologicamente impeccabile che gira su sistemi Android, restando ovviamente compatibile e funzionante con il mondo Apple. Compatibilità questa non assicurata dalla Koogeek, che gira solo nell’ecosistema della mela.

Si può integrare facilmente con il sistema vocale Google Home o Amazon Echo ed eventualmente anche con il fantastico termostato Nest, altro gioiellino domotico presentato sulle pagine di ProContro.

Può dialogare con la piattaforma IFTTT e si integra alla perfezione come in un antico mosaico con i componenti Wemo e BElkin.

Il design è il fiore all’occhiello di questo modello, dato che è studiatissimo e cerca di integrarsi alla perfezione con l’ambiente delle case più alla moda ed evolute tecnologicamente, ha linee molto arrotondate e i materiali sono di una qualità che sorprende al tatto e lascia immaginare un grandissimo lavoro di ingegneria del design. Nella parte alta del dispositivo è inoltre presente il comodissimo pulsante di comando manuale, ottima idea per ottimizzarne l’uso.

Anche un bambino riuscirebbe a configurare questo oggetto in pochi minuti, con l’ausilio dell’app Android e iOS Wemo, il riconoscimento sulla rete wifi è tutto automatico e avviene in pochi secondi, si inserisce una password mentre si assegna un alias per il dispositivo e si è pronti a partire.

Le funzioni sono quelle solit di una smart plug di alto livello, e non lasceranno nessuno deluso.
C’è un timer per poter regolare l’accensione in qualunque momento si desideri, il dispositivo di controllo locale, l’interfaccia keybronz, la creazione di scenari, la possibilità di monitorare i consumi della rete elettrica e di redarre in modo del tutto automatico uno storico con le statistiche di utilizzo mensile.
Difficile a credere che un oggetto tanto piccolo sia dotato di così tante funzioni.

Da non dimenticare il supporto Amazon Echo e Google Home.

L’app inoltre ci da la possibilità mai vista prima di assegnare a ogni singolo dispositivo che possediamo un’icona per identificare il differente apparecchio collegato, ad esempio potremo scegliere il disegno di una lampada, di un forno eccetera e assegnare delle regole precise di accensione e spegnimento basandoci sulla configurazione oraria.

Smart Plug TP-Link HS110

La TP-Link lancia sul mercato una vera e propria bomba che forse rivoluzionerà per sempre il mercato delle prese smart plug.
Il modello in questione è il HS110, ne è passata di acqua sotto i ponti dalla realizzazione anni fa del primo modello in assoluto di presa intelligente, tutto questo tempo è servito a raffinare tecniche e tecnologie incredibili che adesso sono tutte condensate all’interno di questo dispositivo.

L’upgrade rispetto al modello precedente HS100 si fa di certo sentire, infatti oltre a tutte le funzioni dell’antenato, già evolutissimo, abbiamo anche a disposizione questa volta un raffinato sistema di analisi dei consumi energetici.

Il design è scioccante, dalle forme arrotondate ergonomiche, con i tasti posizionati esattamente dove vorremmo, non c’è nessuna sbavatura per quanto riguarda il lato estetico di questa TP-Link HS110.

Si installa come al solito tramite una procedura facilissima da comprendere, con istruzioni in italiano, per chi avesse poca dimestichezza con la lingua inglese.
L’app Tp-Link Kasa, dal nome molto suggestivo, ci guiderà step by step attraverso il delicato processo di configurazione.

Ricorda per certi versi il D-Link, ma è sicuramente superiore, in particolare per quanto riguarda la stabilità e la velocità della connessione e la personalizzazione totale e completa dell’app.

Si possono creare scene, impostare orari di funzionamento dinamici, realizzare storici e interfacciare il tutto in modo vocale attraverso l’avveniristico dispositivo Amazon Echo.

Broadlink SP3 Contros, miglior qualità prezzo

Questa è forsa la presa preferita da tutti noi qui in redazione, come si dice spesso last but not least. Una presa economica ma che stupisce, finalmente quello che ci voleva su questo mercato così saturo di prodotti.

Si può utilizzare comodamente in abbinamento con Broadlink RM Pro e Broadlink A1.

Mesi fa era disponibile solo acquistata tramite rivenditori cinesi, invece adesso è arrivata finalmente su amazon italia, e non c’è nessuna ragione per ignorarla dato che forse ci troviamo di fronte alla migliore presa smart come rapporto qualità prezzo.

Broadlink SP3 ha un’applicazione chiamata e-Control, disponibile per Android e iOS, ma è possibile in alternativa installare Intelligent Home Center, un ottimo accoppiamento che consigliamo senza ombra di dubbio perché quest’ultima compatibile con Alexa.

La presa non presenta il foro centrale perché è il classico attacco tedesco, purtroppo a differenza delle altre recensite in questa lista non è dotata di supporto IFTT, quindi non si potrà inserirla in simpatiche catene di if this then that ideate da noi. Non c’è nemmeno il monitoraggio dei consumi per quanto riguarda la rete elettrica, non è gestibile con HomeKit né tantomeno con Google Home. Diciamo che la compatibilità non è certo il punto forte di quest’oggetto, ma ho voluto elencare prima gli aspetti negativi per far risaltare meglio quelli positivi.

Andiamoli a vedere assieme.

Le limitazioni sopra elencate potrebbero dissuadere chi fosse interessato ad acquistare questa Broadlink SP3 Contros ma in realtà non tutti hanno bisogno di una presa smart costantemente connessa a tutti gli oggetti domotici di casa, e in questo il dispositivo in questione è la soluzione ottimale. Se si è fanatici delle soluzioni minimale e non si ama complicarsi inutilmente la vita potremmo essere davanti al prodotto che fa davvero al caso vostro.
Considerando anche che prodotti quali Amazon Echo, Google Home e Samsung SmartThing a ben guardare non sono esattamente disponibili e supportati al 100% in Italia.

E’ chiaro che se interessa un dispositivo da affiancare in futuro a reti domotiche complesse questo sicuramente non farà per voi, in questo caso meglio puntare su altri prodotti più completi.

Nel caso si voglia cercare di bypassare questo problema, si possono utilizzare applicazioni third party come Tasker o Broadlink RM.

Configurare la SP3 Contros è semplicissimo, andiamo a vedere assieme passo passo come si fa nei particolari.

Per prima cosa è saggio installare l’app e-Control Android o iOS.

Poi collegare il nostro device a una presa elettrica, se è tutto apposto vedremo a questo punto il led blu lampeggiare in modo frenetico.

A questo punto c’è da aprire l’app precedentemente scaricata e cliccare sul simbolo più, in questo modo si potrà aggiungere il nostro device, scegliere una password sicura, è importante non essere superficiali in questo passaggio dato che dobbiamo essere molto attenti per quanto riguarda la sicurezza dei dispositivi che andranno ad agire direttamente all’interno della nostra abitazione, ma se ci prenderemo la briga di scegliere una password alfanumerica abbastanza lunga non ci saranno problemi.
Si preme allora “configure”.

Il led blu prende a lampeggiare ad un ritmo evidentemente più lento, una volta associato quindi il Broadlink SP3, la nostra lucina resterà fissa, a indicarci che è tutto ok e possiamo partire con la configurazione vera e propria.

In questo momento nell’app, nella parte principale del nostro e-Control si potrà ammirare una nuova icona fresca di pacca con su scritto SmartPlug, basterà premerci su per gestire al 100% il nostro Broadlink Sp3.

Cliccando invece sul simbolo dell’ingranaggio si aprirà subito la pagina di configurazione in cui sarà possibile in modo molto semplice rinominare la presa e modificarne l’icona, attivare notifiche push, aggiornare il firmware, attivare il timer, bloccare il dispositivo, impostare il Day Saving Time e curare tutti i dettagli per impostare al meglio la nostra esperienza di presa smart.

ProContro.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, e riceve una commissione sugli acquisti effettuati tramite i nostri links.