🥇5 Migliori Machete Potentissimi? (Per Diventare Rambo)

Ciao,
sono Fabio.

Se sei qui è perché cerchi il migliore machete del mondo.

🥇5 Migliori Machete Potentissimi? (Per Diventare Rambo)
Quando un uomo col machete incontra un uomo senza machete, l’uomo senza machete è un uomo morto 🙂

Ogni qual volta che vedo un machete mi viene alla mente quella volta che mi aggiravo in un mercato di Asuncion, in Paraguay, con venditori che brandivano in aria fieri decine di machete e ad un tratto una bellissima donna mi guardò fisso negli occhi e mi invitò ad entrare nella sua umile abitazione…

Ti racconto velocemente la mia storia.

Ascoltami.

Da quindici anni oramai ho lasciato la città e sono diventato proprietario terriero.

Posso portare il machete in giro? Cosa dice la legge a riguardo?

**CLICCA QUI PER SCORRERE SUBITO IN BASSO ALLA GUIDA AI MIGLIORI MACHETE AL MONDO SECONDO ME **

In campagna c’è bisogno di attrezzi affidabili, che risolvano problemi, senza fronzoli, essenziali e durevoli.

Il machete significa per prima cosa azione diretta sul mondo che mi circonda, posso farmi strada nel bosco, tagliare una noce di cocco, tagliare le erbacce, ma soprattutto sentirmi uomo.

Amo anche andare a fare grandi escursioni nella natura.

Sin da piccolo sono un grande appassionato di libri di avventura di Salgari e di spedizioni coraggiose in paradisi tropicali.

Per me il machete rappresenta per prima cosa un oggetto di culto.

E’ molto usato anche nelle bracerie di tutto il mondo per tagliare e preparare i pezzi di carne di grandi dimensioni.

E’ per questo che ho deciso di scrivere questa preziosissima guida e di recensire con estrema attenzione e amore le diverse tipologie di machete presenti in questo momento sul mercato.

Il machete o macete è un’arma da taglio metallica, con impugnatura e lama dritta a un solo taglio. La lama è tipicamente lunga dai 32,5 ai 60 centimetri (12,8 – 24 pollici) e il suo spessore è solitamente sotto i 3 millimetri (0,12 pollici). In lingua inglese il termine equivalente è matchet[1] anche se il termine machete è più comune. Nei Caraibi anglofoni, come la Giamaica, Grenada, Trinidad e Tobago, il termine utilizzato per questo strumento agricolo è cutlass. In Asia orientale è usato invece il termine “panga”.

fonte: Wikipedia

La storia del machete

Nei paesi tropicali questo meraviglioso attrezzo è usato per farsi strada nel sottobosco, così come si vede spesso in qualche film, oppure per tagliare la canna da zucchero.

La duplicità di impiego di questo tipo di arma da taglio è ciò che mi ha da sempre affascinato, nonché la sua forma tanto elegante che richiama immediatamente alla mente uomini coraggiosi che non devono chiedere mai ma allo stesso tempo persone operose che vogliono solo il meglio dalla propria terra.

Viene anche utilizzato per ciò nell’america del sud, tra le popolazioni native e non, per tagliare prodotti alimentari, proprio come quella volta in quel mercato di Asuncion… ah, che ricordi…

Viene utilizzato spesso ad esempio per spaccare le noci di cocco e per ripulire boscaglie.

In passato veniva anche impiegato per tritare la canapa e come coltello da cucina.

Il machete come potente arma da taglio

I primi ad utilizzare il machete come letale arma da taglio furono i commilitoni della famigerata legione straniera francese.

Dato che è così diffuso tra le popolazioni tropicali, il machete spesso è l’arma privilegiata per avviare le rivolte.
Una potente e temibile organizzazione clandestina popolare ha addirittura ricavato il suo nome proprio dal machete, ribattezzandosi “Los Macheteros”, per esempio.

Migliore Machete 2019

GERBER G2850, il machete tropicale migliore del mondo per me

Questo è il coltello che uso praticamente tutti i giorni nella mia cascina in campagna.

Dotato di lama Full Tang.

Pesa 760 grammi, la lama è di 5 mm, viene venduto già con una buona affilatura, ma consiglio di farla rifare (o rifarsela da soli) se si voglio ottenere risultati ottimali.

Ha una bella impugnatura ricoperta tutta di gomma anti-scivolo, per assicurare un’ottima presa.

C’è da fare però attenzione quando si inserisce la lama all’interno della custodia, perché si rischia di tagliarla.

Ha un grandissimo rapporto qualità prezzo, come dicevo è Full Tang, quindi costruito solid body, un unico pezzo.

Il taglio è molto efficace e dura nel tempo,

La Gerber Gear è senza dubbio un’ottima marca, e si riconferma anche questa volta convincente.

Martinez Albainox ALB-31966

ORA IN OFFERTA 33%
Martinez Albainox Alb-31966 Machete, Nero/Verde, XL
  • Machete
  • Lama liscia in acciaio inox 40 cm

Ecco il machete Desert Storm OPS, prodotto dalla ditta spagnola Martinez Albainox, la lama in questo caso è lunga 41,7 centimetri.

Il materiale utilizzato per questa bella lama è l’acciaio inox, sottoposto poi al processo di tempra per aumentarne durata e quindi resistenza, e devo dire che questo aspetto si sente già quando lo si prende in mano. Si capisce subito infatti che ci troviamo di fronte a un prodotto di qualità destinato a durare nel tempo.

Il manico è invece in materiale ABS, ergonomico, pensato per stare in mano comodamente senza fastidi di sorta, la finitura è mimetica Desert Pixel, per coloro che si vogliono sentire sempre sul piede di guerra, anche mentre fanno i lavori di giardinaggio 😀

Il fodero è in tela di nylon.

Ottimo rapporto qualità prezzo.

Se vogliamo si sarebbe potuto fare qualcosa per rendere il manico ancora più anti-scivolo, anche perché ho notato a volte che nell’utilizzo con le mani particolarmente sudate sotto il sole cocente di Agosto la presa non è proprio delle migliori, o meglio è sufficiente ma non paragonabile a quella di modelli simili.

Personalmente ho rimediato sostituendo il materiale ABS con dell’ottimo legno massello, mi sono fatto aiutare da un amico un pomeriggio e adesso il machete in questione è più bello e funzionale di prima.

Promosso.

GERBER G2848, perfetto nel bosco!

Ecco un oggetto davvero prezioso: il GERBER G2848. Con una lama di 4mm, Full Tang in pieno effetto, molto buona ed affilata, pronta all’uso. E’ perfetto nel bosco, ad esempio per tagliare ramaglie e bambù.

Impugnatura efficiente e anti-scivolo, come ci ha abituato questa marca.

Le misure sono: 28 x 5,5 x 1,8 cm. La lama è di 45 cm. Lunghezza complessiva 61 cm.

Il Gerber è ergonomico, robusto, performante, lo adoro. Consigliato sicuramente per coloro che intendono fare dei lavori intensivi di giardinaggio.

La lama dura nel tempo e non perde colore. C’è un cordino di sicurezza per evitare che il machete sfugga di mano durante l’uso.

Il fodero lascia un po’ a desiderare se vogliamo, infatti manca il passante per attacco alla cintura.

La soluzione che consiglio è quella di comprare un moschettone e attaccarvelo. Io così ho fatto e ho risolto alla grande.

Gerber Gear 31-000759 Gator, per gli amanti della natura

Ecco un bel machete pensato appositamente per i cacciatori e tutti coloro che in definitiva amano stare a stretto contatto con la natura. Diciamo per quelle persone che non hanno paura di “sporcarsi le mani”, non consigliato quindi ai fighetti di città.

La lama è più corta in questo caso, di soli 27 centimetri, ma compensa con la resistenza, che è davvero incredibile.
Il materiale è acciaio con alto tenore di carbonio al suo interno.

Fa sempre piacere quando già dalle prime operazioni con un attrezzo è subito possibile sentire l’amore e l’impegno degli ingegneri che hanno contribuito a realizzarlo. Sono cose che fanno bene al cuore e alla mente, sapere che c’è ancora gente che lavora con passione.

La lama è a doppio taglio, cosa forse un po’ insolita per il mondo dei machete, ma sicuramente d’aiuto per chi come me si trova spesso a stretto contatto con la natura, e deve farsi strada nel bosco, tagliando via la sterpaglia più ostinata.

E’ dotato anche di un lato seghettato, sul dorso, che viene in aiuto proprio quando c’è da avere a che fare con i rami più spessi, oppure addirittura piccoli tronchi.

Sul manico c’è della comoda gomma anti-scivolo con capacità ergonomiche dignitose. Anche in questo caso c’è il cordino di sicurezza ad aiutarci a non perdere il nostro machete ma soprattutto a non farci male.

Non spenderò mai abbastanza parole per ricordare che oggetti del genere necessitano sempre della massima cura e attenzione per essere utilizzati, non si scherza. Ricordo che il machete viene considerato una spada, fate voi.

Forse l’unico neo di questo prodotto è lo spessore ridotto della lama, che per alcuni ha rappresentato un problema, rispetto ad altri modelli.

Come scegliere il machete

Il machete è un’arma da taglio metallica le cui dimensioni, manico compreso, possono variare dai 35 ai 75 centimetri circa in lunghezza, con una lama dallo spessore variabile da 1,5 a 6,5 millimetri circa, a seconda del modello.

La peculiarità del machete è che manico e lama sono praticamente dritti e la parte tagliente taglia a filo singolo, solo da un lato, no come la maggior parte delle spade (di cui il machete è a tutti gli effetti un rappresentante), che tagliano a doppio filo, ovvero da entrambi i lati.

I machete migliori sono realizzati in acciaio, è chiaro che più alto è il prezzo maggiore è la qualità. Quando si acquista un oggetto del genere è bene come al solito diffidare totalmente dai venditori cinesi e dalle bancarelle, che forniscono sempre prodotti scadenti e pericolosi.

Bisogna immediatamente poi dare un occhio attento all’impugnatura, e controllare che sia presente una certa ergonomia del manico, soprattutto se si immagina di fare un utilizzo del machete protratto nel tempo, per lunghe ore al giorno.

Immaginiamo ad esempio a chi vuole utilizzarlo come attrezzo professionale, magari per tagliare la frutta in un mercato.

Alcuni machete utilizzano in questo caso il legno massello, altri il cuoio.

Cosa sono le Lame Full Tang?

Alcune volte si legge Full Tang, quando ci si riferisce alla tipologia di lame utilizzate per un determinato coltello o spada. Ma non tutti sanno esattamente cosa vuol dire questo termine.

Scopriamolo insieme.

Full Tang vuol dire letteralmente codolo pieno, ovvero quando l’attrezzo è costruito nel modo in cui lama e codolo vengono forgiati da un unico pezzo di acciaio, e sono quindi solid body, un corpo unico indistinto.

Che cos’è il codolo?

Il codolo è la parte della lama di una spada che passando attraverso la coccia s’impianta nel manico, in parole povere è la parte che si fissa al manico.

Alcuni modelli di machete sono Full Tang, in questo caso viene indicato, altri no, è chiaro che il Full Tang garantisce migliore potenza tagliente e maggiore resistenza, ma a dire il vero esistono anche ottimi machete non Full Tang e comunque molto validi e dignitosi.

I modelli privi di codolo sono da preferire per applicaizoni come il giardinaggio o l’utilizzo casalingo indoor.

Cosa dice la legge? Posso portare in giro un machete?

Il machete è considerato una spada.

Bisogna per prima cosa sfatare un mito molto diffuso da generazioni: ovvero che esista una soglia in centimetri oltre la quale portare un determinato coltello in tasca sia considerato o meno fuori legge.

Le armi da taglio in Italia non possono essere portate in tasca o addosso liberamente, se non nel caso del trasporto dal negozio a casa. Non fate gli eroi perché le sanzioni in questo caso sono molto gravi.

L’unico caso in cui è ammesso avere un coltello con sé in giro per strada è quello del trasporto del medesimo.

Ovvero se hai appena acquistato un coltello in un negozio e lo stai portando a casa, oppure se dalla casa in città lo stai trasportando alla casa in campagna.

E’ però in questo caso necessario dimostrare e spiegare agli ufficiali che te lo trovano addosso che effettivamente non lo tenevi con te per usarlo per strada, ma esclusivamente per portarlo a casa.

Ovviamente come in molti casi la legislazione ha alcune zone d’ombra, bisogna usare come sempre un po’ di buon senso, ma è chiaro che se si viene beccati allo stadio con un machete enorme sarà davvero difficile convincere anche i poliziotti più sprovveduti delle nostre buone intenzioni.

E’ altresì chiaro che un boyscout con in tasca un coltellino cortissimo non corre in linea di massima nessun rischio.

Ricorda che le armi in generale vanno denunciate, l’articolo 38 recita così:

“Chiunque detiene armi, munizioni o materie esplodenti di qualsiasi genere e in qualsiasi quantità deve farne immediata denuncia all’ufficio locale di pubblica sicurezza o, se questo manchi, al comando dei reali carabinieri. Sono esenti dall’obbligo della denuncia: a) i corpi armati, le società di tiro a segno e le altre istituzioni autorizzate, per gli oggetti detenuti nei luoghi espressamente destinati allo scopo; b) i possessori di raccolte autorizzate di armi artistiche, rare o antiche; c) le persone che per la loro qualità permanente hanno diritto ad andare armate, limitatamente però al numero ed alla specie delle armi loro consentite”.

Ti consiglio comunque di non trattare questa cosa con leggerezza, e soprattutto come regola generale di non considerare il machete come un’arma di autodifesa, e non girarci quindi per strada facendo il Rambo della situazione.

Io comunque non prendo nessuna responsabilità dell’uso che potrete fare dei machete consigliati in questa mia guida, la mia raccomandazione è di utilizzarli solo in casa o nelle terre agricole di vostra proprietà.

In conclusione

Il machete per me si ricollega immediatamente a una dimensione inconscia di sogno, è l’arma di chi non ha mai smesso di credere in valori antichi virili.

Ci sono degli oggetti che richiamano immediatamente avventure in paradisi tropicali lontani e gesta di uomini valorosi che non temono nulla.

Sono questi gli oggetti che io adoro, e dei quali mi circondo da sempre, da quando ho deciso che la vita di città non faceva più per me.

Mi ero stancato dei fronzoli, di consumare oggetti senz’anima, sentivo che le mie energie erano costantemente prosciugate e annientate.

Stavo diventando meno uomo.

Per questo motivo mi sono trasferito in campagna, in una zona isolata che non voglio rivelare, perché amo la pace e la tranquillità che ho trovato qui e non rischierei per niente al mondo che questa zona si popolasse adesso di parvenue dell’agricoltura.

C’è chi gioca soltanto con la vita, comprando questo o quel nuovo gadget elettronico, credendosi soddisfatto, ma in realtà subito subentra il malessere, il vuoto dentro è incolmabile… almeno finché non si decide di rimboccarcisi le maniche e cominciare finalmente a vivere la vita da protagonisti e non più da stupide comparse passive.

Ho smesso da tempo di credere che acquistare oggetti senza motivo possa portare alla felicità, adesso compro solo online ciò di cui ho realmente bisogno, e ti posso assicurare che i coltelli di ogni risma e tipologia sono sempre indispensabili, soprattutto per chi come me ha deciso di votare la propria vita alla libertà più totale.

Ritirarmi in campagna mi ha anche reso un uomo più indipendente, dopo poco tempo la mia mente lavorava in un altro modo, ero uscito fuori dalla routine quotidiana del lavoro dalle 8 di mattina alle 5 di pomeriggio, sapevo che finalmente potevo trovare un mio modo personale di vivere.

Ecco tutto ciò che il machete ha rappresentato per me, una nuova vita praticamente.

E spero che possa fare per te lo stesso.

Spero che questa guida sia stata per prima cosa un bel diario personale da leggere, pieno di considerazioni utili, oltre che ovviamente a indicare qual è adesso effettivamente il miglior machete presente sul mercato.

A presto amici,
Tony.

ALTRE GUIDE INDISPENSABILI:

Migliore Decespugliatore Elettrico
Migliore Filo per Decespugliatore
Migliore Tagliaerba A Scoppio / Elettrico / Manuale

Motosega Husqvarna: Guida Definitiva
Migliori Affilacatene per Motosega
Migliori Compostiere per Giardino

ProContro.com partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.

Ultimo aggiornamento 2019-12-05 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *