i 3 Migliori Antifurto Casa Senza Fili Più Sicuri (Guida 2018)

Salve,
Sono Dario di Pro Contro, esperto di domotica.

Hai mai avuto i ladri in casa?

Chi c’è passato sa quanto sia forte il colpo al cuore di trovare la porta della propria abitazione manomessa e aprendola vedere tutto sottosopra.

Ci si sente mancare letteralmente la terra sotto i piedi.

Un incubo.

Sei quindi in cerca del migliore sistema wireless di antifurto?

Bene, seguimi.

Fino a qualche anno fa per installare un sistema di sicurezza bisognava giocoforza ricorrere all’ausilio di installatori specializzati, ma adesso le carte in tavola stanno cambiando e il consumatore finale può farsi carico di scelta, acquisto e successiva installazione del prodotto, senza dover per forza ricorrere a terzi. Una vera e propria rivoluzione che ha contribuito senza ombra di dubbio ad abbattere i costi. Le stesse aziende che fino ad oggi si erano solo occupate di sistemi tradizionali hanno cominciato a sfornare sistemi di antifurto wireless destinati al consumatore finale.

In questi ultimi mesi si sta assistendo a un’integrazione sempre più capillare dei prodotti di domotica, che possono dialogare tra di loro e contribuire a rendere le nostre abitazioni sempre più performanti e ottimizzate, per farci risparmiare tempo e migliorare le nostre condizioni di vita. Grazie al smartphone è ormai possibile avere il pieno controllo della nostra casa.

Ma ciò che è più importante rimane senz’altro la sicurezza.

Fino a pochi anni fa avere un impianto d’allarme integrato in quello elettrico significava non poterlo migliorare né sostituire facilmente, questo tempo è finito.

Chiunque adesso può installare, configurare e far funzionare senza alcun tipo di problema il proprio sistema di antifurto.
Le prestazioni sono quelle dei sistemi filari, con il vantaggio di una gestione da remoto e della possibilità di espandere la nostra rete in qualunque momento desideriamo.

i 3 Migliori Antifurti Per Casa Wireless 2018 (Opinioni e recensioni)

1. Home Alarm Somfy Protect, il top in circolazione

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

PRO
Funzionalità professionale
Ottima fattura

CONTRO
Mancanza di GSM
Per salvare i video occorre utilizzare un cloud a pagamento

Eccoci di fronte a uno dei migliori sistemi di antifurto wireless presenti sul mercato in questo momento: l’Home alarm Somfy Protect.

Le prestazioni sono praticamente equivalenti a quelle di un sistema professionale tradizionale, con in più il vantaggio del controllo da remoto. La cura dei materiali e del design è molto buona, è un prodotto curato nei particolari a 360 gradi.

Inoltre è dotato di sensori di vibrazione facilmente installabili su finestre e infissi, questi riescono a creare una vera e propria protezione a gabbia lungo il periodo della nostra abitazione, e possono far innescare l’allarme con un tempismo perfetto, senza lasciare al ladro la possibilità di entrare in casa.

Ma andiamo assieme ad esaminare questo potentissimo antifurto Somfy partendo da ciò che troveremo nel kit di base aprendo la scatola:

Il cervello del sistema chiamato Link
La sirena da interni
3 sensori IntelliTag, per porte e finestre
1 Rilevatore di movimento per interni
2 Badge

E’ chiaro però che il kit è modulare e permette di aggiungere altri “pezzi” successivamente in base alle nostre esigenze, parliamo della possibilità di gestione di:

50 sensori per finestre
50 sensori di movimento
50 telecomandi
2 sirene da interno
2 sirene da esterno
2 link
4 telecamere

In poche parole anche se disponete di una casa enorme, una villa gigantesca, il Somfy potrà adattarsi dinamicamente alle vostre esigenze e proteggervi qualunque siano le dimensioni di perimetro e la morfologia dei vostri ambienti.

Link
Questa è la parte centrale del sistema, il cui compito è organizzare il lavoro di tutti gli altri componenti, che tiene in piedi tramite rete WiFi, ed è configurabile e gestibile tramite smartphone da remoto.

Ovviamente essendo il cuore del sistema andrà collegato alla corrente di casa, in posizione centrale rispetto gli altri componenti del kit e in un posto in cui ci sia un’ottima ricezione del wifi rispetto al router di casa, non dimenticate questo aspetto perché è il sine qua non per far funzionare al 100% il nostro impianti wireless.

Nel caso mancasse l’alimentazione della rete elettrica però non preoccupatevi perché all’interno del Link è presente una batteria che ne garantisce il funzionamento in ogni caso fino a ben 6 ore, la durata ottimale per poter gestire la sicurezza della nostra abitazione anche in caso di manomissioni dell’impianto elettrico.

Sirena per interni
La sirena per interni è molto potente, alimentata da una batteria che può durare oltre 2 anni, non ci sarà quindi bisogno di una manutenzione continua di questa una volta installata, si potranno dormire sogni tranquilli.

La potenza sonora generata è di ben 110dB e ovviamente c’è un led lampeggiante che avviserà visivamente l’attivazione del nostro allarme.

C’è la protezione in caso di falsi allarmi tramite uno speaker secondario che può emettere degli avvisi acustici a volume più moderato, i vostri vicini vi ameranno per questo. Non dimentichiamo infatti che spesso una delle maggiori controindicazioni del fatto di possedere un impianto di antifurto è proprio la sua tendenza a innescarsi anche quando non c’è bisogno, rendendo difficile la vita a chi risiede vicino a noi e deve sopportare ogni volta il falso allarme.

IntelliTAG
Gli IntelliTag sono dei sensori particolarissimi che vanno applicati a finestre e porte, possono rilevare le vibrazioni in maniera molto smart e così prevedere i tentativi di furto ben prima che vengano messi in atto. I contatti magnetici di contro si attivano solo nel caso in cui la porta è già stata forzata, e quindi il ladro è già in casa. In quel momento diventa quindi difficile eventualmente intervenire e sventare il furto.

I sensori funzionano grazie ad un evolutissimo algoritmo che permette di evitare i falsi allarmi, pensiamo alla presenza di animali, o ad un camion che passa, eventi che potrebbero inavvertitamente attivare l’allarme, in questo caso verranno ignorati e si potrà dormire sogni tranquilli.

L’alimentazione è una mini-stilo che gli permette di durare per oltre un anno.

Badge Key Fob
Questo è un telecomando intelligente che permette di attivare il sistema per intero o solo la porzione interessata, possiamo ad esempio decidere di lasciare disattivata la zona notte quando andiamo a dormire o di attivare un’unica stanza mentre siamo in casa e muovendoci nelle altre zone vorremo evitare di far scattare l’allarme senza motivo.

Molto utile il pulsante di pronto soccorso, che permette di azionare direttamente l’allarme a mano ed avverte tutti i numeri impostati sulla centralina. Utilissimo in caso di anziani che potrebbero avere necessità di aiuto immediato.

Sensore di movimento
Il sensore di movimento può essere poggiato su superfici piane e lavora tramite un sistema di microonde a ultrasuoni.

Protect Security Camera
Ecco il fiore all’occhiello di questo prodotto Somfy: la telecamera. Infatti questa camera permette di registrare su scheda SD direttamente in locale o se vorremo su cloud.

Lavora a 3 megapixel, l’obiettivo è grandangolare per poter coprire anche uno spettro visivo molto esteso, il microfono è integrato, c’è un sensore di movimento per attivarsi ogni qual volta venga rilevata la presenza di qualcuno nel raggio d’azione pre-impostato, il sensore termico e il visore notturno permettono poi di avere una piena visione anche in condizioni di scarsissima luce.

L’alimentazione è tramite adattatore o USB, integrata vi è una batteria per poter garantire autonomia anche in assenza di alimentazione elettrica dall’impianto di casa.

Il sistema Home Alarm Somfy Protect è uno dei migliori presenti in questo momento sul mercato, dato alle sue innumerevoli funzionalità e alla possibilità di estensione del kit.

Uno dei contro di questo prodotto è la sua carenza di supporto GSM, infatti non è possibile amministrare il sistema tramite la rete cellulare normale, ovvero tramite sms. Questo per molti però non costituirà un problema, dato che comunque il supporto tramite app smartphone è perfetto.

Il costo è superiore a quello della media dei kit disponibili in commercio, ma è chiaro che una qualità di materiali così alta va onorata con il giusto prezzo.

2. Ismart Alarm, ottima alternativa qualità-prezzo

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

PRO
Facile da installare
Cloud gratuito

CONTRO
Mancanza di sensori per finestre a vibrazione

Per chi vuole avere un’ottima qualità, senza puntare per forza al top però con un grande risparmio può considerare l’acquisto di questo Ismart Alarm, un bel prodotto di certo non a livello del Somfy, ma lo stesso all’altezza delle aspettative, ricco di funzioni e che può vantarsi di offrire un alto livello di sicurezza.

Bel design interessante, uno dei dispositivi più venduti su amazon, ci sarà un motivo certo, andiamo a scoprire assieme allora quali sono le caratteristiche che ci mi hanno convinto a inserire in questa lista questo antifurto wireless.

Molto semplice da installare e configurare, non c’è bisogno di alcun tipo di conoscenza pregressa, sarà facile familiarizzare con questo prodotto sin dal momento che si aprirà la scatola fino alla sua applicazione e messa in opera.

Partiamo subito specificando una cosa importante, che potrebbe essere addirittura decisiva per alcuni, ovvero il fatto che questo Ismart ha meno accessori inclusi e meno capacità di potersi ampliare, per chi ha necessità di coprire grandi superfici magari multipiano questa potrebbe non essere la scelta migliore.

C’è il Cube One, ovvero il cuore del nostro kit.
1 Sensore magnetico per porte o finestre
1 Rilevatore di movimento per interni
1 Telecomando
1 Telecamera Spot

Ovviamente questo kit di base può essere ampliato anche se in maniera non così estensiva come può accadere invece con il Somfy, possono essere gestiti in contemporanea comunque fino a ben 70 dispositivi, niente male considerato il prezzo così conveniente.

iSmart CubeOne
L’iSmarte CubeOne non è nient’altro che il cuore pulsante del kit, un cubetto che farà da tramite e cervello tra i sensori che avremo accuratamente posizionato all’interno della casa.

Ha bisogno di essere sempre collegato alla rete elettrica casalinga dato che non dispone di una batteria che può far continuare a funzionare l’impianto anche in caso di black-out.

Contact Sensors
Questi possono essere installati sulle porte o finestre.
Composti da due elementi adesivi destinati uno sulla cornice del nostro infisso e l’altro sulla parte mobile, un sistema molto comodo da capire e da installare.

Quando i due sensori vengono separati il sensore alla base passa l’input al CubeOne che capisce in questo modo che l’imposta è stata aperta.

La rilevazione però non è intelligente come il Somfy, che riesce a prevedere l’apertura della porta o della finestra in questione, con l’Ismart ci troveremo già davanti al fatto compiuto.

I telecomandi possiedono il tasto per la parzializzazione dell’impianto, nel caso desiderassimo ad esempio durante la notte di escludere alcune zone particolari della nostra casa. C’è anche la comoda funzione SOS per lanciare allarmi manualmente a proprio piacimento, ottima per chi ha anziani o malati in casa che in qualunque momento potrebbero avere bisogno del nostro soccorso.

Sensori di movimento
I sensori di movimento possono essere facilmente montati a muro e vengono alimentati da batterie AA, rilevano con un raggio di novanta gradi.

Spot Camera
La telecamera è ottima, ha una risoluzione HD a 720p che è perfetta per gli interni così come per gli esterni, può registrare fino a ben 32 giga di video ed è dotata di visione notturna e microfono.
Nel caso voglia parlare con chi sta dall’altro lato della telecamera questa può fungere anche da speaker. Immaginiamo qui divertenti siparietti che si possono inscenare con eventuali ladri.

C’è poi il servizio di cloudding per poter salvare i proprio filmati direttamente online e poterli visionare da remoto anche se non siete a casa semplicemente utilizzando l’app.

Questo iSmart è senza ombra di dubbio uno dei migliori antifurti se consideriamo il prezzo a cui è venduto attualmente. Certo non è dotato di tutte le funzionalità di sistemi molto più blasonati, ma chiediamoci prima di effettuare un acquisto sempre attentamente quali sono le caratteristiche che cerchiamo in un impianto. Se siamo sinceri con noi stessi a volte ci renderemo conto che il modello più costoso disponibile sul mercato non è per forza il più adatto a noi.

Certo c’è la pecca della carenza dei sensori di vibrazioni, aspetto questo che potrebbe costituire un forte deterrente all’acquisto per chi necessita una particolare protezione dalle minacce esterne, per evitare che queste diventino più serie una volta penetrate in casa.
Non dimentichiamo che i sensori di vibrazione permettono di rilevare la presenza dei malintenzionati prima che questi entrino nell’abitazione che stiamo proteggendo.

La centrale inoltre non dispone di batteria tampone, il che vuol dire che bisogna per forza escogitare a parte un sistema per tenere in vita l’antifurto in caso di mancanza di corrente, come ad esempio un gruppo di continuità.

Il cloud fortunatamente è gratuito a differenza di quello Somfy, quindi si potranno salvare senza alcuni problemi i nostri video on-line senza doverci preoccupare di pagare un canone mensile, una bella convenienza da tenere di sicuro conto.

Non è incluso il supporto GSM, aspetto che potrebbe essere penalizzante per alcuni dato che risulta comodo comandare il sistema di antifurto semplicemente tramite rete cellulare quando magari per qualche motivo non è possibile utilizzare quella wireless o quella 2G/3G/4G.

I telecomandi non riconoscono in automatico la nostra presenza in casa quindi vanno utilizzati manualmente e non in maniera RFID, non basterà averli appresso in parole povere per poter attivare o disattivare il nostro kit.

A parte queste funzioni appena citate il lavoro di base dei sistemi di antifurto è sostanzialmente simile, quindi non abbiate paura quando sarete di fronte alla scelta finale dato che i kit da noi descritti in questa pagina sono praticamente tutti ottimi e perfetti per la protezione della casa.

Ezviz A1, sistema modulare con anti-allagamento e anti-fumo (acquistabili a parte)

Ultimo aggiornamento 2018-11-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

PRO
Sensori anti-allagamento e anti-fumo

CONTRO
Non c’è una batteria sulla centralina principale

L’Ezviz A1 è di sicuro un prodotto da tenere sott’occhio, diverso dai sui concorrenti, ma non per questo meno interessanti, anzi. Può regalare molte soddisfazioni al suo possessore ed aiutarlo nel difficile compito di tenere lontani malintenzionati e minacce che potrebbero inficiare la sicurezza della propri abitazione.

Ma andiamo a vedere assieme quali sono le caratteristiche che rendono l’Ezviz così speciale, analizzandolo in questa recensione passo passo.

Il costo innanzitutto è leggermente superiore a quello dell’iSmart precedentemente descritto, ma di sicuro non proibitivo. Può assolutamente competere con sistemi molto più blasonati dato che ha prestazioni interessantissime.

Si possono integrare fino a 32 dispositivi, quindi un numero sicuramente inferiore rispetto agli altri due kit, ma questo non sarà un deterrente per chi non ha necessità di coprire grandissime superfici. Per un normale appartamento italiano infatti andrà più che bene, anzi.

Dai test da noi effettuati in questo mese abbiamo potuto infatti verificare che la ricezione del segnale è ottima e indisturbata.

E’ carente purtroppo di una sirena d’allarme da interno che andrà acquistata separatamente se necessaria. Ma questo particolare per alcuni potrebbe essere un pregio dato che alcuni utenti preferiscono costruire il proprio kit personale solo con i pezzi che davvero ritengono utili.

Ha un ottimo design, il suo fiore all’occhiello è senza ombra di dubbio il sensore di allagamento e quello di fumo, ottimi alleati per un sistema di antifurto per la protezione completa della propria casa. (attenzione però che questi due sensori andranno acquistati a parte, come dicevamo questo Ezviz A1 è un kit multi-uso pensato per chi vuole costruire da se il proprio sistema)

E’ composto da:

Una centralina Alarm Hub per poter comodamente tenere sotto controllo tutti gli elementi fondamentali per la sicurezza della propria abitazione sotto ad un unico cervello pulsante.

Questa è dotata di un comodissimo speaker che ci guiderà nel corso di tutta l’installazione del nostro sistema antifurto senza fili, una vera genialata che fornisce un tocco di umanità ad un apparecchio che potrebbe intimorire alcuni.

Non esiste una batteria interna che può fornire energia in caso di black-out, ciò significa che si deve per forza provvedere con un gruppo di continuità se si intende utilizzare l’antifurto quando questo non riceve energia per qualche motivo dalla corrente elettrica.

La sirena da interno è acquistabile separatamente, ma non è fondamentale per tutti, ci so potrebbe infatti accontentare di quella da esterno.

Il sensore volumetrico garantisce un angolo di copertura pari 100° e un range di rilevamento di circa 12 metri

Nel caso abbiate degli animali domestici e quindi la relativa paura che questi facciano scattare l’impianto ogni volta procurando fastidiosissimi falsi allarmi, non c’è di che temere, dato che il sistema Ezviz A1 può tollerare la presenza di animali fino a 30kg.

Il sensore per le finestre si chiama Wireless Adaptive T6 ed è dotato di una tecnologia avanzatissima basata su di un sensore giroscopico che rileva di continuo le variazioni di posizione.

Il Sensore Anti Allagamento T10 è una grande esclusiva di questo sistema, un punto certamente a suo favore perché tutti quanti i kit simili non supportano nient’altro che superi la dimensione normale antifurto.

Questo apparecchietto è alimentato con una piccola batteria che promette e mantiene una durata di ben un anno, non constringendoci quindi ad effettuare controlli e manutenzioni continue, si connette via wi-fi e nel caso incontrasse acqua sul pavimento lancerà immediatamente un allarme.

Ottimo sistema per chi si trova in zone con facile possibilità di allagamento, o ad esempio in ambienti soggetti a ingente presenza d’acqua. Un prezioso alleato per salvare la propria proprietà e in alcuni casi addirittura la vita.

Se si dovesse verificare una qualche perdita d’acqua l’avviso sarà istantaneo sul nostro cellulare, così potremo correre a a casa ed evitare un allagamento domestico.

La Videocamera C2 Mini è molto conveniente per chi decidesse di ampliare il proprio kit, offrendo una qualità di riprese notevole per le riprese interne del nostro sistema.

La telecamera va collegata alla rete elettrica di casa e può essere coadiuvata da una micro SD fino a 128 giga, ovviamente essendo una telecamera di alto livello può essere anche utilizzata “slinkata” dal nostro kit antifurto e utilizzata da sola per altri fini.

La telecamera Bullet C3C è un altro piatto forte della Ezviz, ottima per lanciare il proprio sistema verso una dimensione superiore di maggiore sicurezza e prestazionei.

Disponibile sia con una risoluzione da 720p che 1080p, anche se la risoluzione superiore è utile solo per chi ha davvero bisogno di immagini interne di altissima qualità, la maggior parte degli utenti potrà tranquillamente accontentarsi della risoluzione 720 pixel.

E’ un antifurto dotato sicuramente di tantissime funzionalità che possono portarlo a competere con quelli di fascia più alta. I sensori di allagamento e fumo sono infatti unici e utilissimi, per garantire una tranquillità in casa su tutta la linea, a volte infatti le maggiori minacce arrivano proprio all’interno dell’abitazione stessa e non devono essere altri agenti esterni a portarcele.
La possibilità di registrare filmati fino a ben 128 giga è un altro punto decisamente forte di questo sistema.

I contro come abbiamo già ben evidenziato sono il fatto di non possedere una sirena integrata, che per molti potrebbe essere un decisivo punto a sfavore dato che si troverebbero a doverla gioco-forza acquistare a parte. Anche se non è una spesa onerosa costituisce comunque un pensiero in più e posso capire che molti desiderino un sistema plug-and-play da installare al volo in una giornata e rendere subito pronto all’uso, senza starci a perdere su troppo tempo ragionando su come migliorarne le potenzialità o altro.

Il design è uno dei punti di forza del sistema, spicca particolarmente per la sua eleganza tra tutti i prodotti di fascia simile proposti in commercio.
E’ molto simile all’iSmart, ma anche un po’ più caro, quindi se vi troverete a dover scegliere tra questi due potreste propendere per il rivale se intendete risparmiare.

E’ di sicuro un sistema perfetto per chi ama “smanettare” e comporre modularmente il proprio kit perfetto senza accontentarsi di ciò che trova nella confezione, se siete in cerca di qualcosa di semplice forse è meglio puntare ad altro.

Anche la possibilità di acquistare una telecamera da esterno è senza dubbio un grande punto a favore dell’Ezviz.

Come installare l’antifurto wireless

Molti ci hanno chiesto come installare al meglio da soli all’interno della propria abitazione l’antifurto senza fili, abbiamo quindi pensato di redarre questa comodissima guida per spiegare nei dettagli la procedura ideale.

Innanzitutto occorre fare una distinzione adeguata tra gli impianti di sicurezza, che si dividono in attivi e passivi. Quelli passivi sono gli ostacoli che interponiamo naturalmente tra i possibili malintenzionati e i nostri luoghi di valore, ad esempio delle porte blindate, cancelli, inferriate, eccetera.
Gli impianti attivi invece sono quelli lì dotati di un allarme sonoro, che intervengono come suggerisce la parola stessa della definizione “attivamente” a evitare che i ladri possano compiere il loro sporco lavoro.

Il sistema attivo di protezione risulterà sempre più adatto nel caso intendiamo difendere oggetti di valore, per quanto è utile a volte trincerarsi letteralmente in modo fisico da minacce esterne, queste protezione passive possono essere facilmente eludibili con un po’ di ingegno e il giusto tempo a disposizione.
I sistemi attivi puntano tutta la loro efficacia sul fatto di informarci direttamente della minaccia, o addirittura connettersi a sistemi di protezione quali agenzie abilitate o direttamente stazioni di polizia per poter intervenire sul luogo del misfatto e debellare quindi il problema mentre è ancora in corso.

L’interazione col proprietario di casa può avvenire tramite il suono di una potente sirena, oppure contattando tramite gsm i diretti interessati. A volte è possibile inoltre registrare un messaggio da recapitare alle forze dell’ordine per richiedere intervento immediato.

Alcune case hanno esigenze protettive maggiori rispetto ad altre, infatti una casa non avrà certo la stessa necessità di una banca, perché costituisce un boccone meno prelibato per i ladri, a meno che ovviamente non disponiate nella vostra abitazione dei quadri di Picasso o altri oggetti dal valore inestimabile.

Si può correre a volte il rischio di complicarsi la vita e installare impianti troppo complicati o costosi, oppure ricorrere a sistemi di protezione troppo fragili e facilmente manomettibili.

Esistono sistemi di allarme cosiddetti PetFriendly, ovvero sono appositamente pensati per consentire la coesistenza del sistema di protezione e i nostri amici animali domestici, con i metodi di vecchia concezione infatti era molto difficile gestire questa convivenza, capitava di continuo ad esempio che i cani sbattessero sulle finestre per gioco attivando involontariamente l’allarme, provocando in questo modo inutili preoccupazioni ai loro padroni.

Altri sistemi di allarme sono dotati di comodissime funzioni da poter sfruttare per interfacciarli al meglio con le nostre esigenze di vita, si potrebbe ad esempio avere la necessità di essere reperibili solo tramite SMS, o ancora voler gestire tutto il sistema da smartphone con delle apposite app. Prima dell’acquisto di un kit bisognerà quindi verificare bene che le caratteristiche di questo combacino con le nostre esigenze.

I sistemi wireless senza fili sono estremamente più comodi di quelli che richiedono cablaggi elettrici, infatti non richiedono alcun tipo di intervento in muratura, e sono facilmente espandibili, ovvero una volta che si sarà decisa la configurazione base col tempo la si potrà ampliare per andare a coprire ad esempio zone differenti della casa.

Gli antifurto wireless sono composti dagli elementi che possiamo ammirare in questa foto esplicativa:

come-installare-antifurto-senza-fili

Un antifurto wireless standard senza fili è composto da:

L’interfaccia internet
Questo è un modulo interno che permette il collegamento con rete Ethernet o Lan a seconda delle nostre esigenze, oppure direttamente a iALARM, ovvero i sistemi di ultima generazione per il controllo degli antifurto tramite smartphone.

Il modulo GSM
E’ un modulo fondamentale per collegare il nostro sistema alla rete GSM tramite scheda SIM, ovvero la stessa identica utilizzata all’interno di cellulari.
In questa maniera sarà possibile ricevere sms di allarme dal nostro antifurto, oppure chiamate, o ancora abilitare e disabilitare il sistema sempre tramite telefono o sms.

Microprocessore Frequenze GUARD Antijamming
Il cuore del sistema è sempre il suo microprocessore, ovvero quel piccolo elemento che si incarica di tutti i calcoli e gestisce le varie parti. La funzione antijamming è utile perché ultimamente i malintenzionati si sono evoluti al punto da utilizzare avanzati sistemi per disturbare le comunicazioni senza fili tramite aggeggi chiamati “jammer”.

I sensori esterni
Questi verranno montati all’esterno dell’abitazione, e servono per proteggere finestre, balconi, giardini e qualunque spazio al di fuori delle pareti di casa, sono ovviamente resistente ad acqua e agenti atmosferici.

La video sorveglianza
Questa è utilissima, infatti permette di filmare l’accaduto nel caso ci sia un allarme. Sono telecamere capaci di vedere anche in condizioni di scarsissima luce, e sono integrate al cento per cento col sistema.

Configurare il proprio sistema di antifurto wireless

Una volta scelto il miglior sistema che fa al caso nostro e aver selezionato il giusto numero di sensori interni ed esterni da installare a seconda delle dimensioni e della morfologia dell’area da proteggere, passeremo alla configurazione della centrale.
Una centrale senza fili che si rispetti è dotata di diplay, tastiera e sirena interne.
La tastiera permette la configurazione dei numeri da chiamare in caso di allarme, gestire il numero di sensori eccetera

L’installazione dei sistemi di antifurto senza fili è estremamente semplice.

In conclusione

La sicurezza di casa deve essere senza dubbio al primo posto nella lista delle priorità, prima dei campanelli senza fili, dei termostati smart e di altri comunque utilissimi accessori domotici è importante tenere sotto controllo eventuali malintenzionati che potrebbero costituire pericolo per il nostro benessere, per quello dei nostri cari e perché no anche quello delle nostre proprietà.

Io ci sono passato, sono stato derubato più volte, ed è sempre stato un vero e proprio colpo al cuore, voglio però proprio per questo che non mi ricapiti mai più. E’ per questo che da anni faccio uso di sistemi domotici wireless comandabili a distanza, e vi posso assicurare che la mia vita è cambiata, dormo sogni più sereni e tranquilli, perché nessun ladro è più riuscito a entrare, ho avuto due tentativi di furto ed entrambi sventati.

Purtroppo abito in una zona con alta densità di furti in appartamento, da quando mi sono trasferito nella nuova casa però tutti i miei vicini sono stati derubati almeno una volta e casa mia è rimasta grazie a Dio non profanata.

Grazie di avere letto questa mia guida, spero che vi sia stata d’aiuto.

Alla prossima.

Dario di Pro Contro

ProContro.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, e riceve una commissione sugli acquisti effettuati tramite i nostri links.