🥇5 Morse Da Banco Professionali Migliori (Guida dell’Esperto)

Ciao,
sono Dario.

Sono un fanatico del bricolage.

Sul mio tavolo da lavoro non può mancare una morsa.

Amo gli attrezzi così tanto minimali e pure così tanto potenti e indispensabili come le morse da banco.

E non mi accontento di una morsa qualsiasi, ogni volta che torno a casa amo immergermi nei miei lavoretti manuali, passo tantissimo tempo in cantina, e pretendo solo il meglio dalle mie morse.

La morsa serve per mantenere fermi i pezzi su cui si va poi a lavorare, diciamo che è il cuore pulsante, il fulcro, di un laboratorio di bricolage.

Sono molte le operazioni che richiedono la presenza di un’ottima morsa professionale, come ad esempio la segatura, la saldatura, la filettatura e la fresatura.

L’utilizzo della morsa va molto indietro nel tempo, per la sua semplicità costruttiva è stata da subito utilizzata in ogni campo per ottimizzare le operazioni di precisione, e per ovviare al fatto di dover tenere fisicamente i pezzi fermi a mano, quindi è nata ovviamente anche per una questione di sicurezza.

Le morse da banco funzionano senza energia elettrica ovviamente, in modo del tutto meccanico, proprio come le belle cose vintage di una volta.

Un lato della morsa viene fissato al banco, mentre l’altra si può liberamente manovrare lungo una vite filettata su cui questa è montata. Un funzionamento tanto semplice quanto efficace.

La vite aziona poi una ganascia mobile che si va a chiudere sulla parte fissa, mantenendo in questa maniera il pezzo su cui si andrà ad agire.

E’ un oggetto che fa ridere per quanto è semplice eppure indispensabile.

Mio padre faceva il liutaio, e anche lui amava le morse per tenere ferme le chitarre su cui poi compieva riparazioni e lavoretti vari, insomma siamo una famiglia legata al mondo delle morse da un filo indissolubile.

E’ per questo che oggi mi sono svegliato con la voglia e il dovere morale di scrivere finalmente la guida definitiva alla migliore morsa da banco.

Seguitemi in questo mio viaggio e alla fine ne saprete qualcosa in più, e non si sa mai che col tempo diventerete anche voi dei veri e propri amanti di questo affascinante strumento.

Migliore morsa da banco 2019

STANLEY 1-83-068 Morsa da banco Fat Max, la mia preferita

[amazon box=”B0015Q7D8U”]

Ecco la mia morsa da banco economica preferita, di ottima fattura, molto pesante, caratteristica che per questo genere di oggetti è senza ombra di dubbio molto positiva.

Un ottimo oggetto per chi si occupa di fai da te per hobby, infatti con pochi euro ci si può portare a casa un ottimo prodotto.

Per alcuni potrebbe sembrare un po’ “grande”, ma fidatevi che a meno che abbiate davvero troppo poco spazio sul vostro tavolo da lavoro, una morsa un po’ “sovradimensionata” fa sempre comodo.

E poi questa qui è altamente ottimizzata per compiere qualunque genere di operazione, consigliata non solo per un uso hobbistico ma anche per i professionisti di non troppe pretese.

Un oggetto che dura nel tempo, quindi un bell’investimento per chi non ha paura di entrare nel mondo del fai da te dal portone principale.

Le ganasce sono di acciaio, se proprio c’è da trovare un pelo nell’uovo, questi sono i punti di ancoraggio al banco, ma niente di cui preoccuparsi, nel complesso il prodotto mi ha lasciato sconcertato quando l’ho provato per la prima volta, dato che a questo prezzo è difficile trovare di meglio.

Promossa quindi a pieni voti, ma la promozione reale è quella che si guadagna giorno per giorno sul campo, nel mio laboratorio, infatti questa morsa sembra non perdere mai un colpo.

STANLEY 1-83-066 Morsa da banco FATMAX uso intenso

[amazon box=”B0015QBHMI”]

La versione più “massiccia” della morsa di cui sopra, a volte ha forse bisogno di una stretta supplementare con le pinze sulle viti che la fanno roteare, per evitare che questa tenda a girare un po’ troppo su se stessa, ma nel complesso anche questa è un’ottima morsa da tenere sott’occhio.

Occhio a non montarla all’esterno perché tende ad arrugginirsi, ne avevo montata una in un laboratorio estivo che facciamo con degli adolescenti in un parco e alla fine dell’estate l’ho trovata tutta arrugginita, ma è normale, non sono questi attrezzi pensati per essere utilizzati e tenuti all’esterno.

Il peso è di soli 8 kg, ma rende come una macchina molto più potente e ingombrante, non si può desiderare di meglio a questo prezzo e in questa fascia d’uso.

E’ molto versatile e può essere utilizzata per qualsiasi lavoro.

E’ dotata anche di incudine integrato e di vite coperta.

Praticamente perfetta.

Draper, Redline 68090, Morsa da banco, 150 mm

[amazon box=”B01194O3OE”]

La Redline della Draper è senza ombra di dubbio un’ottima morsa da banco da 150 mm, l’unico pelo nell’uovo ve lo dico subito qual è: ho avuto modo di provarla per un mese, e nonostante mi piaccia tantissimo e costuisca un’ottima alternativa alle altre morse presenti in questo articolo, ha un po’ di gioco nel carrello della morsa quando si stringe la pinza mobile.

Ma questo particolare non è un problema per la maggior parte dei lavori manuali che si andranno ad effettuare con questa morsa.

E’ di fattura egregia, una vera e propria macchina da guerra, la vite è estremamente precisa e molto solida. E’ praticamente un carrarmato, se avete bisogno di un utilizzo intensivo su materiali duri, ve la consiglio assolutamente. Non guardate oltre e scegliete subito questa morsa.

La Redline infatti è estremamente robusta, venduta ad un prezzo competitivissimo.

STANLEY 1-83-065 Morsa da banco uso leggero FATMAX

[amazon box=”B001O51JCS”]

La stanley scende in campo a testa alta con questa morsa da banco per uso leggero ad un prezzo praticamente ridicolo per le qualità che dimostra immediatamente di avere, sin dal primo utilizzo.

Perfetta per segare le viti, non c’è niente di più semplice, un’operazione che su altre morse economiche può risultare un vero e proprio grattacapo, una sfida nell’ignoto, su questa morsa diventa invece un gioco da ragazzi.

La morsa è perfetta per chi pratica il bricolage in maniera occasionale e vuole qualcosa di economico ma di estremamente efficiente che gli permetta di essere sempre al passo con i temi che cambiano, ma allo stesso tempo ritiene che gli oggetti debbano per prima cosa essere funzionali ma soprattutto durevoli.

Basta prendere tra le mani questa Stanley infatti per rendersi conto immediatamente che ci troviamo di fronte ad un oggetto destinato ad avere molti anni di utilizzo.

Insomma non è la solita cinesata, ma una morsa di tutto rispetto.

Promossa.

Maurer 80072, ROBUSTISSIMA, mm 125

[amazon box=”B00BY78H80″]

Ecco una morsa che mi ha colpito subito quando l’ho presa tra le mani la prima volta.

Non ci potevo credere che la Maurer era riuscita nell’impresa di realizzare una morsa tanto robusta, più che un oggetto per il bricolage sembra di avere in mano una vera e propria arma da guerra, uscita direttamente dalla seconda guerra mondiale.
E con questo non intendo assolutamente offendere l’oggetto in questione, tutt’altro, credo anzi che in quel periodo storico vennero realizzati i migliori oggetti in metallo allo stato dell’arte.

Immaginate quindi quanto questa Maurer sia effettivamente impressionante una volta che la si tiene tra le mani.

Per quanto riguarda la funzionalità be’, fa il suo dovere e non dà assolutamente alcun tipo di intoppi.

Un oggetto realizzato con cura e amore da una ditta il cui nome è sempre garanzia di affidabilità ma soprattutto di durata nel tempo, e si sa che per un oggetto del genere questa caratteristiche è indispensabile.

Mannesmann – M 712-100 – Morsa industriale 100 mm

[amazon box=”B000VVNVRW”]

Bella morsa industriale da 100mm, estremamente pratica, peccato che non può ruotare su se stessa altrimenti sarebbe praticamente perfetta.

Alcuni utenti su internet si sono un po’ lamentati per avere ricevuto dei prodotti difettosi e avere riscontrato dei problemi, ma io personalmente non ho rivelato nessun problema visibile, anzi ho regalato questa morsa a mio nipote che la usa per i suoi lavori e si trova benissimo.

I difetti di fabbricazione comunque capitano a tutti i marchi, anche quelli di più grande pregio, quindi direi di non preoccuparvi e di dare una chance a questa Mannesmann che per il resto può tranquillamente competere con tutte le altre morse presenti in questa mia guida.

Una morsa per chi non ha molte pretese ma vuole trovarsi subito al centro dell’azione, di sicuro consigliata.

Come scegliere la morsa da banco

Il materiale da cui è composta la morsa è la ghisa. Pesa solitamente intorno ai 10kg, però se ne possono trovare anche di molto più pesanti o leggere a seconda delle proprie necessità e della grandezza e del peso dei pezzi su cui si desidera andare a lavorare.

Si fissa al banco per mezzo di morsetti di fissaggio a vite, è molto facile da installare, anche se per chi è alle prime armi questo passaggio potrà forse sembrare un attimino delicato, in tale caso vi consiglio di farvi aiutare da un amico più esperto, per essere sicuri di avere montato la morsa a regola d’arte e di non correre il rischio di movimenti inconsulti durante il suo utilizzo.

Esistono morse piccole che servono per trattare oggetti utilizzati nella meccanica di precisione, mentre ce ne sono alcune molto grandi, e addirittura grandissime, per utilizzi industriali.

Da non sottovalutare quando si sceglie una morsa da banco è la sua capacità di pressione di serraggio. Ovvero la capacità che ha di esercitare forza sul pezzo che va a bloccare.

Esistono poi morse da falegname e morse meccaniche, le prima hanno ganasce progettate apposta per non rovinare in maniera irreparabile i pezzi di legno che andranno a bloccare, le seconde invece sono più “violente”, per lavori che richiedono maggiore resistenza e potenza.

In conclusione

Il mondo del bricolage è la mia vera passione, non so stare un giorno senza aggiustare qualcosa, senza intervenire attivamente sulla materia, senza smontare un oggetto per capire come funziona.

La morsa professionale è quindi fondamentale nel mio lavoro, e so benissimo che non ci si può affidare al caso quando se ne sceglie una.

E’ per questo che ho sentito l’esigenza, anzi il dovere morale di dover compilare questa guida e di condividere col popolo della rete le mie scoperte in tantissimi anni di sperimentazioni.

La morsa da banco è fondamentale anche per ragioni di sicurezza, infatti permette un controllo totale degli oggetti che si vanno a modificare, senza dover temere a movimenti inconsulti.

Questo per me è un fattore cruciale, dato che negli anni passati, per colpa di morse economiche raccattate in giro ho avuto anche seri problemi, una volta sono dovuto correre al pronto soccorso perché un pezzo è scappato dalla morsa e mi è letteralmente rimbalzato in un occhio, correndo quasi il rischio di perdere la vista, era una stramaledettissima morsa cinese. E mai più ripeterò quell’insano errore, ovvero di affidare la mia incolumità nelle mani di un attrezzo cinese.

Spero che questa mia umile guida vi sia d’aiuto e che grazie all’acquisto di una morsa professionale il vostro personale laboratorio casalingo guadagni finalmente la marcia in più necessaria per facilitare la realizzazione di grandi invenzioni e riparazioni.

Adesso scusatemi, ma devo scappare giù in cantina…

la mia morsa mi aspetta.

Alla prossima,
dal vostro
Dario