🥇 7 Migliori Tagliaerba Elettrici (E Il Vicino Muto!)

Ciao sono Alessandro!

Amo la mia casa sulle colline toscane ma soprattutto amo il mio prato e amo tenerlo sempre ben rasato, perfetto e ordinato.

Sempre su ProContro Michele ti ha già parlato dei tagliaerba a scoppio. Io che sono più ecologico e un pollice verde dalla nascita ti parlerò invece dei tagliaerba elettrici.

Se mi seguirai in questa guida ti svelerò tutti i segreti per un prato perfetto.

[amazon box=”B006O5IH4Q” tracking_id=”pinotto-21″ description=”Il mio tagliaerba elettrico, permette il taglio semplice, la raccolta e il mulching.”]

Ti aiuterò a trovare la soluzione a problemi comuni come il tagliaerba che non parte, ti spiegherò per bene il mulching, ovvero quel processo che polverizza l’erba per ridistribuirla direttamente sul prato, vedremo come pulire il tagliaerba al meglio.

Infine ti mostrerò quelli che per me sono i migliori tagliaerba elettrici al momento disponibili sul mercato per aiutarti a scegliere il miglior tagliaerba per te e il tuo giardino.

Dunque cominciamo! Clicca qui se vuoi scorrere direttamente alle RECENSIONI DEI MIGLIORI TOSAERBA ELETTRICI.

Menù Della Guida

La mia esperienza personale

Non c’è nulla da fare e credo che sarai d’accordo con me quando dico che se hai un prato vuoi sempre tenerlo in perfetto ordine, in qualunque momento dell’anno.

Non c’è stagione o agente atmosferico che tenga, io sono sempre pronto ad andare a prendermi cura del mio giardino.

Sono sempre stato un pollice verde incallito, ci sono nato. Una tradizione di famiglia diciamo, tramandatami da mio padre, che a sua volta ha ereditato la passione da mio nonno.

Mentre magari per mio nonno era più difficile l’arte del giardinaggio, per noi giovani risulta tutto molto più semplice grazie all’infinità di gadget e accessori che facilmente si trovano sia nei negozi fisica che sugli store online.

I prezzi di alcuni prodotti in particolare sono nettamente calati col passare degli anni e, grazie anche a questi tempi moderni, è diventato molto più facile reperirli.

Nel mio personale capanno degli attrezzi, costruito da solo con il legno, ho tutto quello che mi serve e spesso anche troppo. E immancabile è il mio bel tagliaerba elettrico.

Per la scelta ho visionato di persona molte macchine, e ho cercato anche di farmi un’idea valida laddove non potevo toccare con mano, come succede quando si cerca su internet.

Mi batto da anni per il rispetto dell’ambiente, sono anche volontario di alcune associazioni no-profit che aiutano con la raccolta dei rifiuti. Per questo motivo la mia scelta è stata verso un oggetto elettrico, che non utilizzasse benzina e che quindi non intaccasse questo mio piccolo mondo biologico che ho creato intorno alla mia casa sulle colline toscane.

Perché scegliere un tagliaerba elettrico?

  • Perché facilissimo da usare. Non ha bisogno di carburante, non ha bisogno di olio, non ha bisogno di candele, lo attacchi alla presa elettrica e va.
  • Perché è più economico e l’efficacia non cambia, quindi ti permette di avere praticamente lo stesso risultato spendendo di meno.
  • Perché hai un prato piccolo oppure un prato di medie dimensioni. È in questi casi che un tagliaerba elettrico da il meglio di se.
  • Perché sei all’inizio, hai appena scoperto il mondo del giardinaggio ma vuoi assolutamente dotarti di uno strumento che è davvero necessario per tenere in ordine il prato.
  • Perché è molto ma molto più facile da pulire, per non parlare della manutenzione che richiede dei passaggi davvero molto semplici e banali che tutti possono compiere senza l’aiuto di nessuno.
  • Perché vuoi lavorare in un ambiente silenzioso, non vuoi contribuire all’inquinamento acustico e per mantenere buoni, quindi, i rapporti con i tuoi vicini.
  • Perché cerchi qualcosa di leggero, di facilmente manovrabile, che ti permetta di destreggiarti al meglio senza intoppi sul tuo terreno.

Come funziona il tagliaerba elettrico: vantaggi e svantaggi

Il tagliaerba elettrico funziona grazie alla corrente e quindi viene alimentato tramite una normalissima e comodissima presa che ovviamente a seconda dei casi e dei modelli può essere più o meno lunga.

Il motore elettrico alimenta le lame che si trovano nella parte inferiore e che tagliano direttamente l’erba all’altezza che più ti piace.

Essendo alimentato a corrente il primo vantaggio è dato dal fatto che non inquina. In più non emette quello sgradevole odore dato dalla combustione del carburante.

Sono molto più silenziosi dei tagliaerba a scoppio e chiaramente l’avviamento è di gran lunga facilitato.

Dulcis in fundo, sono meno costosi dei tagliaerba a benzina e di quelli a batteria.

Ma ci sono anche degli svantaggi da tenere presente, molti amano valutare tutti i pro e i contro di un prodotto prima di decidersi per l’acquisto.

Il grande problema è dato senza dubbio dalle fonti di energia elettrica. Prima di comprarne uno devi assicurarti di avere una presa di corrente vicina al tuo prato e facilmente accessibile e di calcolare bene le distanze, perché come è ben risaputo, la tensione elettrica diminuisce all’aumentare della lunghezza del cavo.

Per esempio, io cerco di non superare mai i 30 metri di distanza dalla fonte di corrente quando lavoro col mio tosaerba. Per motivi di comodità ho fatto però installare una presa in giardino che è collegata direttamente alla linea principale così da facilitarmi il tutto.

Altro svantaggio è sicuramente il cavo. Quando si usa un tosaerba a scoppio o uno a batteria si è tranquilli e si può girare come e dove e quante volte si vuole sul proprio appezzamento. Con quello elettrico si ha sempre il cavo dietro e bisogna prestare una certa attenzione durante i lavori.

Specie se ci sono piante o alberi, con un tosaerba elettrico risulta impossibile girarci intorno, piuttosto è più opportuno tornare indietro e continuare dall’altra parte per evitare che il cavo si impigli o in altri casi distrugga le tue piante.

È facile per un cavo elettrico impigliarsi sulle piante ma non solo, immagina ad avere un tavolino e delle sedie in giardino.

Detto ciò, se sei come me, amante della natura, e hai un prato piccolo o di medie dimensioni, un tagliaerba elettrico fa proprio al caso tuo.

Nel caso in cui tu possieda l’intera Val di Chiana, allora dovrai trovare un’altra soluzione 😀

Io non ho problemi con il cavo e trovo fantastica la possibilità di lavorare in maniera silenziosa e in totale assenza di emissioni di CO2.

Come scegliere il tagliaerba più adatto a te

In generale i tagliaerba possono essere a scoppio, a batteria ed elettrici. Per me il giusto compromesso è quello elettrico e ora ti spiego perché.

La scelta va fatta in base alle proprie necessità, come ti ho anche scritto nel paragrafo precedente.

Devi optare per un tagliaerba elettrico se:

  • hai un prato piccolo o di medie dimensioni;
  • vuoi eliminare l’emissione di CO2 nell’ambiente;
  • vuoi lavorare con poco rumore;
  • vuoi un avviamento facile e veloce;
  • vuoi spendere di meno.

Queste le linee guida, se sei in questa situazione, come me d’altronde, allora sappi che il tagliaerba elettrico sarà un ottimo e fidato compagno di giardinaggio.

Tagliaerba mulching: polverizza l’erba e riutilizzala per concimare

I tagliaerba con il sistema mulching sono semplicemente rivoluzionari perché ti permettono non solo di tagliare l’erba, ma allo stesso tempo di polverizzarla e ridistribuirla in maniera uniforme sul prato, stesso durante il passaggio col tagliaerba.

Non devi fare niente di particolare, se non assicurarti che il tosaerba permetta questa pratica. Otterrai solo ottimi vantaggi con questo sistema.

Hai presente quando nel prato si forma quel fastidioso feltro? Ebbene, questa tecnica serve proprio ad evitare tutto ciò!

Mulching è un termine inglese. Mulch vuol dire “pacciame”, ovvero quel composto che si usa applicare sul terreno per mantenere un certo livello di umidità, per proteggere dagli agenti atmosferici come la pioggia forte e tanti altri motivi, tutti volti al benessere e al mantenimento del terreno.

Un tagliaerba mulching consente di sminuzzare l’erba appena tagliata in maniera sorprendentemente fine e di ridistribuirla sul prato. Più piccoli sono, più facile sarà la decomposizione, e prima il terrena verrà concimato, in maniera assolutamente naturale dunque.

Io lo consiglio sempre a coloro che mi chiedono consigli sul giardinaggio. È un lavoro che comunque va fatto in genere, e con un tagliaerba professionale dotato di mulching, si risparmia tempo ed energie.

Ti dirò di più. Se consideri che con un normale tagliaerba devi raccogliere l’erba tagliata e poi buttarla, con un tagliaerba mulching non dovrai fare nulla di tutto ciò. Più del doppio dell’energia risparmiata e più tempo per te da dedicare al tuo hobby preferito.

Quindi, se sei interessato al mulching, ricordati di controllare che il tagliaerba che vuoi comprare sia capace di sminuzzare l’erba finemente. In questo caso la qualità è di fondamentale importanza, controlla che:

  • il tagliaerba abbia lame rotanti speciali di ottima qualità;
  • la camera di taglio sia abbastanza grande da poter consentire un taglio più minuzioso;
  • una lama abbia la controelica che permette all’erba di rimanere nella camera di taglio per più tempo;

Tagliaerba elettrico che non parte: cosa fare?

Andiamo a vedere i vari motivi che possono esserci dietro ad un tagliaerba che non dà segni di avviamento.

  1. Controlla il cavo. Ripercorri a ritroso il cavo elettrico, e dagli un’occhiata in più punti, specie nelle pieghe. Potrebbe essersi rotto, oppure potrebbe più semplicemente essersi staccato dalla presa principale e quindi va solo riattaccato.
  2. Motore in blocco automatico. Se le lame sono sporche e quindi bloccate, o se il motore è in sovraccarico allora il tagliaerba si spegne da solo. Di solito una pulita alle lame oppure un’attesa di qualche minuto risolve il problema. Ricordati che questo succede solo ai tagliaerba elettrici dotati di blocco termico automatico. Potrebbe essere necessario un reset manuale e quindi ti consiglio di consultare il libretto di istruzioni.
  3. Difetto del pulsante di accensione. Può capitare che il problema sia dato semplicemente dal pulsante di accensione difettoso, lo si nota subito in realtà e la soluzione è sostituirlo.
  4. Fusibile bruciato. Procurati un tester, sempre molto utile se si posseggono attrezzi elettrici. Con questo, controlla il fusibile e se è bruciato procedi con la sostituzione.
  5. Non c’è corrente. Capita in tutte le case del mondo un blackout, quindi aspetta che ritorni la corrente oppure, se è saltato il contatore, riattaccalo.

I MIGLIORI TAGLIAERBA ELETTRICI – Le recensioni

[amazon link=”B006O5IH4Q” tracking_id=”pinotto-21″ title=”AL-KO Comfort 40 E” /] – quello che uso sempre sul mio prato, con mulching e raccolta

[amazon box=”B006O5IH4Q” tracking_id=”pinotto-21″]
🥇 7 Migliori Tagliaerba Elettrici (E Il Vicino Muto!)


PERCHÉ COMPRARLO
Taglio, raccolta e mulching in un solo tagliaerba
Perfetto per prati di piccole e medie dimensioni
Larghezza di taglio di 40 centimetri
Cesto di raccolta di 43 litri
Motore di 1400 Watt, molto silenzioso

Arrivò il momento di comprare il tagliaerba definitivo e non volevo scendere a compromessi. Ero sicuro, volevo il migliore elettrico che ci fosse, dotato di sistema mulching, facile da usare e quindi non c’era via di scampo: l’AL-KO Comfort 40 E.

Da dove iniziare? È professionalissimo e lo noti immediatamente dal fatto che è costruito con ottimo acciaio, materiale molto resistente. È un tagliaerba che dura nel tempo.

Per chi conosce i prodotti della AL-KO, questo qui è il fratello maggiore del [amazon link=”B007L0HLIG” tracking_id=”pinotto-21″ title=”Comfort 34 E” /]. Il 34 E si distingue per essere perfetto per prati piccoli, ha una capacità minore di 37 litri e una potenza più bassa di 1200 W.

Con il 40 E ti dimentichi di tutto quello che teoricamente dovresti fare dopo aver finito di rasare l’erba. Lo sai perché? Perché è dotato di cesto di raccolta con un comodo indicatore che ti indica quanto manca per riempirsi completamente. Puoi scegliere di non usarlo, e quindi di lasciare che l’erba tagliata venga rilasciata sul prato, oppure puoi permettere la raccolta in modo da buttarla.

Oppure puoi utilizzare il sistema mulching. Montando un accessorio che arriva in dotazione con il tagliaerba, puoi permettere allo stesso di triturare finemente l’erba rasata, praticamente polverizzarla e ridistribuirla sul terreno appena dietro al rasaerba, il tutto durante il passaggio sul prato.

La comodità è di casa insomma, è come farsi in tre con questo aggeggio. Appunto 3 in 1: taglio, raccolta e mulching in un solo tagliaerba.

È potente, 1400 W e anche molto capiente, ben 43 litri che permettono un’ampia autonomia in fase di semplice raccolta prima di dover buttare il contenuto del cesto.

Ho un prato che non arriva a 500 metri quadrati, la Al-ko assicura che il Comfort 40 E può essere utilizzato su superfici grandi fino a 600 metri quadrati. È vero, zero problemi col filo e se avessi “più prato” potrei effettivamente continuare senza problemi.

Ti ricordo che il filo va comprato, a seconda delle dimensioni che ti servono. Ti consiglio [amazon link=”B00IKFV9KW” tracking_id=”pinotto-21″ title=”questo della Electraline” /], è di 30 metri ma ci sono anche di diverse lunghezze. È arancione e si nota bene sul verde, quindi non ti darà problemi.

È molto silenzioso e la mia impressione è confermata da quello che molti utenti scrivono online: è più silenzioso di altri tagliaerba elettrici.

È facile a usare. La maniglia permette un controllo sicuro, la manovrabilità è garantita da ruote molto grandi e dalla leggerezza in sé del tagliaerba.

Infine, il prezzo è di tutto rispetto per un prodotto del genere e per quello che si propone di fare. Non sono mai stato così contento dopo un acquisto. Soddisfatto in tutto e per tutto.

Te lo consiglio assolutamente.

[amazon link=”B004FOI5PE” tracking_id=”pinotto-21″ title=”Einhell GC-Em 1743 HW” /] – il tagliaerba elettrico più venduto

[amazon box=”B004FOI5PE” tracking_id=”pinotto-21″]
🥇 7 Migliori Tagliaerba Elettrici (E Il Vicino Muto!)


PERCHÉ COMPRARLO
Il più venduto
Ottimo prezzo
1700 Watt di potenza
Cesto di raccolta di 52 litri
6 altezze di taglio

Il tagliaerba elettrico Einhell GC-Em 1743 HW è un interessante articolo in quanto è ottimo, è il più venduto e non costa tantissimo. Basterebbe questo per convincere molte persone ma andiamo a vedere quali sono i pregi di questo tagliaerba.

Einhell è un’importantissima azienda tedesca leader del fai-da-te. Famosa in tutto il mondo, produce accessori dall’ottimo prezzo e dalle prestazioni eccezionali.

Quella di Einhell è una famiglia di tagliaerba elettrici simili, il GC-Em è quello che secondo me è il migliore per quanto riguarda la convenienza.

Questo tagliaerba è adatto a prati fino a 700 metri quadrati. Quindi per prati di piccole dimensioni ma anche medie, con la sua larghezza di taglio di 43 centimetri e le sue dimensioni abbastanza contenute. Non è piccolo, certo, ma la manovrabilità è al top.

È molto potente con i suoi 1700 Watt e al contempo è anche abbastanza silenzioso in modo da permettere un lavoro tranquillo sia per te che per i tuoi vicini. È disponibile anche nella versione meno potente da 1400 Watt.

Il mulching non è previsto. Permette solo taglio con scarico sul retro e la raccolta tramite comodo cesto grande ben 52 litri.

È possibile regolare l’altezza di taglio su 6 posizioni diverse, che vanno da 20 millimetri fino a 70 millimetri.

Se non sei interessato al mulching, questo è il tagliaerba elettrico che fa per te. Comodo, potente, leggero e conveniente.

[amazon link=”B00I8S1SM0″ tracking_id=”pinotto-21″ title=”Bosch ARM 32″ /] – perfetto per un prato piccolo

[amazon box=”B00I8S1SM0″ tracking_id=”pinotto-21″]
🥇 7 Migliori Tagliaerba Elettrici (E Il Vicino Muto!)


PERCHÉ COMPRARLO
Leggero e facilmente manovrabile
Prezzo ottimo
Motore PowerDrive da 1200 Watt
Ampiezza di taglio di 32 centimetri
Cesto di raccolta di 31 litri

La famiglia di rasaerba elettrici Bosch è davvero ampia. Gli ARM e i Rotak sono tagliaerba davvero efficaci e di alta qualità.

Ce ne sono per tutte le esigenze, l’ARM 32 secondo me è il giusto compromesso per chi ha un giardino di piccole dimensioni e vuole spendere poco.

I numeri parlano chiaro: è alimentato da un motore Powerdrive da 1200 Watt, il suo peso è di quasi 7 chilogrammi, le lame rotanti hanno un diametro di 32 centimetri, ha un cesto di raccolta grande 31 litri. Può essere regolato su 3 altezze di taglio, rispettivamente da 20, 40 e 60 millimetri.

Si intuiscono le grandi potenzialità su prati piccoli. Semplicemente perfetto. Inoltre permette lavori di rifinitura sui bordi grazie a dei pettini laterali.

È possibile comprare solo il rasaerba ma c’è anche l’opzione che include una comoda prolunga da giardino. A secondo dei casi sarà utile averla più o meno lunga per facilitare le operazioni di giardinaggio.

Il motore è innovativo e molto efficace, forse un po’ rumoroso ma permette un lavoro perfetto già alla prima passata.

Se hai un giardino piccolo non puoi fare a meno di acquistare un rasaerba elettrico Bosch ARM 32. Ti renderai conto subito della comodità, soprattutto se paragonato con quelli a scoppio.

Non devi star lì a controllare il livello di carburante, e magari doverlo ricaricare solo per una semplice e veloce passata. No, il Bosch lo attacchi alla presa di corrente, lo passi sul prato ed è fatta. Lo riponi nel tuo capanno degli attrezzi e quando ti servirà sarà sempre pronto all’utilizzo.

La comodità di avere un tagliaerba elettrico è senza precedenti. A maggior ragione se le superfici di operazione non sono particolarmente grosse.

Assolutamente consigliato.

[amazon link=”B00JK2DXB2″ tracking_id=”pinotto-21″ title=”Alpina BL 380 E” /] – efficacia made in Italy

[amazon box=”B00JK2DXB2″ tracking_id=”pinotto-21″]

Prodotto italiano che garantisce un’ottima assistenza ed ovviamente l’efficienza. Alpina ne fa tantissimi ma il tagliaerba BL 380 E è secondo il migliore sotto vari punti di vista.

Innanzitutto ha un motore da 1400 Watt e un cesto di raccolta di 40 litri. È leggero e si manovra che è una bellezza.

È adatto anche a prati di medie dimensioni con una ampiezza di taglio di 38 centimetri, regolabile su 3 diverse altezze di taglio, che variano dai 25 ai 65 millimetri.

Uno dei punti forti di questo prodotto è quello di essere il migliore tagliaerba elettrico economico sul mercato, secondo il mio parere.

Hai paura di spendere troppo? Vuoi iniziare con un piccolo passo? Il tagliaerba elettrico Alpina è quello che fa per te.

Certamente ha i suoi punti deboli, per esempio non permette il mulching che è molto importante per mantenere in ottima forma e salute il terreno. Se si presta attenzione nella fase di rasatura e si seguono le linee guida del bravo giardiniere, ti renderai conto fin da subito che l’Alpina sarà un ottimo compagno.

Ma vedi anche i lati positivi. Un cesto di raccolta così capiente ti permette di evitare di fare avanti e indietro e scaricarlo. Hai una grande autonomia prima di riempirlo completamente.

A seconda delle tue esigenze, se ti piace il marchio Alpina, puoi anche decidere di optare per un altro tagliaerba. Trovi una versione più piccola e ancora più economica, ovvero il [amazon link=”B00INQZ2BU” tracking_id=”pinotto-21″ title=”BL 320 E” /], e quella più grande e decisamente più costosa, l'[amazon link=”B008BXPTQ8″ tracking_id=”pinotto-21″ title=”AL1 42 E” /].

[amazon link=”B00KGHJNU0″ tracking_id=”pinotto-21″ title=”Makita ELM3800″ /] – professionalità ad un buon prezzo

[amazon box=”B00KGHJNU0″ tracking_id=”pinotto-21″]

Il tagliaerba Makita ELM3800 è una buona macchina, ottima per giardini di piccole e medie dimensioni.

Quando dici Makita dici qualità. Questo tagliaerba è uno dei migliori modelli sul mercato e si posiziona a livelli abbastanza elevati.

Elettrico, con un motore abbastanza potente da 1400 Watt, un po’ pesante forse rispetto ad altri tagliaerba, ma si guida che è una bellezza. Il tutto grazie alle 4 buone ruote su cui poggia, quelle posteriori sono leggermente più grandi e permettono manovre davvero ottimali.

È a dir poco efficace. Un mio amico, anch’egli appassionato di giardinaggio, mi parlava poco tempo fa di come fosse molto soddisfatto di questo tagliaerba. Mi disse che voleva puntare ad un marchio di qualità e che scelse dunque Makita a occhi chiusi. E ne rimase molto contento.

Ha un’ampiezza di taglio di 38 centimetri, non male direi, e l’altezza di taglio può essere regolata su ben 5 posizioni diverse: da 25 millimetri fino a 75 millimetri.

Ha un ampio cesto di raccolta per l’erba, nella parte posteriore, dotato anche di un comodo indicatore che ti informa quando il carico è pieno ed è il momento di scaricare il tutto.

Sul manico si trovano i pulsanti per l’accensione. C’è anche un sistema di blocco per evitare involontari avviamenti della macchina.

Ti dirò la verità, se avesse avuto la possibilità di fare mulching, cioè di polverizzare l’erba e ridistribuirla sul prato, l’avrei comprato perché è un bellissimo oggetto, seppur classico ma potente, efficiente e di gran qualità.

Assolutamente consigliato. Non te ne pentirai.

[amazon link=”B01MG9BFP5″ tracking_id=”pinotto-21″ title=”Gardena Powermax 1200/32″ /] – non si ferma di fronte a nulla

[amazon box=”B01MG9BFP5″ tracking_id=”pinotto-21″]

Se hai un giardino non troppo grande e vuoi spendere bene i tuoi soldi, non posso fare altro che consigliarti il tagliaerba elettrico Gardena Powermax 1200/32.

È leggero, è compatto, è fantastico e adatto a lavori veloci. È probabilmente uno dei più facili da usare in quanto a manovrabilità proprio grazie alle sue dimensioni. E quindi direi che è consigliato per coloro che si stanno affacciando per la prima volta al mondo dei tagliaerba.

Non solo è semplice da guidare ma è anche semplice nelle varie regolazioni, come per esempio l’altezza di taglio che avviene tramite il sistema cosiddetto QuickFit: una leva ti consente di variare l’altezza da un minimo di 20 millimetri fino a un massimo di 60 millimetri in tutta comodità.

Ha un cesto di raccolta di 30 litri che permette una grande autonomia. Un motore di 1200 Watt (da cui il nome del prodotto) garantisce un’ottima potenza che si traduce in grande efficacia di taglio, grazie anche ad una bella lama in acciaio dalla larghezza di taglio di 32 centimetri.

Si comporta molto bene sia su erba bassa che su erba alta. Davvero un prodotto valido. Essendo elettrico non dovrai preoccuparti di nulla, lo attacchi e vai. In più c’è un comodo blocco per il cavo, in modo da renderti la vita davvero facile.

Devo essere onesto, leggendo il parere di molte persone sul web mi sono reso conto che questo tagliaerba della Gardena vale davvero la pena provarlo. Per questo lo farò il prima possibile, nonostante non è adatto alle dimensioni del mio terreno.

Gardena ha anche altri tagliaerba che si adattano a dimensioni diverse, questo recensito qui è quello col motore e la larghezza di taglio più piccoli. Per quello che costa, il Powermax 1200/32 mi sembra quello più conveniente.

È un attrezzo completo e per questo molto consigliato.

[amazon link=”B00CNL29SK” tracking_id=”pinotto-21″ title=”Vigor V-1033 E” /] – il migliore tagliaerba economico

[amazon box=”B00CNL29SK” tracking_id=”pinotto-21″]

Non mi piace di solito considerare soluzioni economiche quando si ha a che fare con un certo tipo di prodotti, specie se riguardano un’attività che amo come il giardinaggio. Ma qui davvero vengo colto di sorpresa, e che sorpresa!

Il tagliaerba elettrico Vigor V-1033 E è un prodigio, di efficacia e di economia. Si perché innanzitutto svolge egregiamente la sua mansione di tosaerba, e poi perché può permetterselo davvero chiunque in quanto lo trovi ad un prezzo molto basso.

Economico non vuol dire bassa qualità. In questo caso specifico vuol dire semplicemente risparmiare e portarsi a casa un tagliaerba davvero buono.

Sia chiaro, non è un tosaerba adatto al prato di una reggia. È pur sempre per prati piccoli e per queste dimensioni è semplicemente perfetto.

Ha un motore da 1000 Watt e un’ampiezza di taglio pari a 31 centimetri. Permette di regolare l’altezza di taglio su 3 posizioni diverse: 30 millimetri, 45 millimetri e 60 millimetri.

Il cesto di raccolta di cui è dotato è di 28 litri che è più che sufficiente per terreni piccoli.

Tante recensioni positive fanno di questo tagliaerba un piccolo gioiello da avere a tutti i costi. Abbastanza leggero e facile da guidare, anche decisamente silenzioso. Forse ora capisci perché a inizio recensione parlavo di sorpresa.

Peccato solo per il fatto che non è possibile fare mulching. Per il resto non posso fare a meno di consigliarlo davvero a tutti.

Come pulire il tagliaerba elettrico?

La pulizia dei propri strumenti di lavoro sono la prima regola fondamentale nel giardinaggio, perché permette agli attrezzi di durare più a lungo.

Parto col dirti che bisogna pulire il tagliaerba elettrico ogni volta che lo si usa, se non lo stavi già facendo inizia a farlo il prima possibile.

È facile e può farlo chiunque: la prima cosa da fare è staccare la presa elettrica dal tosaerba perché quasi sicuramente ti servirà dell’acqua per pulire a fondo e sappiamo bene che acqua e corrente elettrica non vanno d’accordo.

Dunque la sicurezza prima di tutto, spegni la macchina e stacca la presa.

Devi girare il tosaerba su di un lato, la parte davvero sporca sarà la parte inferiore, quella che era a contatto con il prato e che ha tagliato. Girandolo avrai la possibilità di lavare bene questa zona.

Puoi usare strumenti appositi per fare questo, come per esempio un raschiatore per eliminare per bene tutta l’erba rimasta attaccata sotto.

Io uso l’acqua solo in casi molto rari, quello che trovo molto comodo è l’aria compressa che serve a staccare anche le foglioline più ostinate. Quindi inizio la fase di lavaggio. Chiaramente dopo aver finito sto bene attento ad asciugarlo se ho usato anche una sola goccia di acqua.

Un altro elemento importante da pulire bene è il cesto di raccolta. A seconda dei casi può essere smontabile o no. È ovvio che se si può staccare fisicamente dalla macchina puoi lavarlo più comodamente magari sotto dell’acqua corrente, facendo bene attenzione ad asciugarlo per bene prima di riutilizzare il rasaerba.

Per la pulizia a fondo potresti dover rimuovere la lama, con molta cautela e magari usando dei guanti da lavoro, anch’essi sempre molto utili.

La pulizia è uno dei vantaggi del tagliaerba elettrico, perché risulta molto più facile rispetto a quelli a scoppio, i quali hanno bisogno di molta più manutenzione.

Quando riprendi il tagliaerba per utilizzarlo, prima di accenderlo, ti consiglio di dare sempre una rapida occhiata alla zona inferiore, che sia libera di residui, e ai filtri del motore, che non abbiano intoppi, di modo che non vada in sovraccarico.

Un consiglio che ti do è quello di far caso al rumore che il motore fa quando è nuovo, e quindi pulitissimo. Spesso così mi accorgo che è arrivato il momento di spegnerlo e pulirlo per bene, proprio perché fa un rumore diverso.

Come affilare la lama del tagliaerba elettrico?

La lama va innanzitutto smontata dalla parte inferiore del tosaerba, il quale andrà messo su un lato per facilitare il processo.

Questa cosa va fatta con la massima cautela in quanto la lama di un tosaerba è davvero affilata. Quindi procurati degli ottimi guanti da lavoro e indossali prima di accingerti allo smontaggio.

La lama può essere affilata a mano con una lima oppure utilizzando una smerigliatrice.

Se usi una lima, assicurati innanzitutto di fissare la lama del tagliaerba ad una morsa. Dopodiché inizia a far scorrere la lima con decisione sul bordo della lama, prima da una parte e poi dall’altra. Quando il metallo diventa lucido vuol dire che è affilata.

Fai solo attenzione a rispettare l’angolo giusto quando fai scorrere la lima che è dato da quello che si chiama angolo del bisello della lama. Di solito è di circa 40-45 gradi ma per essere proprio sicuro ti consiglio di consultare il libretto delle istruzioni del tuo tagliaerba.

Se usi una smerigliatrice il concetto è praticamente lo stesso, fai sempre attenzione all’angolo di contatto e, mi raccomando, prendi le dovute precauzioni, ovvero guanti da lavoro e una mascherina, in quanto le polveri liberate durante questo processo possono essere dannose se respirate.

Fai anche in modo da evitare che la lama si surriscaldi troppo a causa dell’attrito. Il calore può deformare permanentemente la forma della lama.

A lavoro ultimato, rimonta la lama facendo bene attenzione a montarla nel verso giusto!

Ricorda che se metti in moto il tagliaerba e ti rendi conto che non taglia per niente, potrebbe essere che la lama è stata rimontata nel verso sbagliato. Dunque non allarmarti e dai una seconda occhiata.

Quanto consuma un tagliaerba elettrico

Beh, è facile innanzitutto saperlo, perché dipende solo ed esclusivamente dal tipo di motore elettrico che monta il tuo tagliaerba o quello che stai per comprare.

Il mio, ovvero l'[amazon link=”B006O5IH4Q” tracking_id=”pinotto-21″ title=”AL-KO Comfort 40 E” /] ha un motore da 1400 Watt e consuma davvero poco, soprattutto se messo a confronto con un tagliaerba a scoppia che va a benzina.

Ma considera che 1400 Watt sono anche tanti, in quanto trovi modelli con motori da 1200 Watt o anche modelli con motori da 1000 Watt, come il [amazon link=”B00CNL29SK” tracking_id=”pinotto-21″ title=”Vigor V-1033 E” /] che è davvero perfetto per prati piccoli.

Ti invito a tener conto anche di un altro fattore.

La qualità di un tagliaerba elettrico è data anche dall’efficacia dello stesso. Tradotto, da quante volte lo devi passare sul prato per avere un taglio perfetto.

Proprio un attimo fa ti ho citato l’Al-ko, che possiedo, che è semplicemente il migliore che c’è sul mercato, e il Vigor, che pur essendo incredibilmente economico, ha un’efficacia senza paragoni.

Quindi il lavoro con un attrezzo del genere è davvero veloce. Non devi tenerlo acceso per ore e ore.

I consumi sono assolutamente bassi e sicuramente questo è uno dei fattori che portano una persona a scegliere un tagliaerba elettrico piuttosto che uno a scoppio.

In conclusione

Il mondo del giardinaggio è un mondo bellissimo, non è vero?

Siamo costantemente immersi in un mondo moderno che sembra tenerci sempre più lontano da quella che è la nostra prima grande genitrice: Madre Natura.

Quando lavoro nel mio giardino, amo farlo in totale pace e serenità, per riacquistare (o cercare almeno di farlo) un contatto con la terra che stiamo inevitabilmente e pian piano perdendo tutti quanti.

Gli attrezzi migliori devono garantirmi un rispetto totale dell’ambiente, per questo un tagliaerba elettrico è la migliore delle opzioni per me.

Usare un rasaerba a scoppio è un ossimoro. È un po’ come dire “Amo gli animali” mentre si sta mangiando una bistecca.

Amo entrare in contatto spirituale con il mio terreno quando pratico questo fantastico hobby, e amo farlo con i giusti mezzi.

Se mi hai seguito fin qui vuol dire che sono stato molto esauriente e hai trovato molto piacevole questa guida ai tagliaerba elettrici.

Non mi resta che augurarti un buon lavoro di giardinaggio con il tuo nuovo attrezzo elettrico. E al prossimo articolo qui su ProContro.

Ciao da Alessandro!

ALTRE GUIDE INDISPENSABILI:

Migliore Tagliaerba a Scoppio
Migliori Spazzolatrici per Legno
Migliori Legnaie da Esterno
Migliori Dondolo da Giardino
Migliori Spaccalegna Manuali

ProContro.com partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.