🥇 Motosega Husqvarna (Guida Definitiva)

La mia esperienza personale con la Husqvarna

🥇 Motosega Husqvarna (Guida Definitiva)

Ho acquistato questa motosega perché mi serviva un prodotto non troppo ingombrante per gli alberi del giardino della casa in campagna di mia madre. La superficie non è grandissima, è di circa 250 metri quadrati, però mi occorreva qualcosa di funzionale e non troppo costoso.

[amazon box=”B00GX6JT66″ description=”Piccolina ma molto bella”]

Premetto che ho già una certa esperienza con questo tipo di strumenti (ne avevo già una in precedenza), quindi non ho avuto difficoltà nel montaggio della Husqwarna quando mi è arrivata.

Nonostante non sia propriamente un principiante, devo dire che l’assemblaggio può non essere così immediato. Detto ciò, appena ho aperto la scatola sono rimasto un pochino deluso: forse, visto il brand, mi aspettavo materiali un po’ più di qualità.

Soprattutto, la plastica non sembra essere così durevole, e ci sono delle parti che, secondo me, avrebbero dovuto essere realizzate con un materiale differente, ad esempio il metallo.

A parte questo, mi sono detto, non c’è da pretendere troppo, visto che il costo non è eccessivo e non si tratta di un prodotto professionale. E qui mi sono dovuto ricredere.

[amazon box=”B00BIFRWAC”]

Infatti la motosega si è rivelata essere un ottimo strumento di lavoro. Funziona a benzina, ed ha una velocità massima di 9000 giri, il che lo rende piuttosto potente. Devo dire che, in mezz’ora, ho potato una superficie di circa 50 metri quadrati di arbusti, piuttosto alti e ramificati, senza ammazzarmi di fatica.

Il prodotto fa il suo dovere egregiamente. Leggendo qualche recensione su questa motosega, soprattutto le meno positive, non riesco a capire, nel senso che sta anche a chi effettua la potatura o il taglio di un albero trovare la migliore posizione o il proprio metodo di lavoro.

🥇 Motosega Husqvarna (Guida Definitiva)
fantastica
[amazon box=”B00HWX0L1G”]

A me sembra che questa motosega funzioni davvero bene, considerando, ripeto, che non si tratta di un prodotto professionale ma, sotto molti aspetti, è come se lo fosse.

Innanzitutto, è molto leggera, perché pesa meno di cinque chili. Bisogna lavorarci per una mezz’ora per rendersi conto di quanto il peso abbia la sua importanza. La motosega che utilizzavo in precedenza ne pesava quasi il doppio, e potare anche una piccola superficie era una cosa davvero lunga e laboriosa.

Inoltre, un aspetto positivo è che la Husqwarna non si deve scaldare per avviarsi, ma funziona subito (la motosega precedente, che però non era di questa marca, ci metteva un po’ a scaldarsi, anche se di uguale cilindrata, 38 cm cubi se non sbaglio).

Un altro fattore positivo è la ridotta vibrazione: uno degli elementi che possono far appendere al chiodo una motosega è l’eccessiva vibrazione mentre si lavora, perché diventa davvero difficoltoso, soprattutto per potare aree estese. La motosega Husqwarna 236, invece, mi ha lasciato piacevolmente sorpreso, perché vibra davvero poco. L’operazione di potatura diventa, con questo strumento, semplice e non troppo faticosa. A parte gli arbusti posti più in alto, non mi sono dovuto muovere troppo durante la potatura.

[amazon box=”B005X4QIVI”]

Passiamo all’argomento autonomia e consumi. Devo dire che questa motosega è buona anche da questo punto di vista, perché il combustibile che ho messo all’inizio, quando mi è arrivata, ancora dura.

Lo dico e lo ripeto, la motosega a benzina è imbattibile, lavorare senza filo è un’esperienza completamente diversa.

Chi periodicamente si occupa di lavori di taglio e potatura sa cosa vuol dire trovarsi il cavo tra i piedi, è una vera scocciatura, oltretutto si rischia di farsi veramente male, perché mentre ti abbassi per scansare il cavo cercando, allo stesso tempo, di evitare un ramo, può essere davvero pericoloso.

Non c’è paragone con una motosega senza filo, ti puoi muovere come ti pare ed in tutta libertà, risparmiando una notevole quantità di tempo e lavorando molto, ma molto meglio. Esistono anche le motoseghe a batteria, che funzionano senza filo, ma la loro potenza, rispetto a quelle a motore a scoppio, come la Husqwarna 236, appunto, è di gran lunga inferiore, ed anche le prestazioni ne risentono.

Inoltre, l’autonomia della batteria non è nemmeno paragonabile a quella che può darti una motosega che funziona a benzina (che a me, in questo caso, sta durando tantissimo). Ho utilizzato questa motosega anche in una giornata in cui pioveva un po’, perché mi ero ripromesso di terminare il lavoro che avevo cominciato qualche giorno prima: anche con queste condizioni atmosferiche questo attrezzo ha funzionato piuttosto bene.

Ovviamente, se avessi avuto una motosega alimentata ad elettricità non avrei potuto farlo e sarei stato costretto a rimandare il lavoro.

Chiaramente, se ci fosse stato un temporale, non sarei nemmeno uscito, ma questo penso sia chiaro in partenza. Sicuramente, se fuori ci fossero stati dieci gradi sotto lo zero avrei avuto qualche problemino ad accenderla, ma questo penso che succeda in tutti i casi.

Altri dettagli tecnici: il motore è piuttosto potente, grazie alla tecnologia chiamata X-Torq; è presente il sistema Air injection, che consente la pulizia con l’aria.
La barra: è lunga 35 centimetri, una lunghezza giusta per lavori fai da te.

Il serbatoio ha una capienza di 0,2 litri, che non è tantissimo, ma considerando le dimensioni della motosega ed i suoi bassi consumi, anche io mi sono dovuto ricredere. All’inizio pensavo che potesse essere un problema, ma in realtà non è così, perché il combustibile all’interno dura davvero tanto.

Un altro fattore degno di considerazione è l’odore: mentre si lavora con questa motosega non si sente quella puzza sgradevole tipica delle motoseghe a gasolio o benzina: altro punto a favore.

Una motosega di questo genere è comunque adatta a chi si intende almeno un po’ di questi oggetti, ad esempio perché ogni tanto bisogna fare un rabbocco di carburante (cioè, devi controllare il livello) ed occorre effettuare almeno un minimo di manutenzione al motore. Da questo punto di vista, non è che te la puoi dimenticare, ci devi stare un pochino dietro.

[amazon box=”B00IA1NEAO”]

Ma, a parte questo, direi che questa motosega, per il costo che ha, svolge delle prestazioni eccezionali, con me non ha fatto una piega. Avendola acquistata di recente, non sono in grado di valutare la sua durata nel tempo, casomai mi riprometto di aggiornare la mia valutazione tra un po’ di tempo, quando ci avrò fatto almeno una stagione. Fino ad ora, comunque, il mio riscontro è più che positivo.

Ripeto, non sono un giardiniere professionista, non passo ore ed ore della giornata a potare e tagliare con la motosega, ma questa qui si presenta da subito come un prodotto per hobbisti e fai da te e non ha alcuna pretesa di essere ciò che non è.

Se dovessi riassumere le caratteristiche che mi fanno apprezzare maggiormente questo prodotto sono: leggera, non vibra, buone prestazioni in poco tempo, ottimo rapporto qualità prezzo.

Se proprio devo trovarci un difetto, il materiale non mi sembra dei migliori, sembra che abbiano risparmiato un po’ su questo fronte, ma pazienza. Gli aspetti positivi superano di gran lunga quelli che fanno storcere un po’ il naso, anche perché, mentre si lavora, le cose che contano sono ben altre.