Le 10 Migliori Penne 3D Emozionanti (Guida 2018)

Sarai d’accordo con me su una cosa:

La tecnologia digitale è affascinante, ma niente batte il piacere di creare un oggetto direttamente con le proprie mani. Poterlo toccare, tastare, sentirne l’odore e ammirarne i colori e le ombre.

migliore-penna-3d

La penna 3D sta velocemente guadagnando popolarità presso i migliori artisti visuali del mondo che cercano di esprimere la loro creatività con questo mezzo innovativo.

Come per magia.

Prima di partire con la lista e guida delle migliori penne 3D del 2018, esaminiamo assieme questa nuova sorprendente tecnologia.

Che cos’è una penna 3d?

Una penna 3D all’apparenza è una versione un po’ più cicciottella di una comune penna o matita, però scrive e disegna con la plastica invece dell’ inchiostro, molto semplice.

Ma è davvero facile disegnare in 3D e si possono raggiungere risultati soddisfacenti in breve tempo?

Ebbene sì, impugnare una penna 3D non è niente di diverso che utilizzare una comunissima penna, si tiene in mano allo stesso modo e permette di tracciare in modo immediato e diretto le vostre idee senza l’utilizzo di nessun software o trucco, siete voi che create oggetti nel mondo reale.

Un po’ come essere Dio, no?

Nel passato un oggetto del genere sarebbe stato possibile partorito solo dalla fantasia di un gran genio visionario, pensiamo a Philip Dick o a Lovercraft. L’artista-demiurgo che si incarica direttamente della creazione e dà adito a qualunque tipo di realtà. Una prospettiva davvero affascinante e insolita.

Esperimenti in questo campo erano stati fatti in passato durante il Rinascimento tramite l’arte della scultura, ma occorrevano moltissimi mezzi e faticosi anni di impegno per la ricerca del materiale e infine per la produzione dell’opera. E il risultato era sempre incerto.

Oggi invece si sono spalancate delle possibilità impensabili, grazie alla realtà virtuale che ha reso la terza dimensione palpabile e reale, stiamo per affacciarci al meraviglioso inizio di una nuova era che chissà quali emozionanti avventure ci regalerà.

Migliori penne 3D e pennarelli 3D del 2018, guida e recensioni

Ecco perché abbiamo realizzato questa comodissima guida con le migliori 10 penne 3D selezionate con delle accuratissime prove su campo dalla nostra redazione nel corso dei primi mesi del 2017.

1. Homecube, consigliata dalla nostra redazione

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloBella esteticamente

contropiccoloLa punta si scalda velocemente,
questo la rende poco adatta ai più piccoli
propiccoloCostruzione robusta
contropiccoloIl prezzo leggermente più alto rispetto alle altre,
ma giustificato dalla qualità superiore
propiccoloRealizza velocemente ogni tipo di progetto artistico e di design
propiccoloTratto fluido e precisissimo

Di tutte le penne arrivate sul nostro tavolo questa ci è sembrata la più performante ed efficace. Ma anche al più soprendente in termini di risultati artistici.

Vedete qui il nostro giovane collaboratore Paolo cosa è riuscito a creare:Schermata 2017-10-22 alle 02.32.24

All’interno della confezione troviamo:
-Penna 3d
-3 filamenti PLA pronti all’uso
-Alimentatore
-Station per la penna
-Manuale utente
-Foglio con disegni

Lo schermo LCD mostra la temperatura, la velocità, il tipo di filamento.
Si può controllare fedelmente la temperatura della plastica e la sua modellazione.
Punta di ceramica.

Dopo 5 minuti di inutilizzo, il prodotto passa automaticamente in stand by, per questioni di sicurezza. Il tipo di tratto è sicuro e controllato, è molto semplice disegnare nell’aria anche per i più negati alla creazione manuale, infatti qui in redazione siamo stati capaci chi più chi meno di realizzare degli oggettini colorati in 3d in poco tempo.

Questa penna 3D è consigliata in quanto la resa è sorprendente e i risultati sono professionali.

 

2. Penna 3D Kaotoer, buon compromesso qualità prezzo

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloLeggera e bella
contropiccoloNon adatta a lavori precisissimi
propiccoloOttimo rapporto qualità prezzo
contropiccoloL’impugnatura non è delle più ergonomiche, non adatta per lavori lunghi
propiccoloFacile da usarecontropiccoloLunghezza del filo dell’alimentatore un po’ troppo corta

Penna di buona fattura e design, nonché leggerissima.
Non può competere con la Homecube in termini di risultati, ma è più economica, per chi ha minori esigenze creative, ma comunque vuole regalare a se stesso o ad altri un’ottimo prodotto che permetterà ore di divertimento in famiglia.

La confezione contiene l’alimentatore, 3 filamenti colorati per iniziare subito a disegnare, e un comodo manuale di istruzioni.

La penna è dotata di due pulsanti, quello inferiore permette di poter inserire il filamento colorato all’interno della penna, mentre quello superiore sarà utile nel momento in cui volessimo far arretrare il filamento, o per rimuoverlo.
Sull’altro lato della penna è presente un potenziometro per regolare la velocità di fuoriuscita della plastica da modellare.

 

3. QPAU, resistente e performante

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloSi scalda in tempi record
contropiccoloLa base con attacco a ventosa non compie bene il suo lavoro

propiccoloFacile da usare
propiccoloQualità di fattura
propiccoloBuona impugnatura

Penna resistente e performante, facile da usare e di ottima fattura.
In dotazione due filamenti di tipo diverso, uno PLA, uno ABS, il manuale, il cavetto di alimentazione USB, il caricatore.

E’ sicuramente uno dei modelli migliori, di prezzo leggermente superiore alla Kaotoer, però giustificato dalla migliore fattura.
Permette ottimi risultati e non lascia a piedi nemmeno dopo numerosi utilizzi intensivi.

Non si scalda eccessivamente e l’impugnatura è egregia. Consigliata per chi vuol un oggetto durevole nel tempo ed è più esigente in quanto a risultati di precisione.

Unica pecca la base a ventosa che non regge il peso della penna, accessorio un po’ inutile.

 

4. Lauva, onesta ed efficiente

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloResistente
contropiccoloDesign della penna non dei migliori
propiccoloBuoni risultati modellativi

contropiccoloIstruzioni in inglese

Penna divertente per chi desidera sbizzarrirsi e avvicinarsi al mondo delle penne 3D.
Il disegno della penna in sé non è dei più entusiasmanti, però la realizzazione è buona, infatti in mano sembra molto resistente e scommettiamo anche durevole nel tempo.

Dotata dei classici accessori, ovvero alimentatore, cavo usb, filamenti base per cominciare.

Premendo il pulsante freccia in basso per tre secondi la penna mostra una luce rossa e una blu, bisogna aspettare da quel momento un buon minuto che entrambi le luci diventino blu e si può quindi inserire il filamento e cominciare a disegnare.

I risultati sono buoni e soddisfacenti.

 

5. 7TECH

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloSchermo LCD
contropiccoloI tasti tendono ad incastrarsi
propiccoloSilenziosa e inodore

contropiccoloNon è di ottima fattura

Ecco un’altra buona penna di prezzo medio, per chi vuole fare un regalo che non lascerà delusi.
In dotazione 3 filamenti colorati ABS o PLA e il solito alimentatore.

Stupisce la presenza di uno schermo LCD per controllare la temperatura e l’emissione.

A lungo andare abbiamo notato però la tendenza dei tasti a bloccarsi leggermente, in mano inoltre non dà la sensazione di un ottimo prodotto come invece i modelli precedenti.

 

6. 3DYAYA Makerable, prodotto italiano

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloOrgoglio italiano

contropiccoloTasti un po’ duri
contropiccoloProblemi di sbavatura durante la creazione
contropiccoloRisultati non professionali

Siamo lieti di presentare in questa lista di oggetti hi-tech anche finalmente un prodotto italiano.
Ci piacerebbe anche decantarne caratteristiche e performance entusiasmanti che però non fornisce.

Infatti a nostro parere è un prodotto piuttosto deludente.

Il caricatore tende a dare problemi, durante la creazione abbiamo inoltre notato la difficolta a premere alcuni dei tasti della penna, e anche è più facile effettuare sbavature.
Rispetto agli altri modelli è più facile sbagliare e bisogna procedere con maggiore calma e lentezza.

E’ comunque un prodotto italiano a cui vogliamo lasciare il beneficio del dubbio.

 

7. 3Doodler Start Essentials, kit per bambini

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloDesign carino
contropiccoloQualità scadente
propiccoloProgettata senza parti calde, per garantire maggiore sicurezza


Kit per bambini, e anche la fattura è tale.
Ci dispiace non poter consigliare un kit all’apparenza molto carino e accattivante per i più piccoli.

La qualità però non risponde alle aspettative, l’impressione è di una penna che non resisterà a molti usi,
La plastica is indurisce rapidamente per evitare sbavature e permettere una semplicità e immediatezza d’uso.

 

8. 3Doodler, il top della gamma

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloOttima fattura
contropiccoloPrezzo un po’ elevato
propiccoloOttimi risultati

contropiccoloFunziona bene solo con l’ABS
contropiccoloA volte tende a bloccarsi

Penna top della gamma, è anche una delle più care infatti, ma è per chi ama le cose fatte per bene, e chi desidera avere un oggetto durevole nel tempo che difficilmente dovrà sostituire.

Il packaging e il design della penna è molto bello, il materiale è alluminio leggero, l’impugnatura egregia,
Set completo accessori come nozzle, Jet Pack, doodlepad ecc.

Due tipi di velocità di creazione.
Purtroppo sembra garantire buoni risultati solo con filamenti ABS.

 

9. Giochi Preziosi IDO 3D VERTICAL Design Studio Deluxe

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloDesign e packaging simpatici e accattivanti

contropiccoloCattivo odore
contropiccoloRisultati insoddisfacenti

Un altro prodotto pensato per i più piccoli che però lascia un po’ a desiderare.
Non c’è molto da aggiungere, la realizzazione è scadente come anche i risultati, se si intende acquistare un prodotto per i più piccoli si può optare per uno di quelli precedenti e provvedere alla supervisione durante l’utilizzo.

 

10. Elegiant 3D, carina ed economica

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

procontro
propiccoloIl prezzo

contropiccoloRisultati non eclatanti
contropiccoloOggetto di qualità un po' scadente

Un prodotto interessante per chi vuole lanciarsi nel mondo delle penne 3D però non intende spendere grosse cifre.
Un ottimo modo per cominciare, la penna è infatti molto economica, però di fattura non deludente.

Compatibile con filamenti PLA ed ABS, kit completo ed esaustivo.

E’ possibile realizzare disegni base, non aspettatevi risultati miracolosi, è una penna ideale per farsi un’idea di questo mondo e poi eventualmente passare a modelli più impegnativi.

11. Plusinno®

Ultimo aggiornamento 2018-09-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ecco una penna 3d per realizzare i vostri disegni a tre dimensioni e stupire i vostri figli o i vostri amici.
Un bel prodotto nuovo che potrà soddisfare anche i creatori più esigenti.

Le stampanti 3D amatoriali saranno anche grandiose e ultimamente molto in voga, ma nulla batte il piacere di realizzare qualcosa con le proprie mani e questa penna potrà permettervi di materializzare direttamente dalle vostre mani bellissimi disegni 3d da poter poi esporre in casa o perché no da regalare in occasioni speciali. Io ad esempio amo fare dei ciondoli speciali personalizzati per i miei amici e donarli, ricevo ogni volta sguardi stupiti e parecchio entusiasmo. Non c’è niente di più appagante di rendere felice una persona grazie a una nostra creazione.

E’ per questo che le penne 3d stanno diventando sempre più in voga, permettono di coinvolgere tutta la famiglia esercitando l’immaginazione e la manualità.

Ma andiamo a vedere bene insieme quali sono le caratteristiche che rendono unica la Plusinno e esaminiamole ad una ad una in questa nostra recensione.

Bene, la penna in questione sa comportarsi benissimo sia com materiali tradizionali come l’ABS e il PLA che abbiamo esaminato molto bene nella nostra guida in questa pagina, sia con il materiale flessibile, ed è lì la vera sopresa.

In qualunque contesto realizzativo, che sia un semplice cerchietto di prova o lo schizzo di un personaggio dei cartoni animati, o ancora una scrittura colorata a caratteri cubitali che prende magicamente vita dal tavolo e sorprende tutti, la penna Plusinno non tradisce mai.

Il prezzo è contenuto ma la resa è notevole.

Facile da usare anche per bambini che si troveranno facilmente a proprio agio tenendola tra le mani, realizzata in materiale molto resistente, comprende nella scatola in cui è venduta diversi filamenti che potranno costituire un’ottima scorta prima di pensare di doverne acquistare dei nuovi, una bella comodità non c’è che dire.

 

Schermata 2017-10-22 alle 02.32.50

Come usare la penna 3d?

Per prima cosa è fondamentale capire le parti di cui è composta la penna, la quale è un complesso meccanismo con diverse parti che lavorano in armonia contemporaneamente per permettere alla penna di generare strutture tridimensionali più o meno aggraziate a seconda della mano del disegnatore.

I filamenti vanno inseriti nel sedere della penna prima che cominci il processo di creazione, l’altra estremità è dotata di una puntina di metallo che riscaldandosi fino a ben 270 gradi centigradi permette alla filamento solido di squagliarsi lentamente o più velocemente a seconda dei desideri di chi la impugna.
Quando si disegna 3D la parte più difficile è apprendere come dosare la temperatura della punta.

Siamo abituati a penne e matite normali che non hanno questa caratteristica, ma dobbiamo provare a immaginare che la pressione sul foglio che facciamo normalmente con i normali attrezzi da disegno corrisponda al grado più o meno elevato di temperatura del filamento.

Una volta che si è accesa la penna, il filamento si rilascia piano piano finché diventa semi-liquido. In questo stato infatti è molto più semplice dargli la forma che desideriamo e cominciare a stratificarlo per creare la scultura 3d.

Il filamento una volta esposto all’aria comincia immediatamente a solidificarsi, quindi bisogna prenderci la mano e diventare abbastanza veloci, altrimenti si rischia di creare effetti indesiderati e antiestetici.

Ci sono diverse considerazioni da tenere bene in mente mentre si sta usando la penna. Una di queste è il colore del filamento. Puoi comprarlo in differenti tonalità, a seconda dei tuoi gusti, ma a differenza di pennarelli e matite che possono essere cambiati al volo e seguire il nostro flow creativo le penne 3d prevedono che ogni volta che si desideri cambiare colore bisogni rimuovere un filamento e sostituirlo con quello della tonalità desiderata.

Un’altra cosa importante è la velocità di estrazione del filamento. C’è un regolatore di velocità che controlla la rapidità con cui il semiliquido fuoriesce dalla puntina della penna.

Se stai creando una forma che resterà schiacciata su una superficie, immaginiamo una specie di ritratto in 2d però rialzato, puoi tranquillamente mantenere la velocità alta di modo da poter disegnare quanto più velocemente possibile. D’altro canto se si disegna cose più complesse e in vere 3 dimensioni con spigoli, rientri, alzature eccetera, c’è bisogno di rilasciare il liquido molto lentamente per poter così creare i pattern complessi con calma ed estrema cura evitando di sbagliare e impiastricciarsi.

Sarà difficile partorire al primo tentativo opere d’arte degne senza errori, non tutti posseggono la manualità adatta a realizzare lavori esteticamente gradevoli. Questo è il motivo per cui le penne 3d sono comunemente associate con artisti e scultori.

Ma non lasciatevi scoraggiare! Perché anche persone poco dotate come me possono creare piccoli oggetti e dare sfogo alla propria fantasia.

Si può creare la penna per fare ornamenti, gioielli e oggettini decorativi per la casa. Si possono inoltre aggiungere forme personalizzate a oggetti già esistenti. I più bravi possono realizzare statue e sculture, non c’è un vero limite alle possibilità.

Per mantenere la penna al top della condizione è importante di tanto in tanto strofinare dell’alcool sulla sua superficie. Non c’è bisogno di applicare troppa pressione mentre si adagia il filamento all’interno, o mentre lo si estrae. Esistono degli strumenti realizzati appositamente per poter caricare e scaricare la penna senza romperla, assicurandosi quindi che possa durare a lungo.

E’ importante usare sempre la penna con estrema delicatezza, non è una matita comune, è un oggetto molto complesso e delicato, formato da parecchie parti che cooperano tra di loro.
Bisogna quindi fare sempre molta attenzione e non eseguire movimenti bruschi o ancora peggio lasciare cadere la penna a terra.
La punta di metallo inoltre raggiunge temperature molto elevate, è bene non lasciarci giocare i bambini senza un’attenta assistenza da parte di un adulto.
Anche gli adulti stessi sono tenuti a fare ovviamente attenzione perché una scottatura del genere può fare molto male ed avere serissime conseguenze anche a distanza di tempo.

Non c’è comunque motivo per avere paura dato che basta impiegare l’attenzione e lo scrupolo che si utilizzerebbero per fare qualunque altro lavoro di casa.
Il pericolo è sempre dietro l’angolo.

Anche il filamento rilasciato dalla penna diventa molto caldo, quindi bisogna evitare di toccarlo almeno per le prime decine di secondi mentre si attende che si solidifichi e cominci a raffreddarsi.
E’ importante ricordare di tenere la penna ben lontana dagli animali domestici e da superfici sensibili al calore.

 

ABS e PLA, due tipi di materiale per filamenti 3D

Si sente spesso parlare di ABS e PLA quando ci si lancia nel mondo della creazione 3D, sia per quanto riguarda le stampanti sia per le penne.
Vediamo assieme la differenza tra questi due tipi di materiali.

Sia l’ABS che il PLA sono polimeri termoplastici, entrambi sono facilmente reperibili sul mercato sotto forma di filamenti colorati o neutri e dal diametro variabile (in genere 3mm o 1.75mm).

  • ABS:
    E’ consigliato per gli oggetti che devono garantire una certa rigidezza e durabilità e, rispetto al PLA, è meno friabile, sopporta temperature più alte. Si modella a temperature tra i 200-250 °C, quindi superiori a quelle del PLA, la penna si riscalderà più in fretta e resterà parecchio calda. Presenta la catastrofica propensione a ritirarsi e deformarsi, soprattutto negli angoli, se il materiale si raffredda troppo in fretta.
  • PLA:
    E’ meno resistente dell’ABS, però si modella a temperature inferiori, non richiede quindi che la penna si riscaldi eccessivamente. Permette inoltre un tipo di modellazione più definita ed è più semplice da controllare.

La possono usare anche i bambini?

La penna 3D usa principalmente la plastica come elemento creativo. Si inserisce un filamento di plastica nella base della penna, che viene riscaldato per poter essere modellato dalla tecnologia presente all’interno.

Il caldo prodotto è abbastanza intenso per bruciare la plastica e farla diventare liquida. Dopo questo processo si può cominciare liberamente a usare la penna per scrivere, o meglio disegnare in tre dimensioni su qualunque supporto si desideri.

Per farti capire meglio… la pistola della colla a caldo funziona quasi sullo stesso principio della penna 3D. Facile ed efficace.

Se ti stai chiedendo cosa si può disegnare con una penna 3D, be’ le possibilità sono illimitate. Si può aggiungere un’ulteriore dimensione alle due che utilizziamo di solito e rendere i nostri lavori d’arte molto più realistici e “tattili”. Infatti la penna 3D aggiungerà quel feeling organico alle nostre creazioni e le renderà “accarezzabili”.

Ma pensiamo ad esempio all’immediatezza di uno strumento del genere, che ci permette di creare prototipi tridimensionali in un batter d’occhio. Come per magia. In un pomeriggio si può immaginare un oggetto nella propria testa, e cominciare subito a realizzarlo, e in pochi minuti lo si avrà davanti ai propri occhi, da condividere con i propri famigliari o amici.

Sul mercato però sono presenti letteralmente centinaia di opzioni diverse e se non si è dei veri esperti senza l’ausilio di una guida sarebbe davvero difficile venirne a capo.

Schermata 2017-10-22 alle 02.33.23

Guida all’acquisto delle penne 3D

Ora immagino che avrai familiarizzato con le funzioni e le applicazioni dei varii modelli di penna 3D. Tra filamenti e design della penna ci possono essere centinaia di variabili da considerare. I nuovi modelli di penna 3D potrebbero non condividere le stesse features dei primi modelli della 3Doodler. Per esempio la 3Doodler usa filamenti plastici che rendono molto facile disegnare nell’aria. La creazione in tempo reale di veri e propri oggetti 3D nello spazio era una vera possibilità considerata verosimile.

Le penne 3D inoltre non hanno una lunga storia.

Il primo progetto di questo tipo fu finanziato in crowdfunding con kickstarter. Il successo della 3Doodler inspirò quindi Scribbler, prodotto in Cina, che nonostante questo disponeva di una garanzia di 6 mesi e di una polizza di ritorno dell’oggetto.

Se non sai esattamente come scegliere la penna 3D che fa per te, questo mercato può essere molto insidioso e anche rischioso, bisogna infatti considerare che nella maggior parte dei casi si ha a che fare con oggetti che si riscaldano e che vanno tenuti in mano per parecchie ore. Il rischio quindi è concreto, solo le migliori marche autorizzate e brevettate permettono di dormire sogni tranquilli mentre la nostra penna riposa sulla scrivania.

La tecnologia 3D sta facendo passi da gigante proprio nel momento in cui parliamo. Nonostante ciò non c’è molto da imparare a riguardo. L’evoluzione di questa tecnologia è facile da spiegare se si comincia col considerare e trattare la differenza tra plastica e inchiostro a freddo come materiali di lavoro.

La plastica delle penne 3D vs. le penne a inchiostro a freddo.

3Doodler and Scribbler erano i marchi principali per le penne 3D nella fasi inziali di questo mercato. Questo tipo di penne usava la plastica per disegnare oggetti 3D nell’aria. Successivamente lo sviluppo di questa tecnologia si è mosso nella direzione delle penne a inchiostro a freddo. Questo tipo di penne rendeva il disegnare in 3D simile a quello delle penne a base di plastica. Il vantaggio aggiunto era il liberarsi di parti calde all’interno dell’oggetto. Senza componenti caldi, era un’opzione più sicura per tutte le fasce d’età, specialmente i bambini. Nel Settembre 2015, i primi modelli di penne a inchiostro a freddo sono venuti fuori e hanno cominciato a competere nel mercato.

Alcune penne di questo tipo come la 3D Creation Maker non permettevano agli utenti di disegnare nell’aria. Il disegno avveniva su una superficia orizzontale solida e più tardi veniva alzata l’impalcatura dell’eventuale oggetto 3D. Però questo tipo di lavoro non era comparabile con la sensazione affascinante di disegnare direttamente nell’aria. Durante novembre dello stesso anno, prodotti come CreoPop arrivarono con una nuova incredibile soluzione.
Aggiunsero l’UV, che rendeva finalmente disegnare nell’aria possibile.

Al momento le penne 3D sono prodotte seguendo due tecnologie differenti: FDM che sta per “Fused Deposition Modelling” ovvero lo stesso processo delle stampanti 3D desktop. La plastica è espulsa tramite un ago riscaldato.
La maggior parte delle penne 3D del nostro articolo si avvalgono di questo processo.

Ce ne ne sono altre che usano uno speciali inchiostro chiamato a “fotopolimeri” che si solidifica solo quando esposto ai raggi della luce UV. Il liquido è riversato tramite un ago che poi è solidificato attravero uno speciale LED posto sulla punta della penna.

Features Addizionali

La prima e più comune funzione delle penne 3D è disegnare arte o oggetti in 3 dimensioni. La funzione e il design facilitano la carica del filamento, la sua conversione, e quindi il processo di disegno vero e proprio. Inoltre alcune features addizionali possono tornare molto utili per il nostro lavoro artistico.
Gli schermini LCD possono fornire al prodotto un vantaggio sui competitori. Alcuni prodotti hanno addirittura un sistema di rilevazione di livello di caricamento del filamento. Le penne 3D cosiddette Smart hanno opzioni come la gestione della temperatura, il LED di lavoro, eccetera…

Controllo tecnologico sul flow di scrittura

La qualità di una penna 3D può aumentare se teniamo conto delle possibilità di controllo della stessa.
Per esempio, la temperatura è un fattore creativo controllabile nelle penne 3D. Puoi anche controllare la velocità di disegno in alcuni prodotti. Il beccuccio regolabile può aiutare a regolare il flow e la velocità di disegno. Un’adattamento continuo della velocità di disegno permette un elevato comfort di impugnatura e una incredibile facilità d’uso.
La temperatura regolabile aiuta anche ai piccolissimi ritocchi sui tuoi lavori. I controlli intelligenti sono l’appeal decisivo per prodotti del nuovo millennio.

Design:

L’ergonomicità del design è una necessità delle penne 3D fuori adesso sul mercato. Molte promesse non sono diventate reali, inclusa la piccola penna 3D della Lix. Le penne 3D slim sono preferibile nello scenario odierno. I migliori prodotti esistenti sono molto piccoli e ricaricabili, anche tramite l’USB del laptop. Il design ricopre un fattore decisivo fondamentale per separare una comune penna 3D dai suoi rivali e renderla un piacere da tenere in mano ed utilizzarla per lunghe sedute di lavoro. Il design deve permettere un accesso facile al display e alla parte che rilascia l’inchiostro o la plastica.
Una penna leggera ed ergonomica è quello che ti serve.

Tipo di filamento:

Il tipo di filamento è quello che definisce il tuo stile pittorico 3D. Determina il modo in cui la penna va tenuta in mano e che tipo di movimenti fare per ottenere il risultato desiderato.
Al momento ci sono più di una dozzina di diversi tipi di filmamenti disponibili sul mercato.
Come regola base, più facile è da sostituire, migliore è il filamento.
Ci sono quattro tipi di filamento: Standard, Flessibile, Composito e Speciale.

Il marchio

Il marchio è fondamentale e importa in questa tecnologia così giovane eppure tanto promettente. 3Doodler inventò la primissima penna 3D. Scribbler offre il lusso di una garanzia di 6 mesi. Però la sua produzione è basata in Cina, che si sa a volte essere sinonimo della non migliore qualità. Marchi come Lix sono molto innovativi in questo momento. Ti consigliamo di comparare marchi e modelli sulla base delle features che offrono e della qualità di produzione della penna.

Il marketing illusorio è quello che si trova normalmente in questo genere di prodotti. E’ tua responsabilità esaminare ciascun marchio e sapere quello che ti aspetterà.

Le recensioni

Devi dar retta alle recensioni scritte sul web a proposito delle penne 3D, essendo un prodotto molto giovane è indispensabile affidarsi all’esperienza contemporanea di migliaia di persone come te che si stanno rapportando per la prima volta a questa tecnologia e sono ansiosi di condividere le loro scoperte sui pregi e limiti di ciascun modello e marca.

Cosa si può realizzare con le penne 3d?

Non c’è un vero e proprio limite alla fantasia e all’immaginazione, l’unico aspetto da considerare è che non è possibile ovviamente disegnare nell’aria senza nessun appoggio, la regola base è che ciascuna linea deve partire da un’altra già esistente.

Immaginate di stare costruendo una piccola architettura dalle strane forme e dai vari colori.

Le penne 3d da quando sono entrate in commercio hanno dato adito alla fantasia di molti creatori di potersi liberare e adesso su youtube ci sono molti canali di artisti e creativi che le utilizzano nei modi più disparati e imprevedibili.

C’è chi con santa pazienza ama realizzare complicatissime microsculture di personaggi del mondo dei cartoni animati o dei videogiochi, mentre c’è chi si dà all’architettura vera e propria molto complessa.

C’è un giovane ragazzo spagnolo che ha tentato di realizzare un’intera auto in scala 1:1 e be’, mi fa piacere dirvi che è riuscito nel proprio intento, certo voi non potrete aspirare agli stessi risultati complessi acquistando una semplice penna 3d e cimentandovi in qualche pomeriggio.

In questo caso parliamo di complicate tecniche avanzate, sfruttabili solo con l’utilizzo di parecchie penne 3d e letteralmente kilometri di filamenti di colori diversi da incrociare con grandissima abilità e manualità.

Non significa che non potrete arrivare anche voi agli stessi risultati, ma di sicuro vi ci vorrà un po’ di tempo, niente che non può essere ottenuto con la dedizione e la disciplina adatte.

Quella che all’inizio è una semplice passione se coltivata bene può trasformarsi perché no in un mestiere, il mondo contemporaneo sforna giorno per giorno nuove specializzazioni e nulla vieta che voi possiate far parte della nuova categoria degli artisti delle penne 3d.

E’ chiaro che utilizzando delle penne 3d professionali è più facile giungere a risultati concreti e duraturi, e anche il miglioramento tecnico avverrà con maggiore velocità.

Le penne 3d possono essere utilizzate per creare oggetti decorativi per la maggior parte, con un po’ di sforzo è possibile fornire a questi anche un intento artistico, un mio amico recentemente ha dato una mostra a Bologna composta di oggetti realizzate esclusivamente con questi strumenti, ed è stata un successo.

Le persone rimangono molto facilmente affascinate da queste creazioni dato che sono insolite e la tecnologia 3d non è ancora familiarissima al grande pubblico.

La penna lavorando con filamenti plastici sciolti può realizzare facilmente tutte le forme che avete in mente, o se preferite potrete lavorare su modelli già pronti, consiglio questa strada a chi è alle prime armi e ha bisogno di una guida per cominciare a prenderci la mano, infatti all’inizio non sarà per niente semplice far tradurre dalle vostre mani nel mondo reale ciò che avete in testa.

Potrete perché no decidere di scrivere il vostro nome a caratteri tridimensionali come la scritta di Hollywood che troneggia sulle colline della città. Oppure potrete realizzare qualcosa di mai visto prima, non c’è un vero e proprio limite all’immaginazione.

Una cosa è certa: preparatevi a fallire e all’inizio siate pronti a vedere il vostro lavoro perdere pezzi da ogni lato, non è facile. Una volta acquisita la giusta tecnica sarete in grado di modellare i filamenti come un vero artigiano.

E’ importante non scoraggiarsi mai, perché posso assicurarvi che i risultati alla fine si vedono, e sono tangibili.

Non c’è niente di più soddisfacente che mettere in bella mostra i propri lavori sui tavoli in casa e sentirsi chiedere dai propri amici dove si sono acquistati questi oggetti tanto particolari.

In conclusione

Il mondo delle penne 3D è affascinante e giovane, sicuramente ci serberà delle sorprese negli anni a venire. L’evoluzione di questo oggetto potrà permettere la nascita di un ventaglio sempre nuovo ed emozionante di possibilità espressive.

La terza dimenzione, grazie alla realtà virtuale e alla realtà aumentata, rappresenta senza ombra di dubbio il futuro, e non vogliamo di certo essere lasciati indietro in questa avventura. La fantascienza è proprio dietro l’angolo, e siamo prontissimi ad accoglierla.

Speriamo che questa guida ti sia stata d’aiuto. Ti auguriamo un sincero in bocca al lupo e buon disegno 3D!

 

ProContro.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, e riceve una commissione sugli acquisti effettuati tramite i nostri links.